Home » Comunicati » Come pulire il lavandino, il bagno e la piastrella in bagno

Come pulire il lavandino, il bagno e la piastrella in bagno

Manutenzione della pulizia in bagno

Gli studi hanno dimostrato che la maggior parte dei microbi in casa si nascondono nel bagno. Per essere più precisi, circa il 25% dei microrganismi in tutta l’abitazione si trovano in questa stanza.  Pertanto, è molto importante continuare a pulire in bagno, disinfettarlo e aria regolarmente. Anche se pensi che non sia molto difficile pulire il bagno, scopri che ci sono ancora trucchi che non conosci. Non l’avresti fatto, perché sono segreti che solo i professionisti conoscono.

 

Se si rispettano questi trucchi si sarà in grado di mantenere la pulizia del bagno senza sforzo. In primo luogo, si consiglia di spremere attraverso un panno o una spugna umida, peli su oggetti sanitari, piastrelle o piastrelle. Così, una volta che si inizia a pulire con il mop non si cammina questi peli che non vorranno a qualsiasi prezzo per staccare le superfici ceramiche. Se si esegue questa operazione prima di avviare la fase di pulizia, il risultato sarà uno come previsto. Pulizia del bagno

 

Un altro trucco è quello di sapere in dettaglio quali passi seguirai. Per esempio è bene sapere che il modo più adatto per pulire è a partire dalla parte superiore perché alcuni dei microrganismi remoti sugli oggetti in altezza cadranno su quelli sotto o meglio sulle piastrelle. Quindi puliremo la piastrella e sanitari lasciando per la gresia finale.

 

Per gli oggetti sanitari Il lavandino, il bagno, la vasca e la doccia a brillare letteralmente polverizzeremo un prodotto di sbiancamento e disinfezione sulla loro superficie, lasciando il liquido ad agire per diversi minuti. Poi puliremo l’area con una spugna leggermente abrasiva e risciacquomo con un forte getto d’acqua. Grande cura alle pareti di vetro della cabina doccia! Essi saranno cancellati con un panno secco o salviette di carta per evitare la formazione di macchie antiestetiche. Pulizia toilette

La stessa attenzione dovrebbe essere data allo specchio. Può essere pulito con soluzioni speciali o alcuni piatti fatti in casa a base di aceto, limone e bicarbonato di sodio. Queste soluzioni rimuoveranno rapidamente le macchie dall’acqua, dal sapone o dal dentifricio.

 

La ciotola del water è forse il più grande raccoglitore di microrganismi pericolosi per la salute. Prestiamo maggiore attenzione facendolo con polveri abrasive che rimuovono eventuali tracce di depositi indesiderati. Ci sono anche disinfettanti che si aggrappano sul bordo della tazza del water, ma non garantiscono la rimozione totale dei batteri. Lo stesso vale per il disinfettante aggiunto al serbatoio del water che staccheggia l’acqua creando una sensazione di pulizia. È vero che abbiamo prodotti liquidi che possono penetrare in aree meno accessibili, ma c’è sempre bisogno di un’attenta attrito e cancellazione. Pulizia delle piastrelle

 

Prestiamo maggiore attenzione all’armadio dove teniamo i prodotti cosmetici perché questo è un posto dove i microbi crescono molto facilmente. Allo stesso modo, si consiglia il lavaggio regolare e la cancellazione dei recipienti cosmetici di uso comune. Ci sono casi in cui ruggine o calcare hanno attaccato alcune parti degli elementi che usiamo nel bagno – la testa della doccia, il sifone del lavandino o la vasca da bagno. Non possono essere rimossi semplicemente lasciando alcune soluzioni commerciali per agire per qualche minuto su di esse. Lasceremo i prodotti in ammollo durante la notte in una soluzione a base di candeggina. È importante che questi oggetti siano completamente coperti dalla soluzione per renderlo effettivo. Prenderemo uno straccio e lo immergiamo bene nella soluzione e lo mettiamo nel punto danneggiato dalla ruggine.  Un’altra soluzione può essere il riempimento di un sacchetto di plastica con soluzione e l’inserimento della testa della doccia in esso.

 

Un altro trucco per un bagno pulito e una salute invidiata per gli utenti è la disinfezione delle maniglie dalla porta d’ingresso e gli armadi e tutti i rubinetti. Valvole di pulizia

 

Un punto temperato per ottenere una pulizia perfetta in bagno è la pulizia del silicone che delimita alcuni oggetti sanitari – bagno, ciotola del water, lavandino. A causa dell’ambiente umido può lievemente muffa quindi è necessario cancellare quella zona il più spesso possibile. L’operazione è fatta con un panno morbido che non influisce sulla massa di silicone, altrimenti c’è il rischio di perdite successive.

 

Forse l’ultimo passo per ognuno di noi, quando si tratta di pulire il bagno, è il lavaggio sul pavimento. Lavare la Gresia con uno straccio inumidito con acqua e detersivo sarà sempre fatto con cura dopo in anticipo abbiamo accuratamente lavato il mop e cambiato l’acqua dal secchio.

Pulizia del lavandino

Il primo passo nella pulizia efficiente di un lavabo da bagno è la rimozione dei depositi da esso. Ci riferiamo prima allo sporco sulle mani, altri detriti, come peli o lamino sui vestiti, così come sapone, dentifricio, crema da barba. Se una semplice salvietta con un panno è sufficiente, se il sapone o il dentifricio è depositato, avremo bisogno di soluzioni di pulizia per aiutarci a ripulire in profondità. Il modo più semplice per mantenere la pulizia è quello di sciacquare il lavandino dopo ogni utilizzo, altrimenti questi depositi sono difficili da prevenire. Pulizia del lavandino

 

C’è una polvere speciale sul mercato per la pulizia di porcellana o superfici acriliche, ma soluzioni efficaci possono essere ottenute anche mescolando prodotti da cucina – aceto, bicarbonato di sodio, sale e limone. Questa miscela molto ben scorrevole.

 

Un trucco molto efficace è quello di coprire il lavandino con un panno ben imbevuto di aceto da lasciare ad agire per mezzo orologio. Dopo, lavare accuratamente il lavandino con acqua tiepida.

 

Per coloro che non sostengono l’odore di aceto o non possono aerare il bagno, è possibile produrre una soluzione a base di succo di limone. Nel caso di una perdita puzzolente del lavandino del bagno ho dettagliato in un articolo precedente che sono i passaggi per rimuovere l’odore, ma anche per la scoperta di tubi.

 

Un’altra possibilità è quella di lavare il lavandino con detersivo per piatti utilizzando una spugna e risciacquarlo con acqua. Sopra il lavandino umido cospargiamo il bicarbonato di sodio e strofinare la superficie con una spugna o uno spazzolino da denti fino a quando il bicarbonato si trasforma in una pasta. Alla fine risciacquamo il lavandino con acqua tiepida.

Pulizia della mobili

La pulizia della dispensa viene effettuata in varie fasi. Per prima cosa puliamo il colino di scarico perché è qui che tutto lo sporco si sta raccogliendo. Affinché il sifone del cammello non si inchini, riforniamo la raccolta dei peli raccolti nel setaccio dopo ogni lavaggio.

 

Niente è più sgradevole di una vasca da bagno piena di macchie, o peggio, piena di depositi di muffa o ruggine. Se siete tra coloro che utilizzano una tale vasca da bagno è il momento di acquistare soluzioni di pulizia con cui strofinare l’intera superficie. Non dimenticare di acquistare una spugna abrasiva per rimuovere la ruggine o macchie di muffa! Una volta che avete strofinato bene è il momento di sciacquare accuratamente con acqua fredda e pulire la vasca con un panno asciutto e pulito. Il processo di eliminazione fa sì che lo smalto non rimanga macchiato dal calcare. Pulizia del bagno con soluzioni fatte in casa

 

Un trucco che vale la pena notare fa davvero la differenza. Non conservare mai lo shampoo, il gel doccia e altri cosmetici sul bordo della vasca da bagno perché, nel tempo, distruggeranno lo smalto. Anche se stiamo attenti ci saranno perdite di questi contenitori che decolleranno o macchiano la superficie della caduta.

 

Anche per la salute del cane si dovrebbe fare attenzione a non utilizzare soluzioni acide spesso per attaccare lo smalto o per ingiallire la superficie della zecca. Evita anche il lavaggio di oggetti come griglie di cottura, scarpe fangose o il tappetino d’ingresso. Questo tipo di oggetti hanno un sacco di sporcizia che sarà facilmente depositato e anche graffiare la vasca rendendo il processo di pulizia un ingombrante o addirittura impossibile. Pulizia del bagno

 

Come con il lavandino, alcune soluzioni fatte in casa da ingredienti come sale, aceto, limone e bicarbonato di sodio faranno scomparire immediatamente lo sporco. Macchie sulla vasca da bagno possono essere facilmente rimossi con l’aiuto di bicarbonato di sodio mescolato con perossido di idrogeno, che verrà applicato alle pareti della vasca dove sarà lasciato agire. Dopo aver lo sfregamento con un panno e risciacquare con molta acqua tiepida.

 

Un risultato migliore si ottiene nel caso di aceto mescolato con bicarbonato. È possibile riempire l’intera vasca con acqua calda dopo di che si aggiungono 3 litri di aceto e 4 bustine di bicarbonato di sodio. Lasciare la vasca con acqua per alcune ore per la soluzione ottenuta per agire. Dopo aver drenato l’acqua ci puliremo accuratamente con una spugna.

 

  • Un’altra soluzione fatta in casa per lavare la vasca può essere ottenuta mescolando il succo di un limone con una tazza di acqua e un po ‘di detergente di lavastoviglie. Con la soluzione ottenuta si strofina la vasca nei luoghi macchiati con un panno morbido. Questa soluzione è molto efficace per le tazze acriliche. Pulizia del bagno con aceto

 

Ci sono anche più difficili da rimuovere le macchie che è possibile rimuovere con il cloro. Abbiamo bisogno di un paio di guanti, perché il cloro può influenzare la pelle delle mani. Potrai spruzzare la vasca con cloro e lasciarlo agire per circa un’ora. Poi si pulirà la vasca con una spugna grossolana e risciacquare la vasca con acqua calda. Non dimenticate di ventilare il bagno accuratamente dopo aver fatto lo scrubbing cloro!

 

Per i punti straordinariamente persistenti è possibile utilizzare detersivo per auto, utilizzato in lavaveggi professionali. Dopo averlo applicato sulle pareti della vasca spazzeremo via con un pennello più ruvido, quindi risciacquare bene.

 

Pulizia delle piastrelle

 

La pulizia delle piastrelle può essere fatta utilizzando sostanze professionali o soluzioni preparate in casa da aceto, succo di limone, bicarbonato di sodio o acqua ossigenata. Indipendentemente dalla soluzione scelta ci assicuriamo di mantenere un ambiente igienico in bagno. La pulizia della piastrella è resa costante, in modo che la sua miseria non va giù e indurire. Come ho detto sopra la pulizia inizierà dall’alto verso il basso. Quindi saremo sicuri di eliminare tutto il disordine. Piastrella di lavaggio

 

Oltre alle piastrelle in ceramica dobbiamo prestare attenzione all’aumento e ai giunti tra di loro, in particolare il mastino che è stato applicato al montaggio iniziale. Useremo un vecchio spazzolino da denti o un pennello coperto con un panno per non graffiare lo scivolo. La stucco tra le piastrelle delle piastrelle o piastrelle è incredibilmente ben pulito con succo di limone soprattutto se si è pazienti a strofinare con attenzione ogni fusione utilizzando un vecchio spazzolino da denti. Il succo rimuove rapidamente il nero e la muffa. Il Chite tornerà al colore originale e il posto avrà un odore fresco e bello limone.

 

Per una pulizia efficiente possiamo fare appello ad alcune soluzioni a portata di mano anche con elementi che di solito troviamo in qualsiasi cucina – bicarbonato di sodio, aceto, succo di limone e, ovviamente, acqua.

 

Queste soluzioni alleviano il materiale ceramico contribuendo a mantenere la sua brillantezza. Le soluzioni che prepariamo possono essere sparse con l’aiuto di fiale con una pistola dopo di che saranno cancellate con il panno o il panno morbido. Tuttavia, per un risultato speciale è quindi possibile utilizzare la soluzione di lavaggio detartrante e anche finestra che fornirà il materiale più brillante. Pulizia delle piastrelle con soluzioni fatte in casa

 

Mi sono già ricordato al di sopra della presenza di aceto nelle soluzioni di pulizia preparate in casa. Questo perché funziona in modo efficiente anche da solo. Molte casalinghe che vogliono la piastrella in bagno per brillare la pulizia e ricorrere alla soluzione dell’aceto non diluito che improvvisano con l’aiuto di una bottiglia con spruzzatore sulla superficie coperta da piastrelle di ceramica. Lasciano che la soluzione agisca per qualche minuto dopo aver preso un panno, uno straccio o una spugna pulita e puliscono la piastrella. Le sostanze attive in aceto distruggono sporcizia, grasso, depositi di sapone e depositi calcarei leggeri.

 

Oltre alle soluzioni domestiche cercheremo nei negozi prodotti speciali per la pulizia della Gresia, che, con la loro costruzione sono leggermente aggressivi ma molto efficaci nel mantenimento della lucentezza. Questi prodotti rimuovono depositi calcarei, tracce di vernice o calce, efflorescenza e grave deposizione di sporcizia sulla piastrella. Si basano su alcool e surfactants destinati a tutte le superfici della piastrella che vengono preferite alle soluzioni domestiche per una più rapida attuazione. Un’altra soluzione efficace è quella di strofinare le piastrelle con una soluzione Windows pulita. Così le superfici manterranno la loro brillantezza.

Tags :

About the author

Il servizio gratuito di pubblicazione dei comunicati stampa è offerto dall'Associazione link UP Europe! di Roma