PROMUOVERE I DIRITTI UMANI UNIVERSALI 

I mass media sono colmi di notizie di violazioni dei diritti umani: dalla violenza domestica al bullismo nelle scuole, dalla corruzione alla povertà e discriminazione. Tutto questo avviene e la maggior parte della popolazione mondiale non sa che cosa siano i diritti umani e che li possiede.
Amnesty International denuncia violazioni dei diritti umani avvenute in circa 160 nazioni, e non solo in paesi in via di sviluppo. Negli Stati Uniti si stima che ogni anno la tratta umana per sfruttamento sessuale e lavorativo coinvolga circa 18 mila individui. Si stima che ogni anno la tratta mondiale di bambini dai 6 agli 11 anni di età ammonti a un milione e mezzo di individui. Altri 171 milioni, per la maggior parte al di sotto dei 15 anni, lavorano in condizioni pericolose.
Per più di 40 anni, gli Scientologist sostengono la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite. Nel 1969, L. Ron Hubbard ristampò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nella rivista della Chiesa Freedom e scrisse:
Le Nazioni Unite trovarono la risposta. L’assenza di diritti umani macchiava le mani dei governi e minacciava il loro regime. Pochissimi governi hanno attuato la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Quei governi non hanno compreso che la loro stessa sopravvivenza dipende in tutto e per tutto dall’adottare tali riforme e quindi dall’offrire al loro popolo una causa, una civiltà che meriti di essere sostenuta, che meriti il suo patriottismo”.
Ispirati dalle parole di L. Ron Hubbard, “I diritti umani devono essere resi un fatto, non un sogno idealistico”, gli Scientologist sostengono quella che è diventata una delle più grandi iniziative, non governative, a livello internazionale, per l’istruzione sui diritti umani. Nel 1998 la Chiesa ha lanciato il Tour Europeo per la Libertà di Religione, una maratona che ha toccato otto nazioni portando il messaggio dei diritti umani a milioni di persone. La maratona si è poi evoluta in un “multathlon” di 4.000 km attraverso l’Europa e successivamente negli Stati Uniti.
Ora la Chiesa e i suoi fedeli sostengono i programmi laici di Gioventù per i Diritti Umani Internazionale (YHRI) e Uniti per i Diritti Umani (UHR). Gioventù per i Diritti Umani (YHRI), fondata nel 2001, educa i giovani sui diritti umani e li incoraggia a diventare sostenitori della tolleranza e della pace. Fondata nel 2008, nel 60° anniversario della Dichiarazione Universale, Uniti per i Diritti Umani (UHR) unisce lo sforzo di singoli, organizzazioni e governi per far aumentare la consapevolezza e il rispetto dei diritti umani, a tutti i livelli della società.

I commenti sono chiusi