Le mappe antiche per ricerche e arredamento, scegli quella che fa per te

Ami le carte geografiche antiche e sogni da tempo di acquistare una riproduzione? Ecco, in pochi passi, una piccola guida per orientarti nella scelta.

– Attenzione alla qualità.

Scegli un fornitore affidabile: la mappa antica deve essere riprodotta direttamente dall’originale, così da conservare intatta la sua valenza documentaria. Una mappa approssimativa e inattendibile, sia nella veste grafica che nei riferimenti, perde la maggior parte del suo fascino.

Estetica e qualità, nella cartografia, vanno sempre di pari passo: la tua carta geografica, quindi, dovrà provenire da una fonte pregevole e accreditata.

– Scegli il soggetto.

Il bello delle carte geografiche antiche è che puoi inserirle in qualsiasi stile di arredamento, dalla camera da letto liberty al soggiorno minimal-chic. E non ci sono limiti riguardo al soggetto e all’epoca: un planisfero del Cinquecento o una cartina settecentesca dell’impero romano – solo per fare qualche esempio – sono ugualmente perfette in ogni tipo di ambiente.

La scelta della cartina giusta, quindi, dipende unicamente dai tuoi gusti e dalle tue esigenze. Nella tua decisione possono influire motivi esclusivamente estetici, ma anche ragioni più squisitamente professionali: ogni cartina, infatti, fornisce dati preziosi su tantissimi ambiti di studio e di ricerca.

Il cartografo vi troverà notizie importanti in merito alla proiezione utilizzata; lo storico potrà ricorrervi per ricostruire gli equilibri politici dell’epoca; il geografo vi attingerà per conoscere lo stato degli studi geografici nel periodo di interesse.

Ma anche per i semplici appassionati, una mappa d’epoca costituisce un vero e proprio tesoro, sempre disponibile per qualsiasi riferimento o curiosità.

– Decidi il formato.

Piccola o grande? Dipende dallo spazio disponibile, dall’impatto che vuoi ottenere o dallo stile che intendi valorizzare. Un corridoio stretto e spoglio, ad esempio, si trasforma in un angolo luminoso e ricco di personalità semplicemente appendendovi una mappa antica grande quasi quanto l’intera parete.

Le sale d’aspetto richiedono discrezione e sobrietà: per questo, spesso rimangono fredde e impersonali. Creando composizioni di tre o quattro mappe antiche in piccolo formato è possibile renderle istantaneamente più accoglienti senza sacrificare il tono formale che la loro funzione richiede.

In salotto, in camera da letto o nello studio, invece, la scelta di una media dimensione (50×70, ad esempio) consente di armonizzare al meglio la cartina con gli altri mobili, quadri e complementi d’arredo.

– Metti in cornice.

Lungi dal rappresentare un dettaglio senza importanza, la cornice svolge un ruolo decisivo: cambiando la cornice, in altre parole, cambia completamente anche lo stile della tua mappa. Dovrai quindi puntare su questo elemento per creare il giusto equilibrio tra la carta geografica e l’ambiente circostante.

A seconda dell’effetto che vuoi realizzare, potrai optare per una cornice “in pendant” oppure a contrasto. In una camera da letto in stile impero, ad esempio, la tua carta geografica antica enfatizzerà l’atmosfera romantica con una cornice d’antiquariato in legno dorato motivata da decori di foglie e palmette; utilizzando una cornice minimal nei colori oro e rosso, invece, otterrai un piacevolissimo effetto di leggerezza.

Guarda ora tutte le nostre carte geografiche antiche >>

I commenti sono chiusi