Home » Comunicati » Perché parlare con un ChatBot su Facebook Messenger

Perché parlare con un ChatBot su Facebook Messenger

I Chatbot sono uno strumento ormai presente su diversi siti, specialmente su pagine di e-commerce o di grandi aziende che ricevono milioni di richieste al giorno e utilizzano l’assistenza virtuale di un ChatBot per snellire il processo di risposta. Molti ChatBot rispondono direttamente dal sito, altri hanno app dedicate, recentemente stanno prendendo piede su diverse piattaforme social che includono una chat. Lo strumento più innovativo a disposizione delle vere aziende 2.0 sono i Chat Bot su Facebook Messenger. Facebook nasce nel 2004 con l’intento di connettere persone fisicamente lontane tra di loro e la sua chat Facebook Messenger, sviluppata nel 2011, è attualmente tra le più usate per scambiarsi informazioni tramite messaggistica istantanea connessa ad una rete. Messenger dunque non sarà più solo il mezzo per connettere persone ma anche per connettere aziende e clienti già affiliati ma non solo. Infatti fare marketing con Facebook Messenger in modo automatizzato con i ChatBot è un modo per trovare nuovi clienti a bassi costi di acquisizione.

Ecco come fa marketing digitale un ChatBot di Facebook Messenger

Le possibilità di interazione di un ChatBot tramite Facebook Messenger sono infinite e saper creare una comunicazione efficace su questo canale rappresenta un vero vantaggio competitivo sui propri competitors. Innanzitutto essendo ancora poco diffusa questa tecnologia, almeno a livello nazionale e per la piccola e media impresa è usata ancora da poche aziende per il proprio digital marketing. Gli utenti sono quindi molto incuriositi dalle interazioni automatizzate dei ChatBot e le vedono come una piacevole novità. La maggior parte delle aziende quando deve comunicare con i propri clienti e proporre nuovi prodotti/servizi/promozioni usa le email. La classica newsletters che spesso e volentieri agli utenti risulta insopportabile. I ChatBot sono invece lo strumento nuovo sul mercato. Iniziare ad interagire con il ChatBot e trasformare il visitatore occasionale della pagina in un cliente profilato è semplice. Quando l’utente aprirà il sito, apparirà il ChatBot aziendale che si presenterà come tale e chiederà all’utente di presentarsi a sua volta. Come? Chiedendogli di passare in chat su Facebook Messenger. A quel punto, proprio come farebbe un dipendente o un  commerciale, inizierà a capire il motivo della visita di tale utente e una volta acquisita la sua richiesta potrà aiutarlo nel suo problema, consigliare il prodotto più adatto, inoltrare la sua problematica al giusto reparto dell’azienda. Insomma, il ChatBot di Messenger costituisce un  commerciale e può chiudere contratti ogni giorno con i propri clienti. Senza considerare che a differenza di un assistente umano, il ChatBot è multitasking e può assolvere un numero illimitato di richieste contemporaneamente, è attivo 24 ore al giorno, 7 giorni su 7.

 

 

Interazioni Messenger con il ChatBot per profilare gli utenti

 

Un altro elemento innovativo dei ChatBot è la possibilità di profilare gli utenti in base alle risposte date in chat nell’interazione con il bot. Una volta schedati, gli utenti rimarranno nel server del ChatBot per sempre, di fatto si può aver profilato i clienti mesi fa e inviare solo ora la promozione, non ci sono limiti. Il tutto ovviamente automatizzato. Inviare 2 proposte automatizzate oppure 10.000 impegna lo stesso sforzo.

Inoltre a differenza della newsletter via email, il processo di interazione con l’utente tramite ChatBot è molto più immediato, l’utente può rispondere al bot semplicemente scegliendo una delle opzioni di risposta da esso proposte o rispondendo subito velocemente in chat. Nel mandare un’email è alto il rischio di dimenticanza da parte dell’utente o addirittura della cancellazione di essa o della rimozione definitiva dalla mailing list, infatti le email vengono cancellate senza essere aperte nel 81% dei casi se si tratta di una newsletter mentre la possibilità che qualcuno non legga le notifiche di Messenger dal proprio smartphone è estremamente ridotta.

Questo e tanti altri costituiscono degli ottimi motivi per passare ad un ChatBot di Facebook Messenger il prima possibile.

 

About the author

Il servizio gratuito di pubblicazione dei comunicati stampa è offerto dall'Associazione link UP Europe! di Roma