Gli stimolanti sono potentissime droghe

In questi giorni abbiamo sentito parlare di uno dei più grossi sequestri degli ultimi tempi di “pastiglie da piazza”. Ma queste sostanze, così eccitanti in realtà portano a gravi patologie e dipendenza.

Per informare ampiamente in merito alla VERITA’ su tali sostanze, nella giornata di venerdì 11 ottobre i volontari di Scientology della Romagna si sono attivati immediatamente, distribuendo in centro a Riccione e nei locali pubblici copie gratuite di opuscoli informativi dal titolo La verità sulla droga.

Nel materiale è compresa una panoramica sugli effetti degli stimolanti.

Per esempio troveremo informazioni relativi alle anfetamine le anfetamine, che sono sostanze ottenute per sintesi chimica dal precursore feniletilamina. In termini tecnici sono delle “designer drugs”.

Le forme normalmente rintracciabili sul mercato clandestino sono costituite da compresse, compresse ricoperte, pastiglie, gocce o soluzioni iniettabili, polvere bianca, cristallina, queste sostanze, vengono vendute proprio per lo sballo nelle piazze.

Tale classe di sostanze comprende l’anfetamina, il composto progenitore, la metossiamfetamina e la metilendiossimetamfetamina e molte, molte, altre. Ma certamente ai ragazzi non interessa nulla del contenuto delle sostanze!

Tale categoria di sostanze comprende inoltre molti farmaci generalmente utilizzati come psicostimolanti e/o anoressizzanti.

Il composto progenitore venne sintetizzato per la prima volta nel 1887 ed utilizzato per il trattamento del raffreddore tramite inalazioni. L’effetto stimolante venne scoperto nel 1922.

Sono moltissimi, alcune definizioni sono le seguenti: per l’amfetamina “Speed”, “Crystal”, “Bennie” e, quando combinata all’eroina, “Frisco Speed”. Per la metamfetamina “Speed”, “Meth”, “Crank”. Per la d-methamfetamina “Ice”, “Rocks”, “Shabu”, etc. etc.

Oltre a scaricare copie degli opuscoli, al sito www.drugfreeworld.org possibile ottenere molte informazioni che possono salvare la vita di chi ti sta a cuore. La droga è diventato un vero problema sociale – come disse l’umanitario L. Ron Hubbard, “sguazza nel sangue e nella sofferenza umana”.

I commenti sono chiusi