Acquisto di una proprietà: Ecco le domande adatte da porre all’Agenzia Immobiliare

Al momento dell’acquisto di una casa o di un appartamento in un condominio, la visita iniziale alla proprietà è molto importante. Questo è il momento in cui si possono analizzare i locali e porre domande al proprietario, piuttosto che all’addetto incaricato dell’Agenzia immobiliare, al fine di determinare se la proprietà si adatta alle proprie esigenze per costruirci il proprio futuro e quello della propria famiglia se queste sono le intenzioni. L’Agenzia Immobiliare o il proprietario, sono dunque obbligati nel rispondere alle domande che gli vengono poste, pertanto, sarebbe ottima abitudine per l’acquirente, raccogliere tutte le informazioni necessarie per evitare di avere spiacevoli sorprese in un futuro prossimo.
Le domande da porre servono sia per informarsi che per distinguere le proprietà che si sono visionate, così da valutarne i pro ed i contro per ciascuna di esse. L’Agente immobiliare incaricato, naturalmente, sarà sempre di supporto all’acquirente, ma il consiglio per fare una buona valutazione, consiste nel l’essere preparati avendo un elenco di domande da sottoporre.

Ecco una lista di controllo su 25 punti da sottoporre all’Agenzia Immobiliare prima di effettuare l’acquisto di una proprietà

 

– Domande sulla proprietà –

1. In quale anno è stata costruita la casa?
2. Quali sono le sue dimensioni interne? E quelle del cortile?
3. Cosa è incluso nella vendita? (parcheggio, area privata)
4. Cosa pensi dell’isolamento della casa? E la sua insonorizzazione?
5. Tutte le strutture soddisfano gli standard del comune?

Prima di definire l’acquisto, è importante richiedere all’Immobiliare di visitare diverse proprietà nello stesso quartiere, in quanto si potrebbe rimanere sorpresi sulle variazioni di prezzo per prodotti simili. Alcuni offrono, allo stesso prezzo, un parcheggio o un’area privata, che in genere facilitano la scelta. Sarà utile assicurarsi inoltre che tutte le eventuali installazioni (piscina, erba artificiale, area seminterrata, piuttosto che sottotetto) siano conformi alle norme imposte dal comune di appartenenza

– Domande sulla spesa correlata –

6. Quanto si paga per l’assicurazione sulla casa?
7. A quanto ammontano annualmente le spese per l’elettricità ed il riscaldamento?
8. Quali sono le tasse comunali e scolastiche?

Per questo tipo di domanda, sarebbe opportuno prendere visione di eventuali fatture a disposizione. Queste specifiche sono fondamentali per la decisione circa l’acquisto di un nuovo Immobile, infatti è noto che alcuni di essi abbiano un isolamento inadeguato, di conseguenza consumano troppa energia, il che crea bollette esorbitanti. Va da se che i proprietari di queste case che sono intenzionati a venderle, minimizzino questo aspetto in modo da non spaventare i potenziali acquirenti, quindi necessiterà sicuramente stare molto attenti!

– Domande sullo stato della casa –

9. Sono state osservate crepe?
10. È stata effettuata un’ispezione pre-vendita?
11. Hai avuto danni negli ultimi anni?
12. La casa ha problemi di umidità o muffa?
13. Qual è il motivo della vendita? È relativo allo stato della casa?

Parallelamente alle domande che si pongono ai professionisti dell’Agenzia, è essenziale ispezionare visivamente lo stato della casa e per valutare il grado di umidità presente, sarà necessario controllare le finestre e le condizioni dei loro telai. Se si nota la desquamazione della vernice oppure vi sono goccioline di acqua sulle finestre stesse, allora potrebbero esserci problemi di condensa legati all’umidità elevata. Quindi necessiterà sempre ricordarsi che una casa troppo umida è lontana dall’essere un ambiente salubre per i suoi abitanti.

I commenti sono chiusi