Terna, piano per sicurezza rete elettrica in Veneto: il punto dell’AD Luigi Ferraris

Ingenti investimenti di Terna in Veneto per la realizzazione di una serie di interventi di sviluppo e rinnovo della rete elettrica: l’AD e DG Luigi Ferraris evidenzia il valore dell’accordo sottoscritto in Regione.

Luigi Ferraris, ad Terna

Terna si impegna per il Veneto: l’accordo con la Regione sottoscritto dall’AD Luigi Ferraris

Terna e Regione Veneto insieme per garantire la sicurezza, l’efficienza e la sostenibilità della rete elettrica nel territorio. È stato firmato lo scorso 21 gennaio dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale del gruppo, Luigi Ferraris, e dal Governatore della Regione, Luca Zaia, l’accordo che include il programma di interventi straordinari da realizzare anche con l’obiettivo di favorire lo sviluppo sostenibile del Veneto e in particolare, attraverso la ricostruzione e lo sviluppo delle infrastrutture elettriche e il rilancio socio-economico delle aree colpite nel novembre 2018 da eventi atmosferici eccezionali. Come ha sottolineato l’AD di Terna, Luigi Ferraris, l’accordo “si inquadra nel contesto degli investimenti finalizzati alla crescita strutturale del Paese valorizzando le realtà locali”. Sono previsti interventi di sviluppo della rete elettrica regionale e altri finalizzati ad aumentare stabilità, sicurezza e resilienza degli impianti già esistenti.

Luigi Ferraris: la sostenibilità e il dialogo con il territorio fondamentali per Terna

“Siamo molto soddisfatti di aver firmato questo ambizioso accordo di programma” ha sottolineato Luigi Ferraris. “Il pacchetto di interventi che Terna si impegna a realizzare, in stretta collaborazione con la Regione del Veneto, è il frutto di un approccio di dialogo con il territorio che rappresenta oggi, insieme alla sostenibilità delle opere e all’attenzione per l’ambiente e per i territori, un valore imprescindibile nella strategia di Terna ha aggiunto l’AD che, nelle diverse interviste rilasciate in occasione dell’evento per la firma, ha ribadito come il valore dell’accordo stia nella capacità di coniugare “la vicinanza al cittadino, la sostenibilità ambientale, la tecnologia”. Il Gruppo, ha inoltre ricordato Luigi Ferraris, metterà a disposizione del territorio “le migliori tecnologie disponibili e l’economicità dei progetti, soluzioni sicuramente molto evolute”.

I commenti sono chiusi