Daily Archives

15 Maggio 2018

Comunicati

Sardegna, Cosa visitare oltre il mare? Le bellezze dell’entroterra sardo


Quando qualcuno dice Sardegna, viene spontaneo pensare al mare, al sole e alle spiagge magiche. In realtà questa regione ha molto più da offrire: vuoi un esempio? La natura, i borghi antichi, le chiese: di seguito scopriremo quanto più di bello e sorprendente ha da offrire l’isola a prescindere dal mare.

Luoghi da non perdere durante una vacanza in Sardegna

 Non possiamo non citare le chiese isolate, come nel caso della Santissima Trinità di Saccargia, e i villaggi con le numerose storie da raccontare, tra mito e realtà. Se vuoi inoltrarti nel cuore della Sardegna, prova a fare un giro nella Foresta Burgos, senza dimenticare il paesino che porta lo stesso nome. Tra rocce di granito, monti, pascoli e vallate potrai veder esaltare le tradizioni di quest’isola. Degni di nota sono anche i murales di Fonni e Oliena, prestigiosi come il piccolo centro di Bidonì, con i suoi 150 abitanti. Poche persone ma un luogo che ha tantissimo da offrire. Per esempio il museo delle streghe, chiamato S’omo ‘e sa Majarza, oltre al tempio di Giove.

Va detto però che, nel tuo viaggio culturale alla scoperta della Sardegna vi è una sosta imperdibile: se arrivi fino al Golfo di Oristano, scoprirai le spiagge della penisola del Sinis. Sabbia bianchissima e un mare pieno di sfumature e trasparenze. E’ uno scorcio magico per poter davvero staccare la spina ed evadere dal mondo che ti circonda.

Come arrivare sull’isola: prova i traghetti per la Sardegna

 Per molti l’aereo è la soluzione migliore, ma chi desidera risparmiare un po’ e godersi a pieno la propria vacanza all’insegna del relax, può optare per un traghetto per la Sardegna sulla Linea dei Golfi. E’ la soluzione migliore per tutti coloro che hanno voglia di essere indipendenti, viaggiando con la propria auto o moto, con bambini o animali al seguito. A differenza di un viaggio in aereo il traghetto ti permette non solo di scegliere per tempo un posto che sia adatto alle tue finanze, con ottime offerte applicate su più tratte. E’ possibile, anche, partire dal porto a te più consono, affrontando traversate che hanno una durata variabile da 5 ore e mezzo fino a 12 ore in notturna. Nelle ore giornaliere avrai modo di farti coccolare al meglio non solo dai servizi offerti a bordo dalle diverse compagnie, ma potrai ammirare la bellezza del panorama che ti circonda.

Sali a bordo, ti accomodi sulla tua poltrona o in cabina, e ti godi lo spettacolo fin da subito, prima ancora di arrivare a destinazione. Non male, non è vero?

No Comments
Senza categoria

I tavoli allungabili di Webmarketpoint

  • By
  • 15 Maggio 2018


I tavoli allungabili sono la soluzione ideale in tutti quegli ambienti in cui le esigenze di spazio fanno si che si renda necessario individuare una soluzione per la quale sia possibile all’occorrenza ottenere maggior libertà di movimento. In occasione di serate particolari, o comunque occasioni nelle quali si ha un certo numero di ospiti in casa, sarà sempre possibile allungare il tavolo in base al modello prescelto e risolvere in questa maniera ogni necessità. È una soluzione ideale non soltanto per il tavolo da pranzo ma anche per occasioni nelle quali ci si riunisce in occasione di giochi di società, giochi con le carte o semplicemente trascorrere del tempo in famiglia. Un tavolo allungabile resistente e realizzato con degli ottimi materiali sarà in grado di garantire robustezza e durata nel tempo, e ne esistono diverse versioni in grado di adattarsi alla tipologia di ambiente e contesto nel quale vengono inseriti.

Esistono a questo proposito i tavoli in legno o quelli in vetro, che ben si adattano rispettivamente ad un arredamento classico e ad uno moderno, offrendo al tempo stesso grande solidità, comodità e praticità di utilizzo. Ce ne sono di forma quadrata o rettangolare, il che rende i tavoli allungabili particolarmente adattabili ad ambienti di qualsiasi dimensioni. Quando non è necessario estenderli sarà possibile mantenere il tavolo chiuso risparmiando così grande spazio e ottenendo di conseguenza un ingombro ridotto al minimo possibile, così da avere il massimo dello spazio disponibile per potersi muovere. Webmarketpoint.it propone tavoli allungabili di diversi materiali e modelli, per andare incontro alle esigenze pratiche e di arredo di tutti, per far si che trovare il tavolo perfetto per gli spazi a disposizione diventi una scelta veramente semplice e veloce. Per informazioni è possibile contattare lo staff tramite l’apposita chat dal vivo, via mail all’indirizzo [email protected] o al recapito telefonico 0824946068.

No Comments
Senza categoria

Scegliere i giusti complementi per il bagno

  • By
  • 15 Maggio 2018


Cambiare volto agli ambienti di casa, rinnovandoli e apportando tutte quelle soluzioni in grado di rendere gli ambienti domestici ancora più confortevoli e piacevoli da vivere, è sempre un’esperienza divertente ed eccitante. Quando si tratta del bagno in particolar modo, bisogna tirare fuori tutta la propria fantasia e le capacità di creare soluzioni gradevoli ed in linea con lo stile proprio nonché dell’appartamento stesso. Ecco perché andiamo spesso alla ricerca di idee nuove e particolari per il bagno, che possano consentirti di dare la tua impronta a questo ambiente così intimo di casa. Le soluzioni gradevoli e sempre in linea con le tue aspettative per quel che riguarda l’aspetto estetico, funzionale ed economico, le trovi su inbagno.it, l’e-Commerce che mette a tua disposizione una scelta davvero ampia in fatto di mobili, siano essi moderni che classici, nonché di complementi bagno di ottima qualità e dal design accattivante.

Proprio la vasta scelta di soluzioni che inbagno.it mette a tua disposizione, ti consente di ottenere il massimo semplicemente adoperando la fantasia ed il tuo buon gusto nello scegliere quelle soluzioni che più delle altre ti consentono di valorizzare ogni superficie. Lo stile, la qualità, i materiali resistenti e l’ampia scelta di colori rendono i prodotti inbagno.it degli elementi d’arredo irrinunciabili per coloro che amano tutte quelle soluzioni in grado di apportare eleganza, comfort e praticità al tempo stesso. È sufficiente selezionare la categoria di prodotti desiderata per poter visionare tutti gli elementi che ne fanno parte, e approfondire leggendo le caratteristiche tecniche ed informazioni supplementari che arricchiscono la singola scheda prodotto assieme alle immagini. Individuato il prodotto preferito, sono sufficienti pochissimi clic per acquistarlo e riceverlo direttamente a casa entro un paio di giorni lavorativi. Il cliente usufruisce inoltre del diritto di recesso entro 14 giorni dall’acquisto qualora non fosse soddisfatto.

No Comments
Comunicati Eventi

CreandoSiImpara la scuola “Centrale” di Palermo tra le 10 scuole vincitrici del laboratorio di Carioca®

  • By
  • 15 Maggio 2018


La classe 2B della scuola primaria “Centrale” di Palermo è una delle 10 classi vincitrici del laboratorio CreandoSiImpara, lanciato da CARIOCA® nel mese di febbraio a 1.000 classi seconde delle scuole primarie sul territorio nazionale per scoprire la ricetta della creatività. Perché quando si realizzano nuovi progetti e si esprimono nuove idee, anche in questo momento si sta imparando.

Insegnanti e bambini, sono stati chiamati a liberare la propria fantasia in un laboratorio di creatività applicata attraverso lo sviluppo di un progetto individuale in grado di esprimere e interpretare i due temi proposti: Il Mio Marchio personale, di carattere grafico e da svilupparsi attraverso forme e colori in 2D, o La Mia casa Ideale, di carattere costruttivo e sviluppato con tecniche, materiali e colori. Due laboratori ispirati al design, alla grafica e all’architettura e sviluppati attraverso un percorso logico articolato in cinque fasi operative: dall’analisi, all’esplorazione, per poi passare all’ideazione del progetto, alla sua rappresentazione e presentazione. Proprio come un vero designer o architetto.

Il mio marchio personale è il tema approfondito dalla classe 2B dell’istituto comprensivo “Rita Levi Montalcini” di Palermo che ha saputo distinguersi per l’originalità dell’elaborato finale realizzato attorno alla figura geometrica del cerchio, che ogni bambino ha personalizzato con elementi, colori e passioni individuali dando vita ad un vero e proprio cerchio della vita.

«Come CARIOCA crediamo che la creatività sia un valore e una competenza che andrebbe insegnata ai bambini, perché attraverso l’espressione della propria creatività ogni bambino può esprimere sé stesso e, in qualche modo, migliorare il mondo. Attraverso questo laboratorio, abbiamo voluto coinvolgere le scuole, attori principali della crescita di ogni bambino chiedendo di interpretare e mettere in atto quella che per noi è una missione: liberare la propria fantasia ed espressione di sé per imparare e crescere!» – ha dichiarato Giorgio Bertolo Direttore Marketing CARIOCA s.p.a.

La scuola riceverà come premio due School Box di prodotti CARIOCA®: la nuova linea di matite Tita, matite in resina a ridotto impatto ambientale, con colori brillanti e una scrittura morbida. Tita è molto resistente alla caduta, non si scheggia se si rompe e non si rompe se cade. E i pennarelli Joy, l’intramontabile pennarello a punta fine per un tratto preciso. Inchiostro super-lavabile, atossico, lavabile dalla pelle con acqua e senza sapone, interamente Made in Italy

No Comments
Comunicati Eventi

Papa Roncalli, protagonista della storia del 900

  • By
  • 15 Maggio 2018


Nell’ambito delle iniziative accademiche per il 50° anniversario dell’Università di Bergamo, giovedì 17 maggio, alle ore 17.30, nell’Ex Chiesa di Sant’Agostino, oggi Aula Magna dell’Università, si terrà un dibattito sulla figura di Angelo Giuseppe Roncalli – Papa Giovanni XXIII, che ha segnato la storia del Novecento.

L’appuntamento costituisce un’occasione interessante per conoscere e apprezzare alcuni tratti poco noti del suo operato, con un approccio scientifico e insieme divulgativo.

Dopo un breve indirizzo di saluto da parte del Rettore magnifico dell’Università di Bergamo, prof. Remo Morzenti Pellegrini, del Vescovo di Bergamo, mons. Francesco Beschi, e del Presidente della Fondazione Papa Giovanni XXIII, Armando Santus, la discussione accademica si articolerà in tre momenti:

1) Roncalli nella Bergamo di inizio 900, tra contrasti sociali e sfide culturali.

2) Roncalli e il rapporto con gli Ebrei.

3) Roncalli e la politica internazionale tra guerra fredda e distensione.

Il dibattito sarà condotto e moderato dal Direttore de L’Eco di Bergamo, dott. Alberto Ceresoli.

Tre giovani storici, che stanno conducendo i loro studi su temi attinenti al magistero roncalliano, si alterneranno nell’istruire le questioni principali, arricchendo il confronto con riflessioni e interrogativi: Alessandro Angelo Persico, ricercatore di Storia Contemporanea all’Università Cattolica del S. Cuore di Milano; Mattia Tomasoni, dottorando presso la Pontificia Università Gregoriana; Federico Creatini, dottorando all’Università di Bergamo.

Nella discussione sarà coinvolto come esperto Ezio Bolis, docente di Storia del Cristianesimo presso l’Università degli Studi di Bergamo e Direttore della Fondazione Papa Giovanni XXIII. Alcuni spezzoni di filmati storici arricchiranno il dibattito e forniranno gli spunti per le domande e le risposte.

L’ingresso è libero.

No Comments
Salute e Benessere

Piedi gonfi negli anziani, cause e rimedi


I piedi gonfi negli anziani sono un’eventualità molto comune in taluni soggetti, specie in quelli predisposti. In linea generale, si tratta di un problema facilmente arginabile, ma in alcuni casi è un campanello d’allarme che segnala la presenza di particolari patologie.

Le cause dei piedi gonfi negli anziani

Quali sono le cause dei piedi gonfi dell’anziano? Quando si tratta di cattive abitudini o errati stili di vita e quando, invece, di una patologia ancora non nota? Riuscire a definire la causa di tale disturbo è fondamentale anche per riuscire a trovare un rimedio adeguato per aumentare la qualità della vita nell’anziano; per tale motivo fra le cause principali annoveriamo:

  • obesità: è probabilmente fra le principali cause dei piedi gonfi nell’anziano
  • sedentarietà: spesso va a braccetto con l’obesità
  • caldo: il caldo favorisce la ritenzione idrica aumentando la possibilità di edema agli arti inferiori
  • errata alimentazione: il consumo ridotto di cibi drenanti e di acqua va a favorire il gonfiore agli arti inferiori
  • insufficienza venosa cronica: è il problema più complesso da gestire, in quanto afferente alla funzionalità venosa

I rimedi per i piedi gonfi dell’anziano

A seconda della causa scatenante, i rimedi per i piedi gonfi nell’anziano possono essere molto diversi fra loro, nonché più o meno efficaci. Diciamo subito che allorché parliamo di insufficienza venosa cronica è bene consultare un medico specialista, che assieme alle classiche calze a compressione graduata potrà anche anche abbinare una terapia farmacologica.

Se invece il gonfiore ai piedi è causato da altri motivi, allora uno stile di vita più attivo e una migliore alimentazione potranno fare grandi cose. È fondamentale non eccedere con il sale, gli alcolici e le bibite gasate, ma bere tanta acqua, almeno 1,5 litri al giorno. Molto utili sono anche i pediluvi.

Si ringrazia per la consulenza il team della casa di riposo per anziani Villa Max.

No Comments
Comunicati

Perché scegliere serramenti in legno?


Arredo Porte di Marioncini Nicola propone questa semplice guida per aiutare i clienti a scegliere serramenti ed infissi di qualità. La ditta si trova a Casteggio, in provincia di Pavia e opera nel settore fin dal 1984.

Uno dei principali investimenti per la manutenzione della casa è la sostituzione dei serramenti. La scelta non è sempre facile, vista l’ampia gamma di prodotti presenti sul mercato. Una delle maggiori difficoltà è la valutazione del tipo di materiale su cui puntare. PVC, alluminio e legno sono le principali opzioni a disposizione, a cui si aggiunge la possibilità di acquistare infissi a materiale misto (ovvero degli ibridi composti da diversi materiali). Naturalmente ogni materiale ha le sue caratteristiche distintive, i suoi pregi e i suoi difetti. Non esiste la scelta perfetta ed è necessario valutare le proprie esigenze prima di procedere all’acquisto.

Cosa offre il mercato

Le moderne tecniche costruttive, abbinate a materiali di alta qualità, garantiscono buone prestazioni per qualsiasi materiale. E’ utile comunque valutare con cura l’ambiente in cui serramenti verranno installati: bisogna considerare lo stile architettonico della casa, il tipo di arredamento, le condizioni climatiche ed altri fattori.

Perché scegliere un serramento in legno?

Il legno è un assolutamente unico nel suo genere. L’uomo lo utilizza da secoli come materiale da costruzione, per via delle sue innumerevoli qualità. Non esiste serramento in PVC, anche di quelli più costosi e meglio realizzati, che possa dare le sensazioni visive e tattili, che solo un serramento in legno può regalare.

La scelta del legno ha molti vantaggi sia dal punto ecologico che qualitativo. Il legno è un materiale naturale. Durante tutti i processi di lavorazione, non richiede un particolare dispendio energetico o l’uso di metodi e sostanze chimiche inquinanti. Al contrario, un serramento in PVC richiede lavorazioni industriali molto più complesse e senza dubbio inquinanti e pone il problema dello smaltimento. Chiunque manifesti una particolare sensibilità per la protezione e la cura ambientale non potrà che scegliere dei serramenti in legno.

Parlando invece di aspetti puramente tecnici, il legno è un materiale che garantisce un ottimo isolamento termico e anche acustico. Le performance sono migliorate notevolmente grazie alle tecnologie costruttive utilizzate, in forte evoluzione negli ultimi anni. È un materiale in grado di favorire la creazione di un microclima all’interno dell’abitazione grazie alla sua qualità di assorbire parte dell’umidità e cederla all’ambiente esterno.

Parlando di sicurezza il legno si rivela un materiale ottimo anche da questo punto di vista. Per comprendere meglio operiamo un confronto con il PVC. Questo materiale plastico è composto per lo più da poli-cloruro di vinile, con un alto contenuto di cloro (anche fino al 56%). In caso di incendio le finestre e porte in plastica si fondono, liberando nell’aria fumi altamente tossici contenente sostanze come l’acido cloridrico e idrocarburi clorati.

Una obiezione da considerare

Una delle obiezioni più frequenti alla scelta del legno è la durata nel tempo. Molti ritengono che il legno, esposto ad agenti atmosferici, tenda a deteriorarsi con facilità. E’ una considerazione che va ponderata con cura. Se il legno è di ottima qualità e viene sottoposto a diversi cicli di verniciatura, il serramento non ne risente e l’acquisto si rileva un eccellente investimento.

Quando si acquista un serramento in legno è utile optare per un prodotto di alta qualità e prodotto da un marchio conosciuto sul mercato. Diversamente l’acquirente rischia che l’infisso non rispetti le aspettative e richieda ulteriori verniciature o manutenzioni straordinarie. Meglio affidarsi ad un fornitore serio e spendere qualcosa in più in questo caso.

Il fattore decisivo: l’estetica

Sotto il profilo dell’estetica il legno non ha rivali. Non esiste confronto con il PVC ed alluminio. Anche il miglior serramento in PVC, verniciato con effetto legno, potrà ingannare la vista da lontano, ma al tatto risulterà freddo e “finto”. Il serramento in legno si distingue per eleganza e calore, creando un’atmosfera difficile da replicare con una semplice verniciatura.
Esiste una ampia possibilità di personalizzazione, è possibile scegliere tra decine di essenze diverse con colori e venature unici.

Il prezzo

In questo caso c’è un mito da sfatare. Quando si parla di serramenti in legno molti pensano che siano necessarie spese da capogiro. La realtà è diversa. Pur essendo un prodotto di fascia alta il legno compete con i migliori serramenti in PVC ed alluminio. La differenza di prezzo è meno accentuata di quanto si pensi.
In caso si stia valutando la sostituzione dei serramenti vale la pena di chiedere un preventivo anche per la soluzione in legno. Perché privarsi di un prodotto straordinario senza neppure chiedere il prezzo?

No Comments
Comunicati Eventi News

Big data, imprese e scienza: nuovi scenari

  • By
  • 15 Maggio 2018


CESC- Centro sulle Dinamiche Economiche, Sociali e della Cooperazione dell’Università degli Studi di Bergamo in collaborazione con  BergamoScienza organizzano il dibattito aperto al pubblico Big data, imprese e scienza: nuovi scenari che si terrà martedì 15 maggio 2018, ore 16.30 presso l’Università degli Studi di Bergamo.

Il termine big data ricorre ormai spesso nei media e nella comunicazione corrente. Ma di che cosa si tratta? È un fenomeno che coinvolge tutti? Quale potrà essere l’impatto sulla società e il futuro scenario?

L’incontro, a ingresso libero e gratuito, “BIG DATA, IMPRESE E SCIENZA: NUOVI SCENARI”, promosso da CESC-CASI (Centro Sulle Dinamiche Economiche e Centro Analisi Statistiche e Indagini campionarie dell’Università degli studi di Bergamo), è un momento di illustrazione divulgativa di questo emergente fenomeno e di discussione per creare conoscenza, tramite storie ed esempi, presso cittadini, pubblica amministrazione, imprenditori sull’evoluzione in atto.

Il dibattito, coordinato da Silvia Biffignandi, direttore centro CASI – Centro Analisi Statistiche e Indagini campionarie dell’Università degli Studi di Bergamo, si colloca nell’ambito del ciclo di seminari di Public Engagement sul tema Big Data, una rivoluzione per imprese, policy makers e cittadini.

Interverranno: Mario Rasetti, Fondazione ISI, Dario Tognazzi, “Servizi Innovativi e Tecnologici” Confindustria e Stefano Ghezzi, ICTeam.

No Comments
Scienza e Tecnologia

Affida la manutenzione dei tuoi ascensori agli esperti Everest


Quando un ascensore viene finalmente installato e collaudato all’interno di un condominio, non si tratta di un traguardo ma di un punto di partenza. L’impianto, infatti, avrà bisogno di periodici interventi di manutenzione (due o più all’anno in base alle caratteristiche dell’ascensore), dovrà essere sottoposto a revisioni cadenzate nel tempo (ogni due anni) e potrebbe richiedere interventi extra come riparazioni o ammodernamenti nel corso della sua “vita”.

Per quanto riguarda nello specifico le manutenzioni, è il DPR 162/99 a disciplinare in modo preciso le tempistiche e le modalità di svolgimento di questi interventi periodici, che hanno come fine ultimo la tutela della sicurezza e dell’incolumità dei passeggeri.

Effettuando manutenzioni accurate e con la giusta periodicità, non solo l’affidabilità dell’impianto migliorerà ma se ne potrà anche incrementare la durata di vita utile complessiva. Un vantaggio non certo da poco, alla luce dei costi spesso molto elevati che può avere l’installazione di un ascensore!

Everest esegue una manutenzione ascensori completa e personalizzata in base alle specifiche esigenze dell’impianto, occupandosi di ascensori di tutte le età e di ogni modello o produttore grazie all’ampio ventaglio di competenze che contraddistingue i suoi tecnici specializzati.

I contratti di manutenzione Everest sono chiari, trasparenti e senza sorprese, e offrono tutta la qualità della certificazione ISO 9001: scopri di più sul sito everestsrl.it oppure contatta lo 02-48953333.

No Comments
Comunicati Eventi

“Giovani Spiriti” in festa

  • By
  • 15 Maggio 2018


Conclusione del progetto di prevenzione delle dipendenze nelle scuole orobiche.

12 istituti scolastici, 2.750 studenti, 70 docenti. Questi sono i numeri 2018 di #GiovaniSpiriti, il progetto di prevenzione di Ats Bergamo in collaborazione con le  ASST  PG 23 e Bergamo Est, Ufficio Scolastico di Bergamo, Associazione Genitori Atena, Politiche Giovanili Comune di Bergamo, Progetto Safe Driver, Polar Tv e Compagnia teatrale La Pulce, giunto alla sua ottava edizione che ha coinvolto, nel corso di questi anni, scuole superiori, centri di formazione professionale e istituti per un totale complessivo di 18.720 studenti, 570 insegnanti e 950 genitori.

Il progetto è entrato nelle scuole della città e della provincia con iniziative mirate alla prevenzione delle dipendenze delle giovani generazioni, dalle droghe all’alcool, agli incidenti stradali correlati all’uso di sostanze, fino al gioco d’azzardo e l’utilizzo smodato dismartphone e offensivo dei social network, essendo la prevenzione, da sempre, fra gli obiettivi primari di Ats Bergamo.

Venerdì 18 maggio allo Spazio Polaresco di Bergamo con la premiazione delle classi che hanno vinto il concorso video (18 quelli partecipanti) e degli studenti che daranno vita al contest dei cocktail analcolici, si festeggerà il momento conclusivo del progetto #GiovaniSpiriti che ha visto momenti di formazione dei docenti, fino ai lavori in classe, con l’obiettivo finale di sviluppare negli studenti alcune importanti abilità di vita, tra cui la capacità di relazionarsi agli altri pensando con la propria testa e sviluppare un senso critico verso le comunicazioni ingannevoli legate a possibili comportamenti a rischio.

Per informazioni www.ats-bg.it.

No Comments
Volontariato e società

Il Dono del Sangue: premiati i vincitori dell’undicesimo concorso Avis

  • By
  • 15 Maggio 2018


Ottanta elaborati, settanta classi partecipanti, di cui ventiquattro della provincia di Bergamo, e 14 vincitori. Il concorso «Il dono del Sangue» arrivato alla sua undicesima edizione, promosso da Avis comunale Bergamo, con il sostegno di AVIS provinciale Bergamo e in collaborazione del gruppo AVIS Celadina ha coinvolto anche quest’anno moltissimi studenti delle classi quinte elementari della città e della provincia di Bergamo, chiamati a esprimere con creatività un messaggio ispirato al concetto del dono, vero cuore del mondo Avis.

Ad aggiudicarsi il primo premio con un buono da 250 euro per l’acquisto di libri: le sezioni A e B della quinta elementare dell’Istituto E. De Amicis della Celadina con un elaborato che si è distinto, a giudizio della commissione, per l’immediatezza del messaggio: donare è amore per la vita, perché il sangue può salvare vite.

Al secondo posto (buono da 200 euro), entrambe le quinte della scuola primaria I. Calvino di Colognola con un elaborato che vuole ricordare l’importanza del dono come gesto con forte spinta solidale che riaccende la speranza. Si sono aggiudicate il terzo posto (buono da 150 euro), le classi quinta A e B della scuola primaria Savio di Boccaleone con un elaborato incentrato sulla donazione come scelta consapevole ed empatica di chi vuole aiutare il prossimo.

Il buono da 100 euro e la targa di riconoscimento da parte della famiglia Negri per l’elaborato segnalato, quest’anno sono andati alle due quinte della Scuola Armando Diaz di Bergamo.

A pari merito al quarto posto (buono da 100 euro) le classi quinte delle scuole: Scuri (Bergamo), Dante Alighieri (Orio al Serio), Cavezzali (Bergamo – Longuelo), Armando Diaz (Bergamo) e Bronzino (Sedrina).

Il quinto posto ex aequo, con un buono da 80 euro, è stato conquistato dalle classi quinte delle scuole: primaria di San Pellegrino Terme, Papa Giovanni XXIII (Bergamo – Valtesse), primaria del Bambin Gesù (Bergamo), Ghisleni – Istituto comprensivo Donadoni (Bergamo-Città alta) e Don Milani (Grumello al Piano).

Per l’assegnazione dei premi, la commissione esaminatrice, composta da Massimo Belometti, Gruppo AVIS SACE, Marco Bosatelli, Vice Presidente AVIS Comunale di Bergamo, Ferdinanda Canzi, Consigliere AVIS Comunale di Bergamo, Alessia Corsini e Silvia Foresti, Segretarie AVIS Comunale di Bergamo, Romana Negri, Docente Università di Milano, Maria Russo, insegnante Scuola De Amicis, Anna Maria Tami Consigliere AVIS Comunale di Bergamo, Eleonora Zana, Vice Preside Istituto Comprensivo De Amicis, ha tenuto conto dell’effetto visivo immediato dell’immagine, dell’originalità del contenuto, della modalità di trasmissione del messaggio e della chiarezza grafico-pittorica.

A premiare i vincitori sono stati: Maria Carolina Marchesi, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Bergamo, Paola Crippa, Provveditorato all’Istruzione, Artemio Trapattoni, Presidente di Avis Provinciale Bergamo.

No Comments