Daily Archives

9 Maggio 2018

Comunicati Eventi

Alla scoperta del Napoli di un tempo tra i Palazzi liberty ed il bel canto

L’ Associazione Culturale “Noi per Napoli”

con “Inscena” Nuovo Teatro Sancarluccio

e con il patrocinio del Comune di Napoli e della Regione Campania 

presenta

per il progetto

“LUOGHI STORICI E MUSICA”

2 giugno 2018 ore 10.45

“Passeggiata tra il liberty ed il bel canto”

Nel borgo di Chiaia alla scoperta dei primi palazzi liberty

e nello storico “Nuovo Teatro Sancarluccio” per un gustoso aperitivo ed un Concerto Musicale

insieme al soprano Olga De Maio

il tenore Luca Lupoli

il pianista accompagnatore Natalyia Apolenskaja 

e il giornalista Giuseppe Giorgio

Nuovo imperdibile appuntamento con L’ Associazione Culturale “Noi per Napoli” che in collaborazione con “Inscena” Nuovo Teatro Sancarluccio e con il Patrocinio del Comune di Napoli, presenta per il prossimo 2 giugno 2018 una emozionante e coinvolgente “passeggiata tra il liberty ed il bel canto”. Per gli amici amanti di una Napoli ancora capitale e del grande repertorio canoro, sempre in seno al progetto “Luoghi Storici e Musica”, un doppio appuntamento con una passeggiata nell’elegantissimo borgo di Chiaia alla scoperta dei primi palazzi in stile liberty della città, tra decorazioni e architetture della Belle Epoque napoletana. E sarà con queste premesse e con il metaforico ricordo di quando le acque della senna “sfociavano” nel mare di Partenope, che che la passionale “promenade” culminerà con un concerto ed un aperitivo presso lo storico spazio del Nuovo Teatro Sancarluccio. Esattamente al piano terra del Palazzo Acquaviva Coppola, il primo edificio in stile Liberty a Napoli ubicato nella famosa Via San Pasquale a Chiaia.

L’itinerario della passeggiata tra i palazzi liberty partirà con appuntamento alle ore 10.45 ( inizio h.11.00) presso l’esterno della stazione Metro di Piazza Amedeo con la guida “Noi per Napoli” (autorizzata Regione Campania) e si concluderà alle ore 12.00 al Nuovo Teatro Sancarluccio con l’ aperitivo ed il Concerto del soprano Olga De Maio, del tenore Luca Lupoli con il pianista accompagnatore Natalyia Apolenskaja  e gli interventi storici dello storico e giornalista Giuseppe Giorgio. Un fantastico viaggio con un imperdibile triplo impegno con la storia, la musica ed il palato… per tutti. Infoline & prenotazioni: Nuovo Teatro Sancarluccio, Tel 081 4104467/0815448891- Associazione Culturale “Noi per Napoli” 3394545044/3277589936. Tickets point: Agenzia Every Tour Via Santa Brigida, 13 ed Edicola Piazza del Gesù a Napoli. Contributo associativo 15 euro 13€ per iscritti Cral e gruppi

https://youtu.be/TP7qsJNznYE

http://www.napoliclick.it/portal/arte/5926-quattro-passi-nel-%E2%80%9Cborgo%E2%80%9D-di-chiaia.html
https://www.2anews.it/noi-per-napoli-presenta-passeggiata-tra-il-liberty-ed-il-bel-canto/
https://www.informazione.it/c/17A9E761-CB90-4E3D-B870-9A5EF9F53E3D/Un-tuffo-tra-il-liberty-napoletano-ed-il-bel-canto
http://www.napolivillage.com/Musica/domani-a-napoli-qpasseggiata-tra-il-liberty-ed-il-bel-canto.html

www.noipernapoli.it

https://www.facebook.com/AssociazioneNoiPerNapoli/

www.youtube.com/LucaLupoliTenoreOlgaDeMaiosoprano

Per l’ufficio stampa e comunicazione

Peppe Giorgio

ph.3473173556

[email protected]

No Comments
Eventi News

Young Designers e Geometria Creativa

  • By
  • 9 Maggio 2018


L’arte libera dei giovanissimi di Ischool Circle.

Sarà inaugurata lunedì 14 maggio alle 17 e 30 alla 255 Raw Gallery di via Tasso 49/C a Bergamo la mostra Young Designers: 22 opere nate tra i banchi di scuola di iSchool Circle Primaria Donizetti, realizzata nel cuore di Bergamo dai i bambini della Scuola Primaria dell’Istituto scolastico iSchool.

Le opere, nate dall’energia contagiosa di bambini tra gli 8 e i 10 anni, si potranno ammirare dal 14 al 20 maggio alla 255 Raw Gallery o tra i corridoi di iSchool Circle presso il Centro Piacentiniano. Nei suggestivi spazi della scuola ricavata nel palazzo storico affacciato su Piazza Dante sarà possibile ritrovare un racconto più esaustivo del percorso didattico che prevede anche la realizzazione di un libro di testo, un gioco in scatola e dei laboratori di Geometria Creativa a cui potranno partecipare, previa iscrizione, bambini dai 5 agli 11 anni. I laboratori si terranno mercoledì 16 alle ore 17 e domenica 20 alle ore 11.

Per iscrizioni: [email protected]

 

No Comments
Comunicati

Miglior Assistenza caldaie Riello Roma


State valutando le migliori proposte a basso costo per ognuno di voi e per la prima volta trovate sicuramente la Miglior Assistenza caldaie Riello Roma. Non vi resta che accedere a tutte le scelte migliori e professionali che non deludono in alcun modo. Affidatevi alle scelte concrete e rapide che si adattano ai vostri grandi desideri.

Provate a comunicare con gli esperti della zona, troverete sempre le migliori proposte a basso costo che non deludono in alcun modo. Affidatevi alle scelte ufficiali e veloci che non deludono in alcun modo i vostri grandi desideri? Provate a comunicare con gli esperti della zona e troverete sempre le scelte ufficiali e complete per i vostri grandi desideri.

Affidatevi alle migliori proposte a basso costo

 

Non vi piacerebbe poter parlare con gli esperti della zona e valutare sempre le scelte disponibili e veloci che non deludono? Affidatevi a soluzioni professionali e complete per i vostri grandi desideri e per la prima volta, vi accorgerete di non poter fare a meno di un supporto esclusivo e veloce. Ecco le migliori proposte a basso costo per ognuno di voi, affidatevi alle scelte esclusivo e veloce che si adattano a tutti i vostri desideri.

Trovare interventi esclusivi relativi al Miglior Assistenza caldaie Riello Roma, un servizio unico e professionale che si adatta a tutti e che permette di comunicare con gli esperti della zona. Non dovete preoccuparvi di altro e di comunicare con gli esperti della zona, per questo motivo vi accorgerete di non poter rinunciare al servizio.

Problemi con la caldaia? Chiamate i nostri specialisti e troverete sempre la soluzione che si adatta a tutti voi. Non dovete far altro che ottenere le scelte professionali.

Ottenere interventi su misura per Miglior Assistenza caldaie Riello Roma

 

Provate a comunicare con gli esperti della zona e vi accorgerete di non poter fare a meno di un supporto esclusivo e professionale. Nella maggior parte dei casi è possibile comunicare con gli esperti della zona e per la prima volta, vi accorgerete di non poter fare a meno di noi. Nella maggior parte dei casi è possibile comunicare con gli esperti della zona, valutate tutte le scelte migliori e veloci per tutti voi.

Come trovare le migliori offerte a costi ridotti e ufficiali per ognuno di voi? Ecco un buon motivo per accedere a centinaia di proposte esclusive e veloci per ogni tipo di richiesta. Non dovete far altro che comunicare con gli esperti della zona, affidatevi a centinaia di proposte per valutare il servizio di Miglior Assistenza caldaie Riello Roma.

Non vi resta che ottenere un servizio su misura e veloce che si adatta a tutti e che offre le migliori proposte all’avanguardia che non deludono e che offrono un buon controllo a basso costo.   E’ arrivato il momento di accedere a soluzioni professionali e veloci che non deludono i vostri desideri. Ecco un buon motivo per accedere alle scelte concrete e professionali che non deludono in alcun modo i vostri desideri.

Puoi Contattarci al 06.45548090

No Comments
Comunicati

Seminario Veronelli e Vinidea: a maggio due nuovi incontri tecnici dedicati ai vini spumanti

  • By
  • 9 Maggio 2018

Nuovi appuntamenti a maggio per gli incontri di aggiornamento tecnico di Vinidea che il Seminario Permanente Luigi Veronelli, associazione per la cultura del vino e degli alimenti, organizza a Bergamo in esclusiva per la Lombardia grazie ad una partnership siglata ad inizio 2018. A partire da questi nuovi incontri, i corsi si terranno nell’esclusivo Ristorante Ezio Gritti di Bergamo, che per la prima volta apre le sue porte a un’iniziativa didattica.

I seminari, in programma per il 12 e 15 maggio prossimi, saranno condotti da docenti esperti di Vinidea, realtà di riferimento internazionale per tecnici e professionisti del vino e verteranno entrambi sui vini spumanti.

l primo appuntamento – sabato 12 maggio, dalle ore 9 alle 17,30 – ha per titolo La viticoltura per i vini spumanti (Metodo Classico e Martinotti).  Obiettivo dell’incontro è fornire ai partecipanti indicazioni utili a produrre uve da destinare all’elaborazione di vini base di qualità. Indipendentemente dal metodo utilizzato per la presa di spuma, infatti, la creazione di uno spumante va attentamente progettata sin dall’impostazione del vigneto.

A condurre l’incontro sarà un docente internazionalmente noto come Guillaume Berlioz, titolare di Sarl Berlioz, già responsabile viticolo del gruppo Moët & Chandon in Champagne e di Hennessy a Cognac.

Ai soli vini rifermentati in bottiglia è dedicato, invece, l’incontro Elaborazione e degustazione degli spumanti metodo classico, programmato per martedì 15 maggio dalle ore 9 alle 17,30. Saranno illustrati i principali aspetti tecnici rilevanti per questa famiglia di prodotti: in primis la maturità delle uve, la pressatura, la gestione dell’ossigeno, la moltiplicazione dei lieviti e la tappatura.

Il corso sarà arricchito da un focus sulla degustazione degli spumanti, in particolare dei Metodo Classico. D’alto profilo anche il docente di questo secondo appuntamento: Christophe Gerland di Intelli’Œeno, già direttore tecnico della Station Œnotechnique de Champagne.

I seminari saranno entrambi ospitati dall’esclusivo ristorante dello chef bergamasco Ezio Gritti, da cui prende il nome. Aperto nel dicembre del 2016, il Ristorante Ezio Grittisi trova nel cuore di Bergamo bassa, in piazza Vittorio Veneto, affacciato su Porta Nuova e il Teatro Donizetti. Grazie all’attenzione che lo chef Ezio Gritti riserva da sempre al “mondo Veronelli”, i corsisti avranno il privilegio di approfondire le proprie competenze enologiche in uno dei locali più prestigiosi della città, con la possibilità di unire al piacere della conoscenza quello di una proposta gastronomica d’eccellenza e accessibile per il pranzo.

Gli Associati del Seminario Veronelli, in entrambe le occasioni, beneficeranno di condizioni economiche agevolate, con uno sconto del 25% sulla tariffa ordinaria. 

***

COSTI E CONDIZIONI. Corso del 12 maggio: La quota ordinaria di iscrizione al corso è di 240 euro (IVA inclusa). Agli associati al Seminario Veronelli e alle altre associazioni convenzionate è riservata la quota speciale di 180 euro (IVA inclusa). Corso del 15 maggio: La quota ordinaria di iscrizione al corso è di 270 euro (IVA inclusa). Agli associati al Seminario Veronelli e alle altre associazioni convenzionate è riservata la quota speciale di 203 euro (IVA inclusa). È possibile acquistare in un’unica soluzione i due corsi al prezzo speciale di 290 € (IVA inclusa). Termine iscrizione a esaurimento posti. Contatti: Segreteria SV [email protected].

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE: L’iscrizione può essere fatta tramite l’apposito modulo reperibile sul sito del Seminario Veronelli (www.seminarioveronelli.com), da inviare debitamente compilato a Vinidea via fax al numero 0523 876340 o e-mail all’indirizzo [email protected]. L’iscrizione sarà ritenuta valida solo se inviata entro il termine indicato e se accompagnata dal pagamento della quota, secondo le modalità richieste.

No Comments
Comunicati Eventi

Ezio Gritti cucina per il «De Casoncello 2018» ed è subito… il cibo dell’accoglienza

  • By
  • 9 Maggio 2018


Pasta di salame, carne di maiale e vitello, pancetta, burro, noci, amaretti, pere, fois gras, noci moscate, parmigiano, prezzemolo e marsala. E poi, l’inconfondibile «caramella» di pasta. Ecco gli ingredienti che rendono unici i casoncelli dello chef Ezio Gritti, piatto simbolo della tradizione gastronomica bergamasca che il patron dell’omonimo Ristorante affacciato su piazza Vittorio Veneto a Bergamo cucinerà in occasione del lunch degustazione della manifestazione «De Casoncello», la tre giorni che ha per protagonista la famosa pasta ripiena e che quest’anno avrà come tema «Il cibo dell’accoglienza», con il coinvolgimento delle località le cui «opere di difesa veneziane (XVI-XVII sec) di terra e di mar occidentale», sono state iscritte nella lista del Patrimonio Mondiale UNESCO.

La manifestazione, in programma dall’11 al 13 maggio, sarà aperta venerdì con il convegno «Paste ripiene e cultura enogastronomica nelle Terre di San Marco», alle 10, presso la Sala Mosaico della Borsa Merci. Un appuntamento durante il quale, partendo dai casoncelli e dalla polenta bergamasca, si approfondiranno i cibi identitari dell’accoglienza degli altri cinque siti Unesco: Peschiera del Garda (Veneto), Palmanova (Friuli Venezia Giulia), Zadar (Croazia), Forte di San Nicola (Croazia) e Kotor (Montenegro). Lo chef Ezio Gritti parteciperà al convegno raccontando come, alle sue radicate radici bergamasche, abbia unito un tocco di «internazionalità agrodolce» a seguito dell’esperienza maturata negli anni balinesi visto che nella splendida isola indonesiana in passato aveva aperto un ristorante. Aspetto, questo, che lo rende abilissimo nel comprendere – e nell’eseguire – le ricette della cucina veneta, protagoniste della manifestazione.

Dalle parole, infatti, passerà ai fatti. Gritti, il cuoco che non ama farsi chiamare chef, piuttosto “scieff”, ovvero semplice, concreto, impegnato, elegante, fantasioso, accoglierà i partecipanti al convegno nell’ambiente di elegante semplicità del suo Ristorante e qui preparerà una degustazione di piatti creati con prodotti di terra e mare dei territori coinvolti dalla manifestazione, testimoniando come tuttora nelle cucine tradizionali delle sei località sito Unesco sia riconoscibile l’influenza della cultura enogastronomica veneziana. In particolare, saranno servizi: i casoncelli, gli scarpinocc, i cjarsons, la polenta con il baccalà, il risotto al nero di seppia, salumi e formaggi tipici bergamaschi e, per concludere, offelle, zaletti e galle preparate dai panettieri Aspan.

Tutti piatti espressioni di una forte tipicità gastronomia locale e ricordo di un’identità storica comune. I casoncelli sono considerati il piatto più antico identitario della provincia di Bergamo, dal 1386 sono simbolo dell’accoglienza poiché, secondo quanto rilevato dai documenti di quell’anno, i soldati di Gian Galeazzo Visconti, Signore di Milano e conquistatore della città di Bergamo, giunti nei pressi dell’attuale Porta San Giacomo vennero accolti da più di duemila persone, uomini e donne danzante e trepidanti, che offrirono a tutti casoncelli. Una grande festa per accogliere i nuovi governatori con il cibo che parlava del territorio. E come riporta anche Carlo Goldoni nel Settecento, lo stesso spirito di gioia legato al cibo si palesò dentro e fuori le cinquecentesche Mura Venete anche in occasione della teatrale e carnascialesca festa di Cibele, la Dea che dà vita alla Natura e agli uomini.

Ma anche gli scarpinocc, simili ai casoncelli ma con un ripieno privo di carne, hanno un’origine antica: il nome singolare deriva infatti dalla somiglianza con le calzature tradizionalmente indossate nei tempi antichi dagli abitanti del paese di Parre, paese della bergamasca. I cjarsons, invece, sono espressione della cucina povera friulana, un piatto che solitamente si preparava per la festa del ritorno degli emigranti. La “pasta ripiena dell’accoglienza e della gioia” racchiude il territorio con le sue erbe menta e melissa, ma presenta anche ingredienti quali le spezie portate dai commerci veneziani. Cucinati in acqua salata e si condiscono con burro fuso e ricotta affumicata.

La degustazione andrà così a valorizzare ulteriormente la tre giorni che proseguirà con tanti eventi e iniziative dedicate al cibo che, mai come in questa occasione, sarà davvero espressione di accoglienza, racconto del territorio, forma d’arte, di tradizione e di conoscenza. Si ricorda, infine, che durante tutta la settimana i ristoratori bergamaschi aderenti all’iniziativa proporranno i loro casoncelli nel menù. E’ possibile consultare il programma completo sui siti: www.bg.camcom.gov.it; www.visitbergamo.net; www.decibo.org.

No Comments
Comunicati Eventi News

Il Gal L’Altra Romagna presenta il bando “Aiuto all’avviamento di imprese extra agricole in zone rurali” nell’incontro pubblico di San Piero in Bagno


Il Gal L’Altra Romagna, organizza un incontro pubblico per presentare al territorio lo stato di avanzamento di attività e bandi della propria Strategia di Sviluppo Locale e in particolare per la presentazione del bando pubblico “Aiuto all’avviamento di imprese extra agricole in zone rurali”.

L’incontro, aperto a tutti gli interessati e alla cittadinanza, è fissato a lunedì 14 maggio 2018 ore 21 a San Piero in Bagno (FC) presso Palazzo Pesarini – via Giuseppe Verdi n.4 ed è il primo di una serie di appuntamenti che verranno organizzati nelle prossime settimane.

Ospiti del Comune di Bagno di Romagna, verranno illustrate dal Presidente Bruno Biserni e dal Direttore Mauro Pazzaglia, le opportunità previste dal bando pubblico Azione 6.2.01 “Aiuto all’avviamento di imprese extra agricole in zone rurali” all’interno della Misura 19 del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Emilia Romagna, con scadenza dei termini di presentazione delle domande fissate al 3 agosto 2018.

Il bando stanzia 450.000,00€ di risorse da destinare a persone fisiche che intendano avviare un’attività di impresa extra agricola nelle aree rurali con problemi di sviluppo (denominate zone D) ricadenti nei seguenti Comuni:

Bagno di Romagna, Brisighella, Casola Valsenio, Galeata, Mercato Saraceno, Portico e San Benedetto, Predappio, Premilcuore, Rocca San Casciano, Santa Sofia, Sarsina, Sogliano al Rubicone, Tredozio e Verghereto.

L’aiuto finanziario sarà concesso sotto forma di premio con un valore massimo corrispondente di 15.000,00€. Il bando è consultabile su sito www.altraromagna.it

L’incontro vedrà l’affiancamento al Gal L’Altra Romagna anche della BCC di Sarsina, rappresentata dal Presidente Mauro Fabbretti e dal Direttore Mauro Freschi che interverranno sulle tematiche legate al sostegno finanziario ed economico legate all’avvio delle nuove attività d’impresa.

Sarà presente il Gruppo Pubblisole-Teleromagna per effettuare le riprese televisive e le interviste a tutti i protagonisti, e realizzare poi un apposito servizio televisivo.

Al termine della serata, la BCC di Sarsina offrirà un piccolo buffet a tutti coloro che presenzieranno.

La cittadinanza e tutti gli interessati sono invitati.

L’ufficio stampa

GAL L’ALTRA ROMAGNA

 

 

No Comments
Eventi

La Musica del Cuore: Fibrillazione Atriale, in Calabria screening gratuiti il 13 Maggio


“La Musica del Cuore”. In Calabria Giornata di Screening gratuiti della Fibrillazione Atriale il 13 Maggio

In Italia 1 anziano su 12 soffre di fibrillazione atriale, che aumenta di 4 volte il rischio di ictus cerebrale, e solo in Calabria la prevalenza è del 6,2%. La diagnosi precoce e una terapia adeguata possono evitare il peggio. Il 13 Maggio screening gratuiti per i calabresi di età superiore ai 60 anni, con la campagna di sensibilizzazione e prevenzione dell’Associazione “Amici del cuore”, in collaborazione con diverse unità operative di cardiologia locali e il contributo incondizionato di Daiichi Sankyo Italia.

Roma 7 maggio 2018 – La musica del cuore è scandita dalla normalità del suo ritmo, e quando il cuore perde quel ritmo la musica non è più armonica e può generare una aritmia chiamata Fibrillazione Atriale (FA), che in Italia colpisce circa 1.100.000 ultrasessantacinquenni, 1 anziano su 12, e solo in Calabria ha una prevalenza del 6,2 %. La fibrillazione atriale aumenta in maniera significativa il rischio di ictus cerebrale, si stima, infatti, che dei 200 mila casi di ictus mediamente diagnosticati ogni anno in Italia circa 36 mila sarebbero imputabili alla Fibrillazione Atriale, e che nel corso della vita circa 1 persona su 3 affetta da FA vada incontro ad un ictus cerebrale, un evento grave, che si può evitare scoprendo in tempo la presenza di questa aritmia e iniziando il trattamento con una terapia appropriata. E proprio per l’elevata prevalenza nella popolazione anziana la gestione di questa aritmia spesso asintomatica assume grande rilevanza soprattutto nel contesto meridionale, dove si registra un forte trend di crescita dell’indice di vecchiaia. Per sensibilizzare i cittadini sull’importanza di prevenzione e diagnosi precoce di questa aritmia cardiaca, l’Associazione Pazienti “Amici del Cuore “ di Castrovillari dà il via a “La Musica del Cuore”, la campagna di screening gratuito rivolta alla popolazione degli ultra 60 enni . Il progetto, patrocinato dall’ASP di Cosenza e dal suo Direttore dr Raffaele Mauro, si avvale della collaborazione delle unità operative locali di Cardiologia di Castrovillari, Cariati, Paola, Rossano, con le Associazioni: “Amici del cuore di Paola”, “Amici del Cuore di Cariati” ed il contributo incondizionato di Daiichi Sankyo Italia.

Esami gratuiti: dove, quando e come

Grazie all’impegno delle Associazioni “Amici del cuore” di medici specializzati e volontari, domenica 13 Maggio, dalle ore 9 alle 19, i cittadini di età superiore ai 60 anni, potranno effettuare uno screening gratuito della fibrillazione atriale, nelle seguenti Città:

Castrovillari Corso Garibaldi                      Rossano Calabro Piazza B. Le Fosse
Cariati Centro Sociale Via Nazionale     Paola Piazza IV Novembre
Francavilla M. Casa di Cura “Rovitti”     Cassano allo Jonio Diocesi arcivescovile

In ciascuna sede saranno predisposti due presidi, uno per l’accoglienza e l’anamnesi, l’altro per la visita vera e propria con elettrocardiogramma, misurazione della pressione arteriosa e refertazione. Lo screening consisterà nella registrazione, tramite una strumentazione particolare, di una traccia elettrocardiografica per valutare il ritmo cardiaco. I pazienti a cui sarà diagnosticata ex novo una fibrillazione atriale, o considerati ad alto rischio, saranno indirizzati presso i rispettivi ambulatori di cardiologia per accertamenti ulteriori con holter ECG ed eventuale avvio di terapia anticoagulante. Contemporaneamente, i dati raccolti nelle singole sedi con l’innovativo device – Event Record- per la rilevazione degli ECG in 40 secondi confluiranno nell’Hub principale della Cardiologia dell’Ospedale «Ferrari» di Castrovillari diretta dal dr Giovanni Bisignani,

“C’è scarsa percezione tra i cittadini dell’elevato rischio trombo-embolico, associato alla fibrillazione atriale. Informazione, prevenzione, diagnosi precoce ed una appropriata terapia anticoagulante possono ridurre significativamente gli accidenti cerebro-vascolari ed i relativi costi sociali che spesso gravano integralmente sulle famiglie” ha affermato il dr Giovanni Bisignani, Direttore del Dipartimento di Cardiologia dell’Ospedale «Ferrari» di Castrovillari , ideatore e responsabile scientifico del Progetto.

Fibrillazione atriale – alcuni Dati

In Italia la fibrillazione atriale colpisce circa 1.100.000 di ultrasessantacinquenni, in altri termini 1 anziano su 12, eppure il 30,7% di essi non è ancora trattato con terapia anticoagulante, il trattamento indicato dalle linee guida più recenti. In Calabria la prevalenza totale di questa aritmia è del 6,2%, con il 6,8% nei maschi e 5,5% nelle femmine. La prevalenza della FA è strettamente correlata all’età: anche a livello nazionale va dal 3% dei soggetti nella classe di età 65-69 anni al 16,1% dei soggetti ultraottantacinquenni, con un incremento che si conferma in tutte le classi al progredire dell’età. I pazienti affetti da questa patologia presentano, con significativa frequenza, anche una diagnosi di ipertensione arteriosa, precedente infarto miocardico, scompenso cardiaco, altra aritmia cardiaca, iperglicemia, diabete mellito, ipercolesterolemia, consumo di alcol e alterata funzionalità renale. Inoltre, molti hanno già avuto un ictus cerebrale, con una frequenza di 4 volte superiore ai soggetti senza fibrillazione atriale. Il controllo di tali fattori potrebbe consentire di ridurre la prevalenza di questa aritmia e scongiurare dunque il rischio di ictus, patologia che oltre a pesantissimi costi sociali comporta oneri al SSN di oltre un miliardo di euro l’anno.

FonteDaiichi Sankyo

No Comments
News

Brexit, i mercati l’hanno dimenticata troppo presto?


Anche se i mercati per un bel po’ hanno snobbato il tema Brexit, questo non vuol dire che debba essere sottovalutato. Il tema è presente e ancora caldissimo, e specie chi fa investimenti deve tenerlo bene a mente. Il tempo in cui la partita che si gioca tra Bruxelles e Londra sarà chiusa non è ancora arrivato. E non siamo neppure vicini. Ecco perché gli effetti negativi della Brexit potrebbero non essere affatto finiti.

brexitFino ad oggi il Regno Unito si è seduto al tavolo con Bruxelles con lo scopo di guadagnare tempo. La premier May ha cercato di rinviare il più possibile la discussione sui temi più divisivi, quelli che potenzialmente potrebbero innescare grosse ripercussioni sul mondo finanziario. Adesso però il tempo è quasi esaurito, e quei temi devono essere affrontati. C’è infatti la necessità di arrivare al Consiglio europeo di giugno (o tuttalpiù a quello di ottobre) con un accordo fatto e chiuso. Per questo la strategia attendista della May non è più valida.

Torna l’incubo della Brexit

Nei giorni scorsi il comitato ministeriale su Brexit ha respinto un piano proposto dal governo, che dovrebbe ritentare questa carta apportando qualche modifica. Se non fosse approvato neppure la seconda volta sarebbe un bel guaio. Immaginiamo già il pound scivolare nel mercato valutario, con l’Adx indicatore trading che segnalerebbe subito una spinta al ribasso. Il governo UK si troverebbe a fronteggiare non solo l’ostilità di Bruxelles, ma soprattutto quella sul fronte interno. Le spinte del fronte anti-Brexit infatti non sono mica sopite, anzi.

Se dovesse crearsi uno scenario molto teso, è chiaro che la prima a risentirne sarebbe la sterlina. Chi sa come usare indicatore momentum trading può vedere che le tensioni cominciano già a essere visibili di tanto in tanto. Ma non sarebbe nulla nel caso si alimentasse un forte contrasto interno sulla Brexit. Peraltro sul pound si sta già abbattendo l’effetto sfavorevole del rinvio del rialzo dei tassi di interesse di riferimento, inizialmente previsto a maggio della Bank of England. Ce n’è abbastanza per tenere le antenne dritte perché la faccenda Brexit è tutt’altro che spenta.

No Comments
Salute e Benessere

Bologna, alla casa per anziani Villa del Sole non ci si annoia mai


È cosa nota, e scientificamente dimostrata, che le persone malate o anziane possono trarre grande giovamento da un approccio terapeutico con gli animali. Sono soprattutto i cani a essere utilizzati per la cosiddetta pet therapy: gli esemplari di indole più docile, a contatto con individui che soffrono, li aiutano a sentirsi meglio non solo a livello psicologico ma anche fisico come hanno evidenziato ricerche e studi medici condotti in tutto il mondo.

Interagendo con un cane nel corso di una seduta di pet therapy si può beneficiare, nello specifico, di:

  • Miglioramento della salute di cuore e sistema cardiovascolare
  • Abbassamento della pressione sanguigna
  • Effetto calmante e rasserenante dovuto al rilascio di endorfine
  • Riduzione del dolore
  • Attenuazione dei fenomeni depressivi e della noia
  • Stimolo della motivazione personale e della disponibilità a socializzare

Gli anziani, in particolare, con la pet therapy migliorano le loro capacità di movimento articolari e possono arrivare a sentirsi meno soli: ecco perché in molte strutture per la terza età sta prendendo sempre più piede questo innovativo approccio.

Uno di questi luoghi è la casa per anziani di Bologna (Roncobilaccio) «Villa del Sole», i cui ospiti sono coccolati con iniziative per il tempo libero e la socializzazione che comprendono anche la cosiddetta Global Therapy Dog.

Villa del Sole, accreditata ai sensi del DGR 514/09 presso la regione Emilia Romagna, dispone di una sessantina di posti letto ed è situata in un luogo tranquillo e immerso nel panorama appenninico. Tel. 0534 97590 | e-mail [email protected]

No Comments
Scienza e Tecnologia

Le case in Xlam: il legno come non l’avete mai visto


Nei paesi dell’Europa meridionale, Italia compresa, le costruzioni tradizionalmente sono in muratura. Da diversi anni a questa parte, tuttavia, anche nel nostro paese sta sempre più prendendo piede una tecnica costruttiva che tipicamente appartiene alla cultura nordica: quella delle case in legno, un materiale che offre una gamma di vantaggi eccezionale rispetto a cemento o mattoni.

Tra i principali ricordiamo innanzitutto il risparmio energetico, frutto delle proprietà intrinseche di questo materiale che offre elevate capacità di isolamento termico grazie alla struttura delle sue fibre. Una casa ben isolata è una casa in cui le spese di riscaldamento saranno molto più contenute e, quindi, più economica a livello gestionale.

Va a braccetto con l’efficienza energetica l’isolamento acustico, anch’esso derivante dalla struttura tipica del legno che è in grado di tenere lontani i rumori indesiderati, garantendo un comfort ottimale per gli occupanti dell’abitazione – sia nei confronti dei rumori generati dall’esterno che da altri ambienti della casa.

Non da ultimo, inoltre, va ricordato il fatto che col legno si può dare vita a una gamma pressoché infinita di stili, dimensioni e configurazioni: questo grazie all’impiego di pannelli modulari costituiti da strati di legno incollati insieme, ovvero i cosiddetti pannelli in Xlam, che garantiscono anche un’ottimale resistenza meccanica.

Progettare delle case in Xlam significa costruire in modo più ecosostenibile, efficiente ma anche sicuro, grazie alla capacità del materiale di assorbire le onde sismiche e di rimanere inalterato al loro passaggio.

No Comments