Home » Comunicati » Consigli per gli accessori moto: scegliere il giubbotto

Consigli per gli accessori moto: scegliere il giubbotto

Come scegliere un abbigliamento da moto che sia di buona qualità, confortevole e sicuro, senza rinunciare all’estetica. Ecco i materiali da prediligere

Tra gli accessori moto, tutto ciò che riguarda l’abbigliamento più adatto svolge un ruolo importantissimo anche dal punto di vista della sicurezza. L’abbigliamento giusto infatti serve non solo a permettere di viaggiare comodamente, ma anche a proteggere il più possibile il motociclista in caso di caduta. Ecco qualche consiglio sui materiali migliori e in particolare per aiutarvi nella scelta del giubbotto.

Perché il giubbotto è così importante?

Chi guida una moto sa che il giubbotto è essenziale, per vari motivi: protegge dal vento e dai detriti (durante la guida può capitare di essere colpiti da oggetti come insetti pietrisco, ghiaia, rischiando anche di perdere il controllo del mezzo). Il giubbotto deve essere resistente e protettivo. Di solito è piuttosto corto, aderente, senza colletto o cappuccio.

Qual è il materiale migliore?

Un giubbotto da moto è realizzato con due principali materiali come la pelle oppure i vari tipi di tessuti sintetici o cordure. La pelle è un materiale eccellente, molto resistente all’abrasione , ma non protegge dalla pioggia. I capi in tessuti tecnici e cordure di nylon sono spesso dotati di imbottiture staccabili e prese aria, in modo da poter essere indossati anche in estate. I giubbotti invernali, in caso di pioggia, sono trattati in modo da essere impermeabili grazie all’adozione di speciali membrane come Goretex, Drystar o H2Out.

E se si cade?

Purtroppo bisogna sempre pensare anche alla temuta eventualità di una caduta: il materiale più protettivo è la pelle, perché difende da sfregamenti e da conseguenti bruciature e abrasioni. Inoltre i giubbotti in pelle sono versatili nei colori e nel taglio. Grazie alle ultime tendenze nel campo dell’abbigliamento avrete modo di scegliere un giubbotto in pelle da utilizzare anche lontano dalle due ruote con conseguente appagamento estetico. Il costo di un giubbotto di pelle però è superiore rispetto ai prodotti in cordura.

Protezioni rigide: indispensabili

I giubbotti da moto devono avere o essere predisposti per applicare all’interno le protezioni rigide, che sono importanti proprio in caso di caduta. Le predisposizioni sono presenti nella zona spalle, gomiti, schiena e occasionalmente anche sul torace. Nel caso della schiena, il giubbotto deve consentire l’inserimento di una conchiglia semirigida che ha il compito fondamentale di proteggere la spina dorsale. Cercate di scegliere un prodotto dotato di protezioni omologate.

Dopo l’acquisto… la manutenzione

Lo smog cittadino, ma anche i componenti poco traspiranti, possono complicare la pulizia e la manutenzione di un giubbotto. È difficile che materiali come pelle o membrane tecnologiche siano lavabili in lavatrice: bisogna sempre controllare le etichette rispettandone le indicazioni, per non compromettere le qualità del giubbotto. Tra i vari consigli da seguire per lavare un giubbotto da moto, ricordiamo qui che è opportuno non utilizzare detersivo ed evitare assolutamente gli ammorbidenti, perché possono danneggiare le membrane speciali. Queste ultime possono essere lavate con detersivi che si trovano nei negozi specializzati. Meglio anche utilizzare acqua fredda ed escludere la centrifuga.

About the author

Il servizio gratuito di pubblicazione dei comunicati stampa è offerto dall'Associazione link UP Europe! di Roma