Monthly Archives

Ottobre 2013

Comunicati

Air China inizierà il servizio Pechino – Siem Reap


Air China inizierà il servizio Pechino – Siem Reap

Air China inizierà il servizio Pechino – Siem Reap

 
[2013-10-31]
 

PECHINO, 31 ottobre 2013 /PRNewswire/ — Air China inizierà il servizio non-stop Pechino – Siem Reap il primo dicembre. Volete esplorare la splendida Angkor Wat? Volate in Cambogia con Air China.

(Foto: http://photos.prnewswire.com/prnh/20080625/CNW017LOGO )

Siem Reap è la capitale della Provincia di Siem Reap ed è vicina alla capitale della nazione Phnom Penh. Viene visitata principalmente per Angkor Wat, che è riconosciuta per essere una delle sette meraviglie del mondo. A differenza dell’animata Phnom Penh, Siem Reap è una città tranquilla che colpisce per essere separata dal resto del mondo. Siem Reap è una vetrina della cultura Khmer e vanta una miriade di siti antichi quali palazzi, templi, giardini e castelli.

Il servizio di Air China Pechino – Siem Reap semplifica di molto rispetto al passato i viaggi verso Siem Reap, infatti ai viaggiatori viene risparmiato il disagio del trasferimento a Phnom Penh o Bangkok. I voli, CA825/6, saranno operati due volte a settimana (mercoledì, domenica) dal primo dicembre al 31 dicembre 2013, e sarà portata a quattro volte a settimana (lunedì, mercoledì, venerdì, domenica) a partire dal 2014.

Per ampliare le destinazioni nell’Asia del sudest, Air China inizierà a breve i nuovi servizi Pechino – Chiang Mai e WuhanChiang Mai, e aumenterà le frequenze delle rotte Pechino – Bangkok e Pechino – Phuket.

No Comments
Comunicati

Techne di Fontanot – il futuro delle scale a chiocciola


Techne di Fontanot – il futuro delle scale a chiocciola

Techne di Fontanot – il futuro delle scale a chiocciola

 
[2013-10-31]
 

MILANO, October 31, 2013 /PRNewswire/ —



Techne, l’ultima arrivata nella gamma di scale di design Fontanot, guadagna sempre più popolarità.

Techne è la prima scala a chiocciola al mondo realizzata in tecnopolimero, una plastica con grandi doti di resistenza meccanica e un’eccellente resistenza agli urti, frutto di lunghe ricerche e sperimentazioni dell’azienda.

Techne è sinonimo di tecnologia, ricerca e design: tre caratteristiche distintive del progetto. Materiali e modularità fanno di Techne una serie di scale adattabili a qualsiasi ambiente. Gli strumenti scelti come supporto al prodotto – Augmented Reality (realtà aumentata) e On Line Configurator (configuratore on-line) – sono progettati e realizzati con principi altamente tecnologici e consentono al cliente di pianificare e visualizzare la scala comodamente da casa propria.

I servizi e prodotti di Fontanot si sono sempre contraddistinti per essere sorprendenti, innovativi e rispondenti a ogni esigenza di una clientela moderna. Techne non smentisce queste qualità.

Techne è disponibile in due modelli diversi: lineare, utilizzabile all’aperto e al chiuso, nei colori rosso, bianco o verde, e Skin, perfetta per l’uso in interni.

Fontanot riconosce nel bisogno del cliente il “vero valore” di riferimento: un principio alla base del sistema azienda, ciò che fa di Fontanot una realtà orientata alla propria clientela, ben determinata a soddisfarne esigenze e aspettative.

Informazioni su Fontanot

Fontanot è un’azienda italiana di punta, la cui passione è di realizzare scale solide e funzionali dall’elegante design contemporaneo. L’azienda è orgogliosa del proprio patrimonio di conoscenze, consolidate in 40 anni di esperienza, dopo aver installato scale per clienti di tutto il mondo.

Negli anni ’70, l’azienda ha iniziato il proprio viaggio ideale verso la trasformazione del concetto di “scala”, combinando funzionalità ed estetica, con l’obiettivo di rivoluzionare lo spazio abitativo. La svolta è arrivata quando Enzo Fontanot, suo attuale presidente, è entrato in azienda, fondando la Albini & Fontanot, la prima azienda a trasferire la produzione artigianale di scale a chiocciola e lineari in un processo industriale. L’azienda ha brevettato Fontanot 2: un sistema di ascensione agevole che introduce a un concetto pionieristico dell’idea di scala. Grazie all’innovativa forma ergonomica a gradini alternati, l’ascesa risulta più comoda e più sicura rispetto a quella di qualsiasi altra scala a chiocciola per interni.

Fontanot offre una vasta gamma di prodotti rinomati per qualità, durata e facilità di montaggio, tutti permeati da decenni di successo commerciale.

http://it.fontanotshop.com/

Contatti:

Gabriella Del Signore
Ghenos Communication
Via Poliziano, 4
20154 Milano
Italia
+39-02-34530468
[email protected]

No Comments
Comunicati

una soluzione olistica per l’ambiente di lavoro moderno


Herman Miller presenta Living Office™: una soluzione olistica per l’ambiente di lavoro moderno

Herman Miller presenta Living Office™: una soluzione olistica per l’ambiente di lavoro moderno

 
[2013-10-31]
 

– L’azienda leader a livello globale nel settore del moderno design offre una straordinaria visione per il luogo di lavoro, basata sulla ricerca e che porterà nuovi valori e prosperità per tutti.

ZEELAND, Michigan, 31 ottobre 2013 /PRNewswire/ — L’inizio del ventunesimo secolo segna un cambiamento epocale nell’economia globale, nella struttura e nella cultura delle aziende, nella demografia della forza lavoro, nelle tecnologie, e nelle necessità e aspettative dei lavoratori. Nei luoghi di lavoro, regole vecchie e consolidate lasciano il posto al caos e all’incertezza.

Non tutte le persone e le aziende riescono ad adattarsi a questa mutazione dell’ambiente di lavoro, e le loro esigenze restano insoddisfatte. Molti degli attuali metodi di equipaggiamento e gestione del luogo di lavoro non sono all’altezza delle necessità delle aziende, poiché non riescono a motivare o dare il potere alle persone. Gli spazi individuali e collettivi non sono ottimizzati per gli stili di lavoro moderni. Molti uffici appartengono, sia in modo letterale che figurato, ad un’altra epoca.

Herman Miller, Inc. (NASDAQ: MLHR) ha già raccolto e vinto questa sfida. L’azienda, pioniera nel ramo del moderno arredamento da ufficio, si è inizialmente affermata negli anni 30 del secolo scorso come leader dell’arredo dei luoghi di lavoro, con mobili per ufficio direzionali creati dal designer Gilbert Rohde. Negli anni 40, il direttore creativo George Nelson creò per Herman Miller la prima scrivania a L, destinata accogliere i nuovi strumenti da ufficio (macchina da scrivere e telefono), mentre i designer Charles e Ray Eames proponevano nuovi materiali e forme per le sedute per ufficio Herman Miller. Negli anni 60, l’innovativo sistema Action Office di Herman Miller segnò l’avvento dell’ufficio ‘a pianta aperta’. Da allora, l’azienda è stata sempre all’avanguardia nell’innovazione dell’arredo da ufficio con le sue sedute ergonomiche, e in particolare con il suo iconico design Aeron; oggi Herman Miller sta ancora una volta considerando il cambiamento sociale come un’opportunità, e mira a produrre un impatto profondo e positivo sulla vita delle persone e delle imprese.

Avvalendosi di una squadra internazionale di esperti, ricercatori e designer, Herman Miller sta offrendo nuove intuizioni su persone, luoghi e lavoro, sul nostro modo di pensare, su come veniamo motivati, e sulle nostre modalità di creazione e collaborazione.

Living Office 

Herman Miller definisce tutto ciò Living Office, un’integrazione naturalmente umana di persone, strumenti, arredi e spazi, volta a creare un ambiente di lavoro più piacevole. Living Office vuole aiutare le persone e le organizzazioni a esprimere la propria personalità e le finalità comuni, promuovendo l’impegno, la creatività, la produttività e il benessere dei dipendenti e, in ultima analisi, più prosperità per tutti. Herman Miller ha iniziato a introdurre nuove conoscenze, servizi, prodotti e tecnologie a supporto di questa visione avanzata.

Le intuizioni di Living Office

La potente tecnologia mobile e le reti informative integrate consentono di lavorare sempre e ovunque. In questo contesto, sta cambiando lo scopo primario dell’ufficio formale. Quelli che una volta erano considerati elementi secondari – lo spirito di squadra, il contatto e il collegamento tra persone, l’interazione spontanea e l’espressione di gruppo – stanno diventando primari. Lo scopo principale dell’ufficio di oggi è favorire il contatto tra le persone, sia che esse lavorino fianco a fianco o collaborino direttamente, al fine di aumentarne la creatività e migliorarne le prestazioni.

Per oltre due anni, Herman Miller ha svolto sondaggi su sei continenti, tra centinaia di aziende operanti in svariati settori industriali, e ha promosso molti programmi di ricerca per esplorare la natura mutevole del lavoro e dei luoghi di lavoro. Tali sondaggi e ricerche hanno evidenziato un elemento molto importante: ovunque nel mondo, la maggioranza (tra il 75 e il 99%) dei facility manager ha indicato come priorità strategica la creazione di spazi che permettano di ‘migliorare il lavoro dei dipendenti’. Per raggiungere questo obiettivo, la strategia prioritaria sul luogo di lavoro era quella di ‘creare un senso di comunità e di appartenenza’. Si prevede che, entro il 2015, alle aree del team non dedicate sarà assegnato lo spazio maggiore (circa il 35% dell’ufficio), mentre lo spazio dedicato alla stazione di lavoro individuale continuerà a diminuire (tra l’11 e il 22%, per regione). Ciò riflette gli stili di lavoro odierni, mobili e caratterizzati da un’intesa collaborazione. La ricerca di Herman Miller svela che la stazione di lavoro tipica resta inoccupata per il 60% della giornata, e gli uffici privati, di media, per il 77%. Analogamente, le sale riunioni sono raramente sfruttate appieno, in quanto le persone preferiscono riunirsi in spazi più informali e raccolti all’interno dell’ufficio. 

Intuizioni come queste hanno portato Herman Miller a una migliore comprensione delle attività quotidiane e delle nuove necessità in fatto di arredamento e di spazi, e alla convinzione che un maggiore impegno favorisca prestazioni migliori e accresca il benessere degli individui e delle aziende.

La creazione di un Living Office

La ricerca della società ha individuato e definito dieci Modalità primarie di lavoro individuale e collettivo e dieci Ambienti correlati, che sono universali ed essenziali per l’esperienza lavorativa globale odierna. Herman Miller evidenzia inoltre che non esiste un’unica soluzione per un luogo di lavoro ottimale. Il Living Office di ciascuna azienda dovrebbe essere assolutamente unico, basato sulla missione, sui valori, sulla cultura, e sulle attività specifiche dei suoi lavoratori, e dovrebbe servire e favorire la sua strategia e i suoi obiettivi.

Modalità e comportamenti

I ricercatori di Herman Miller hanno scoperto che esistono dieci comportamenti chiave: tre individuali (Elaborazione/Risposta, Contemplazione, Creazione) e sette collettivi (Ciarla, Conversazione, Creazione condivisa, Segmentazione del progetto/Conquista dell’obiettivo, Associazione in gruppo, Dimostrazione/Espressione, Entusiasmo/Disillusione). La ricerca offre definizioni particolareggiate e convincenti per ciascun comportamento, ad esempio “Segmentazione del progetto e conquista dell’obiettivo…per un team con un obiettivo comune, è importante lavorare a singole e distinte parti di un progetto mantenendo la vicinanza tra i membri del team. Lavorare in modo parallelo aiuta a risolvere rapidamente i problemi e favorisce una collaborazione spontanea. I membri del team condividono sviluppi e contenuto del lavoro che stanno svolgendo, e si impegnano a raggiungere l’obiettivo prefissato.” Grazie a una comprensione profonda dei comportamenti e delle necessità dei vari dipartimenti, team, e individui, Herman Miller aiuta i clienti a creare un luogo di lavoro efficace, che favorisce l’impegno individuale e la prestazioni aziendali.

Spazi ufficio

Living Office offre dieci spazi ufficio esclusivi, ottimizzati per supportare modalità di lavoro specifiche: Rifugio, Alveare, Jump Space, Circolo, Baia, Luogo di incontro, Pianerottolo, Workshop, Forum e Piazza. Come le modalità, gli spazi ufficio offrono soluzioni di design specifiche e mirate, “Il Pianerottolo…è adiacente ai luoghi di riunione o al Forum. Prima di un meeting, offre ai partecipanti uno spazio di ritrovo. Dopo, il legame visivo tra il pianerottolo e il luogo di riunione tiene viva nella mente dei partecipanti la memoria del meeting, stimolando lavoro e produttività in quell’ambiente. Gli arredi e gli strumenti che servono ad accogliere una riunione informativa favoriscono l’utilità di ciascun Pianerottolo.” Ciascuno dei dieci ambienti è distinto per finalità, importanza e supporto sociale, e può essere progettato in una grande varietà di opzioni, utilizzando un’ampia gamma di elementi di arredo.

Ambienti 

Grazie a una selezione di ambienti personalizzati, gli arredi Living Office consentono a un’azienda di mettere in pratica la propria strategia sul posto di lavoro, permettendo al talento di esprimersi e svilupparsi attraverso la scelta e l’impegno comune. In un Living Office, le persone avranno delle opzioni reali e sapranno come soddisfare le proprie esigenze personali.

Soluzioni di arredo

All’inizio del 2014 Herman Miller offrirà nuove importanti soluzioni di arredo che fungeranno da complemento agli spazi ufficio e alle ambientazioni Living Office, creando nuove e diversificate esperienze di lavoro e sul luogo di lavoro. Dalle sedute ad alte prestazioni che favoriscono salute e comfort, ai sistemi adattabili, ai classici senza tempo della Collezione Herman Miller, l’azienda offrirà un’ampia e straordinaria gamma di soluzioni, adatte a ciascun Living Office.

Il Futuro è oggi

Nel nuovo contesto lavorativo, la creatività e la capacità di risolvere i problemi rappresentano valore aggiunto e l’umanità rappresenta l’elemento distintivo. Sono le persone, non i processi, che creano prodotti, risolvono problemi e fanno nascere relazioni. Gli uffici devono attrarre e trattenere il talento per migliorare le prestazioni e creare strategie, e offrire alle persone qualcosa che non possono trovare altrove: un legame personale con il lavoro e i colleghi; dei luoghi che consentano di migliorare la produttività e le prestazioni, e un’esperienza più naturale, umana e soddisfacente. Questa è la visione di Herman Miller, che grazie a Living Office aiuta le aziende e gli individui a personalizzare i propri luoghi di lavoro, a esprimere una personalità e uno scopo comune e infine, a garantire a tutti più prosperità. Per maggiori informazioni, andare al sito www.hermanmiller.com/livingoffice

Informazioni su Herman Miller 

Gli ispirati design, le tecnologie creative e i servizi strategici di Herman Miller aiutano le persone a realizzare grandi obiettivi e le aziende a raggiungere prestazioni eccellenti. Nel 2013, i suoi premiati prodotti e servizi hanno generato circa 1,8 miliardi di dollari di fatturato. Gli oggetti di design di Herman Miller fanno parte delle collezioni permanenti di design dei musei di tutto il mondo, e le innovative prassi commerciali e l’impegno nel sociale l’hanno imposta come azienda riconosciuta a livello mondiale. Nel 2012, Herman Miller è stata di nuovo inclusa nell’Indice di Sostenibilità Globale di Dow Jones. Herman Miller è un’azienda quotata nel NASDAQ Global Select Market con il simbolo MLHR. 

Company Codes: NASDAQ-NMS:MLHR

No Comments
Comunicati

IN OCCASIONE DELL’ INAUGURAZIONE STRAORDINARIA DELL’ATELIER “IL GIOIELLIERE DI VENEZIA” INTERVISTA AL MAESTRO ORAFO MAURIZIO DE MARCHI

 Maurizio de marchi, grande maestro orafo, specializzato in gemmologia, è stato intervistato in occasione dell’imminente e attesissima apertura del suo straordinario atelier “il gioielliere di Venezia“.

 DOVE E QUANDO VERRÀ INAUGURATO IL NUOVO ATELIER DI VENDITA DE MARCHI “IL GIOIELLIERE DI VENEZIA”?

L’atelier inaugurerà a Venezia (Salizada San Samuele n° 3145) vicino al prestigioso contesto di piazza san marco. Il vernissage si terrà sabato 16 novembre dalle 18.00 alle 22.00 e sarà un evento unico nel suo genere.

COME NASCE L’IDEA DEL BRAND DISTINTIVO COL NOME DI “IL GIOIELLIERE DI VENEZIA“?

Il Gioielliere di Venezia” è un brand di alta gioielleria, ispirato dal mio amore per la città di Venezia. Una città suggestiva sia per il suo multiculturalismo sia per la sua ricchezza di colori. Colori presi come modello e ricreati poi con pietre preziose nelle mie creazioni. Oltre alla grande passione che nutro, “il Gioielliere di Venezia” è stato ispirato dai miei clienti, personalità dal buon gusto elegante e molto esigenti, facenti parte di antiche famiglie veneziane, che hanno riconosciuto il brand come tale, in quanto venivano da me per farsi realizzare, su committenza, straordinari e autentici gioielli di artigianato, che rispettassero le loro richieste, il loro modo di essere, i lori gusti.

SI OCCUPA LEI IN PRIMA PERSONA DELLA CREAZIONE DEI GIOIELLI?

Tutte le mie creazioni partono da una bozza, vengono progettate e realizzate da me. L’ispirazione viene tutta dalla passione che metto in quello che faccio, una passione che è iniziata a sbocciare sin da quando ero un adolescente. Giovane, grintoso, ma con già le idee chiare sul percorso che stavo per intraprendere. Come già anticipato, realizzo gioielli anche su commissione, partendo direttamente dal disegno del committente o anche da pietre preziose e gioie di proprietà, dopo aver fatto un’accurata intervista al cliente per scoprirne i gusti, lo stile, il modo di essere e per capire quali i materiali adatti a lui.

EFFETTUA ANCHE SERVIZIO DI LABORATORIO PER LA MANUTENZIONE E RIPARAZIONE DEI GIOIELLI?

Si, effettuo qualsiasi tipo di manutenzione e riparazione, capacità maturata in anni di esperienza lavorativa.

QUAL E’ IL SUO CLIENTE IDEALE?

Io punto tutto sulla donna indipendente, che si reca in gioielleria per acquistare o farsi creare un gioiello, a suo gusto e piacere, invece che voler solamente attirare l’attenzione dell’uomo che vuole fare un dono a sua moglie, figlia, amica… La figura della donna emancipata è in tutta la mia comunicazione.

QUALE LA FILOSOFIA DEL SUO ATELIER?

Il mio atelier è un vero e proprio salotto culturale, elegante e raffinato, in puro stile veneziano. La parola chiave infatti è proprio “Cultura”. Sono assolutamente contrario all’ideologia, ormai radicata, di comprare i gioielli, solo per la firma che porta. Purtroppo la gente è sempre più focalizzata nei brand che sono più conosciuti a livello mediatico, di pubblicità. Io con il mio lavoro e il mio atelier, voglio portare avanti il concetto di “Cultura delle pietre”, perché ognuna ha una provenienza, una storia, un significato, un’anima, così come le gemme, le perle, i diamanti e tutti i materiali preziosi che compongono un gioiello. Inoltre, continueremo a creare ottime sinergie e collaborazioni con artisti, studiosi, critici d’arte, intellettuali e scrittori e poeti, come Roberto Mussapi, che mi ha dedicato una magnifica poesia, visibile su sito www.ilgioiellieredivenezia.it.

TUTTO E’ CURATO NEI MINIMI DETTAGLI. ANCHE IL LOGO DEL BRAND HA UN SUO SIGNIFICATO?

Certamente. Il colore giallo del logo esprime energia, gioia, calore, come la grinta, la personalità e la passione che metto nel mio lavoro, punti fondamentali che trasmetto alle creazioni che nascono dal mio studio accurato. Il blu invece simboleggia l’eleganza, la raffinatezza e la perfezione. Tutte caratteristiche che si riflettono nei miei gioielli.

No Comments
Comunicati

Counseling psicologico: un grande aiuto


Spontaneità, gioia, voglia di vivere, le immagini che gli adulti associano ai bambini sono perlopiù felici e spensierate, capaci di rimandare ad un mondo ormai passato, scivolato troppo velocemente fra le dita e capace di far emergere bellissimi ricordi. Spesso, però, chi effettua interventi di counseling psicologico sui bambini si rende conto che nella mente e nella quotidianità di un cucciolo di uomo c’è davvero poco di spensierato e semplice.

La realtà che affrontano è decisamente più complessa e meno scontata di quella che potrebbe apparire. Uno psicologo per bambini deve iniziare a guardare il mondo con i loro occhi, imparandone il linguaggio e condividendone gli adulti di riferimento. E’ la famiglia, infatti, il contesto di riferimento di ogni bambino: un punto di forza e di sostegno, che spesso può trasformarsi nel problema da affrontare durante le sedute.

Il counseling psicologico nei bambini è un processo molto delicato e complesso da gestire, oltre ad essere strettamente legato al contesto di riferimento del soggetto, che lo psicologo deve necessariamente tenere in forte considerazione. Il lavoro che uno psicologo per bambini svolge nella sua quotidianità è basato su continui interventi di comunicazione interpersonale, allo scopo di migliorare l’adattabilità del soggetto al contesto di riferimento, migliorandone la qualità della vita. Al bambino vengono, quindi, forniti gli strumenti necessari ad affrontare le diverse situazioni di malessere e stress, legate ai diversi fattori di una fisiologica normalità o alle evenienze straordinarie di particolari momenti dell’esistenza. In questo modo si incrementa lo sviluppo della personalità garantendo una maggiore flessibilità del soggetto ad interferenze esterne.

Il punto di partenza di un’attività di counseling psicologico è rappresentato dall’auto-esplorazione del soggetto che riesce ad acquisire maggiore consapevolezza di sé e della sua componente emozionale, riuscendo a creare le basi per un rapporto sano ed equilibrato con adulti e coetanei. E’ durante questa fase che il bambino acquisisce maggiore autostima, utile nelle relazioni che intratterrà da quel momento in poi, durante la sua intera esistenza. Per ottenere maggiori informazioni ed individuare uno psicologo a Milano specializzato in counseling psicologico è possibile affidarsi ai differenti motori di ricerca presenti sul web, esaminando attentamente le specializzazioni di ciascun medico oppure provare www.studiokaleidos.it  .

No Comments
Comunicati

Gioventù per i Diritti Umani per portare i 30 Articoli della Dichiarazione Universale ovunque

  • By
  • 31 Ottobre 2013


Settimana intensa di attività per i volontari di Roma
Roma 30 ottobre 2013 – Con una popolazione mondiale che supera i 6 miliardi di persone ed abusi sui diritti umani denunciate in svariate parti del mondo rendere i diritti umani una realtà e non un sogno idealistico, cosi come auspicava l’umanitario L. Ron Hubbard, diventa alquanto importante.
Per questo i volontari romani di Gioventù per i Diritti Umani hanno tenuto una serie di lezioni nelle scuole della capitale e della provincia per portare a centinaia di giovani maggiore conoscenza su questo importante documento sancito dalle Nazioni Unite nel 1948.
Vasto il programma di Gioventù per i Diritti Umani dove spicca la “Guida per l’Insegnante”, creata e prodotta dalla fondazione Youth for Human Rights International. Si tratta di un pratico piano di lezioni che si avvale di materiale didattico audiovisivo. Innanzitutto un documentario di 10 minuti, “La storia dei diritti umani”, il drammatico racconto del loro sviluppo dai tempi antichi fino al giorno d’oggi, che fa capire ai ragazzi da dove iniziare a produrre un decisivo cambiamento positivo nel mondo. Il documentario è accompagnato dal relativo opuscolo che spiega cosa sono i diritti umani e perché sono così importanti.
Altro materiale che integra la “Guida per l’Insegnante” è il DVD “30 Articoli.30 Annunci”. Descrive i 30 articoli della Dichirazione Universale dell’ONU con altrettante storie della durata dai trenta ai sessanta secondi. Anche questo DVD ha il suo opuscolo di accompagnamento, “Che cosa sono i diritti umani?”, una versione illustrata della Dichirazione Universale.
Per ulteriori informazioni:
youthforhumanrights.org
[email protected]

No Comments
Comunicati

EAN 13 lancia online la nuova collezione invernale

E’ online la nuova collezione autunno/inverno 2013/2014 di EAN 13 Collection: eleganza e femminilità sono le caratteristiche di un inverno all’insegna dei colori e del bagliore degli Swarovski Elements

EAN 13 Collection è conosciuto ovunque per la sua creatività, per la qualità dei tessuti e per l’applicazione degli Swarovski Elements sui capi. Tutte peculiarità di questa azienda di Carpi che, dal lontano 2004, continua a sorprendere la clientela.
E la nuova collezione invernale ne è la testimonianza.

Il concept invernale EAN 13 gioca su forme e colori che ricordano foglie d’oro, pot-pourri di fiori e frutti, nature morte, motivi jacquard e decori damascati. Sembra di vivere il XVII secolo, dove la ricchezza e l’opulenza dei tessuti sono l’emblema del lusso barocco, che mi mescola sapientemente con l’abilità artigianale delle sarte degli atelier di moda dei primi del Novecento.

Su shop.ean13.it sono disponibili i capi classificati in base alla categoria: il pubblico femminile può ammirare ed acquistare maglie e cardigan, giacche e capispalla, gonne e pantaloni, abiti, bluse e camicie, t-shirt e top, mentre quello maschile può scegliere felpe, maglie e cardigan, giacche, maglie a manica lunga o manica corta.
Novità è la sezione “accessori” dedicata al “mondo rosa”: cappelli, cinture, sciarpe, paraorecchie, custodie per I-phone e I-pad sono stati appositamente pensati per una donna che non lascia nulla al caso, ma vuole indossare un outfit completo e glamour in ogni occasione, dalla giornata lavorativa al weekend con le amiche.
Simpatico anche l’orsetto Rex: un peluche in pelliccia con ciondolo, bottoni nelle orecchie e cuoricino in Swarovski Elements. Un ottimo compagno nelle fredde e nostalgiche giornate invernali!

Ciò che accomuna la collezione donna e quella uomo è la presenza dei personaggi di Diabolik e Eva Kant: due figure che regalano un tocco glamour ma misterioso ai capi EAN 13.

EAN 13 Collection ha sede in Via Platone 8 a Carpi (Modena). Per contattare l’azienda, è possibile telefonare al numero 059 6229725 o inviare un’email a [email protected]

No Comments
Comunicati

Senatrice Bonfrisco: il neocentrismo tradisce gli elettori Pdl


Alfano non può essere insieme segretario di partito e ministro dell’Interno.

Anna Cinzia Bonfrisco

Testo integrale da La Notizia Giornale del 25 ottobre 2013.

Più che un falco, la senatrice berlusconiana Cinzia Bonfrisco preferisce definirsi un gatto: «Sa com’è, ogni tanto mi scappa la zampa…». Se n’è accorto il leader delle colombe Quagliariello, da lei definito «apprendista stregone», «traditore» e infine «dottor Stranamore del centrismo».

Piacevolezze a cui ha fatto seguire il non voto sul suo ddl di riforma costituzionale («Sono d’accordo con Nitto Palma: non può prescindere da una seria e profonda riforma della giustizia»), passato poi per il rotto della cuffia tra gli strepiti allarmati dei pdiellini governativi. Due giorni dopo Bonfrisco sceglie di tornare sorniona ma non per questo le sue unghie retrattili sono meno affilate.

Su Alfano osserva di trovare «difficilmente compatibili le cariche di segretario di partito e ministro dell’Interno. Lo dico nell’interesse del Paese e anche nostro: abbiamo bisogno di qualcuno che dialoghi con i cittadini senza essere ingessato al Viminale». Ecco, il partito. Sulla sua nuova sede sventola la bandiera di Forza Italia e invece continuate a chiamarvi Pdl. «È soltanto una questione di tempo. Forza Italia è il punto di approdo di un movimento che per scelta unanime prevede che Silvio Berlusconi ne sia l’unico leader. Questo percorso si completerà con una ratifica del Consiglio nazionale, indetto probabilmente per l’8 dicembre». Al centro di tutto resta la decadenza di Berlusconi dal Senato. «Se dovesse dipendere dal voto del nostro principale alleato allora cambierebbe ogni cosa perché farebbe emergere una contraddizione non sostenibile». Veramente il ministro Lupi va garantendo che il governo resterà comunque in sella fino al 2015. «Chi dice che l’esclusione di Berlusconi non cambierà nulla si nasconde dietro a un dito. E soprattutto inganna gli elettori». Intanto non passa giorno che Giovanardi, Cicchitto e Quagliariello non evochino la costituzione di nuovi gruppi parlamentari. «Mi auguro che non si arrivi davvero a una scissione».

Vabbè, questo lo dite tutti. E nell’attesa? «Nell’attesa mi limito a toccare con mano lo stato di confusione di alcune persone convinte che si possa rappresentare il centrodestra prescindendo da Berlusconi e vagheggiando posizionamenti neocentristi magari targati Ppe. Tutti costoro sono troppo assorbiti dalle alchimie politiche di Palazzo. Non capiscono che gli italiani si aspettano risposte a problemi concreti e non formulette politiche». E quindi? «E quindi quanto volete scommettere che Silvio sarà ancora una volta in grado di tenerci insieme, nell’interesse generale?» conclude con un tono di voce placidamente minaccioso.

FONTE: lanotiziagiornale.it

No Comments
Comunicati

Consigli per una ristrutturazione intelligente


Un nuovo sito www.ristrutturarecasa.biz è nato per dare una mano a coloro che devono ristrutturare la casa. Il sito offre alcuni consigli iniziali e di versi articoli che hanno lo scopo di approfondire vari argomenti riguardo la ristrutturazione della propria abitazione.

E’ infatti essenziale avere bene presenti alcune questioni prima di iniziare qualsiasi lavoro di ristrutturazione. Questo ancora di più quando, come in pratica sempre in questi casi, ci si affida ad un’azienda di ristrutturazione o a una impresa edile.

Una delle prime cose che in tali situazioni si dovrebbe fare, è quella di fotografare tutti i locali e gli angoli dell’abitazione che verranno ristrutturati. In questo modo se in futuro dovessero sorgere delle questioni sui lavori effettuati, si sarà in grado di poter dimostrare come erano i locali prima che l’intervento avesse luogo.

Riguardo alla scelta dell’impresa a cui affidare i lavori, è poi importante interpellarne diverse e richiedere ad ognuna dei preventivi dettagliati con voci diversificate per ogni costo. Si potrà così vedere quanto le spese dei singoli interventi e materiali incidono sulla spesa totale. Questo particolare può essere importante perché può succedere che alcune imprese “gonfino” alcuni costi, mentre altri li lascino a prezzo di mercato. Chiedendo più preventivi con voci separate, si riuscirà quindi a farsi un’idea del costo medio di mercato per ogni singolo intervento e/o materiale.

Si tenga comunque presente che non sempre il preventivo migliore è quello che offre i costi più bassi. Costi molto bassi rispetto alla media del mercato possono nascondere futuri problemi. In caso di incertezze su una determinata impresa, è quindi bene prima di affidarle l’incarico, informarsi presso parenti, conoscenti o da altre fonti, sulla sua reputazione e su quanto bene siano riusciti lavori da questa in precedenza effettuati.

Può essere inoltre utile, per chi ha fretta o è comunque vincolato da limiti temporali, chiedere di mettere nel contratto anche una voce riguardante le tempistiche di realizzazione. Se queste non saranno rispettate dall’impresa, si potrà così eventualmente intraprendere un’azione per il non adempimento dei lavori entro i termini prestabiliti.

Nel caso soprattutto di intereventi piuttosto significativi, una cosa che può rivelarsi di aiuto per essere sicuri degli interventi che si andranno a realizzare, è quella di poter visualizzare una anteprima in tre dimensioni di come saranno gli ambienti dopo l’intervento. Sono infatti non poche le imprese e aziende edili in grado di presentare al cliente una previsualizzazione degli ambienti grazie ad un rendering 3D. Si potrà così eventualmente chiedere delle modifiche al progetto di ristrutturazione, prima che i lavori inizino.

Anche se molte aziende lo fanno ormai di prassi, è importante chiedere se sarà l’impresa stessa a provvedere di ottenere i vari ed eventuali permessi necessari per l’intervento. Per la maggior parte delle ristrutturazioni questi permessi sono facili e veloci da ottenere. E’ comunque bene aver chiare le cose al riguardo sin da subito.

Infine, soprattutto per chi è un abituale navigatore di internet, può rivelarsi utile sapere che in rete ci sono già molte aziende che offrono dei servizi di preventivo online. Si potranno così chiedere diversi preventivi con facilità, per poi confrontarli con calma e scegliere quello che sembra il migliore.

No Comments
Comunicati

I software per rilevare il nuovo virus


Durante l’utilizzo per proprio computer può capitare di riscontrare delle anomalie nel funzionamento che il più delle volte vengono sottovalutate e non si presta l’adeguata attenzione. Trascurando il piccolo fastidio dopo un paio di giorni ci si potrà rendere conto che in realtà il pc è stato infettato da un nuovo virus che il sistema di allerta non ha saputo riscontrare.

Questa problematica accade per un motivo che ai più esperti sembrerà banale, ovvero dipende dal mancato aggiornamento del sistema di antivirus, quest’ultimi sono stati progettati per essere ancora più facili da usare da parte dell’utente e riuscire ad eliminare anche le minacce più subdole e nascoste. Quasi ciclicamente viene immesso in rete un nuovo virus per creare scompiglio e in casi gravi prendere dati sensibili dalla rete.

Per tale motivo anche i software di protezione devono essere costantemente aggiornati, ma cosa offrono oggi in più rispetto agli anni passati? La risposta è semplice l’antivirus oggi è in grado di rilevare le minacce in maniera più tempestiva non solo durante la navigazione ma anche da file temporanei.  I programmi se aggiornati correttamente permettono di garantire una maggiore protezione dei propri dati sensibili presenti sul pc e di regolare un allert per essere informati quando si sta visitando un sito che risulta infetto o non sicuro.

Gli ultimi software di antivirus utilizzano una tecnologia assistita da cloud, ovvero quando si riscontra un malware in rete, tutti i software vengono aggiornati sulle caratteristiche del nuovo virus, così da bloccarlo tempestivamente. Per la protezione del proprio personal computer è importante affidarsi ad un programma valido che ci permetta di conservare senza problemi i nostri dati sensibili.

Oltre ad installare tale software è fondamentale ricordarsi si aggiornarlo secondo le tempistiche richieste o secondo le notifiche così da consentire una corretta ed immediata eliminazione della minaccia.

No Comments
Comunicati

risparmiare online fino al 70% su scarpe nike e adidas


Lo shopping online, ormai è diventato un piacevole vizio anche qui in Italia, quindi gli store virtuali stanno aumentando ha vista d’occhio. Ma la domanda ricorrente è “dove compro delle scarpe ottime a prezzi bassi?”

scarpe online La risposta è semplice, vai ad acquistare le scarpe sul negozio online Romanoshoes, numero nel campo della scarpa di qualità, risparmiando.

Romanoshoes ha una vetrina virtuale molto ricca, piene di offerte e con sconti che arrivano addirittura al 70%, delle migliori marche come Nike, Converse, Superga, Merrel, Adidas, Bikkembergs, Puma, Nero Giardini, Sweet Years, Soldini e tante altre.

Scarpe per uomo, donna, ragazzo/a e bambino/a, scarpe per ogni stile e per ogni esigenze, scarpe sportive, da calcio, casual ed eleganti.

Tutte le calzature sono testate e provate, per garantire ai clienti la massima qualità della merce.

Alcuni modelli che trovi a prezzi scontati sono le Nike air max, da anni una scarpa che miscela la prestazione sportiva alla moda street style, oppure le Nike Air Force, descritte come le sneakers più influenti di tutti i tempi. Si tratta della prima scarpa da basket che ospita la tecnologia Nike Air, che ha influenzato e rivoluzionato, il modo di giocare di grandi professionisti come Charles Barkley e Moses Malone.

Romanoshoes è molto semplice da usare, ma nel caso avessi qualche problema, hai a disposizione un’assistenza telefonica competente, che ti aiuterà in tutto e per tutto.

Puoi acquistere su Romanoshoes 24h ore su 24 ore e 7 giorni su 7, scarpe delle migliori marche a prezzi bassissimi, ma soprattutto consapevoli di acquistare delle scarpe di altissima qualità.

La consegna è gratuita, tramite un corriere espresso della Gls ed i pagamenti che puoi scegliere sono MasterCard, Visa, Poypal, ricariche Postepay, bonifico bancario, oppure contrassegno con l’aggiunta quest’ultima di € 5,00.

Allora cosa aspetti, acquista in piena fiducia su Romanoshoes e non te ne pentirai!

No Comments
Comunicati

Conferenza di prevenzione alle droghe a Torre Cajetani

  • By
  • 31 Ottobre 2013


Iniziativa dei volontari romani della Drug Free World nel frosinate
Roma 30 ottobre 2013 – Con una distribuzione di opuscoli effettuata questa settimana a Roma, l’attività di prevenzione per i volontari di Roma della Drug Free World ( Fondazione Internazionale per un mondo libero dalla droga ) continua per questo week end con un incontro con i cittadini ed addetti ai lavori del comune di Torre Cajetani. L’incontro si svolgerà nella sala consiliare del comune sabato 2 Novembre alle ore 11.00, dove centinaia di giovani e non verranno informati sui pericoli derivanti dall’uso di sostanze stupefacenti. Oltre a distribuire l’opuscolo “La verità sulle droghe”, i volontari daranno informazioni sul come attivarsi per svolgere attività di prevenzione alle droghe attraverso la presentazione dell’intero programma di prevenzione messo a disposizione di chiunque desideri vivere una vita libera dalle droghe.
L’opuscolo “La verità sulle droghe” dà ai ragazzi un buon motivo per non iniziare a fare uso di stupefacenti o, in alcuni casi, li esorta a smettere. Attraverso un linguaggio semplice e diretto l’opuscolo offre un ampia panoramica sulle principali sostanze stupefacenti, sbugiardando le false informazioni che circolano su di esse e sostituendole con nozioni che “svegliano” le coscienze, scoraggiando l’uso di droghe ed invitano ad una sano e consapevole vita libera dalle droghe. Il programma della Fondazione, oltre all’opuscolo “generico”, consiste anche di una serie di opuscoli che in dettaglio offrono una guida informativa sulle principali droghe attualmente in circolazione. Fra le attività dei volontari vi sono anche le docenze di prevenzione, svolte ogni anno regolarmente in vari istituti scolastici di Roma e della provincia, docenze che intendono colmare il vuoto di conoscenza che ce sulle sostanze stupefacenti portando maggiore consapevolezza ai giovani in quei luoghi di aggregazione, come ad esempio purtroppo a volte succede nelle scuole dove nascono dei focolai che troppo spesso nelle cronache locali sfociano in eventi infausti a rischio e pericolo della propria vita e quella degli altri.
E mentre si diffondono notizie sulle “smart drug”, le “droghe furbe”, le future generazioni vengono rese consapevoli che usare droghe non è “furbo”. Al contrario, grazie alla “La verità sulle droghe” vengono resi consapevoli che “furbo” è restarne alla larga e dire “Si alla vita”, facendo tesoro dell’osservazione dell’umanitario L. Ron Hubbard: “Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che rappresentano, comunque, l’unica ragione per vivere”.
L’iniziativa di prevenzione è svolta in collaborazione dell’Associazione Arte e cultura per i Diritti Umani, già attivamente impegnata nel territorio in iniziative e manifestazioni a fini sociali, appuntamento quindi il giorno 2 Novembre dalle ore 11.00 nella sala consiliare di Torre Cajetani , INGRESSO LIBERO.
Per informazioni:
Drugfreeworld.org
[email protected]

No Comments
Comunicati

Elinews: l’informazione da prendere al volo


Elinews è il nuovo web magazine su elicotteri e elisoccorso di Elitaliana, la più antica compagnia elicotteristica nazionale.

Dal 1964 l’azienda ha maturato innumerevoli esperienze nei diversi settori inerenti i servizi da essa offerti.  Con ambizione e professionalità, prerogative della filosofia aziendale di Elitaliana, mira a rendere altamente performante ogni singola prestazione: dalla formazione all’elisoccorso, dal monitoraggio ambientale al trasporto organi, fino alla recente realtà informativa sul web, con l’appassionante Elinews Magazine. A rendere l’azienda una delle realtà più affidabili ed equipaggiate, intanto la flotta, composta da veicoli di ultima generazione, tre dei quali acquistati dall’Augusta Westland  in giugno; seguita dalla formazione certificata di alto livello e di qualità, ed infine, dalle competenze maturate sul campo in quarat’anni di attività. Attualmente le basi operative di Elitaliana sono: H.E.M.S./S.A.R. in Calabria su Lamezia Terme (H24) e Cosenza. H.E.M.S./S.A.R. del Lazio su Roma-Fonte di Papa (H24), Viterbo e Latina.

Elinews è il magazine rivolto agli appassionati del settore e agli addetti ai lavori, che intendono tenersi aggiornati sull’avvincente mondo degli elicotteri e dei servizi ad esso connessi. Su Elinews è possibile leggere giornalmente le notizie e gli approfondimenti  riguardanti le normative vigenti, le ultime tecnologia, l’innovazione e soprattutto la formazione dei pilori di domani. Articoli, video e foto sempre aggiornati, inerenti: i voli operativi effettuati sulle diverse regioni, le partnership aziendali e le novità della Elitaliana Training Academy.

Oltre ai corsi della ETA (PPLH – CPLH – ATPLH) infatti, Elitaliana S.p.A ne ha attivati altri in collaborazione con diversi enti ed istituzioni. Con ARES 118, il Comando Aviazione dell’Esercito e l’Università “La Sapienza” di Roma, sono stati attivati corsi di formazione per il personale sanitario addetto all’area emergenza; mentre con ENAC e il dipartimento di ingegneria meccanica e aerospaziale è stato attivato un master in “Gestione dell’aviazione civile”.  

A tal proposito, su Elinews magazine c’è un’intera sezione dedicata alle storie dei piloti professionisti e nei nuovi aspiranti, dove si parla di passione e professione, attraverso coinvolgenti interviste e testimonianze.

No Comments
Comunicati

In libreria: Il freddo rumore di Nicola Rampin


È disponibile in libreria Il freddo rumore (Edizioni Eventualmente, 10,00 €) l’ultimo libro di Nicola Rampin, poeta ed editore padovano di nascita, ma siciliano di adozione.
Il freddo rumore è un racconto che può spiazzare il lettore non abituato a questo genere di storie. Laura è una tossicodipendente, entrata in una comunità di recupero in seguito a una overdose che le ha fatto rischiare la vita. Confusa e arrabbiata, ma costretta a restare lucida, non puo’ più rifugiarsi nella ‘dose’ quotidiana.Laura allora confida al suo diario degli episodi della sua vita. Ambientato a Padova, tra i mesi di giugno e settembre 2002, il racconto è una successione di episodi di amore e degrado, vissuti intensamente, come in un dormiveglia dove tutto viene tollerato perché in fin dei conti non è importante, nell’attesa di risvegliarsi in un’altra condizione e realtà.

No Comments
Comunicati

La “cultura” del fuoco ha trovato il suo spazio: nasce yourFire, il nuovo web-magazine firmato MCZ.


E’ online da poche settimane. E’ unico nel suo genere. E’ yourFire il nuovo strumento di comunicazione web lanciato da MCZ Group. A metà tra webzine e blog, yourFire propone ispirazioni, consigli pratici, interviste ad esperti, ma anche una serie di testimonianze dirette di chi usa il fuoco tutti i giorni per arredare, riscaldare o cucinare.

Risparmiare sui costi del riscaldamento usando il pellet o la legna. Scegliere il fotovoltaico e le caldaie a biomassa per un sistema energetico eco-compatibile da usare 365 giorni l’anno. Tornare ai ritmi lenti della cucina di una volta, ai sapori autentici del cibo cucinato alla griglia o in un forno a legna. Il consumatore finale sta raffinando le sue esigenze riguardo ai prodotti “a fuoco” e sta cambiando anche il suo modo di informarsi. Non cerca solo dati tecnici o spiegazioni dettagliate, ma anche testimonianze, consigli, ispirazioni.
yourFire, il nuovo web-magazine di MCZ Group dedicato al mondo del fuoco, intende rispondere proprio a questo tipo di bisogni. E vuole farlo in modo nuovo, raccontando storie e diventando uno spazio di facile utilizzo da esplorare con l’occhio dei non addetti ai lavori. In yourFire si passa dall’interior design alle ricette di cucina, dagli approfondimenti sugli incentivi fiscali ai “tips and tricks” sul tipo di pellet da acquistare. Il tutto con un taglio fresco e veloce, declinato sia a livello grafico sia nel linguaggio utilizzato.

yourFire nasce dall’esperienza di MCZ Group, una grande famiglia che spazia dalle stufe e camini di design a marchio MCZ, fino alle stufe in ceramica artistica Sergio Leoni, ai barbecue e ai forni Sunday, alle cucine a legna J.Corradi, ai sistemi integrati biomassa-solare a marchio RED. E’ un’expertise ampia, che abbraccia tutte le anime del fuoco e può essere sfruttata al meglio solo grazie all’interazione e al confronto continuo con gli utenti finali. Un dialogo che MCZ si augura di potenziare anche grazie a yourFire.

http://yourfire.mcz.it
www.mczgroup.com

Per ulteriori informazioni:
MCZ GROUP
www.mczgroup.com
Digital pr a cura di
Blu Wom Milano
www.bluwom-milano.com
02 87384640
[email protected]

No Comments
Comunicati

Traslochi a Roma: ecco i consigli utili per non perdere tempo


Traslochi a Roma: consigli utili pe evitare azioni inutili e stancanti.

Nel momento in cui ci troviamo a svolgere traslochi a Roma, molte volte tra stress e stanchezza, compiamo delle azioni inutili, come muovere quello di cui non si ha veramente bisogno e che non si utilizzerà nell’immediato; tutto ciò richiede più tempo stancando fisicamente e quindi portando a una perdita inutile di energie.
Risolvere questo problema è davvero semplice! Per iniziare è molto utile fare una lista per controllare tutto ciò che andrà realmente spostato, scrivendo quello che deve essere fatto prima e dopo il trasloco; l’utilizzo di pennarelli colorati per segnare il cartone, può essere un aiuto maggiore, realizzando una sorta di legenda per avere sempre a disposizione l’elenco di ciò che contiene lo stesso.

Operando in questo modo si possono ottenere diversi vantaggi:

– Risparmio di energia fisica.
– Si evita di perdere tempo trasportando cartoni da un luogo all’altro.
– Risparmio di soldi per spostare i cartoni, svolgendo un lavoro inutile, poiché gli stessi cartoni lasciati in casa verranno movimentati una sola volta.
– Un maggiore ordine di pacchi segnati con il pennarello e quindi subito riconoscibili per essere traslocati quando si ha la certezza della destinazione finale.

Mastrostefano, azienda leader nel settore di traslochi a Roma,  mette a disposizione la sua esperienza offrendo preziosi consigli su come evitare azioni inutili e stancanti.

No Comments
Comunicati

Il grafico crea…i media diffondono!


Sicuramente i media hanno assunto un ruolo importante nella nostra società; servono per diffondere le informazioni. Queste vengono gestite da un nuovo ed affascinante professionista del settore della pubblicità che ha avuto l’accortenza di adeguarsi alla società e sfruttarne i vantaggi semplicemete seguendo un corso grafica pubblicitaria Napoli.

che  Infatti questo tipo di pubblicità può arrivare ad un pubblico sempre più vasto e riconoscere, appunto, un’ immagine riconducendola ad una specifica azienda o ad un prodotto consacra senza dubbio il suo successo!

Ma ti sei mai chiesto chi c’è dietro a tutto questo lavoro d’immagine?

Un esperto in grafica molto versatile, capace di coniugare le richieste dell’azienda con il potenziale pubblico a cui è destinato.

Sei una persona curiosa, uno che si pone domande, un attento osservatore della vita intorno  a te?

Beh, allora già parti con una marcia in più… al resto ci penserà un corso grafica pubblicitaria che ti permetterà di imparare tutte le tecniche più utili per diventare un esperto nel settore.

Potresti coniugare le tue attitudini personali con le tecniche che questo percorso ti insegnerà e avrai un bagaglio formativo così ampio da essere competitivo e pronto a tuffarti nel mercato del lavoro!

Vediamo nel dettaglio cosa fa un grafico pubblicitario.

Il suo lavoro principale è quello di  creare immagini nei vari  settori della pubblicità, imparerai  a creare l’impostazione grafica di dépliant, riviste, giornale o anche cartelloni pubblicitari.

Sarai in grado di utilizzare i migliore software in circolazione, partendo dalle conoscenze basilari e tradizionali della grafica.

Inoltre sarai in grado di trasmette messaggi efficacemente.

Alla fine di questo percorso sarai in grado di lavorare da solo o in un team come esperto grafico pubblicitario. Infatti sono molteplici gli ambiti lavorativi che ricercano queste figure.

È importante investire nelle proprie possibilità. Un ‘opportunità da non perdere. Rifletti su tutte le possibilità che potrai avere, frequentando un corso di GRAFICA PUBBLICITARIA.

No Comments
Comunicati

Controller DC/DC multifase step-down sincrono in current mode con rilevamento della corrente DCR nell’ordine dei sub milliohm

  • By
  • 31 Ottobre 2013


Linear Technology Corporation presenta l’LTC3774, un controller DC/DC step-down sincrono a doppia uscita e in current mode che consente l’uso di induttori DC (DCR) a bassissima potenza migliorando il segnale di rilevamento della corrente. Gli induttori di potenza DCR fino a 0,2 milliohm possono essere utilizzati per ottimizzare l’efficienza dei convertitori (fino al 95%), aumentare la densità di potenza e ridurre la tensione di ripple in uscita delle applicazioni ad alta corrente. La nuova tecnica di rilevamento DCR riduce inoltre il jitter di commutazione normalmente associato alle applicazioni a bassa resistenza DCR. La compensazione della temperatura DCR mantiene una soglia di limitazione della corrente costante e precisa in un ampio range di temperature.

Il controller interagisce con sistemi di alimentazione esterni quali blocchi di potenza (Power Block) e DrMOS, oltre che con i MOSFET a canale N discreti e i relativi gate driver, garantendo così la massima flessibilità in termini di configurazione del progetto. L’LTC3774 funziona su un range di tensioni di ingresso da 4,5V a 38V e produce una tensione di uscita fissa compresa tra 0,6V e 3,5V. È possibile configurare in parallelo e impostare il funzionamento multifase fino a 12 fasi in modo da ridurre al minimo il filtraggio in ingresso e in uscita per requisiti di corrente molto elevati (fino a 360A). Tra le applicazioni più comuni di questo dispositivo vi sono i sistemi industriali, di distribuzione ad alta corrente, gli alimentatori ridondanti (n+1), i processori DSP e gli alimentatori ASIC.

L’LTC3774 ha una frequenza operativa fissa selezionabile da 200 kHz a 1,2MHz oppure può essere sincronizzato da un clock esterno. I due amplificatori differenziali forniscono il rilevamento della tensione remota per entrambe le tensioni di uscita. Al fine di ridurre al minimo la perdita di potenza, è possibile configurare il limite di corrente per tensioni di rilevamento molto basse da 10mV a 30mV. Tra le altre funzionalità dell’LTC3774 vi sono anche il soft-start regolabile o il tracciamento e il mantenimento di una tensione di riferimento precisa (±0,75%) nell’intervallo di temperature operative di giunzione compreso tra -40°C e 125°C.

L’LTC3774 è disponibile a magazzino in un package QFN a 36 conduttori da 5 x 6mm. I prezzi partono da $2,95/cad. per 1000 pezzi. Per maggiori informazioni, consultare la pagina www.linear.com/product/LTC3774

 

 

 

Riepilogo delle caratteristiche:LTC3774

 

  • Rilevamento della corrente DCR con resistenza nell’ordine dei sub-milliohm (0,2 milliohm) in grado di fornire un jitter bassissimo
  • Nuovo controllo in current mode per il rilevamento DCR
  • Compensazione della temperatura DCR
  • Funziona con dispositivi discreti, DrMOS e blocchi di potenza
  • Supporta la tecnologia Phase Shedding e la ridondanza (n+1)
  • Amplificatori di rilevamento differenziali in remoto ad alta velocità VOUT
  • Ampio intervallo VIN: da 4,5V a 38V
  • Intervallo VOUT: da 0,6V a 3,5V
  • Soglia di rilevamento della corrente regolabile da 10mV a 30mV
  • Frequenza operativa fissa selezionabile da 200kHz a 1,2MHz
  • Tracking della tensione in uscita o soft-start programmabile
  • Protezione contro la sovracorrente, shutdown termico e ripristino soft dai cortocircuiti

 

Linear Technology

 

Inclusa nell’indice S&P 500, Linear Technology Corporation da oltre trent’anni progetta, produce e commercializza un’ampia gamma di circuiti integrati analogici ad alte prestazioni per le principali aziende di tutto il mondo. I prodotti Linear Technology rappresentano un “ponte” tra il mondo analogico e l’elettronica digitale per le soluzioni del settore industriale, automotive e delle comunicazioni, i dispositivi di rete, i computer, la strumentazione medicale, i prodotti di largo consumo e i sistemi militari e aerospaziali. Linear Technology produce inoltre sistemi di power management, conversione dati e condizionamento dei segnali, circuiti integrati RF e per interfacce, sottosistemi µModuleÒe dispositivi di rete con sensori wireless. Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.linear.com.

 

LT, LTC, LTM, Linear Technology, il logo Linear e µModule sono marchi registrati di Linear Technology Corp. Tutti gli altri marchi sono di proprietà dei rispettivi titolari.

 

 

 

No Comments
Comunicati

Prestiti personali: la richiesta media italiana si è ridotta del 23% in un anno


Il 2013, per ciò che riguarda il mondo del credito al consumo, è contraddistinto dalla progressiva riduzione degli importi richiesti dagli Italiani. I risultati dell’Osservatorio di Facile.it (http://www.facile.it/prestiti.html) e Prestiti.it (www.prestiti.it), realizzato analizzando un campione di circa 40 mila richieste, mostrano come la domanda media di prestito si sia ridotta del 23% in un anno, arrivando a poco più di 10.000 euro, contro i 12.500 di ottobre 2012.
Già nello scorso marzo si era evidenziata una prima riduzione degli importi richiesti, confermata anche nell’ultimo semestre, ma l’identikit di chi intende sottoscrivere un finanziamento è mutato: la domanda di denaro alle banche resta affare da uomini – sono il 74% di tutto il campione – mentre l’età sale ancora ed arriva a 42 anni; l’importo medio, come detto, è sceso a circa 10.000 euro (erano 11.000 a marzo) mentre lo stipendio dichiarato in fase di preventivo è pari a 1.700 euro mensili. La durata del finanziamento resta superiore ai cinque anni, occorreranno 63 mensilità per ripagare il prestito.
Il prestito si fa sempre più piccolo, quindi: questo perché, da un lato, le banche sono sempre più restie a concedere finanziamenti di importo elevato e, dall’altro, si riduce progressivamente il numero delle richieste di prestito per comprare automobili, spesa dall’importo ingente di cui, però, gli italiani sembrano poter fare a meno.
«Anziché rispondere – dichiara Lorenzo Bacca, responsabile della Business Unit Prestiti di Facile.it – come spesso accadeva in passato, alla necessità di una spesa saltuaria ma ingente, come l’acquisto dell’auto o degli arredi, la ristrutturazione di casa o l’acquisto di un piccolo immobile, nel 2013 il prestito personale serve ad ottenere liquidità, con cui far fronte alle spese più disparate».
La percentuale di richieste di liquidità è pari al 40% del totale; le altre finalità più ricorrenti (ma in misura minore) restano l’acquisto di veicoli usati – in progressiva contrazione, visto che oggi rappresenta la motivazione addotta dal 19% del campione (solo un anno fa era il 27%) – e la ristrutturazione di casa: questa finalità, in particolare, cresce leggermente passando dal 10% al 12% del totale.
Per quanto riguarda le differenze regionali, si registra un calo generale valido per tutto il territorio nazionale. Ad ottobre 2013 gli importi maggiori sono stati richiesti nelle regioni del Sud Italia, con la Sardegna che primeggia anche in questo semestre (come nel precedente, seppur con importo più basso). Liguria ed Emilia Romagna, invece, si trovano in fondo alla classifica con una richiesta che si ferma a circa 9.500 euro. L’età media più elevata la troviamo in Trentino Alto Adige (45 anni), mentre il prestito medio di più lunga durata lo troviamo in Molise (67 mensilità).

No Comments
Comunicati

Ecco dove comprare il Capocollo di Martina Franca


Se siete capitati qui è perchè già conoscete le qualità dell’ormai mitico Capocollo di Martina Franca presidio slow food pugliese. Un prodotto davvero straordinario, differente dai più comuni capocolli o coppe prodotte in tutta Italia, quello di Martina Franca, in realtà prodotto in tutta la Valle d’Itria (Martina Franca, Locorotondo e Cisternino), si differenzia per diversi aspetti legati alla materia prima ed al metodo di produzione.

  • Ottenuto dalla lavorazione del taglio del collo di suini allevati in valle d’Itria a differenza di altri capocolli la cui materia pria proviene da allevamenti esteri.
  • Subisce la marinatura nel vincotto pugliese, altra eccellenza regionale ottenuta dal mosto cotto di uve locali. Tale procedimento che avviene dopo la salagione, arricchisce il capocollo di aromi legati al vino.
  • Il capocollo pugliese viene affumicato bruciando cortecce di legno di fragno (ecotipo locale di quercia)

Questi processi sono effettuati seguendo il rigorso disciplinare di produzione scrupolosamente controllato da Slow Food che si comporta esattamente come l’ente di controllo europeo a tutela delle DOP e IGP, una garanzia di seirietà e qualità, insomma, per tutti i consumatori del capocollo di Martina Franca.

Purtroppo la nota dolente è la difficile reperibilità, infatti, salvo che non siate in Puglia o a Londra (il capocollo di Martina Franca prodotto dall’azienda Santoro è venduto nei magazzini Harrods di Londra), acquistare il capocollo di Martina Franca non è facilissimo poichè non è, ovviamente, nella grande distribuzione essendo un prodotto di nicchia e con una produzione artigianale assolutamente limitata, lo si trova in alcune delle migliori gastronomie di grossi centri italiani con non poche difficoltà, in alternativa il metodo più semplice per acquistarlo è quello delle gastronomie online, ve ne sono tantissime specializzate in gastronomia pugliese e/o prodotti di alta gastronomia, vi basterà cercare su Google “Vendita Capocollo di Martina Franca” e cliccare sui risultati di ricerca, selezionare il negozio elettronico da cui volete acquistare in base al prezzo, alla quantità ed alla affidabilità dell’e-commerce e non vi resterà che acquistare e attendere che il corriere bussi alla vostra porta nel giro di 24/48 ore…

No Comments
Comunicati

LE “MILLEGROBBE” ASPETTANO LA NEVE E LA LORO GRANFONDO

Scatta il 18 e 19 gennaio la nota due giorni del fondo sugli Altipiani di Lavarone e Luserna

La gara a tappe più antica del mondo festeggia la 32.a edizione

Si parte con il passo alternato e si chiude con lo skating

Sabato 18 ci sarà anche una nuova gara per i più giovani

 

 

I prossimi 18 e 19 gennaio 2014 torna la Granfondo Millegrobbe, l’evento fondistico a tappe più antico in Italia e nel mondo. Nella caratteristica zona di Millegrobbe, patria dello sport a 360 gradi in ogni momento dell’anno, si ritroveranno per la 32.a edizione tanti nomi di spicco del panorama internazionale sugli sci stretti.

Dal 1977, anno in cui si tenne la prima edizione, lo scenario che fa da contorno all’appuntamento è quello degli altipiani trentini di Lavarone e Luserna, che con la neve hanno poco da invidiare alle vaste distese del nord Europa.

Dal noto centro del fondo di Malga Millegrobbe, cuore storico del cross country degli Altipiani, prenderanno il via le due prove in programma nel segno della qualità organizzativa a firma dello Sci Club Millegrobbe.

Nella giornata di sabato 18 gennaio si affronteranno i 30 km della prova in tecnica classica, mentre domenica 19 toccherà al tracciato di uguale distanza dedicato al passo pattinato. Le due tappe avranno in comune i 5 km iniziali che dal via saliranno verso Forte Lusern per poi dirigersi sui bianchi pascoli di Malga Millegrobbe di Sopra. Da qui i percorsi seguiranno strade diverse con i passaggi per Malga Costesin, Malga Basson e quindi il rientro a Malga Millegrobbe nella prima giornata, mentre nella seconda si toccheranno Malga Costesin, Malga Fratte, Passo Vezzena, Malga Basson e quindi Millegrobbe di Sopra, da cui si rientrerà lungo i 5 km finali comuni per entrambi i percorsi.

I partecipanti potranno prender parte alle singole prove oppure ad entrambe, secondo la formula della combinata. Sul podio dell’edizione più recente erano saliti lo scorso gennaio i due atleti valdostani Daniel Yeuilla ed Elisa Brocard in “gara 1”. L’alpino aveva poi fatto il bis anche il giorno successivo, quando gli sci rosa più veloci erano stati invece quelli della poliziotta zoldana Sara Pellegrini. Sul fronte della combinata la vittoria è andata a quel punto a Yeuilla ed all’atleta del Team Hartmann Asd White Fox, Eugenja Bichougova.

In attesa delle prime nevicate le iscrizioni sono apertissime, ma si dovrà fare attenzione alle scadenze, soprattutto se si vorrà risparmiare un po’ sulla quota. Fino al 6 gennaio, infatti, sarà possibile assicurarsi il pettorale per ciascuna singola prova al costo di 30 € o a 45 € per chi scegliesse la formula combinata. Dal 7 al 17 gennaio invece i prezzi saliranno rispettivamente a 35 € e 50 €, mentre per i ritardatari il last minute (dal 18 gennaio) crescerà ulteriormente a 40 € e 60 €.

Nel contorno dell’evento è prevista anche una gara riservata ai più giovani nella giornata di sabato 18.

Info: www.1000grobbe.it

No Comments
Comunicati

Pasqualino Monti: La riforma della legge 84/94 sui porti “non può essere fermata”






''I porti, al contrario di gran parte degli asset pubblici, oggi sono una risorsa per il Paese, non un onere''






I porti italiani sono una risorsa per il Paese e non un onere. E' proprio dal sistema portuale che puo' partire una vera e propria rivoluzione in tutto il comparto della logistica, volano per riattivare un percorso di crescita. Ma per questo servono "risposte e soluzioni rapide" per la governance delle autorità portuali, che consentano loro di abbattere i tempi decisionali anche in materia di investimenti in nuove opere. E soprattutto servono interventi per rafforzare la loro "autodeterminazione finanziaria". Sono queste le sfide alle quali sono ora chiamati i porti italiani e a indicarle è stato il presidente di Assoporti, Pasqualino Monti dal palco dell'assemblea annuale dell'associazione.

E' proprio sull'autodeterminazione finanziaria che Monti pone con forza l'accento. Si tratta, infatti, spiega, di individuare "soluzioni che realizzino non tanto un'autonomia finanziaria ma quella che oggi mi piace chiamare una autodeterminazione finanziaria, ovvero una capacità di sfruttare tutti gli strumenti possibili per realizzare in tempi brevi una nuova offerta portuale e garantire efficienza senza incidere sul bilancio dello Stato".

E, su questa strada, Assoporti guarda alla soluzione Cassa depositi e prestiti."Assoporti -afferma Monti- ha concentrato la sua attenzione e i suoi sforzi per trovare anche gli strumenti finanziari nuovi, le chiavi multiple per finanziare nuove infrastrutture senza impattare sui conti e sui limiti di spessa dello Stato. E parliamo di autonomia finanziaria che pure ha fruttato il riconoscimento del diritto dei porti a trattenere l'1% del loro gettito con un tetto massimo di 90 milioni. Lo sappiamo tutti, questi 90 milioni -evidenzia Monti- che dovrebbero essere suddivisi percentualmente e correttamente in modo virtuoso, sulla base di quanto ciascun porto a prodotto, non sono solo insufficienti, prefigurano un quadro probabilmente non coerente con le necessità di ridare competitività al sistema e, per altro, ancora oggi non sono stati resi disponibili".

La soluzione alla quale guarda Assoporti "prevede -spiega Monti- l'attuazione di un fondo che puo' essere fondo presso Cassa depositi e prestiti e nel quale collocare le risorse provenienti da una ulteriore quota addizionale del gettito Iva e le risorse per interventi perequativi dell'attuale previsione normativa e che ci consenta quindi di utilizzare tutti gli strumenti coerenti con l'obiettivo da raggiungere".

"La soluzione Cdp -insiste Monti- permetterebbe di garantire il coinvolgimento di un intermediario finanziario, abilitato ad attivare tutti gli strumenti finanziari, al tempo stesso coinvolgendo il sistema del credito nel funding di questi strumenti. Dal cofinanziamento dei project financing al coinvestimento del fondo a monte o negli investimenti nella società di progettazione a valle, fino alla sottoscrizione dei project bond". In questo modo, si potrà attivare "un effetto leva che libererebbe risorse per oltre 2 miliardi di euro a favore della portualità italiana consentendo la realizzazione delle opere che oltre che strategiche sono possibili semplicemente per troverebbero ragion d'essere nella loro redditività".

Fonte: Adnkronos


No Comments
Comunicati

Su Viniamo.it la lista nozze online per il secondo “sì”.


L’enoteca online propone ai suoi clienti un nuovo servizio per creare e pubblicare gratuitamente la propria lista nozze scegliendo tra oltre 400 bottiglie presenti in catalogo. Semplice da usare e completamente personalizzabile, la lista nozze su Viniamo è stata ideata in particolare per coloro che stanno per convolare a seconde nozze e costituisce una valida alternativa alla lista nozze tradizionale, evitando il rischio di inutili “doppioni”.

 Milano, novembre 2013. Per le coppie che si apprestano a celebrare il loro secondo matrimonio, la lista di nozze on-line è una soluzione originale e innovativa che garantisce agli sposi di evitare regali già ricevuti, facendo risparmiare tempo ed energie anche ad amici e parenti.

E’ soprattutto a loro che l’enoteca online Viniamo (www.viniamo.it) si rivolge offrendo la possibilità di creare e pubblicare all’interno del sito la propria “lista nozze” personalizzata, scegliendo tra gli oltre 400 vini (tra bianchi, rossi, rosati e bollicine) presenti attualmente in catalogo.

Per accedere al servizio è sufficiente inviare una mail all’indirizzo [email protected] e gratuitamente lo staff di Viniamo si occuperà di gestire la creazione della “wish list” ed eventualmente consigliare la coppia sulla scelta dei bottiglie da selezionare in base ai propri gusti e al loro costo.

Una volta che la lista nozze è registrata, gli amici e i parenti la potranno consultare online, scegliere la modalità di pagamento preferita e lasciare il proprio messaggio di auguri che verrà recapitato direttamente agli sposi insieme alla confezione di vini in regalo.

         Visita la sezione dedicata: http://www.viniamo.it/modules/blockwishlistpro/searchlist.php

 Viniamo.it è un sito di e-commerce enologico che offre un’impostazione completamente nuova per navigazione, funzionalità e servizio.

Il sito mette a disposizione le competenze di una vera enoteca offrendo, per ciascuna etichetta, una descrizione delle proprietà organolettiche e suggerimenti sulle modalità di fruizione più indicate. Una ricca gamma di vini che attualmente comprende 400 bottiglie di cantine note e selezioni di vini “avanscoperta”, per tutti i gusti e le tasche.

Viniamo.it fa capo a TWELVE srl, società frutto dell’incontro fra due realtà giovani e in rapida ascesa nel panorama della promozione e del commercio del vino italiano: Wineoclock, organizzazione commerciale basata in Italia ma già attiva, attraverso partnership strategiche, in USA, Canada e Brasile, e 7W, società animata da esperti di marketing e comunicazione, già creatori di vinoplease.it, punto di riferimento della primissima stagione dell’e-commerce italiano.

No Comments
Comunicati

Maradona compie 53 anni, gli auguri dei tifosi napoletani


Diego Armando Maradona è da sempre nei cuori dei napoletani. E basta un qualsiasi avvenimento per farne venir fuori tutto l’amore possibile. Basta, quindi, il compleanno del calciatore più forte di tutti i tempi per scatenare emozioni e passioni fortissime.

Ed è un po’ quanto ha voluto fare Calciomercato Napoli dedicando al calciatore più amato dai napoletani un articolo che non sia il solito riconoscimento per il più grande di tutti i tempi, quanto piuttosto il tentativo di sviscerare in maniera profonda il rapporto “di pancia” da tempo esistente tra i napoletani e Diego Armando Maradona. 

Un rapporto fondato quasi “più sulla chimica” che sull’attrazione. Quell’attrazione che pur rende sempre quel rapporto autentico e genuino talmente forte da non essere scalfito neanche dal brindisi di Maradona con Pallotta durante Roma-Napoli all’Olimpico.

No Comments
Comunicati

booking on line


Booking Lignano,  per definizione , una prenotazione a Lignano. Booking, termine inglese accreditato al settore turistico, identifica la prenotazione di un soggiorno, di una vacanza , un viaggio. Attraverso la rete , oggi, sono milioni le prenotazioni a scopo turistico e non, e tenderanno a crescere. Cittadine turistiche come Lignano Sabbiadoro, capace di sopportare il centuplicarsi della sua popolazione originaria nel periodo estivo, offrendo innumerevoli strutture di prim’ordine, ampia capienza di alloggio, un’informatizzazione efficiente, è uno dei tanti esempi di come il booking = prenotazione generi produttività. Una innumerevole quantità di alberghi, hotels, B&B, collegati in rete, si avvalgono di sistemi automatici gestionali, interagendo in tempo reale con le esigenze dei clienti, garantendo il buon fine della prenotazione. Oggi le nostre vacanze sono più garantite e forse un po’ speciali…

No Comments
Comunicati

Gradisca d’Isonzo, una meta da scoprire


La cittadina di Gradisca d’Isonzo, situata a 32 m sul livello del mare sulle rive dell’Isonzo, custodisce un pregiato patrimonio storico e artistico: simbolo della città è una fortezza quattrocentesca costruita sulla riva destra dell’Isonzo dai veneziani con il contributo di Leonardo Da Vinci per fronteggiare le invasioni dei Turchi. Per le vie della città vecchia si possono inoltre trovare la casa dei Provveditori Veneti, del secolo XV, Palazzo Torriani, che ospita il museo Documentario della Città e la Galleria d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan. Ma, in generale, tutto il territorio circostante, che si estende dalle colline del Collio fino al mare della laguna di Grado e Marano e del Golfo di Trieste, rappresenta di per sé un patrimonio di immenso valore paesaggistico, naturalistico e culturale. Alcuni centri godono di una fama internazionale, come Aquileia, Palmanova o l’antica Forum Iulii, attuale Cividale del Friuli.

Per tutti questi motivi, Gradisca rappresenta senza dubbio una incantevole meta per chi desidera scoprire un lato inedito del Friuli. Se questo è il viaggio che fa per voi, l’ Hotel Ristorante Al Ponte di Gradisca è la scelta ideale per il vostro soggiorno. La struttura, che gode di una posizione strategica a pochi minuti dall’aeroporto di Trieste, è immersa nel verde e si distingue per la particolare cura dei dettagli d’arredo, il comfort degli spazi e l’elevata professionalità del servizio offerto. Caratteristiche fondamentali per una vacanza indimenticabile. Adiacente all’hotel, il Ristorante Al Ponte propone una cucina dai piatti semplici e gustosi, marcati da un forte carattere territoriale e tradizionale, ma anche raffinata e attenta all’innovazione. Hotel Gradisca

 

No Comments
Comunicati

Arredamenti dal gusto moderno e ricercato


La linea Exential di Spar si rinnova!
Design e componibilità sono le linee guida dei nuovi progetti per la zona giorno: Exential Code e Exential Code Color.
Grazie ad un’estetica innovativa delle ante vetro, completamente svincolata dal concetto di telaio e il più “pura” possibile, Code unisce la capacità contenitiva di una normale anta al concetto di vetrina espositiva.
Il rapporto vetro-legno è concepito in modo innovativo, nessun elemento orizzontale di chiusura superiore o inferiore. Le parti legno ma soprattutto quelle vetro “sfuggono” dall’alto al basso per tutta l’altezza del mobile. Gli unici elementi presenti sull’anta sono verticali, come in un barcode.

Code fonde la purezza di un’anta senza telaio ad una sequenza asimmetrica di vuoti e pieni, luce e ombra, visione e oscuramento. Tali contrasti creano mobili ricercati e di design.
Le composizioni da catalogo Exential Code sono studiate per realizzare zone giorno dal perfetto equilibrio tra estetica funzionalità e prezzo, ma il programma ha la massima componibilità per lasciare ad ognuno la possibilità di realizzare il progetto perfetto per le proprie esigenze.
La naturale evoluzione di Exential Code è Exential Code Color, caratterizzata da ante colorate che danno il giusto tocco di personalità all’ambiente. Composizioni di colori abbinati tra loro con piacevole eleganza, che uniscono funzionalità ed estetica ma soprattutto si adattano ai gusti di ogni persona.

Le Quattro combinazioni di colore dei soggiorni Exential Code Color traggono ispirazione dagli elementi naturali e ognuno di essi richiama una sua personalità unica, dalle più giovanili a quelle più eleganti:

  • Terra: La più elegante e rilassante colorazione trae ispirazione dai toni caldi di questo elemento.
  • Acqua: Il tono dal look più fresco e piacevole passando dal blu profondo sino all’azzurro più tenue.
  • Fuoco: Il colore deciso di questa combinazione sa donare un elegante calore ad ogni composizione.
  • Vento: Il tenue azzurro del cielo e il giallo dei suo tramonti tonalità vivaci e rilassanti insieme.

Inoltre per soddisfare a pieno gusti ed esigenze di ognuno, il cliente può personalizzare due delle fasce dell’anta (CODE color YOU) scegliendo i suoi colori preferiti fra quelli della gamma colori Spar.
Exential CODE Color mantiene tutti i PLUS del programma ante CODE, dalla perfetta complanarità e abbinabilità con ante standard, immagine semplice ma ricercata, affascinate visione dell’interno, possibilità di scelta tra vetro fumè e riflex e prezzo accessibile.

No Comments
Comunicati

A Vallesaccarda la Terza Rassegna d’Arte Culinaria dell’Appennino Meridionale


Due giorni all’insegna del gusto, tra tradizione e innovazione, nell’ospitale borgo irpino.
Giunge alla terza edizione la Rassegna d’Arte Culinaria dell’Appennino Meridionale, evento dedicato alla gastronomia ecosostenibile, organizzato dal Comune di Vallesaccarda e in programma il 9 e il 10 novembre 2013. Il borgo irpino, che conserva intatti i tratti tipici del luogo ospitale, dove il viaggiatore può sostare e ristorarsi accolto dagli abitanti locali, lieti di offrire ciò che la terra e il lavoro donano, ha scelto di sposare i valori e la filosofia dell’Eco-gastronomia, con la creazione del brand Vallesaccarda Eco-gastronomica, progetto coordinato dall’Arch. Giuseppe Luongo. Quest’ultimo viene promosso, anche quest’anno, attraverso una manifestazione unica nel suo genere, che vede incontrarsi la tradizione culinaria irpina con l’inventiva di chef selezionati. Momento centrale della due giorni è, infatti, la Cena-Teatro, che si terrà sabato 9 novembre, a partire dalle ore 20.30, presso il Centro Sociale di Vallesaccarda, dove saranno realizzati dal vivo, presentati e gustati, piatti prelibati che raccontano di territorio e di cultura del buon cibo. Il teatro-scuola dedicato all’arte culinaria dell’Appennino Meridionale è un momento didattico e al contempo conviviale: un happening innovativo che consente di ammirare, e soprattutto assaporare, ciò che l’arte di un team di chef di altissimo livello saprà creare durante la serata coniugando tradizione e innovazione. I 100 partecipanti alla Cena-Teatro, nella cornice di una location raccolta e confortevole, apprezzeranno tutte le componenti che danno vita ai prelibati piatti proposti: dalla scelta degli ingredienti alla preparazione degli alimenti, dalla cottura dei cibi alla guarnizione del piatto. Un vero e proprio laboratorio del gusto pensato per celebrare il territorio e la sua gastronomia. Gli chef ospiti della terza edizione della “Rassegna d’arte culinaria dell’Appennino Meridionale”, sono:
– Antonio Pisaniello del Ristorante La Locanda di Bù di Nusco
– Franca De Filippis del Ristorante La Pergola di Gesualdo
– Famiglia Pagliarulo del Ristorante Minicuccio di Vallesaccarda
– Famiglia Fischetti del Ristorante Oasis di Vallesaccarda
Conduce la serata Antonella Petitti, giornalista e direttrice della testata “Rosmarino news”.

Per partecipare alla Cena-Teatro è indispensabile la prenotazione. La quota di partecipazione è di €35,00.

L’evento, che sarà aperto da una conferenza di presentazione e da un workshop dal titolo “Enogastronomia, Territorio e Sostenibilità: prospettive per la Baronia”, proseguirà domenica mattina con speciali laboratori didattici dedicati ai bambini aventi lo scopo di avvicinarli ad un rapporto sano con il cibo e alla scoperta delle tradizioni di una volta. Per gli appassionati di escursioni all’aria aperta sarà possibile partecipare (solo su prenotazione) anche al tour guidato “Alla scoperta della Baronia” a cura di “Angeli per Viaggiatori”. Nei due giorni dell’evento, infine, presso i ristoranti Minicuccio e Oasis di Vallesaccarda, sarà possibile partecipare a “Cucine Aperte”, dove si potrà assaporare e assistere alla preparazione dei piatti di uno speciale menù di degustazione al prezzo convenzionato di € 25,00.
E’ disponibile un’area attrezzata per i camperisti presso il Campo Sportivo di Vallesaccarda.

No Comments
Comunicati

“La prima vera estate”, si presenta il nuovo romanzo di Nicola Colombo


Pozzallo (RG) – Nicola Colombo torna in libreria con l’appassionato romanzo “La prima vera estate” pubblicato da Melino Nerella edizioni.
Il libro sarà presentato venerdì 8 novembre alle ore 17.30 nello Spazio Cultura “Meno Assenza” di Corso Vittorio Veneto. Ne discuteranno con l’autore il giornalista e scrittore Salvatore Scalia, già caposervizio per le pagine Cultura e spettacoli del quotidiano “La Sicilia” di Catania, e l’editore Silvio Aparo. Le letture dei brani, a cura di Maria Giunta, saranno intervallate dagli intermezzi musicali del maestro Aurelio Caliri.
Il romanzo, ambientato negli anni dal 1946 al 1983 tra Milano, Genova, Firenze e Bologna, racconta il viaggio attraverso la vita di Mariella. La sua è un’esistenza difficile, sempre in salita. Figlia di ignoti, d’indole ribelle, emigrata al Nord, la donna dovrà perdersi più volte – ora nei meandri di un amore sbagliato per uno spietato brigatista, ora nel baratro della prostituzione – prima di ritrovarsi a
quaranta anni d’età, tornare al suo paese d’origine e iniziare una nuova vita. Appunto, la sua prima vera estate. Il racconto, in prima persona, è un lungo monologo interiore dall’andamento diaristico nel quale si riflettono gli echi dei mutamenti politici e sociali che interessarono il Paese in quegli anni.
Nicola Colombo, segretario della Camera del Lavoro di Ragusa, già assessore alla Cultura del Comune di Pozzallo, ha lavorato come borsista all’Ansa di Palermo, al “Piccolo” di Trieste e a “La Sicilia” di Catania. “La prima vera estate” è il suo terzo romanzo.
Info e contatti
Inpress ufficio stampa
Mail: [email protected]
Cell. 329 – 3167786

No Comments
Comunicati

Scegliere la giusta cassaforte per mettere in sicurezza e proteggere i propri beni


Scegliere la cassaforte da installare nella propria abitazione è uno dei passi più importanti per tenere al sicuro i propri beni. Navigando online è possibile trovare numerose offerte tra cui quelle del sito bottegadellachiave.net, uno dei siti più affidabili nella vendita di casseforti per ufficio o appartamento. Non sempre scegliere la cassaforte che fa al caso nostro è cosa semplice, per questo è necessario affidarsi ad esperti che sappiano consigliarci. È questo il caso di Bottega della Chiave, azienda esperta nella vendita di casseforti che lavora nel settore da lungo tempo.

Le tipologie di casseforti sono molte, ognuna pensata per specifiche necessità. Sul sito di Bottega della Chiave è possibile scegliere il proprio modello tra casseforti a muro, a mobile, da pavimento, ignifughe, di design, ognuna certificata e garantita. Tra i produttori più affidabili vi sono i marchi più noti come ad esempio Cisa, Juwel e Stark.

Le casseforti Cisa sono disponibili in numerose tipologie e misure e sono pensate per garantire il massimo della sicurezza. Il marchio Cisa produce un linea di casseforti dall’elevato standard di sicurezza con la possibilità di orientarsi da sistemi di chiusura con chiave a doppia mappa ad un livello più elevato con un sistema di chiusura a combinazione elettronica DGT.

Le casseforti Juwel sono tra le più vendute nel settore e l’azienda le produce dal 1922. Anche questo marchio mette a disposizione del cliente un grosso numero di soluzioni tra cui scegliere la più appropriata. La differenziazione anche per queste casseforti riguarda, oltre le dimensioni e le caratteristiche per l’installazione, i sistemi di chiusura che possono essere di diversi tipi: a chiave, con combinazione elettronica, con combinazione meccanica e combinate.

Per soddisfare ogni esigenza di funzionalità, sicurezza ed estetica, anche per le casseforti Stark è disponibile una vasta ed articolata gamma di casseforti a muro, a mobile e con vari sistemi di chiusura. Per queste casseforti le caratteristiche del processo produttivo, con laser, consentono di assicurare, agli oltre 90 modelli disponibili, una grande precisione nel taglio ed assemblaggio delle varie componenti. Soprattutto per quanto riguarda il rapporto tra cornice e blocco, la precisione millimetrica del taglio che viene effettuato impedisce l’introduzione di qualsiasi tipo di leva o strumento di scasso.

Seppure nessun sistema di protezione è del tutto sicuro tenere i propri beni in una cassaforte sicuramente può scoraggiare o comunque rallentare l’azione di eventuali ladri. Per questo motivo la scelta di una cassaforte deve essere accurata e la sua installazione deve essere effettuata seguendo in maniera scrupolosa le istruzioni fornite dalla casa produttrice per evitare che venga facilmente asportata dai ladri e aperta in un secondo momento con più calma e soprattutto con mezzi di scasso più efficienti. Scegliere il tipo di chiusura che più si preferisce è importante, ma altrettanto importante è sapere che la maggior parte dei furti non avviene attraverso chissà quali manipolazioni, ma piuttosto tagliando lo sportello con smerigliatrici con disco da taglio o sfondando lo sportello e le pareti laterali. Da qui è bene essere a conoscenza che molte delle casseforti in vendita presso alcune ferramenta e nei negozi di bricolage hanno il “semplice” compito di rallentare l’azione di scasso; per questo motivo è consigliato acquistare un modello munito di pareti aventi un adeguato spessore. Acquistando sul sito Bottega della Chiave è facile farsi seguire da professionisti durante le fasi di scelta ed acquisto, in maniera tale da portare a casa un prodotto adeguato e capace di proteggere i nostri beni con la maggiore sicurezza possibile.

No Comments