Daily Archives

30 Settembre 2013

Comunicati

In posa “da sposa” al wedding show “Promessa Sposa”, Concorezzo 13 ottobre


Domenica 13 ottobre 2013 dalle ore 10.00 alle ore 19.00 il suggestivo resort La Camilla di Concorezzo (MB), a soli 300 m dalle Torri Bianche di Vimercate e a pochi minuti da Milano, ospiterà per la prima volta la fiera “Promessa Sposa”, mostra mercato dedicata al matrimonio organizzata da Sposimmagine con un’offerta a 360° dal miglior artigianato locale per realizzare il ricevimento di nozze dei vostri sogni in un’oasi fuori dal tempo e con un gusto tutto country. Location famosa come set di film, reality (La Fattoria) e spot pubblicitari, La Camilla si affaccia su sterminati prati verdi e include un maneggio, un vivaio, una chiesetta, e un elegante bar bistrot, oltre a numerose sale ristorante. Sarà la rustica “Sala fienile” al primo piano a ospitare la mostra mercato: in programma su prenotazione speciali shooting fotografici professionali alle coppie di sposi (per info scrivere a [email protected]), prove gratuite di trucco sposa e decorazione unghie, performance musicali, degustazione confetti e aperitivi. Ingresso 2€ a persona (bimbi gratis), biglietti omaggio disponibili sul sito www.sposimmagine.it

No Comments
Comunicati

Centro Sviluppo Materiali, incontro sull’innovazione industriale


Ricerca e innovazione dei materiali come via d’uscita per la ripresa industriale. Questo il tema dell’incontro-dibattito organizzato nei giorni scorsi nella sede del Centro Sviluppo Materiali. Un principio ampiamente dibattuto e ribadito durante l’incontro da Pier Paolo Baretta, sottosegretario al Ministero Economia e Finanza: «La crescita del nostro paese è legata al rilancio del manifatturiero che deve aggiornarsi con innovazioni di processo e di prodotto».

 

Roma – «Ripresa industriale attraverso ricerca e innovazione dei materiali». Questo è l’ordine del giorno della riunione che si è tenuta nei giorni scorsi nella sede del Centro Sviluppo Materiali. Ne hanno parlato alti rappresentanti delle istituzioni italiane ed europee, dell’industria e della ricerca nel corso del Celebration Event organizzato dal CSM per festeggiare i 50 anni di attività nella ricerca applicata e nell’innovazione sui materiali.

 

Numerosi i partecipanti che hanno affollato le sale convegni del Centro Sviluppo Materiali. Fra questi, oltre a Baretta, Herbert von Bose per la Commissione Europea, Vincenzo Zezza per il Ministero Sviluppo Economico, Marco Vittori Antisari per l’Enea, Nicoletta Amodio, dirigente Area Ricerca, Innovazione, Education di Confindustria, Giuseppe Pagnano, responsabile del progetto europeo Clean Sky, Loredana Ghinea, direttore del partenariato europeo pubblico-privato Spire, e l’On. Fausto Bertinotti.

 

Al centro del dibattito, ospitato da Roberto Zocchi e Mauro Pontremoli, rispettivamente presidente e amministratore delegato del Centro Sviluppo Materiali Spa, l’importanza della ricerca e le strade che istituzioni e industria devono percorrere in questa direzione per riconquistare posizioni di mercato.

Da una parte, il governo Letta intende creare un “Sistema Nazionale della Ricerca” sostenuto da incentivi fiscali. Dall’altra, la Commissione Europea intende favorire l’eccellenza scientifica e la ricerca con il programma-quadro Horizon 2020.

 

La sede dell’incontro non è casuale: il Centro Sviluppo Materiali Spa, un centro di ricerca applicata e innovazione sui materiali, conosciuto a livello mondiale, ha voluto festeggiare il 50° anniversario della fondazione con un contributo costruttivo in un momento difficile dell’economia, in particolare per il settore industriale.

 

 

Le linee guida di Baretta, per il Governo

 

«Per questo Governo è prioritario definire uno strumento strutturale di agevolazioni fiscali per sostenere le attività di ricerca e sviluppo, che dovrà essere aggiuntivo rispetto al credito d’imposta per l’assunzione di personale altamente specializzato in questo comparto». Queste le parole del sottosegretario, che ha aggiunto: «La creazione di un “Sistema Nazionale della Ricerca” è un’esigenza strategica per lo sviluppo e la competitività del paese e il sostegno alla Ricerca è uno degli obiettivi principali di questo Governo».

 

Anche per l’onorevole Fausto Bertinotti è necessario che l’Italia si allinei agli altri paesi Europei, «con un maggiore impegno finanziario in R&I a favore del sistema produttivo, che deve trovare riscontro nel mondo imprenditoriale».

 

La situazione italiana

 

I dati illustrati da Baretta non sono lusinghieri. Nel 2011 l’Italia ha destinato a Ricerca e Sviluppo l’1,25% del PIL, contro il 3% dei partner europei. Il numero degli addetti in Italia è di circa 350.000 persone di cui 150.000 ricercatori, il 30% donne. In linea con la media europea, ma sottodimensionato rispetto ai Paesi più grandi. Su 54.414 brevetti depositati in Europa nel 2010, solo 4.423 erano italiani a fronte di 8.700 francesi e ben 21.700 tedeschi.

 

La ricetta europea

 

Anche per Herbert von Bose, Direttore nella Direzione Generale Ricerca e Innovazione della Commissione Europea «la situazione di crisi dell’economia mondiale è connessa con una sostanziale perdita di robustezza del sistema produttivo industriale che si è basato troppo su finanza e servizi».

Secondo von Bose, «L’industria deve essere posta al centro della questione europea per conservare una posizione leader a livello globale e far ripartire l’economia in Europa».

 

Von Bose è responsabile di Horizon 2020, programma europeo in cui il Centro Sviluppo Materiali partecipa attivamente con il coordinamento del Progetto MatVal per le attività di ricerca e innovazione sui materiali.

Gli obiettivi che l’Europa si è posta con Horizon 2020 non potranno essere raggiunti, ha spiegato, senza la ricerca creativa e l’impegno nell’innovazione. Dall’energia, ai trasporti, alla salute, all’ambiente, ecc. «la grande sfida è trasformare questi risultati in utile. Un obiettivo a cui il Centro Sviluppo Materiali può dare un contributo importante».

 

Le politiche per la ricerca industriale, secondo l’ENEA

 

Marco Vittorio Antisari, direttore “Unità Tecnica” Tecnologie dei Materiali dell’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), ha sottolineato che «occorrono opportune sinergie e un buon coordinamento fra la politica energetica e il supporto alla ricerca industriale». E’ una premessa indispensabile, ha spiegato, perché i finanziamenti si traducano in reali benefici tecnologici, con ricadute economiche misurabili. Antisari ha ricordato l’esempio negativo del fotovoltaico: «la mancanza di coordinamento nel sistema pubblico non ha portato ricchezza nonostante i rilevanti investimenti».

 

Il Centro Sviluppo Materiali, cinquant’anni di eccellenza

 

«Questo anniversario», ha dichiarato nel suo intervento introduttivo Mauro Pontremoli, «è un passaggio importante per rilanciare con forza il ruolo del Centro Sviluppo Materiali come preziosa risorsa nazionale. Le innovazioni strategiche nel campo dei materiali – ha spiegato – sono in grado di migliorare la competitività delle industrie manifatturiere che operano in importanti settori del comparto».

 

Il Centro Sviluppo Materiali Spa, con sei sedi in Italia e oltre 300 fra dipendenti e collaboratori, è un centro di ricerca applicata che elabora soluzioni tecnologiche all’avanguardia nel campo dei materiali, in particolare acciaio e leghe speciali. L’approccio multidisciplinare le consente di coprire l’intero arco del processo di innovazione, dalla metallurgia alla chimica fisica di processo, fino all’applicazione nella filiera produttiva.

 

In cinquant’anni di attività, il Centro Sviluppo Materiali è divenuto un nodo importante del network di ricerca europeo, con un forte coinvolgimento nella ricerca comunitaria e con la presenza istituzionale in organismi che svolgono un ruolo decisivo anche nel futuro programma europeo Horizon 2020.

 

Tra le filiere di ricerca ed innovazione di maggior rilievo nella prospettiva europea in cui interviene il Centro Sviluppo Materiali, la Siderurgia, l’Aerospazio, l’Energia e l’Ambiente, con particolare riferimento alla valorizzazione dei rifiuti industriali pericolosi per la produzione di energia elettrica e termica (Waste-to-Energy).

 

 

 

 

No Comments
Comunicati

Hotel Belmar: l’hotel con la buona cucina!


L’autunno ormai è arrivato ma non per questo dobbiamo smettere di pensare alle prossime vacanze al mare. Cattolica è una meta turistica visitata da centinaia di persone tutti gli anni. Situata sulla punta dell’Emilia Romagna al confine con le Marche, è una città sul mare ricca di attrazioni. Indubbiamente è molto amata per le sue spiagge e i locali, la vicinanza con i Parchi Divertimento e per i servizi degli hotel. Gli alberghi a Cattolica sono numerosi, dovete solo scegliere quello che preferite.
L’Hotel Belmar è un grazioso hotel 3 stelle, a gestione familiare dal lontano 1965. Questo è sinonimo di grande esperienza. Tutti gli ospiti dell’albergo sono stati deliziati dalla simpatia, la cortesia e l’attenzione che i proprietari hanno da sempre. Inoltre l’hotel è stato completamente rinnovato, perché è giusto essere legato alle tradizioni, ma anche fare spazio all’innovazione. È stato recentemente climatizzato, requisito irrinunciabile soprattutto nelle calde notti d’estate. Dispone di un parcheggio custodito, che vi farà trascorrere le vostre vacanze serenamente, senza dovervi preoccupare di nulla. Ma il fiore all’occhiello della Famiglia Simoncelli è la cucina. A differenza di molte strutture alberghiere, la cucina non presenta menù a buffet. Il proprietario ha deciso di puntare sulla qualità, ed evitare file interminabili per mangiare. Ha preferito concentrarsi sulla cucina tradizionale, quella mediterranea ed in particolare su quella romagnola. Il pesce viene servito ben tre volte a settimana ed è motivo di orgoglio per l’hotel, visto che lascia soddisfatto qualsiasi clienti. È sempre fresco e soprattuto pescato nel nostro mare. La qualità dei prodotti è fondamentale ed indispensabile. Una cura particolare viene rivolta anche ai piccoli ospiti, perché si sa che i bambini hanno gusti ed esigenze ben diverse dagli adulti.

E per non farsi mancare nulla, l’hotel si trova a soli due minuti dalla spiaggia. In vacanza è meglio potersi muovere liberamente e in tutta comodità, senza dover necessariamente rispettare tempi prestabiliti. Nella spiaggia convenzionata troverete anche vasca idromassaggio. Sicuramente una vacanza all’insegna delle coccole e del relax per tutta la famiglia!

No Comments
Comunicati

MolMed NGR-hTNF dati presentati allo European Cancer Congress


MolMed S.p.A. presenterà ulteriori dati sull’efficacia del farmaco sperimentale NGR-hTNF nei sarcomi dei tessuti molli domani allo European Cancer Congress.

Logo MolMed

MolMed S.p.A. (MLM.MI) presenterà domani allo European Cancer Congress 2013 (ECCO-ESMO-ESTRO), in corso ad Amsterdam (Olanda) dal 27 settembre al 1 ottobre 2013, dati ulteriori sull’efficacia del proprio farmaco sperimentale NGR-hTNF in combinazione con la doxorubicina nei sarcomi dei tessuti molli.

La Dr.ssa Emanuela Palmerini dell’istituto ortopedico Rizzoli di Bologna farà una presentazione orale dal titolo “Due dosi di NGR-hTNF somministrato da solo o in combinazione con doxorubicina nei sarcomi dei tessuti molli” alle ore 9:12 di Martedì 1 ottobre 2013, durante la sessione “Sarcomi: tessuti moli e ossa”.

Nuovi dati presentati durante il convegno saranno oggetto di comunicati successivi, rilasciati a margine del convegno stesso.

Studio randomizzato di Fase II di NGR-hTNF nei sarcomi dei tessuti molli

Questo studio a quattro-bracci è stato disegnato per selezionare il migliore regime terapeutico di NGR-hTNF per i pazienti affetti da sarcoma. L’obiettivo primario di raddoppiare il tasso di sopravvivenza a tre mesi senza progressione di malattia (40% vs 20%) è stato raggiunto dalla combinazione di basse dosi intensificate di NGR-hTNF (trattamento settimanale con 0,8 μg/m
2) con la doxorubicina, sia nel primo sia nel secondo stadio dello studio.

Dati preliminari mostrati a giugno al 49° convegno annuale della American Society of Clinical Oncology (ASCO) mostrano inoltre che la superiorità in termini di sopravvivenza libera da malattia (con un aumento della durata media di tre volte) di questo regime rispetto agli altri si è tradotta in un analogo vantaggio in termini di sopravvivenza globale (con un aumento della durata media di due volte).

NGR-hTNF

NGR-hTNF è un nuovo agente terapeutico per i tumori solidi che mostra un’attività antitumorale attraverso il suo legame specifico con i vasi sanguigni che alimentano la massa tumorale. NGR-hTNF è oggetto di in un largo programma di sviluppo clinico, che comprende uno studio di Fase III nel mesotelioma pleurico maligno e sei studi di Fase II nei tumori del colon-retto, del polmone (a piccole cellule e non a piccole cellule), del fegato e dell’ovaio, e nei sarcomi dei tessuti molli.

MolMed
MolMed S.p.A. è un’azienda biotecnologica focalizzata su ricerca, sviluppo e validazione clinica di terapie innovative per la cura del cancro. Il portafoglio-prodotti di MolMed comprende due terapeutici antitumorali in sperimentazione clinica: TK, una terapia cellulare che consente il trapianto di midollo osseo da donatori parzialmente compatibili con il paziente, in assenza di immunosoppressione post-trapianto, in Fase III per la cura delle leucemie ad alto rischio; NGR-hTNF, un nuovo agente mirato ai vasi sanguigni tumorali, in Fase III nel mesotelioma pleurico maligno e in Fase II in altre sei indicazioni: carcinomi del colon-retto, del fegato, del polmone a piccole cellule, del polmone non microcitico e dell’ovaio, e nei sarcomi dei tessuti molli. MolMed offre anche competenze di alto livello in terapia genica e cellulare per sviluppo, realizzazione e validazione di progetti conto terzi; tali competenze spaziano dagli studi preclinici alla sperimentazione clinica di Fase III, inclusa la produzione a uso clinico secondo le GMP correnti di vettori virali e di cellule geneticamente modificate specifiche per il paziente. La Società ha sede a Milano, presso il Parco Scientifico Biomedico San Raffaele. Le azioni di MolMed sono quotate al MTA gestito da Borsa Italiana. (Ticker Reuters: MLMD.MI)

FONTE: MolMed.com

No Comments
Comunicati

Casa Angela una risorsa per gli operatori del settore fiere


Casa Angela Bed and Breakfast in centro ad Udine ci spiega perché scegliere questo B&B se siete un espositore presso una delle fiere che quasi ogni mese si tengono presso l’area espositiva di Udine Fiere.

Udine Fiere organizza ogni anno una molteplicità di fiere riguardanti arredamento, sport e motori, enogastronomia, idee regalo.

Prima di tutto la struttura è molto facile da raggiungere sia che arriviate in auto che in treno visto la vicinanza con la stazione ferroviaria. Se arrivate in macchina potrete raggiungere agevolmente l’area fieristica in circa 10 minuti.

Il bed and breakfast è caratterizzato da un assoluta tranquillità e silenzio e lontano dal traffico cittadino, l’ideale per riposarsi dopo le intense giornate in fiera. Verrete alloggiati in comode e spaziose camere dotate di ogni comfort e sempre con bagno privato. Al mattino un abbondante colazione di tipo continentale fatta in casa vi darà il giusto sprint per affrontare al meglio la giornata.

Completano il quadro la pulizia giornaliera delle stanze, la facilità di parcheggio di fronte alla struttura, connessione internet wifi grauita e tanta disponibilità per qualsiasi vostra richiesta.

A richiesta servizio di transfer dagli aeroporti di Venezia/Treviso e Ronchi dei Legionari.

Inoltre sul sito vengono segnalate nell’apposita sezione eventi le principali fiere della città come la Mostra della Casa Moderna o la Fiera Good di Udine. O ancora la fiera Idea Natale, l’FSBShow.

Potete contattare la proprietaria di Casa Angela andando sul sito casaangela.it accedendo alla sezione  Contatti o Prezzi e Prenotazioni.

No Comments
Comunicati

QNAP rilascia il nuovo sistema operativo QTS 4.0 per i modelli Turbo NAS professionali


QNAP Systems, Inc. forte dei successi raggiunti nel mercato dello storage di rete, rilascia oggi il nuovo sistema operativo modulare QTS 4.0 anche per i modelli Turbo NAS professionali e presenta le nuove unità di espansione con capacità fino a 400TB sviluppate per il mondo business con certificazione VMware VAAI e Microsoft ODX, gestione intelligente dello storage, gestione flessibile dei volumi con thin-provisioning, cache SSD e SMART data migration.

“La versione del nuovo QTS 4.0 per la linea di Turbo NAS home-storage ha avuto un enorme successo” afferma Tony Lu, product manager di QNAP. “Siamo lieti di poter offrire il nuovo QTS 4.0 anche per i modelli professionali, che porteranno innumerevoli benefici in ambito aziendale” ha aggiunto Lu.

Soluzioni scalabili fino a 400TB

QNAP ha reso disponibili le nuove unità di espansione RAID da 400TB, in particolare i nuovi REXP-1200U-RP e REXP-1600U-RP. Entrambe le unità permettono di espandere la capacità totale dei Turbo NAS fino a 400TB. “Le unità di espansione offrono una soluzione vantaggiosa per ampliare lo spazio di archiviazione disponibile” affaerma Lu

Gestione flessibile dei volumi

QTS 4.0 introducew il nuovo Storage Pool che permette ai responsabili IT aziendali di aggregare gruppi RAID su livelli differenti per utilizzare in modo flessibile lo spazio a disposizione. Sullo Storage Pool possono essere creati volumi multipli, con nuove ed interessanti funzionalità come il block-level iSCSI LUN, l’espansione della capacità di storage online, volumi thin-provisioned e space reclaim. Attraverso l’intuitiva interfaccia grafica del QTS 4.0 Storage Manager, gli amministratori IT possono gestire lo spazio di archiviazione su una piattaforma centralizzata.

Protezione dei dati proattiva

QTS 4.0 offre nuove funzionalità per proteggere i dati aziendali, come le unità RAID Hot Spare e Global Hot Spare, migrazione dati SMART, Time-Limited Error Recovery e Error Recovery Control ed una nuova avanzata tecnologia di recupero degli errori RAID in lettura. La protezione proattiva dei dati rende i Turbo NAS la soluzione ideale per tenere al sicuro i dati aziendali.

Una nuova esperienza per la virtualizzazione

I modelli Turbo NAS professionali di QNAP supportano VMware vSphere, Microsoft Hyper-V, e Citrix XenServer. Sono inoltre incluse importanti funzionalità come VMware VAAI for iSCSI and NAS e ODX in Microsoft Windows Server 2012. Queste funzionalità introdotte dal QTS 4.0 incrementano notevolmente le prestazioni degli ambienti virtualizzati. Inoltre, QNAP vSphere Client plug-in e QNAP SMI-S provider for Microsoft System Center Virtual Machine Manager (SCVMM) semplificano la gestione ed incrementano la produttività.

Incremento prestazionale

QTS 4.0 supporta il SSD caching, che incrementa le prestazioni IOPS dei volumi e la connettività 10GbE che incrementa notevolmente il trasferimento dati.

Il supporto per SMB 2.0 migliora le prestazioni del protocollo Microsoft Networking. Gli utenti Windows noteranno un notevole incremento delle prestazioni in lettura e scrittura e sarà possibile lanciare applicazioni concorrenti multiple o ambienti ad alta latenza idi rete come le VPN.

Un sistema NAS “a tutto tondo”

Oltre alle nuove funzionalità dedicate all’ambito business, QTS 4.0 offre nuove e versatili funzioni come l’utilità di sincronizzazione multipiattaforma Qsync e soluzioni di backup come QNAP NetBak Replicator, supporto per Apple Time Machine, replica remota in tempo reale (RTTR), rsymc e supporto cloud storage ed impostazioni avanzate Windows AD/ACL e LDAP.

Disponibilità

Il nuovo QTS 4.0 è disponibile per i seguenti modelli di Turbo NAS della linea business:

TS-EC1679U-RP, TS-1679U-RP, TS-EC1279U-RP, TS-1279U-RP, TS-1270U-RP, TS-EC879U-RP, TS-879U-RP, TS-870U-RP, TS-1079 Pro, TS-879 Pro, TS-1269U-RP, TS-869U-RP, TS-469U-SP, TS-469U-RP, TS-869 Pro, TS-669 Pro, TS-569 Pro, TS-469 Pro, TS-269 Pro

La funzione SSD caching non è disponibile per la serie TS-x69

Le unità REXP-1200U-RP e REXP-1600U-RP sono disponibili solo per le serie TS-x79 e TS-x70U.

Per maggiori informazioni sulla vasta gamma di prodotti QNAP Turbo NAS è possibile visitare il sito www.qnap.com

No Comments
Comunicati

Presentazione del libro Alleva il tuo lupo buono


Sabato 28 Settembre Chiostro di San Tommaso a Fondi è stata la cornice straordinaria della
presentazione del libro “Alleva il tuo lupo buono” di Paolo de Bonis.
Lo spirito di ricerca culturale di San Tommaso, che amava talmente il Chiostro da passeggiare
discutendo con i suoi discepoli, al punto che per diversi anni dopo la sua morte le sue spoglie
mortali rimasero tumulate nei pressi, ha continuato ad aleggiare durante la serata, quando Paolo,
aiutato da Simone di Biasio, ha raccontato come è nata questa serie di racconti, che hanno le
avventure di un maresciallo come filone narrativo, ma che ragionando in profondità trattano il tema
di come ci relazioniamo con gli altri, presi dalla nostre difficoltà quotidiane, dagli equivoci e dai
sensi di colpa che questi creano.
La soluzione che Paolo ha proposto sta nel titolo del libro, allevare con cura il proprio lupo buono,
in modo che questo sia compagno fedele nella vita.
L’intervento di Donatella Di Biasio, responsabile nazionale della Fidapa, ha posto l’accento su come
le donne dei racconti di Paolo siano il motore delle storie, tutte caratterizzate in maniera egregia,
dalla giovane che si innamora del professore, della moglie fedele, della giovane magistrato
carrierista: tutte queste donne hanno dato un valore in più a questi racconti.
Poi le letture di alcuni brani, le domande dei presenti, tutto ha fatto sì che la serata diventasse un
piacevole incontro di amici di Paolo, anche di quelli solo in questa serata lo hanno conosciuto, che
ha lasciato ad ognuno un gradevole ricordo.

No Comments
Comunicati

COOL KIDS CAN’T DIE “FISTINGALBAR” il 04.10.13 al TOILET CLUB Milano


Venerdì 4 ottobre 2013 serata Cool Kids Can’t Die “Fistingalbar” al Toilet Club di via Lodovico il Moro 171, Milano.

COOL KIDS CAN’T DIE è l’unico “queer party” di Milano che da ormai 9 anni infiamma i venerdì notte del Toilet Club. Il dj show di JAPI & LAEMI non è solo un set ma un vero spettacolo dove la musica, il travestimento a tema, l’intrattenimento e l’interazione con il pubblico ne hanno decretato il successo.
Il pubblico di COOL KIDS CAN’T DIE (misto, gay e etero friendly), evento dopo evento, balla canzoni Pop, Electro, Trash e R ‘n’ B che col tempo si sono fuse con le sonorità che vanno dagli anni ‘60 ad oggi, dando vita a mix inconfondibili. Gli stessi djs definiscono infatti la loro selezione come “Lovely Trash, Fag Noises, 60s Kisses, 70s Make Up, 80s Italian Spaghetti, 90s Dance Under the Bridge, Funkabilly, Rhythm ‘n’ Rock, Punk ‘n’ Blues, Drum ‘n’ Revival e Indie ‘n’ Bass”. Ormai non più solo una semplice “serata”, il CKCD è diventato un nuovo modo di vivere la notte , anche grazie al suo importante curriculum di collaborazioni e ai numerosi ospiti internazionali e non che ha avuto il piacere di ospitare in consolle.

DjShow&Love JAPI e LaEMI

*********** ENTRO LE 00:30 COCKTAIL A 5.00€ ********

EVERY FRIDAY COOL KIDS CAN’T DIE @TOILET CLUB.

TOILET CLUB via Lodovico il Moro 171, Milano Aperto dalle 23 alle 4

INGRESSO GRATUITO con tessera ARCI, ARCIGAY, ARCILESBICA, UISP
NON HAI ANCORA LA TESSERA ARCI? Richiedila almeno 24h prima di venire al Toilet compilando il form all’indirizzo www.circolotoilet.it/tessera

Info: www.circolotoilet.it [email protected]

No Comments
Comunicati

Red Hat presenta un nuovo EMEA Partner Program


Il leader nell’open source ridefinisce la struttura del programma di canale per permettere ai partner di focalizzarsi sulle soluzioni

Milano, 30 settembre 2013 – Red Hat, Inc. (NYSE: RHT), leader mondiale nella fornitura di soluzioni open source, ha annunciato un aggiornamento del Partner Program EMEA con un nuovo programma maggiormente focalizzato su un’offerta basata su soluzioni.

Il programma ha l’obiettivo di incentivare i partner ad ampliare la conoscenza dei prodotti Red Hat all’interno di tre aree di specializzazione: infrastruttura del data center, soluzioni middleware e infrastruttura cloud. I prodotti verranno catalogati all’interno di ciascuna di queste aree e i partner formati e supportati con asset e campagne specifiche per la generazione di opportunità di business. Grazie a questo nuovo programma, i partner verranno premiati in base al livello di conoscenza e alla creazione di programmi go-to-market all’interno di ogni area.

Al fine di ampliare le competenze all’interno di ogni specializzazione, Red Hat intende offrire ai partner l’accesso al nuovo Online Partner Enablement Network (OPEN), fornendo training virtuale, demo e accesso a una completa libreria tecnica che, per i partner Premier e Advanced, saranno gratuiti. Ulteriori vantaggi del programma comprendono rebate più elevati in fase di registrazione dei deal per i Premier partner che hanno acquisito competenze oltre la soglia minima richiesta. I partner Advanced e Premier avranno inoltre la possibilità di accedere a fondi per lo sviluppo del business volti all’esecuzione di determinate attività di vendita.

“In un ambiente in costante evoluzione, in cui le aziende gestiscono tecnologie eterogenee, i clienti sono alla ricerca di soluzioni aperte e interoperabili piuttosto che di prodotti singoli che risolvono solo uno dei problemi di business. Per permettere ai nostri partner di effettuare tale cambiamento, abbiamo intenzione di rendere disponibili i vantaggi del programma e la formazione sulle soluzioni integrate che indirizzano direttamente le tendenze del mercato”, commenta Petra Heinrich, vice president Partners and Alliances EMEA in Red Hat.

L’evoluzione del Red Hat EMEA Partner Program ha l’obiettivo di soddisfare le esigenze del canale e le aspettative del crescente numero di clienti nella regione.

“La classificazione in base alla soluzione, piuttosto che su capacità o prodotto, può essere interessante per i clienti che desiderano passare da asset legacy a piattaforme standard aperte. Il nuovo programma è pensato per abilitare i partner a commercializzare in modo efficace le soluzioni per queste nuove aree e competenze. Più capacità il partner accumula, più elevati saranno i vantaggi offerti dal programma. Non solo per i partner, ma anche per i clienti”, continua Heinrich.

Il nuovo Red Hat EMEA Partner Program sostituirà quello esistente a maggio 2014. I partner inizieranno ad acquisire nuovi requisiti a breve per garantire il mantenimento dello status di Advanced o Premier partner.

No Comments
Comunicati

Sebastian Milano: quando lusso fa rima con scarpa

Sebastian Milano, azienda leader nella produzione di calzature di lusso, grazie ai modelli fashion e glamour, conquista il cuore di celebrities internazionali.

Bar Refaeli, Veridiana Mallmann, Federica Panicucci, Elisabetta Gregoraci sono solo alcune delle celebrità che hanno scelto di calzare, durante eventi prestigiosi, serate mondane o programmi televisivi, le scarpe di lusso firmate Sebastian Milano.

L’azienda, grazie anche ad una famosa e in gamba P.R. come Valentina Micchetti, sta espandendo sempre più la propria Brand Awareness anche oltreoceano. A testimoniare questa “evangelizzazione del brand” sono volti noti dello spettacolo americano come Allison Holker, ballerina del famoso “High School Musical”, Deborah Ann Woll, attrice statunitense famosa soprattutto per la serie “True Blood”, Pamela Anderson, Inbar Lavi, attrice di serie TV su MTV, Karina Smirnoff, ballerina.

Non è difficile capire come mai VIP e non solo si innamorino a colpo d’occhio delle scarpe Sebastian Milano: la raffinatezza dei materiali, l’eleganza dei colori, lo stile della forma mostrano una scarpa da sogno, che ogni principessa desidererebbe per vivere la magia della fiaba di cui è la sola protagonista.

Sebastian Milano (www.sebastianmilano.com) è presente sui principali Social Networks, dove condivide notizie, immagini e curiosità sul mondo del fashion e del lusso:

Facebook https://www.facebook.com/sebastianmilanoshoes
Twitter twitter.com/Sebastian_Shoes
Pinterest http://www.pinterest.com/sebastianmilano/
Instagram http://instagram.com/sebastianshoes/
Oggi il marchio Sebastian Milano è riconosciuto come sinonimo di eccellenza e lusso in tutto il mondo, al vertice dell’industria calzaturiera italiana. La qualità del prodotto, esclusivamente Made in Italy, la ricerca stilistica e l’attenzione ai particolari curati nei minimi dettagli, sono i tratti identificativi del brand.
9 negozi monomarca, una prestigiosa showroom in via Montenapoleone a Milano, oltre 300 specialities stores, presenza in 34 paesi: ecco i numeri di Sebastian Milano.

HEADQUARTER

SEBASTIAN S.p.A.
Via Langhirano 85/B
43124 Parma Italia
Tel. +39 0521 252 592
Fax. +39 0521 250 500
[email protected]
www.sebastianmilano.com

SHOWROOM

MASSIMO BONINI / Press Office
Via Montenapoleone 3
20121 Milano
Tel. +39 02 783 988
Fax. +39 02 784 093
[email protected]

No Comments
Comunicati

EAN 13: quando t-shirt fa rima con Swarovski

EAN 13 Collection, noto brand carpigiano che realizza e commercializza capi made with Swarovski Elements, viene scelto dalle più note celebrità italiane

Lo stile unico e inconfondibile, le stampe prestigiose incorniciate su t-shirt, maglie e abiti, i disegni creativi, la qualità eccellente dei materiali fanno sì che i capi EAN 13 riscuotano un sempre maggior successo tra i VIP. La particolarità di EAN 13 è sicuramente la presenza degli Swarovski Elements sui capi, che conferiscono una luminosità senza eguali, rendendo l’abbigliamento prezioso.

Ecco perché numerose celebrities (uomini e donne) scelgono di indossare EAN 13 durante feste mondane e programmi televisivi: Bruno Cabrerizo, famoso ballerino, Federico Costantini, giovane promessa del cinema italiano, la cantante Fiordaliso, la presentatrice Sofia Bruscoli, Veronica Gatto, giornalista e showgirl, Barbara d’Urso, nota conduttrice televisiva, Juliana Moreira, showgirl, Antonella Clerici, conduttrice de “La Prova del Cuoco”, Adriana Volpe.
E per inaugurare la nuova collezione autunno/inverno 2013/2014, che sarà presto sullo shop online (shop.ean13.it), l’azienda ha scelto, come testimonial della sfilata tenutasi a Pesaro, la bellissima Raffaella Fico.

Se volete rimanere costantemente aggiornati su notizie, immagini, curiosità EAN 13, potete seguire il brand sui principali Social Networks:

Facebook https://www.facebook.com/ean13collection
Twitter https://twitter.com/ean13collection
Pinterest http://www.pinterest.com/collezioniean13/
Instagram http://instagram.com/ean13
Youtube http://www.youtube.com/user/ean13collection

E’ nel 2004 che, grazie all’idea e all’intuizione di Francesco Russo e sua moglie Cristina Carnevali, nasce EAN 13 Collection, azienda con sede a Carpi che realizza capi made with Swarovski Elements.
La t-shirt è sicuramente l’elemento distintivo del brand, tanto che sullo shop online è stata creata un’intera sezione alle t-shirt più famose e vendute (“Hall of Fame”).

La sede EAN 13 Collection è in Via Platone 8 a Carpi (Ph: +39 059 6229725 Fax: +39 059 699212 E-mail: [email protected]).
Showroom:

Unique Italia
Via G.B. Morgagni, 33
20129 Milano (MI) Italy
Ph: +39 02 74281284
Fax: +39 02 29400739
[email protected]

Making Waves
Hessenplein 2
2000 Antwerpen – Belgium
Ph: + 32 3 2262044
[email protected]

No Comments
Comunicati

WOC 2014: A FOLGARIA LA SPRINT RELAY EMOZIONA ANCHE TECNICI E RAPPRESENTANTI FISO

Allenamenti internazionali bussola in mano per tanti atleti da una ventina di Paesi

Tanti top runners per la seconda prova sprint relay in preparazione del Campionato del Mondo 2014

Dominio svizzero tra le vie del paese trentino sotto l’occhio vigile della FISO

 

Giovani e promettenti, sono questi i campioni nell’attuale panorama orientistico internazionale che si sono dati appuntamento lo scorso weekend sugli Altipiani di Folgaria e Lavarone (TN), per allenarsi e gareggiare in vista del Campionato del Mondo di Orienteering e Trail Orienteering che il prossimo anno sarà di scena tra Veneto e Trentino (5-12 luglio 2014).

Molto atteso in calendario era l’appuntamento di venerdì 27 settembre nel centro di Folgaria, dove si è tenuto il secondo test della nuova Sprint Relay, una staffetta a squadre che ha tutte le carte in regola per stupire ed emozionare il pubblico.

Nell’arena di Piazza Marconi a Folgaria erano più di un centinaio gli atleti e le atlete presenti, provenienti da 14 diversi Paesi. C’erano i campioni finlandesi Anni Maija Fincke e Mårten Boström, la tre volte campionessa del mondo juniores Ida Bobach (DEN), ma i più numerosi sono stati di certo gli svizzeri. I rosso crociati potevano contare su Daniel Hubmann e Matthias Kyburz, rispettivamente al secondo e terzo posto del ranking mondiale. Infine non sono mancati nemmeno tanti italiani con il neo campione tricolore Klaus Schgaguler, il campione trentino middle distance Roberto Dallavalle e tanti giovanissimi atleti azzurri che ad inizio ottobre saranno impegnati nella Junior European Cup 2013 di Le Bessat (FRA).

Venendo al formato di gara, ogni team si compone di 4 staffettisti, nell’ordine donna-uomo-uomo-donna, con la prima batteria che va a posizionarsi sulla linea di partenza per una classica mass start. Cartine coperte a terra, bussola in una mano e chip identificativo ben stretto nell’altra e via con il countdown. Al via è un attimo: le gambe scattano in avanti e le mani strappano da terra la mappa, si parte. Sulla cartina sono indicati i punti di controllo dove transitare secondo un preciso ordine, il resto è tecnica ed allenamento. Servono velocità di riflessi nel leggere la mappa, ma anche di gambe per passare da una lanterna all’altra nel minor tempo possibile. Al controllo si arriva di corsa e si rallenta appena per riuscire ad inserire il chip personale – una specie di chiavetta – nell’apposito “check point” e poi via di nuovo. Terminato il giro si ritorna sull’arrivo per il passaggio di testimone. Basta un tocco di mano per dare il “la” alla staffetta successiva che, una volta presa una nuova mappa, si getta sul tracciato fino a dare il cambio ai compagni a seguire.

“Il nuovo format di gara è sicuramente divertente – è il commento a fine gara del campione italiano Klaus Schgaguler – devo capire meglio come correre con gli altri, però trovo sempre avvincenti le gare uomo contro uomo.”

“Il tracciato è molto veloce – spiega invece il trentino Roberto Dallavalle – però bisogna stare molto attenti a non sbagliare. Visti i continui cambi di direzione e di ritmo, direi che forse conta molto prepararsi bene sulla corsa più ancora che dal punto di vista tecnico.”

Alla fine la gara folgaretana ha visto un predominio assoluto da parte dei team svizzeri, che hanno fatto proprie le prime quattro posizioni della classifica. In quinta piazza è poi arrivato il quartetto finlandese di Fincke e Boström. I primi italiani sono stati Aaron Gaio e Francesca Taufer che correvano in squadra mista con la forte danese Ida Bobach ed il compagno Andreas Hougaard Boesen, piazzatisi all’11° posto.

“Ovviamente il mondiale è il nostro ed il mio obiettivo per il prossimo anno – ha detto con il sorriso Matthias Kyburz – è per questo che ci stiamo allenando molto anche nella nuova sprint relay. Abbiamo testato anche i terreni di Asiago, molto belli e promettenti.”

“Correre una sprint a staffetta è un nuovo concetto per noi e nessuno lo conosce ancora bene – è invece il commento del campione iridato sprint Mårten Boström – penso sia molto importante avere più gare “spectator friendly”. Forse si dovranno fare ancora alcune modifiche ai tracciati perché è ancora facile seguire gli altri avversari e per non farsi distrarre sei costretto continuamente a leggere la mappa.”

In zona arrivo erano in tanti anche i rappresentanti FISO e del Comitato Organizzatore di WOC e WTOC 2014, attenti ad ogni minimo dettaglio. Tra di loro c’era anche il presiedente del CO, Gianni Mazzeni, che si è detto alquanto emozionato dalla presenza di così tante stelle dell’orienteering.

“Con i continui passaggi in arena l’intera gara si fa davvero avvincente. È certo che al mondiale sarà tutta un’altra cosa perché i tempi di distacco tra i primi saranno molto più ridotti rispetto a queste fasi di allenamento, e ciò contribuirà a rendere il tutto ancor più spettacolare.”

Le gare sono poi proseguite nel weekend con la 2 Giorni dell’Altopiano in cui sono andate in scena anche le due prove middle e long distance (che attribuiva inoltre punteggi per il World Ranking) tra i boschi di Lavarone, che hanno accolto nel complesso atleti da circa una ventina di Nazioni, tra cui il recente campione del mondo middle distance e staffetta Leonid Novikov (RUS), che si era riscaldato anche venerdì tra le vie folgaretane, e poi il campione francese delle prove middle distance Thierry Gueorgiou, attualmente in testa al ranking mondiale.

Il calendario di training ufficiali si chiude quindi qui per il 2013 ed i test riprenderanno a fine maggio. Nel frattempo non si ferma la macchina organizzativa, che proprio venerdì scorso ha tirato le somme di quelli che saranno i punti cruciali del Mondiale 2014. “Gli ingranaggi sono ben oliati – ha confermato Mazzeni – e sono certo che tutto procederà per il meglio.”

Info: www.woc2014.info

No Comments
Comunicati

3T BIKE IN AVVICINAMENTO IN VALSUGANA (TN), SFIDA ACCESA TRA LE QUOTE ROSA

Domenica 13 ottobre salta in sella la 3T Bike in Valsugana

Menapace, Gaddoni, Ferrari e Paolazzi tra le… prime donne

Attesa per i grandi anche al maschile e chiusura Trentino MTB

Pacchetti vacanza allettanti per immergersi nel Lagorai

La stagione della bicicletta entra nella fase autunnale, quella delle foglie che cadono e delle temperature più fresche, tuttavia gli appuntamenti di spessore sono tutt’altro che terminati, a partire dalla trentina 3T Bike in calendario il prossimo 13 ottobre. Tra i comuni di Telve, Telve di Sopra, Torcegno e Carzano, a circa 40 km da Trento, è in programma la 6.a edizione della prova in fuoristrada, quest’anno più off-road che mai, con un tracciato di 31 km complessivi che promette scintille. La partenza e il finish sono fissati a Telve e il tutto è condito da due GPM (mai comunque sopra i mille metri di quota), da tanto tortuosi quanto panoramici sentieri, sia in salita che in discesa, cui si aggiungono tratti su prato o in mezzo ad un parco fluviale e frammenti circondati da castagneti secolari e coltivazioni di piccoli frutti. Il dislivello totale è di 1300 metri, tutto all’ombra della catena del Lagorai trentino, e a poco più di due settimane dal via il conteggio iscritti ha superato i 400 con una sfida al femminile tutta da seguire.

La neo campionessa italiana marathon Elena Gaddoni ha confermato la propria presenza e sarà indubbiamente la donna da battere, visto l’ottimo periodo di forma. In Sicilia, ai recenti campionati tricolori, ha condotto con autorità dall’inizio alla fine infliggendo distacchi considerevoli a tutte le sfidanti. E tra queste c’era anche Lorenza Menapace, seconda agli Italiani, che avrà più di un motivo per piazzare la propria ruota davanti alla romagnola. Da una parte sarà a caccia di rivincita sulla biker del Team FRM, dall’altra l’atleta trentina non è mai salita sul primo gradino della 3T Bike. Oltre a ciò, la Menapace è attualmente in testa alla classifica élite femminile di Trentino MTB che proprio a Telve calerà il sipario per il 2013, e a questo proposito sarà duello tra la biker della Val di Non e Claudia Paolazzi, in ritardo di poco più di 600 lunghezze. Alla gara del 13 ottobre ci sarà anche un’assai nota conoscenza della 3T Bike e del pianeta off-road, ovvero Anna Ferrari, prima nel 2009 e 2010, cui va aggiunta la trentina Debora Coslop (prima nel 2008 e seconda nel 2009 e 2010).

Le iscrizioni, fanno sapere gli organizzatori del GS Lagorai Bike, sono in continuo afflusso e si prevede un’impennata nell’ultima settimana prima della gara. C’è attesa, nel frattempo, anche di vedere chi si fregerà del titolo di campione di Trentino MTB nelle varie categorie.

Come tradizione, la 3T Bike sarà anticipata al sabato dalla Mini 3T Bike riservata a bambini e ragazzi tra i 7 e i 12 anni. Si corre a Torcegno presso il campo sportivo dove verrà allestito un breve circuito da ripetere più volte a seconda dell’età.

Prendere parte alla 3T Bike è occasione per immergersi nell’area del Lagorai trentino e vivere situazioni ed emozioni uniche. A questo riguardo, le proposte dell’Associazione Operatori Turistici Valsugana – Lagorai – Val di Sella intendono soddisfare chiunque, con pacchetti vacanza di diverso taglio, da quello base di un giorno per chi non riesce a concedersi troppo tempo, fino ai 3 o 4 giorni per coloro che hanno la possibilità di arrivare a Telve e dintorni già il mercoledì o il giovedì.

Oltre alla partecipazione alla gara vengono proposte escursioni, degustazioni e feste, dove sport, natura e divertimento sono alla portata di ognuno. I dettagli delle offerte vacanza, così come quelli di gara, sono sul sito www.3tbike.it

 

No Comments
Comunicati

WOC 2014, IN ATTESA DEI MONDIALI, AL VIA IL 1° OFFICIAL TRAINING CAMP

Questa settimana tante opportunità per allenarsi in vista dei Mondiali di Orienteering 2014

Nazionali, team e atleti al top, il gotha orientistico è servito

Venerdì a Folgaria atteso secondo test per il nuovo format della Sprint Relay

 

Si è aperto lunedì a Venezia il primo Official Training Camp in vista dell’appuntamento del prossimo luglio (5-12) con il World Orienteering Championship (WOC) 2014, massima competizione mondiale per gli appassionati di bussole, lanterne e carte topografiche.

Per la settimana in corso non è stato predisposto alcun programma vincolante, in modo da dare la possibilità ai team ed agli atleti di gestire al meglio le proprie sessioni di allenamento.

A Venezia, nel frattempo, lunedì si è tenuto l’allenamento Sprint, format di gara che ritroveremo anche nelle competizioni mondiali di luglio. Proprio nella città lagunare, infatti, è prevista la prima giornata di competizioni con le qualificazioni Sprint il mattino del 5 luglio sull’Isola di Burano, per trasferirsi poi nel sestiere di Castello per le finali che si terranno nel pomeriggio dello stesso giorno.

All’allenamento veneziano hanno preso parte pochi eletti di altissimo livello come il norvegese Øystein Kvaal Østerbø e la danese Ida Bobach, regina dell’orienteering con tre titoli mondiali juniores all’attivo (2009-2010-2011) e attualmente al 7° posto nel ranking mondiale femminile. Per la settimana si attendono i team nazionali di Svizzera, Russia, Polonia, Finlandia, Ucraina, Lituania, Giappone, Gran Bretagna, Germania e Bulgaria, ai quali si sono accodati alcuni tra i più importanti club di orienteering del mondo con i propri top runners. Dalla Norvegia arriva infatti l’Halden SK, dalla Svezia il team Ifk Lidingo e dalla Finlandia il Kalevan Rasti.

Una volta conclusi gli allenamenti ci si potrà trasferire a Lavarone (TN) per il weekend e prendere così parte alla Due Giorni dell’Altopiano (28-29 settembre), inserita tra le gare che attribuiscono punti per il World Ranking. Non si sono fatti certo attendere i primi nomi di peso ed in partenza ritroveremo alcuni tra i più forti orientisti sulla scena mondiale attuale, come gli svizzeri Matthias Kyburz e Daniel Hubmann o il francese campione del mondo nella long distance, Thierry Gueorgiou, vere teste di serie della graduatoria mondiale. Ci saranno anche i nuovi campioni del mondo 2013 Mårten B. Boström (sprint) e Leonid Novikov (middle), mentre tra le donne vedremo all’opera la giovane Bobach assieme ad Anni-Maija Fincke (FIN) ed Eva Jurenikova (CZE). Anche gli azzurri presenzieranno in massa agli eventi del weekend, dal neo-campione italiano Klaus Schgaguler al trentino Roberto Dallavalle e poi i vari Negrello, Tenani, Seppi, Caraglio, Zagonel e Rigoni.

Ma venerdì a Folgaria sarà anche tempo per il secondo test del nuovo format di gara della Sprint Relay, la staffetta a squadre che debutterà ufficialmente come prova iridata proprio in occasione del WOC 2014. Nel programma iridato la “prima” è attesa per il pomeriggio del 7 luglio nel centro di Trento, ma gli organizzatori italiani hanno previsto un tris di prove per approntare al meglio ogni dettaglio. La prima è andata in scena lo scorso 20 settembre a Corvara (BZ) mentre la terza è prevista a Pergine Valsugana (TN) il 31 maggio 2014.

Dalle prime indiscrezioni che arrivano dall’Alta Badia il nuovo format avrebbe confermato le sue mille potenzialità, soprattutto sotto il profilo della copertura mediatica. Il campo di gara si concentrerà per lo più su terreno urbano e nei parchi cittadini, all’interno di un’area ristretta, tutti aspetti che faciliteranno la comprensione della competizione anche agli spettatori presenti sul posto. I tempi d’azione si faranno rapidi e la tensione agonistica rimarrà sempre alta, così anche il pubblico potrà godere di un evento che sotto ogni punto di vista sembra essere destinato a dare grande spettacolo. Come se non bastasse, c’è chi avanza anche l’ipotesi che questa tipologia di gara potrebbe rientrare nelle corde di molti atleti azzurri, abituati più di altri a gareggiare in città.

Assieme al WOC 2014 approderà in Italia anche il Campionato del Mondo di Trail Orienteering (WTOC) ed una 5 Days of Italy che porterà centinaia di appassionati sulle tracce delle competizioni iridate, dalla laguna di Venezia agli altipiani di Asiago, di Folgaria, Lavarone e Luserna fino alla città di Trento. Stay tuned!

Info: www.woc2014.info

 

 

 

No Comments
Comunicati

Un Welcome Center al Porto di Civitavecchia accoglierà turisti e crocieristi






Si tratta di un nuovo centro accoglienza multimediale che permetterà ai turisti di orientarsi e accedere alle risorse di Civitavecchia e del territorio






Il nuovo Welcome center, nel cuore del porto di Civitavecchia, è pronto per accogliere i numerosi turisti che sbarcano sulle banchine laziali. Si tratta di una Cyber Hall, che funge da porta di accesso al Lazio e alle sue risorse culturali: uno spazio hi-tech dove orientarsi e pianificare il proprio itinerario grazie a tecnologie di ultima generazione, personale specializzato e una nuova app gratuita dedicata.

Il centro di accoglienza  e' stato recentemente inaugurato alla presenza del vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio, del sindaco di Civitavecchia, Pietro Tidei e del segretario generale dell'Autorita' Portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta, Maurizio Ievolella.

"Il Welcome Centre unisce due asset fondamentali: alta tecnologica e territorio. Sfruttare l'innovazione per valorizzare le bellezze del nostro territorio rappresenta un esempio virtuoso di integrazione tra modernita' e tradizione. Altro elemento di rilevanza e' l'apporto che questo spazio hi-tech potra' dare allo sviluppo di un turismo di qualità che, oltre alla capitale, avra' l'opportunita' di conoscere e visitare anche altri siti di interesse paesaggistico, storico e culturale della nostra regione. Oggi poniamo le basi per fare di Civitavecchia e del suo porto un hub per il turismo non solo della capitale ma di tutto il Lazio, puntando al rilancio del settore turistico che, una volta a sistema, avra' ricadute evidenti in termini economici e di occupazione " ha commentato il vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio.

Da oggi turisti e crocieristi potranno contare su un punto di 'snodo strategico', proprio nei pressi della banchina di sbarco del porto, per costruire tour personalizzati alla scoperta dell'immenso patrimonio culturale del Lazio, tra cui i 5 siti finora valorizzati dalle installazioni del Dtc (dalla necropoli della Banditaccia di Cerveteri al palazzo Farnese di Caprarola, da palazzo Braschi a Roma al santuario di Greccio, al palazzo Ducale di Atina).

Le aree funzionali del centro sono quattro. Nella sala d'ingresso si potrà accedere a cinque postazioni touch screen interattive collegate ad internet dove consultare materiale cartografico, itinerari, eventi culturali, monumenti e percorsi presenti anche sul portale del Dtc, www.futouring.com. Il viaggio nel Lazio prosegue nell'area info lounge, dove grazie a personale specializzato, si potranno anche provare le due nuove applicazioni tecnologiche, Touch Lazio e Lazio Slide. Con il tavolo digitale Touch Lazio (attraverso tecnologie a raggi infrarossi e marcatori visivi) si potra' creare il proprio viaggio tra migliaia di punti d'interesse culturali presenti su www.futouring.com, spostando semplicemente le pedine come in una scacchiera digitale. Il tutto corredato da fotografie, illustrazioni, video e tracce audio. Nella terza area si trova l'ultima istallazione: la finestra sul Lazio. L'applicazione fornisce un'esperienza coinvolgente dove il visitatore vede rompersi davanti a se' le pietre della parete e apparire dieci panorami spettacolari (da Villa Adriana a Villa D'Este, dalla terrazza del Pincio a quella del Gianicolo, fino alla veduta dalla cupola di San Pietro) da ammirare sotto l'effetto di uno scorcio a 180°. Cio' grazie all'image analysis, una tecnologia che in base alla posizione del visitatore e all'orientamento della sua testa indirizza la visualizzazione proiettata, abbinando il fascino dell'immagine ad un'interazione del tutto naturale.

Infine l'ultima area, il cortile, dedicato al ristoro e alla sosta dei turisti. Ad arricchire la visita anche Welcome App Lazio, l'applicazione gratuita che mette a sistema informazioni e contenuti multimediali geolocalizzati relativi ai punti d'interesse storico, artistico e culturale di Civitavecchia (il centro storico, la rocca, porta Livorno, forte Michelangelo, ecc.) e delle zone limitrofe, dal castello Odescalchi di Santa Marinella alla riserva naturale Macchiatonda fino all'eremo della SS. Trinita', il piu' antico insediamento monastico del territorio.

Lazio Slide, basato su un software in grado di riconoscere il movimento dell'utente nello spazio, e' invece il nuovo strumento a disposizione del visitatore per assistere a proiezioni interattive: con un semplice gesto del visitatore su una delle cinque slide, si attivera' di volta in volta il video desiderato per scoprire le bellezze del Lazio.

Fonte: Libero Quotidiano


No Comments
Comunicati

DATCH: un brand ricco di novità

DATCH, brand streetwear rivolto ai giovani, non si accontenta delle novità sul fronte retail.
Si spinge oltre, puntando sempre più sullo shop online.

Il 2013 rappresenta sicuramente un anno importante per DATCH, noto brand del jeanswear italiano, che vede al suo timone un nuovo comandante: Brand Box S.r.l., società costituita da manager specializzati nella gestione e nello sviluppo retail nel settore moda.

Durante l’anno, aprono numerosi punti vendita in diverse località d’Italia: San Marino, Mondovì, Molfetta, Città Sant’Angelo, Villafranca di Verona, Cilento per perseguire l’obiettivo di sviluppo della rete vendita sul territorio italiano.
Fondamentale novità è l’inaugurazione dello shop online www.datch.com, un portale di e-commerce rivolto non solo ai fan di DATCH, ma anche a tutti i “cool-hunter” alla continua ricerca dell’ultimo capo trend. Importante sapere che lo shop online di DATCH è strutturato per consentire una navigazione semplice, immediata ed intuitiva e, dietro all’interfaccia accattivante, è presente un team ben organizzato che si occupa del Customer Care in maniera rapida ed efficace per rispondere a domande, soddisfare esigenze, risolvere dubbi degli utenti.

A breve sarà online la nuova collezione autunno/inverno 2013/2014, che non mancherà di riservare piacevoli sorprese non solo agli adulti, ma anche ai più piccoli.
Per scoprire le novità, ricevere informazioni in anteprima e rimanere aggiornati sul mondo DATCH, potete seguire le news sui principali Social Networks del brand:

Facebook https://www.facebook.com/pages/DATCH/101744214085
Twitter https://twitter.com/Datch_clothing
Pinterest http://www.pinterest.com/datch1956/
Instagram http://instagram.com/datch1956

 

Datch, brand di abbigliamento giovane e casual, vende I propri capi presso gli outlet dislocati in varie città d’Italia e sullo shop online: www.datch.com

Dati Societari
Brandbox S.r.l.
Via Pacinotti 4/b, 37135 Verona (VR), Italy
Tel. +39 045 4681390
Web www.datch.com
E-mail [email protected]

 

 

No Comments
Comunicati

Paolo Limiti in visita presso la futuristica Giax Tower di Giovanni Gelmetti

Tra le molte personalità illustri che hanno visitato la Giax Tower, Giovanni Gelmetti ha recentemente ospitato Paolo Limiti, grande personaggio di cultura, che ha fatto la storia della televisione e della musica italiana.

 L’imprenditore immobiliare milanese ha infatti accompagnato il noto conduttore, in un autentico tour dell’avveniristico grattacielo di moda a Milano, ubicato nella nuova zona di tendenza della città. Limiti si è complimentato con Gelmetti per questo geniale progetto, proiettato verso il futuro e che offre tutte le tecnologie più all’avanguardia. Classe energetica A, tecnologie eco-compatibili, appartamenti per ogni tipo di esigenza, impianto domotico, spa, piscine, club house, library room, palestra e ben 6000 mq di verde privato, sono solo alcune delle caratteristiche e degli spazi che offre il grattacielo, diventato un’icona della città di Milano.

Giovanni Gelmetti, che serba molta ammirazione e rispetto per la persona e la professionalità di Limiti, è rimasto entusiasta della splendida giornata, che si è conclusa al piano più alto della Giax Tower, davanti ad un panorama incredibile.

No Comments
Comunicati

Grissin Bon Pallacanestro Reggiana e Virtus Granarolo Bologna insieme: un’amichevole dedicata alle popolazioni terremotate.


Si chiama Mirandola Basket City la manifestazione sportiva organizzata dalla Polisportiva G. Pico che porterà a Mirandola il 5 e il 6 ottobre 2013 la pallacanestro per offrire alle popolazioni colpite dal terremoto una due giorni dedicata allo sport e un’amichevole fra Grissin Bon Pallacanestro Reggiana e Virtus Granarolo Bologna un evento unico e imperdibile.

L’idea di una due giorni a Mirandola dedicata al Basket: Sembra passato tanto tempo da quelle terribili settimane di maggio 2012, in apparenza sembra che tutto sia ritornato all’ordine, ma in realtà il ricordo di quei giorni è ancora molto forte negli abitanti di Mirandola. In questi mesi tante cose sono state fatte grazie alla forza d’animo, alla dignità e allo spirito di iniziativa della popolazione emiliana ma c’è ancora tanto da fare. Dopo il terremoto il mondo dello sport si mobilitò per aiutare le persone colpite dal sisma proprio come fece la Polisportiva G. Pico che organizzò iniziative di solidarietà anche durante i mesi successivi e che riuscì a trasformare il basket in un punto di riferimento soprattutto per i ragazzi e i bambini di Mirandola e dei paesi limitrofi. Questo impegno non è mai venuto meno: nella stagione agonistica 2012-2013 la Polisportiva G. Pico ha visto aumentare i propri iscritti ai quali ha offerto l’opportunità di coltivare le proprie passioni sportive anche in situazioni di delicata emergenza. Grazie a quest’attenzione la Polisportiva G. Pico ha pensato che, a venti mesi dal terremoto del maggio 2012, fosse importante offrire a tutta la popolazione del territorio una due giorni dedicata allo sport e al basket in particolare. Mirandola Basket City si presenta come la prima grande festa del basket del nostro territorio. Il mondo dello sport locale porterà pure con sé il ricordo del terremoto che ci ha colpito, ma Mirandola Basket City non vuole però essere uno sguardo al passato, piuttosto vuole diventare uno slancio verso il futuro, verso quel domani che si può costruire, collaborando attivamente insieme.” Così presenta l’iniziativa Stefano Baraldi Presidente Polisportiva G. Pico, impegnato in prima linea nell’organizzazione di questo evento e che continua ricordando e ringraziando “… tutte le persone che sino ad ora ci hanno aiutato e sostenuto, con un impagabile spirito di solidarietà e di vicinanza.”

Un evento sportivo unico lungo due giorni: da qui è nata Mirandola Basket City una manifestazione sportiva che si terrà sabato 5 e domenica 6 ottobre 2013 presso il Palazzetto dello Sport di Mirandola, Centro Sportivo di Via Dorando Pietri. L’evento è organizzato dalla Polisportiva G. Pico, con il patrocinio del Comune di Mirandola e il contributo di Reggiani & Associati, Sport Point Erreà (sponsor tecnico), Radio Bruno (media partner)

 

Il programma e l’amichevole fra Virtus Granarolo Bologna e Pallacanestro Reggiana: un fitto programma di attività animerà la giornata di sabato 5 ottobre: sarà infatti organizzato un clinic per allenatori del settore giovanile, settore questo, che sarà protagonista delle iniziative che si terranno anche la domenica dal mattino al primo pomeriggio.

Domenica 6 ottobre alle ore 18,00 Mirandola Basket City ospiterà un’amichevole fra Virtus Granarolo Bologna e Grissin Bon Pallacanestro Reggiana. I bambini al di sotto dei 10 anni e tutti i tesserati della Polisportiva G. Pico potranno assistere alla partita gratuitamente. “La presenza a Mirandola di Granarolo Virtus Bologna e Grissin Bon Pallacanestro Reggiana costituisce l’ultimo – ma solo in ordine temporale – esempio di solidarietà concreta e fattiva che il mondo dello sport ha riservato alle società colpite dal terremoto. A Virtus Granarolo e Pallacanestro Reggiana va il nostro grazie per la sensibilità e l’attenzione che ci hanno dimostrato.” Così saluta le due squadre ospiti Stefano Baraldi precisando che “La Polisportiva G. Pico, e Pico Basket 1971 in particolare, non dimenticheranno mai le tante iniziative a favore dei propri tesserati che si sono succedute negli ultimi 20 mesi: a tutti i nostri benefattori va un grandissimo grazie e tutta la nostra riconoscenza per quanto abbiamo ricevuto”.

L’ingresso alla partita fra Virtus Granarolo Bologna e Grissin Bon Pallacanestro Reggiana: il pubblico potrà partecipare alla manifestazione acquistando con una donazione di € 10,00 il kit Mirandola Basket City, realizzato appositamente e composto da una maglietta e un cappellino personalizzati. Il ricavato sarà destinato anche a sostenere il pagamento delle rette di iscrizione dei tesserati della Polisportiva G. Pico alla prossima stagione così da sollevare da ulteriori spese le famiglie del territorio già purtroppo gravate dalla ricostruzione post terremoto.

A partire da martedì 1 ottobre sarà possibile prenotare in prevendita il kit di Mirandola Basket City presso gli uffici della Polisportiva G. Pico telefonando al numero: 0535 24057 tutti i giorni dalle ore 9,15 alle ore 11,15 oppure scrivendo una mail a [email protected]

 

Le squadre: già un anno fa proprio in occasione del terremoto, Virtus Granarolo Bologna e Grissin Bon Pallacanestro Reggiana parteciparono al torneo “A canestro con il cuore”.

Un anno dopo queste due squadre si sfideranno in un’amichevole, a una settimana dall’inizio del campionato di basket di Serie A, per una partita di solidarietà in favore dello sport a Mirandola e delle popolazioni colpite dal sisma.

“Noi non vogliamo dimenticare quello che è successo poco più di un anno fa sulle nostre terre”, commenta Renato Villalta, Presidente di Virtus Pallacanestro Bologna. “Non potremmo mai farlo. E il fatto che la nostra città non sia stata toccata pesantemente dal sisma non significa che dobbiamo voltarci dall’altra parte, pensando che la cosa non ci riguardi. Ad essere stata colpita è la gente operosa e tenace d’Emilia, e dopo tanto tempo le ferite si notano ancora nelle case, nelle strade, nel cuore delle persone. Per questo non vogliamo abbassare la soglia di attenzione: c’eravamo un anno fa, quando il dolore e la rabbia erano profondi per un dramma ancora vivo nella memoria, ci siamo di nuovo perché quei sentimenti non li abbiamo dimenticati. E ci saremo in futuro, presenti quando sarà necessario. Auspico che questa due giorni di sport e speranza possa davvero essere un contributo concreto alla rinascita”.

“Come società – afferma Alessandro Frosini, Direttore Sportivo di Grissin Bon Pallacanestro Reggiana –  siamo felici di partecipare a questa giornata organizzata per aiutare le terre colpite dal terribile terremoto del maggio 2012. Ci riempie di orgoglio portare a Mirandola il nostro spettacolo e attraverso il basket poter aiutare le popolazioni dell’Emilia, sensibilizzando su un evento passato ma le cui conseguenze sono ancora un problema di attualità. C’è ancora tanto da fare per sistemare le cose e la nostra presenza al Mirandola Basket City vuole essere un contributo a questa nobile causa, perché non venga dimenticata”.

 

La Polisportiva G. Pico e i numeri di Pico Basket 1971 la sezione dedicata alla Pallacanestro: la Polisportiva G. Pico di cui la Pico Basket 1971 fa parte, ha nel complesso 450 tesserati, la maggior parte dei quali al di sotto dei 19 anni di età. Essa offre ai propri iscritti la possibilità di praticare oltre al basket anche la ginnastica artistica, l’hockey su pista, il tiro con l’arco, i balli latino americani e il pattinaggio artistico, nonché corsi di nuoto per le persone con disabilità grazie alla collaborazione con la società sportiva Atlantide.

Pico Basket 1971 ha circa 150 tesserati, tutti al di sotto dei 19 anni di età: la società svolge infatti attività giovanile, partecipando ai campionati della Federazione Italiana Pallacanestro dalla categoria minibasket fino alla squadra Under 19. Nella stagione agonistica successiva al sisma del 2012 la polisportiva ha aumentato i propri tesserati creando spazi in cui praticare sport anche in una situazione di vera emergenza come quella vissuta dalle popolazioni colpite dal sisma.

 

Per informazioni sull’evento: sarà possibile ricevere informazioni sulla manifestazione contattando la segreteria della Polisportiva G. Pico al numero 0535 24057 che sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle 9,15 alle 11,15, oppure scrivendo a [email protected]

No Comments
Comunicati

ristoranti de la via dei sapori


Nel Friuli Venezia Giulia è famosa la Via dei Sapori. Il consorzio nasce con lo scopo di creare una rete di ristoranti, vignaioli e artigiani del gusto e dar loro più visibilità. Crescendo, oltre a questo obiettivo, il consorzio ha contribuito a valorizzare il territorio offrendo dei prodotti di gastronomia di qualità. La Via dei Sapori è nata dall’idea di venti ristoranti, a cui si sono aggiunti successivamente ventitré artigiani del gusto e ventun vignaioli, che tutt’oggi lavorano per incrementare il valore della regione.

Tra i “Magnifici Venti” troviamo il ristorante dell’Hotel Al Ponte. Nel ristorante vengono riprodotte ricette rispettando la tradizione ma con un pizzico di innovatività. L’hotel si trova a Gradisca, nei pressi del fiume Isonzo, luogo ideale per chi vuole concedersi una vacanza a base di gusto e relax.

Per saperne di più visita il sito hotelalponte.eu hotel gradisca

No Comments
Comunicati

Autofficina Crm Ford a Genova


Crm Ford nasce a Genova Bolzaneto nel 1991 con una classica officina. Nel 1992 l’azienda si evolve diventando partner ufficiale del gruppo Ford. Anche se ovviamente Crm ha un occhio di riguardo alle vetture Ford, si occupa anche di tutte le marche di automobili e mezzi.
Manutenzione professionale e di alta qualità, è questo che fa il team di meccanici di Crm Ford: lavorare con standard elevati e con una qualità/prezzo ottima è fondamentale. La tua auto è in ottime mani nell’autofficina Crm; tutti i pezzi e ricambi usati sono originali Ford, che aiutano la tua macchina ad avere prestazioni invariate nel tempo.
Ford offre inoltre ai suoi clienti la Ford Assistance, una assistenza stradale gratuita che ti aiuta 24 su 24 in caso di guasti, furti o incidenti.
Per più informazioni visita il sito crmford.net autofficina Genova

No Comments
Comunicati

DIVISSIMA SEDUCE CON LA LINGERIE


Divissima, azienda leader nella produzione di mini bikini e intimo, presenta la nuova collezione intimo AI 2013 2014.
Una collezione interamente dedicata alla seduzione, che punta sulla ricercatezza dei materiali e sulle forme che mettono in risalto la silhouette della donna, rendendola una vera diva.
Pizzi floreali, satin, tessuti in lurex e l’effetto pelle spiccano nella lingerie in total black di Divissima.

Per questo inverno la linea di intimo sarà provocante e unica nel suo genere, body di pizzo floreale, completi in ecopelle lucida, culotte a vita alta in stile retrò con inserti trasparenti e tutine aderenti sono solo un’anticipazione dell’intera collezione di Divissima, seducente, provocante ed esclusiva nell’effetto da capogiro .

Il Core Business dell’azienda DIVISSIMA è senza dubbio la sua linea di Mini Bikini, estesa nei prodotti più caratterizzanti che sono: tanga, perizoma, brasiliani, g-string, pantaloncini, gonnelline, parei, Divissima regala sempre una linea unica e seducente, impagabile nell’effetto che raggiunge.
Divissima, azienda leader nel settore mare e intimo specializzata nel MINI. Un’azienda ancora tutta genuinamente italiana che accoglie i suoi clienti con lo spirito caloroso del Made in Italy, cortesia, professionalità, cordialità, spontaneità sono i tratti distintivi di quest’azienda che con amore crea collezioni

No Comments
Comunicati

Il nostro corso Web designer ti trasformerà in un Web Designer.


Una volta seguito il corso web design Firenze, il web designer non è solo un ottimo costruttore di siti ma anche, ed essenzialmente, un bravo comunicatore, capace di conciliare le esigenze del cliente con quelle di potenziali clienti.

Gli obiettivi del nostro corso di formazione sono pertanto quelli di formare un bravo professionista che conosca il funzionamento dei motori di ricerca, i linguaggi specifici del web come HTML e CSS, o i programmi di grafica pubblicitaria, tipo PHOTOSHOP, e soprattutto impari accenni di design e comunicazione, specifici del settore.

Si potrebbe associare la figura del web designer ad  un creatore di edifici. Si pensi a quando si costruisce una casa e a tutto il lavoro che c’è intorno per renderla vivibile e confortevole … beh, questo è proprio ciò che fa un web designer: cerca di rendere un progetto di lavoro accessibile e navigabile, anche per chi non è affatto un internauta! Il suo lavoro non si  riduce solo a questo. Infatti si occupa di valorizzare l’identità del marchio per cui gli viene richiesto il lavoro, sfruttando tutte le sue conoscenze in ambito tecnologico.

Per imparare le sue competenze, necessità di preparazione che si ottiene seguendo uno specifico corso web design presso, appunto, la nostra scuola di formazione.

I tutor, che seguiranno gli allievi nel loro percorso didattico, forniranno tutti gli strumenti  e le strategie per  far renderli subito attivi nel mondo del lavoro.

Inoltre, verranno effettuati diversi test per verificare le competenze acquisite durante il corso che possano colmare eventuali lacune o suggerire miglioramenti.

Oggi,è una figura molto richiesta, ma bisogna acquisire le competenze adatte per lanciarsi nel mondo del lavoro e ciò che ti offre la nostra scuola è senza dubbio un ottimo inizio per non partire svantaggiati.

Allora, cosa aspetti? Vieni subito presso una delle nostri sedi e realizza un sogno!

ISCRIVITI AL CORSO WEB DESIGN

PUNTO NET

No Comments
Comunicati

vacanze a Gradisca d’Isonzo


Arredato con gusto e stile e immerso nel verde, l’Hotel Al Ponte è il luogo ideale per una vacanza sia per chi ama viaggiare che per chi vuole rilassarsi. La vicinanza all’aeroporto di Trieste e all’entrata dell’autostrada fa della struttura un luogo ideale per chi ha necessità di spostarsi e visitare anche le vicine città di Trieste, Udine e Gorizia. Per coloro che invece preferiscono gustarsi una vacanza all’insegna del relax e della gastronomia, la struttura offre un ristorante e un centro benessere. Le 42 camere dispongono tutte di cassaforte, asciugacapelli, WiFi e SkyTv, su richiesta è possibile accedere al servizio sveglia e al noleggio di biciclette o vespe per visitare le zone circostanti. Il ristorante, aperto anche a coloro che non sono ospiti nell’hotel, offre un menù misto tra tradizione e innovazione, mescolando gusti classici italiani con spezie orientali.

La spa vi offrirà attimi di relax e tranquillità, attraverso un massaggio o uno degli altri servizi offerti, tra cui sauna, bagni aromatizzati, mesoterapia e altro.

Se siete appassionati di golf l’hotel Al Ponte offre inoltre un pacchetto vacanza con incluse tappe al vicino campo di golf.

Per più informazioni visita il sito hotelalponte.eu hotel gradisca

No Comments
Comunicati

Hotel Milano Marittima


Gli Hotel Milano Marittima sono mete ogni anno di volti noti dello spettacolo e dello sport. Una cittadina bella e accogliente, rinomata per i negozi alla moda e per i servizi ai turisti che vengono offerti e che ogni estate si rinnovano e modernizzano.

Un’offerta che prende tantissimi Hotel Milano Marittima per tutte le tasche:

Hotel una stella
Hotel 2 stelle
Hotel 3 stelle
Hotel 4 stelle

Inoltre potrete cercare Hotel Milano Marittima con piscina, con centro benessere, con cucina per ciliaci, ecc.  Se poi cercate cosa fare durante la sera abbiamo diverse dscoteche e locali della zona convenzionate con noi per cui potremmo omaggiarvi di biglietti e pass. Oppure cercate un albergo con WIFI? Cercate un hotel adatto ad una famiglia? Qui troverete le risposte con servizi di vario genere come quello di baby sytter.

Insomma, alberghi per tutti i gusti ed esigenze che vi permetteranno di trascorrere piacevoli vacanze a Milano Marittima. Attraverso questa guida on-line, potrete scoprire di tutti gli hotel di Milano Marittima divisi per categoria di appartenenza, suddivisione che agevolerà la vostra ricerca.

No Comments
Comunicati

hotel a Gradisca d’Isonzo


L’Hotel Al Ponte si trova a Gradisca d’Isonzo, in provincia di Gorizia. L’hotel è una struttura a tre stelle immersa nel verde ma vicino a tutte le comodità, difatti è a 10 minuti dall’aereoporto di Trieste e a pochi metri dall’autostrada.

Arredato con gusto e classe, l’hotel dispone di 42 camere climatizzate dotate di cassetta di sicurezza, phon e Sky Tv ed il WiFi è disponibile in tutte le zone dell’albergo.

Il ristorante dell’hotel, accessibile anche a chi non soggiorna nello stesso, offre una serie di piatti semplici ma dal gusto raffinato, sia della tradizione che innovativi. Il ristorante si estende in tre sale più una bellissima terrazza nella quale è possibile degustare uno dei vini tipici locali e anche internazionali della cantina dell’Hotel Al Ponte.

Nell’albergo è presente anche un piccolo centro benessere nella quale rilassarsi durante il soggiorno a Gradisca; fra i servizi offerti vi sono massaggi, sauna, bagni aromatizzati, mesoterapia e molto altro. Per più informazioni sull’albergo visita il sito hotelalponte.eu hotel Gradisca

No Comments
Comunicati

Tieni al sicuro i tuoi beni: scegli le casseforti di Bottega della Chiave


Tra le mura domestiche la cosa più importante è stare al sicuro. Tenersi al riparo dalle incursioni che aumentano di anno in anno e che quotidianamente scuotono la tranquillità di tante famiglie è di fondamentale importanza. Sempre più persone scelgono di installare serrature di nuova generazione e casseforti di sicurezza per resistere ad eventuali effrazioni e per tenere “sotto chiave” i propri beni.

La casseforti attualmente in commercio garantiscono sempre maggiore sicurezza e si adattano facilmente ad ogni tipo di ambiente ed esigenza. È possibile trovarne, ormai da diverso tempo, di ogni tipo e dimensione: a muro, a mobile, da pavimento, ignifughe ecc. Ogni cassaforte è pensata per venire incontro a particolari esigenze di spazio e di ambiente ed è dotata di certificazioni che ne indicano il livello di sicurezza.

Il sito www.bottegadellachiave.net è specializzato nella vendita di casseforti e mette a disposizione dei clienti un catalogo molto vasto tra cui scegliere il dispositivo di sicurezza che meglio si addice alle necessità di ognuno. All’interno del sito sono presenti numerosi produttori e marchi di casseforti, selezionati tra i migliori e i più affidabili del settore. Tra le marche di punta vi sono le casseforti Bordogna, Juwel e Stark.

Le casseforti Bordogna sono in grado di soddisfare le attuali esigenze di mercato per qualità tecniche, estetiche ed economiche. Ciò grazie ad un innovativo processo produttivo che permette di ottenere un prodotto dalle ottime caratteristiche con una vasta scelta di gamma. Queste casseforti offrono un elevato standard qualitativo e un alto grado di sicurezza.

Le casseforti Juwel sono tra le più note e vendute nel settore. Il produttore Juwel è presente sul mercato dal 1920, quindi vanta diversi decenni di esperienza nel campo della sicurezza; è uno dei maggiori produttori di casseforti a muro, a mobile, per hotel e di serrature per infissi; tutti gli articoli a marchio Juwel sono interamente di produzione italiana.

Per ciò che riguarda le casseforti Stark, l’azienda Stark vanta anch’essa una esperienza di oltre 50 anni nella produzione di casseforti e sistemi di sicurezza ad uso sia domestico che commerciale. Negli anni ’90 è stata una delle prime aziende ad introdurre la tecnologia del taglio laser nella produzione di casseforti, evolvendosi più recentemente nel taglio 3D.

Il mondo dei sistemi di protezione è un mondo che necessita di costanti e importanti innovazioni, sempre al passo con le nuove tecnologie e con un occhio sempre attento alle esigenze di funzionalità e sicurezza. È in questo senso che le aziende produttrici lavorano, per assicurare una protezione a 360° a costi il più possibile accessibili.

I furti nelle abitazioni sono all’ordine del giorno e molto spesso si ha la necessità di affidarsi ad esperti capaci di consigliare in maniera professionale i modi migliori per mettersi al sicuro da eventi spiacevoli. Ecco che internet corre in aiuto e alla distanza di pochi clic possiamo non solo acquistare, ma avere contatti con esperti che ci guideranno nella scelta dei sistemi più all’avanguardia per proteggere i beni a cui teniamo.

No Comments
Comunicati

The Giving Tree: apertura nuova sede asilo bilingue Roma


The giving tree asilo bilingue Roma è lieto di ricordare l’apertura della sua nuova sede in zona nomentana.

L’asilo si pone l’obiettivo di dare una soluzione concreta alle famiglie con bimbi di età compresa tra i 3 mesi e i 6 anni, offrendo uno spazio stimolante per permettere ad ogni bambino di crescere esprimendo le proprie potenzialità in un clima relazionale e accogliente. La struttura è composta da insegnanti madrelingua con lo scopo di far divertire imparando, proprio per questo motivo le lezioni svolte con i bambini sono concentrate sul gioco e sulla lettura di storie, sulla rappresentazione di situazioni di vita quotidiana e azioni di routine in lingua inglese. Questo metodo innovativo permette di stabilire una relazione di fiducia tra maestro e bambino, situazione ideale per concentrarsi sulla sensibilizzazione alle lingue e alla multiculturalità.

No Comments
Comunicati

MomaSoft rende pubblici i dati del sondaggio sulle abitudini dei fotografi italiani sul web. Non mancano le sorprese.

Vendita di foto online e promozione sui social network: questi  i temi più sentiti dai fotografi professionisti italiani, secondo l’indagine condotta da MomaSoft.

In vista del lancio ufficiale del nuovo MomaPIX ONE previsto per inizio ottobre, MomaSoft,  società di consulenza software specializzata nella realizzazione di soluzioni di Digital Asset Management  completamente web-based, pubblica i risultati dell’indagine condotta su un campione rappresentativo di 100 fotografi professionisti italiani, realizzata nel mese di giugno per sondare le effettive necessità avvertite da questo target.

Il campione ha preso in considerazione fotografi con diverse specializzazioni: fotogiornalisti di reportage, di sport e cronaca, fotografi di moda, di matrimonio e che lavorano su commissione per eventi aziendali, pubblici o privati. Oltre all’analisi quantitativa del sondaggio, si è rivelata molto utile l’analisi qualitativa degli ulteriori commenti dei fotografi ispirati dalle domande, che ha fornito spunti estremamente importanti per lo sviluppo delle funzionalità del nuovo MomaPIX ONE.

In base ai dati raccolti, è emersa l’esistenza di molte esigenze dei fotografi professionisti avvertite come estremamente importanti, che però restano insoddisfatte.

 Pressochè la totalità degli intervistati (93 su 100) ha un sito internet ma sorprende la presenza di una nicchia di refrattari, il 7%, che non  considera utile la presenza in Rete per promuovere la propria attività, probabilmente perchè non sfrutta appieno le potenzialità del web.

67 intervistati su 100 vorrebbero che le loro foto fossero facilmente ricercabili dai clienti, ma solamente il 38% dichiara che il proprio sito è dotato di un motore di ricerca interno. Il 29% degli intervistati invece non valuta minimamente utile uno strumento che renda ricercabili le foto online, sostanzialmente perchè non ha tempo di lavorare sull’editing dei metadati.

La maggior parte degli intervistati (63 su 100) vorrebbe attribuire permessi d’accesso differenziati agli utenti del sito, ma solamente 32 sui 100 intervistati hanno un sito che mette a disposizione quest’opportunità.

La distribuzione ftp è abbastanza diffusa  utilizzando client esterni (32 intervistati su 100), quasi per nulla attraverso il sito: solo il 5% effettua la distribuzione ftp direttamente dal proprio sito.

Allo stesso modo, la promozione tramite mail e social network sono considerate delle carte vincenti da giocare per 84 fotografi su 100, ma restano nel mazzo inutilizzate, perchè il sito web messo in piedi non offre questi strumenti e si perderebbe molto tempo a gestire singolarmente queste attività.

Infine, a 81 intervistati su 100 piacerebbe tenere aperto il proprio negozio 24 ore su 24,  attraverso la vendita online, ma solamente l’8% ha provveduto ad attivare un e-commerce, perchè lo percepisce come un’operazione costosa.

E se ci fosse uno strumento che, con 80 centesimi al giorno, consentisse di promuoverne i contenuti, di distribuirli via ftp, di renderli ricercabili sul sito, di gestire i permessi d’accesso degli utenti registrati e di vendere le foto online? In generale, la risposta è stata positiva, con il 58% disposto a pagare un canone mensile superiore a 20 €  per un servizio di questo tipo. Un buon 15% invece non spenderebbe neppure 10 € al mese, perchè pensa che non riuscirebbe a sfruttare tutte queste funzionalità e quindi sarebbe un investimento inutile.

A partire dalle informazioni raccolte, MomaSoft ha sviluppato il nuovo MomaPIX ONE,  il software per fotografi professionisti che consente di gestire foto e video con strumenti web avanzati. La maggioranza dei fotografi intervistati ha confermato la validità dell’idea degli sviluppatori di MomaPIX: esiste una vasta platea interessata ad un prodotto che possa semplificare il proprio modo di lavorare  e supportarla nello sviluppo del business.

http://www.momapix.com

 

Di seguito i risultati quantitativi completi dell’indagine realizzata da MomaSoft:

1. “E’ utile alla tua attività essere presente sul web?” 93% si, 7% no

2. “Hai un sito web?” 97% si, 3% no

3. “E’ importante che le tue foto siano ricercabili sul tuo sito?” 67% si, 29% no, 4% non sa

4. “Il tuo sito permette ai clienti di cercare facilmente le foto di loro interesse?” 38% si, 62% no

5. “Sei solito inviare file via ftp?” 32% si, 68% no

6. “Puoi attivare distribuzioni ftp con il tuo sito?” 5% si, 95% no

7. “Vendi le tue foto online?” 8% si, 92% no

8. “Vorresti vendere le tue foto dal sito?” 81% si, 11% no, 8% non sa

9. “Hai l’esigenza di riservare la visione di foto e video a specifici clienti?” 63% si, 37% no

10. “Il tuo sito ti permette di gestire permessi d’accesso differenziati ai clienti?” 32% si, 68% no

11. “Pensi sia utile promuovere le tue foto e i tuoi video attraverso il web?” 84% si, 11% no, 5% non sa

12. “Gestisci campagne di email marketing per promuovere i contenuti del tuo sito attraverso il sito stesso”? 15% si, 85%no

13. “Il tuo sito ti permette di condividerne i contenuti sui social network?” 26% si, 74% no

14. Quanto saresti disposto a pagare per un sito che ti permetta di promuoverne i contenuti, di distribuirli via ftp, di renderli ricercabili sul tuo sito, di gestire i permessi d’accesso degli utenti registrati e di vendere le tue foto online?

meno di 10 € al mese, 15%

tra 11 e 20 € al mese 27%

tra 21 e 30 € al mese, 30%

più di 30 € al mese, 28%

* Sondaggio condotto su un campione di 100 fotografi, non rappresentativo di tutta la platea di fotografi italiani.

 

No Comments
Comunicati

relax e gusto a Gradisca


Desideri una vacanza tra relax e gusto della tradizione? L’Hotel Al Ponte è il luogo giusto per te. Nonostante si trovi nella cittadina di Gradisca e a pochi minuti dall’aeroporto di Trieste, la struttura si trova immersa in un ampio parco verde. All’interno dell’albergo troverete ben 42 camere arredate in modo raffinato ed elegante, tutte dotate di climatizzatore, Sky Tv, servizio sveglia, cassette di sicurezza e balconcino, che si affaccia sullo splendido giardino.

L’accoglienza riservata agli ospiti è calda; l’albergo è difatti gestito dal 1985 dalla famiglia Rizzoli, lieta di dare il benvenuto e far sentire a casa ogni persona che soggiorna nell’hotel.

Il ristorante dell’hotel è uno tra i “Magnifici Venti” fondatori del consorzio La Via dei Sapori; in quest’ultimo lo chef Luca vi offrirà gustosissimi piatti della tradizione con un tocco di originalità. Nella veranda potrete gustare uno dei tanti vini, non solo della tradizione friulana ma anche provenienti da tutta Europa, offerti dalla ben rifornita cantina dell’albergo.

Per concludere la vostra vacanza relax, potete usare la SPA dell’hotel al cui interno trovare sauna, impacchi rilassanti, bagni aromatizzati, mesoterapia oltre che prenotare sedute di massaggi.

Per più informazioni visita il sito hotelalponte.eu hotel triest flughafen

No Comments
Comunicati

L’uso del colore nell’arredamento


Quando ci si ammala e si è costretti al ricovero in ospedale, l’ultima cosa a cui si pensa è l’elemento estetico, eppure la qualità dei locali del ricovero influisce moltissimo sul processo di guarigione. Essere ricoverati in un reparto pensato mettendo al centro il paziente e le sue esigenze significa migliorarne l’umore e – quindi – aumentare le probabilità di guarigione. Un reparto è umanizzato quando è confortevole ma soprattutto ergonomico, e l’ergonomia si ottiene sia con elementi tridimensionali come maniglie, finestre, porte, letti accessibili e strutture prive di barriere architettoniche, sia quando è in grado di infondere benessere e serenità.

Uno strumento per migliorare l’ergonomia e umanizzare un ambiente ospedaliero è senza dubbio il colore: siamo abituati ad ospedali dipinti di bianco o beige, ma questi colori omogenei e neutri hanno diversi aspetti negativi: acutizzano il senso di reclusione e spaesamento creando la percezione di un luogo impersonale e vuoto; rendono più difficile l’orientamento di pazienti, personale e parenti in visita; non fanno che far sentire ogni paziente un malato con il desiderio di scappare via, amplificando le sue sensazioni negative. E non dimentichiamo che anche il personale medico e sanitario ha bisogno di svolgere il suo lavoro in un ambiente confortevole, affinché possa operare serenamente con ripercussioni positive su di sé e sui pazienti.

Con l’uso del colore, invece, si può creare un ambiente a misura d’uomo, più vivibile e stimolante, senza dimenticare che alcuni colori hanno un preciso effetto terapeutico. Usare colori di vernici in tonalità calde, ad esempio, restituisce energie preziose: ecco allora che l’arancione, il rosso ed il giallo possono intervenire per ripristinare vitalità ed entusiasmo anche mentre si è in degenza. I colori freddi, invece, trasmettono serenità e calma: viola, lilla, indaco, blu e turchese aiutano a rilassarsi. Il verde, purché non sia il verde acqua ormai associato agli ospedali, è il colore della natura ed ha effetti profondi e benefici sul corpo e sulla psiche.
I colori devono essere accostati per creare la giusta combinazione di effetti benefici, ma anche per consentire ai pazienti e agli ospiti di orientarsi trovando punti di riferimento lungo i corridoi e nelle stanze, superando lo straniante senso di disorientamento che si prova negli ospedali-labirinto.

Infine, un ospedale arredato secondo questi criteri dovrebbe evitare luci accecanti e pavimenti troppo chiari o brillanti: questi accentuano infatti il pallore dei malati e creano fastidiosi riverberi che peggiorano la deambulazione.

No Comments