Daily Archives

11 Marzo 2013

Comunicati

Furti in Veneto: un antifurto innovativo


Il 2012 è stato per il Veneto un anno veramente nero per quanto riguarda i furti nelle abitazioni. 8000 case svaligiate in 6 mesi ed una media di un furto ogni 33 minuti. Forze dell’ordine allarmate ed il ritorno delle ronde. Sbandati più pericoli dei ladri professionisti.

Non c’è da stupirsi se sempre più privati si mettono alla ricerca di un sistema d’allarme efficace che blocchi ogni tentativo di furto.

Il nebbiogeno con la sua tecnologia di ultima generazione è un nuovo sistema di allarme capace di bloccare il 100% dei tentativi di infrazione.

Cos’è il nebbiogeno

E’ un dispositivo di sicurezza che sprigiona una “nebbia” quando scatta l’allarme; la nube si propaga avvolgendo il “ladro” senza dare via di scampo.

Punti di forza del nebbiogeno

Unico sistema attivo;

Interviene contro i ladri;

Inodore, atossico;

Non sporca, non rovina gli arredi;

Integrabile ad ogni sistema;

Applicazioni del nebbiogeno

Questa tecnologia è adatta per le abitazioni e le attività commerciali fino a 700mq di superfice;

Perchè consigliamo il Nebbiogeno

L’efficacia del nebbiogeno è provata. Il test condotti hanno dimostrato che il ladro avvolto dalla nube del nebbiogeno dispone di una visibilità di 4 centimetri. Ne deriva che nessuno compie un furto in assenza di visibilità.

Se certante un professionista per l’installazione del Nebbiogeno in Veneto DMG Security fa al caso vostro. DMG Security con la sua pluriennale esperienza nell’ambito della sicurezza saprà consigliarti su questo e numerosi altri sistemi di allarme.

DMG Security ricorda inoltre che gli eventuali clienti possono usufruire del Bonus del 50% previsto per i sistemi di video sorveglianza, sicurezza ed anti intrusione. Nel dettaglio Con il decreto sviluppo approvato dal Governo nel mese di giugno 2012, il bonus fiscale previsto in generale dalla legge per le ristrutturazioni edilizie, per il periodo dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013, è stato portato dal 36% al 50% ed è stato raddoppiato da 48.000,00 a 96.000,00 euro l’ammontare complessivo delle spese detraibili per unità immobiliare.

No Comments
Comunicati

Zanzariere su misura e frangisole da esterno, i nuovi prodotti professionali della linea Suncover

Suncover presenta i nuovi sistemi professionali per finestre e portafinestre: le zanzariere su misura e i frangisole da esterno. Sicuri ed affidabili, si tratta di prodotti di alta qualità, rigorosamente italiani e garantiti da un’azienda leader nel settore della produzione e commercializzazione di accessori altamente tecnologici.

LE ZANZARIERE SUNCOVER

Disponibili per vani di diverse dimensioni, le zanzariere professionali sono tutte realizzate in alluminio, in varie colorazioni e adattabili a diversi tipi di applicazioni: a soffitto, in luce, frontale ed orizzontale. Grazie alle elevate caratteristiche tecniche, le zanzariere della linea Suncover sono infatti montabili e perfettamente funzionanti a seconda delle proprie esigenze, nonché sicure e altamente igieniche.

Completamente lavabili, le tende sono dotate di spazzolini interni ed esterni che permettono la perfetta aderenza alla guida laterale della finestra e l’autopulizia, grazie all’originale trattamento con spray anti-smog, realizzato in esclusiva dall’azienda per la purificazione dell’aria.

Con comandi manuali o motorizzati, le zanzariere Suncover sono disponibili inoltre sia in formati su misura che standard, con il pratico kit per il fa da te, ideato per abbinare alla qualità e alla funzionalità dei prodotti professionali prezzi vantaggiosi legati alla praticità di un montaggio in totale autonomia.

Tutte le zanzariere della linea Suncover sono disponibili ed acquistabili su shop.suncover.com , il sito e-commerce pensato dall’azienda per i propri clienti per ordinare in maniera semplice e sicura il prodotto di interesse.

IL FRANGISOLE METALLICO SUNCOVER

Funzionale e resistente, il frangisole metallico è una veneziana per esterni in grado di proteggere l’ambiente interno dalle fonti di calore dirette e dall’irraggiamento. Oltre a calibrare la luce, il frangisole ha l’importante caratteristica di proteggere gli infissi dagli agenti atmosferici, garantendone così una perfetta conservazione nel tempo.

La veneziana della linea Suncover è studiata e realizzata inoltre per abbinare alle funzionalità altamente tecniche quelle estetiche e non solo. Favorendo l’oscuramento, il frangisole garantisce infatti il rispetto della privacy all’interno dell’ambiente abitativo. Grazie invece al sistema flessibile e ai nuovi schemi progettuali assicura una facciata gradevole, senza sminuire il design esterno.

Le zanzariere e i frangisole per esterno, così come tutti gli altri accessori professionali Suncover, sono garantiti da marchio CE e legati ad un brand sinonimo di sicurezza e professionalità. Da anni infatti l’azienda opera con certificazione ISO 9001 in tutte le fasi realizzative dei prodotti, dalla progettazione alla produzione, dall’assemblaggio alla vendita.

Per saperne di più, scegliere ed acquistare il prodotto più adatto alle vostre esigenze visitate il sito shop.suncover.com. Numerosi accessori, con specifiche tecniche, funzionalità e galleria fotografica, sono disponibili in diverse categorie ed ordinabili in maniera immediata e in totale sicurezza.

No Comments
Comunicati

Vacanze a Cagliari: città da scoprire tutto l’anno

Visitare Cagliari può rivelarsi un’esperienza ricca di piacevoli sorprese. Molti turisti hanno snobbato per tempo questa città, preferendo altre località balneari, con spiagge meravigliose ma con poca personalità e soprattutto con poca storia alle spalle. Perché Cagliari, in fondo, è una città che si riesce ad apprezzare tanto per le sue attrazioni naturalistiche quanto per la bellezza della sua architettura e delle testimonianze del suo passato. Costruita a ridosso di diversi colli, Cagliari si affaccia sul Golfo degli Angeli, la più ampia insenatura della costa meridionale della Sardegna.

Soprattutto negli ultimi anni, la città è stata oggetto di importanti opere di riqualificazione urbana, come la ristrutturazione del porto o della terrazza del bastione di Saint Remy. A proposito del porto, questo è ormai diventato un importante scalo del Mediterraneo, con tantissime navi che partono e arrivano, comprese quelle da crocera, che sempre più scelgono di fare sosta proprio per permettere ai visitatori di scoprire la città. Suggestivo il tramonto che si può ammirare dalla banchina, con le piccole imbarcazioni che rientrano al molo e il richiamo dei gabbiani in cerca di cibo.

Elegante e storica è via Roma, una delle più importanti della città, che separa il centro storico dal porto. È caratterizzata da un lungo portico ed è perfetta per sorseggiare un drink nelle ore più rilassanti della giornata in uno dei vari café che si affacciano sul mare.

Da via Roma la città comincia a svilupparsi in salita: il primo luoogo da scoprire è il pittoresco quartiere della Marina, caratterizzato da stradine strette e lastricate, negozi di artigianato locale e internazionale e invaso dai profumi della cucina tipica sarda proposta dai numerosi ristoranti presenti. Continuando a salire ci si può divertire tra le vie dello shopping per eccellenza: via Manno e via Garibaldi. Da qui la strada è brevissima per arrivare in Piazza Yenne, il cuore della città, dove spicca la statua dedicata a Carlo Felice, che scherzosamente i tifosi della squadra di calcio del Cagliari travestono di rosso e blu per festeggiare le vittorie.

Piazza Yenne, il quartiere della Marina, Corso Vittorio Emanuele e Viale Trieste sono le vie del divertimento notturno, con locali di ogni genere, dalle discoteche ai live music bar. A questi d’estate si aggiungono i locali del Poetto, la spiaggia cittadina, animata fino alle prime luci dell’alba.

Altro quartiere da visitare è Castello, nome del nucleo originario della città (in sardo Casteddu). Qui domina il bastione di Saint Remy, dalle cui terrazze si può ammirare il meraviglioso panorama della città e dell’intero golfo. Il resto è un affascinante districarsi di antiche stradine e piazze, tra le quali spiccano la Cattedrale di Santa Maria, in stile romanico e le Torri di San Pancrazio e dell’Elefante. Da qui si può raggiungere a piedi e in brevissimo tempo l’Anfiteatro Romano, maestosa struttura di origine romana scavata per metà nella roccia.

Altri siti che meritano assolutamente di essere visitati e che si allontanano di poco dai circuiti turistici del centro storico sono la Chiesa di Bonaria, caratterizzata da un’imponente scalinata; il Monte Urpinu, una verde altura dalla quale si può godere di una magnifica vista e il Castello di San Michele, un edificio fortificato risalente al XII secolo. Ma la città non finisce qui perché a soli 4 km di distanza comincia il litorale del Poetto: otto chilometri di spiaggia candida che si affaccia su un mare cristallino, che d’estate diventa il cuore pulsante della città, essendo costantemente frequentato.

Perché scegliere di trascorrere le vacanze Cagliari? Perché la città offre tutto ciò che si possa desiderare: belle spiagge, monumenti, locali per il divertimento, servizi, musei…e perché no, anche il piacevolissimo clima, con il sole che splende per ben otto mesi all’anno. Ma dove alloggiare? La città offre parecchie possibilità: sono tanti gli hotel e i bed & breakfast, per ogni tipo di esigenza e budget, ma per chi fosse intenzionato a soggiornare per periodi di media e lunga durata l’ideale è affittare un appartamento, che meglio coniuga la qualità col prezzo e allo stesso tempo offre tutte le principali comodità che si desiderano, compresa in parecchi casi la connessione internet, indispensabile per alcuni. Per prenotare senza incappare in spiacevoli sorprese è meglio rivolgersi ad agenzie serie e competenti.

La città è anche un’ottima meta per gli investimenti immobiliari, basti pensare che negli ultimi anni il numero di appartamenti Cagliari inseriti nel mercato è raddoppiato mentre il prezzo medio è calato del 30% circa: un’ottima opportunità per chi volesse godere della città per lunghi periodi, oppure, perché no, pensare addirittura di trasferirsi del tutto.

No Comments
Comunicati

COSPE e NaturaSì per far fiorire i diritti delle donne


In occasione dell’8 marzo, festa della donna COSPE, grazie anche al contributo di NaturaSì, presenta una cartolina speciale a sostegno dei diritti delle donne e contro ogni discriminazione perché sempre più donne imparino a conoscere i propri diritti, ricevano istruzione e formazione professionale, assistenza sanitaria, psicologica e giuridica.

La cartolina può essere richiesta nei negozi NaturaSì.

COSPE è un’associazione privata, laica e senza scopo di lucro nata nel 1983 che opera nel sud del mondo in Europa e in Italia per lo sviluppo equo e sostenibile, il dialogo interculturale, i diritti umani, la pace e la giustizia tra i popoli.

Cospe è oggi impegnata nella realizzazione in circa 30 paesi nel mondo di più di 100 progetti.

Per sostenere i progetti COSPE della campagna “+Donna” in Afghanistan, Egitto, Angola e Palestina è possibile devolvere il 5 per mille all’associazione dal sito www.donailtuocinquepermille.it.

Per maggiori informazioni sui progetti COSPE e sulla cartolina speciale per la festa della donna consultare il sito www.cospe.it

No Comments
Comunicati

Biciclette: le serie sterzo eccentriche


Ultimanente si sta diffondendo l’uso di serie sterzo eccentriche sulle biciclette mountainbike milano, ormai nell’aftermaket se ne possono trovare di diversi modelli a prezzi anche competitivi.
In pratica sono delle serie sterzo con la possibilità di variare l’inclinazione del cannotto (per cui anche degli steli) della forcella in funzione all’asse della scatola sterzo. In pratica con queste serie sterzo è possibile alzare o abbassare l’angolo sterzo riuscendo a tenere (quasi) inalterate le altre geometrie.

 

In una serie sterzo di tipo tradizionale il cannotto è centrato sia nella parte inferiore che superiore rispetto alla scatola sterzo: la distanza anteriore e posteriore tra cannotto e margine scatola sterzo è la stessa, sia sopra che sotto. Il cannotto è perciò allineato con l’asse della scatola sterzo.

La serie serie sterzo di tipo “eccentrico” che si può installare sulle biciclette mountain bike milano invece ha i fori delle calotte attraverso cui passa il cannotto i quali non sono posizionati perfettamente in centro, ma sono più avanti o indietro di un certo valore. Il risultato è che la distanza tra cannotto e bordo anteriore e posteriore della scatola sterzo non è identico ed il cannotto risulta inclinato di un certo angolo (solitamente compreso tra +- 0,5° e 3°) in proporzione all’asse del box dello sterzo. La forcella sarà quindi più o meno inclinata rispetto ad una serie sterzo normale e con questo “trucco” risulta possibile cambiare l’angolo sterzo.
Invertendo le due calotte oppure ruotandole di 180° si avrà l’effetto esattamente contrario.

Cosa importante è che con una serie sterzo eccentrica si possono avere variazioni piuttosto contenute. Parametri come l’angolo sella, l’altezza del movimento centrale e l’altezza dello sterzo da terra (che incide sulla posizione in bici) restano pressochè invariate, o meglio la loro alterazione è talmente minima che rimane ininfluente.

Serie sterzo eccentriche (e non) Crankbrothers,Fsa, Ritchey possono essere acquistate da Cicli Tresoldi: il negozio più grande di Milano Monza con i suoi 1.000 mq

No Comments
Comunicati

Notizie in pillole dal mondo dell’illuminazione


Una panoramica con le ultime news provenienti dal mondo dell’illuminotecnica e dal settore della vendita illuminazione online. Nuovi apparecchi, tendenze ed appuntamenti da non mancare.

Relco Group presenta Extreme:  una famiglia di proiettori a LED dotati di tecnologia tecnologia C.O.B. Multichip, ideali per l’illuminazione di aree pubbliche quali centro sportivi, parcheggi, aeroporti, parchi sia in riferimento a singole installazioni sia per applicazioni con più dispositivi, su pali o torrifaro. Struttura robusta e resistente agli agenti atmosferici, pensata appositamente per le applicazioni in esterni.

Tra i punti di forza di Extreme rispetto ad altri apparecchi LED, l’estrema potenza e la ridotta necessità di manutenzione con’siderando anche il telecontrollo via software.

Per quanto riguarda gli appuntamenti segnaliamo Euroluce 2013, dal 9 al 14 aprile alla fiera di Milano (Rho) Padiglione 15. L’appuntamento immancabili per i professionisti dell’illuminotecnica. Quest’anno il filo conduttore sarà semplicità nelle linee, ricerca sui materiali e tecnologia LED.

Infine un’altra notizia che riguarda sempre la tecnologia LED e l’illuminazione per esterni riguarda l’apertura di molte amministrazioni pubbliche verso l’utilizzo di sorgenti luminose destinate all’illuminazione pubblica capace di garantire un efficiente livello di risparmio energetico con il fine di ridurre i costi dell’illuminazione urbana che tanto gravano sul bilancio dello stato. L’Italia è ultima di questo senso in Europa.

A conferma di questa volontà di giungere ad una più efficace gestione dell’illuminazione delle nostre città risultano molto interessanti i dati forniti dall’utilizzo del sistema di lampade LED Archilede, prodotto da Enel in compartecipazione con iGuzzini e già introdotto in oltre 1.500 comuni.

No Comments
Comunicati

Trovare ed avere consapevolezza


Oggi, tutti sanno che il fumo è nocivo alla salute; il problema però non è il sapere ma trovare consapevolezza di quanto lo sia. Tutti sanno i danni che il fumo provoca al nostro organismo, ma tra il sapere e averne la consapevolezza c’è una sostanziale differenza, una persona consapevole del danno che si sta provocando non fuma, o fa di tutto per smettere chi invece sa, continua a fumare.

Al vicino di casa, cinquantenne, che fumava una sigaretta dopo l’altra e che è morto di cancro ai polmoni, si contrappongono numerosi fumatori che non muoiono di questa malattia. Tali costatazioni, difficilmente spiegabili, sono alla base di incertezze e, spesso, anche di pregiudizi che è molto difficile da sradicare.

La prima ragione per smettere è molto semplice: per vivere più a lungo e meglio. Ci sono molte statistiche che danno la vita persa per ogni sigaretta fumata. Ritengo che non siano abbastanza coinvolgenti perché nessuno si mette a calcolare quanti anni di vita in media si perdono.

Concludere che si deve smettere di fumare per la propria salute è un’affermazione che molti fumatori incalliti rigettano dicendo (in parte anche giustamente): che ognuno è libero di decidere la propria sorte e la propria morte…. affermazione giusta visto che ci è stato donato il libero arbitrio di decidere cosa fare della nostra vita, ma è proprio così???

La consapevolezza in ognuno di noi c’è, ed è lì che ci attende, essere responsabili al 100% della propria vita non è poi così difficile basta anche solo un po’ di informazione in più, se non si sa come fare, ecco perché vi invito ad avere queste informazioni attraverso questo testo gratuito: PERCHE’ SMETTERE DI FUMARE di certo vi illuminerà per diventare responsabili.

Chi scrive è Romeo Cartoni: sono un felice ex fumatore ormai da più di 15anni, mi ricordo che inizialmente dicevo che potevo smettere di fumare in qualsiasi momento ma poi cominciai la mia dipendenza da nicotina. Tutto comincia quando avevo 13 anni e avevo da poco terminato la terza media. Prima ne fumavo 1 o 2 per scherzo, in breve tempo arrivai a fumare 1 pacchetto al giorno da 20 tanto che ero arrivato a sentire forti bruciori ai polmoni ogni volta che andavo a letto. Ero diventato così dipendente dalla nicotina che arrivai ai 2 pacchetti al giorno senza accorgermi e non riuscivo più a smettere.

Quello che mi circondava tra i vari fumatori e la società mi facevano credere che un fumatore, decida di esserlo, per libera scelta, ma in realtà mi ero accorto che chi fuma ha una dipendenza allo stesso modo di chi fa uso di eroina o di cocaina, perché la nicotina è un alcaloide molto potente. E frequentemente mi domandavo: ho forse scelta di uscire di sera senza le sigarette? Il solo pensiero incominciava ad inquietarmi; oppure, ho forse scelta di non sentirmi a disagio a fine di un pasto senza fumare? O dopo aver bevuto un caffè? O per concentrarmi sul lavoro? O per rilassarmi durante una pausa? Riflettendoci bene, no!

E mentre il tempo passava e così pure gli anni mi sentivo sempre più intrappolato dalla paura. La paura di dover soffrire se smettevo di fumare, paura di alterarmi psicologicamente o fisicamente a causa delle crisi d’astinenza, paura di sentire un peso di privazione prima di riuscire ad essere nuovamente libero come ai bei tempi.

Ma soprattutto, paura che una volta smesso di fumare, in qualche modo avrei desiderato ancora la sigaretta, per il resto della mia esistenza e che ciò potesse impedirmi di avere una vita realmente libera e felice dalla nicotina. La paura aumentava ancora di più, quando pensavo di smettere con le varie tecniche tradizionali che esistevano, ho provato molti metodi come cerotti di nicotina, pillole varie, elettrostimolazione e agopuntura nell’orecchio che producono endorfine per farti togliere il desiderio del fumo ma nulla.

Ho provato a odiare le sigarette e a non fumare ma diventavo scontroso e molto irascibile e per lo più non dormivo nemmeno bene la notte. Che poi ho scoperto avendole provate un po’ tutte che non sono altro che tecniche di costrizione basate su una aspettativa cioè tu ti aspetti il miracolo. Dico questo, perché nel mio caso, le tecniche di costrizione e aspettativa non hanno fatto altro che farmi resistere per circa qualche mese, prima di riaccendere la sigaretta. Ero addirittura giunto a pensare che non sarei mai riuscito a smettere. La stessa cosa che quasi tutti i fumatori pensano.

Ad ogni modo, la paura di essere etichettato fumatore per sempre mi bloccava, rinviando sempre il momento giusto creandomi in continuazione delle favolose seghe mentali per smettere e di avvelenarmi con quegli assurdi cilindretti di paglia. Ma ogni giorno che passava, la mia vita era estremamente difficile e mi sentivo sempre di più un fallito.

Ogni santo giorno riflettevo sulle mille frustrazioni che provavo al termine di ogni mia sigaretta fumata, mi vergognavo di fronte alle persone che mi circondavano, perchè immaginavo i commenti che potessero fare vedendomi continuamente a fumare che solo l’idea mi faceva star male.

A questo proposito ho anche scoperto un interessante studio condotto negli Stati Uniti che dimostrava quali danni il fumo poteva arrecare ai fumatori ma nonostante questo continuavo a fumare. Ero davvero disperato, dovevo necessariamente fare qualcosa subito, dovevo salvare la mia vita prima che accadesse qualcosa di irreparabile, ma non sapevo cosa fare, ero insicuro, infelice, depresso, scontento ero arrabbiato con me stesso e con il mondo intero.

Dentro di me bruciavo dalla frustrazione mi sentivo insignificante ed inferiore a tutti. Dopo anni di difficoltà e di umiliazioni, pensavo che non ne sarei mai uscito. Non so tu, ma io credo che è pur sempre un triste problema con cui dovevo fare i conti ogni singolo giorno della mia vita e ovviamente, nessuno riesce a capire come ci si sente se non si trova in questa situazione. In verità, mi dicevo: il momento giusto non è domani o dopodomani, ma è adesso!

Pensavo e credevo che se non avessi raggiunto ancora la giusta decisione, non era per mancanza di volontà o perché ero un debole, ma semplicemente perché non avevo ancora assimilato alcuni concetti. Dovevo trovare il modo di eliminare ogni mio dubbio o incomprensione, con una risposta vincente per sconfiggere la mia schifosa compagnia che mi chiedeva ogni giorno; soltanto la mia vita.

Ma ecco che un bel giorno arriva l’illuminazione, una associazione di idee basate sui precedenti fallimenti con le tecniche utilizzate che mi portarono ad elaborare delle procedure comportamentali per disintossicare il mio organismo dalla nicotina. Da quel giorno la mia vita cambiò radicalmente.

Ero arrivato alla cessazione dal fumo attraverso delle prove, e mi accorsi che praticando quelle procedure nell’arco di 7 giorni non ho più toccato una sigaretta, ricordo anche che dopo soli tre giorni avevo il disgusto della sigaretta, di come mi dava fastidio il fumo degl’altri e dal quel momento sono riuscito a smettere di fumare, mi sentivo un uomo nuovo. Finalmente ero uscito dalla schiavitù del fumo e le mie condizioni di salute sono migliorate del tutto. Il percorso lo trovi qui: http://www.smettoadesso.it

Ogni giorno che passava mi sentivo sempre meglio, il mio organismo cominciava ha funzionare in modo naturale e privo dagli impedimenti che aveva subito in precedenza.

In poche parole ero un’altra persona, più sicura di me, con molta più calma, respiravo divinamente, era sparito quel ringhio che percepivo quando mi coricavo, un altro uomo; come quando porti la macchina a fare il tagliando e quando esci dall’officina ti sembra che sia nuova, la stessa sensazione. Ecco perché ora mi ritengo un ex fumatore felice…
E, talmente ero felice della mia impresa che ho cominciato a proporre queste mie idee associative ad altri fumatori, per scoprire se quello che era avvenuto in me si verificasse anche su di loro, con mia meraviglia così è stato.

Mi ricordo come se fosse oggi la prima persona che ho trasmesso la mia procedura: è stato Mario un mio vicino, abitava nel mio palazzo ed aveva sempre la sigaretta in bocca, lo osservavo che prima di salire in casa fumava con un accanimento tale che impressionava, perché in casa non poteva fumare e lo osservavo spesso sul balcone dopo i pasti o anche in altri momenti perché costretto dai familiari a fumare fuori.

Dentro di me pensavo che era veramente triste condurre un tipo di vita in quel modo, così mi promisi di aiutarlo appena lo avessi incontrato. Un bel giorno lo incontrai e lo invitai a casa mia per parlargli del suo problema e lo misi davanti ad una realtà che non poteva più sostenere in quel modo, per cui gli misi per iscritto tutto il programma che doveva seguire per risolvere il suo problema.

Con mia grande soddisfazione anche lui ottenne i miei stessi risultati, dopo 4 giorni mi raccontò che non toccava più una sigaretta, era felice e glielo si leggeva in faccia si sentiva libero, stava anche lui diventando un’altra persona. A quel punto, oltre che sentirmi soddisfatto per l’aiuto che avevo dato a Mario, era scattato in me un particolare orgoglio e consapevolezza che potevo aiutare tante altre persone oltre a Mario.

Per farla breve incominciai a mettere per iscritto il mio programma e lo stampai, creando un libretto distribuendolo tra i fumatori ad una cifra irrisoria, ma la grande soddisfazione era ed è quella di aiutare queste persone ad ottenere la loro libertà in modo naturale. Poi un giorno conobbi un fumatore informatico entusiasta del risultato ottenuto, mi propose attraverso il suo aiuto di proporre il mio programma in internet. Bene eccomi qua, ora consapevole di poter in modo più capillare raggiungere migliaia di fumatori ed aiutarli.

Quindi assumiti la responsabilità, e vedrai che anche tu puoi cambiare. E cambiare significa esprimersi così: che cosa posso fare per modificare questa situazione? Come posso smettere di fumare? Devi pensare che possiedi sempre tutta l’energia e la forza necessaria per attuare cambiamenti. Dipende solo da te. Nessuno ti può aiutare se prima non aiuti te stesso. Io sono stato un fumatore da oltre due pacchetti al giorno ed ero diventato un tossicodipendente sotto tutti gli aspetti, se oggi scrivo questo è solo perché ho smesso altrimenti!!!… e ai tempi avevo preso la responsabilità e la decisione di incominciare ad amarmi invece di distruggermi, e ho ottenuto quello che desideravo.

Perché so a cosa sarei andato incontro io se avessi continuato a fumare. E perché so quale condizione meravigliosa si guadagna una volta che ci si è liberati da questa immonda schiavitù. Se non prendi adesso la decisione di smettere, purtroppo sai quali potranno essere le conseguenze che vai incontro, e più continuerai a farlo, sempre più saranno le probabilità di incorrere in problemi correlati, al fumo, molto seri per la tua salute, e tu questo lo sai bene ma pensi sempre che tutto debba accadere agli altri ma non ha te, ricordati noi abbiamo solo una vita a disposizione ed è il bene più prezioso che ci è stato donato e dobbiamo giocarcela con intelligenza e amore.

Romeo Cartoni
http://www.smettoadesso.it/report-gratuito.html

No Comments
Comunicati

Pizza World Show


E’ in programma dal 15 al 17 aprile presso Fiere di Parma la prima edizione di Pizza World Show, l’ appuntamento  dedicato interamente alla filiera della pizza.  Obiettivo? Dar vita ad un momento di incontro tra produttori del mondo alimentare, fornitori di tecnologie e di servizi,con la distribuzione specializzata ed il mondo Ho.Re.Ca, fornendo al contempo una vetrina della produzione italiana attraente per i mercati esteri.

In contemporanea al Pizza World Show, sbarca a Fiere di Parma il Campionato Mondiale della Pizza, giunto ormai alla sua 22esima edizione (l’edizione precedente si tenne a Salsomaggiore),  di gran lunga la più importante manifestazione al mondo nel genere. Anche quest’anno incoronerà, tra i concorrenti provenienti da oltre 30 Paesi diversi, il pizzaiolo più abile a cucinare quello che è uno dei simboli più noti del Made in Italy. Le gare proposte sono divise nelle seguenti specialità: pizza classica, pizza in teglia, pizza napoletana e pizza senza glutine.

Il mercato della pizza presenta grandi opportunità per quanto riguarda i mercati esteri e guarda ad un mercato interno molto dinamico, nonostante la contrazione dei consumi: circa 25.000 pizzerie classiche operative (escluse quindi quelle al taglio, d’asporto e a domicilio), con 150mila addetti, un volume d’affari annuo pari a 5,3 mld di euro, ed un consumo medio pro capite annuale di 7,6 Kg, contro una media UE di Kg 4,4 (fonti: Istituto Europeo della pizza e FIPE/Confcommercio).

“Ospitare al Palacassa di Parma, al centro del nostro quartiere fieristico il Campionato Mondiale della Pizza – dichiara Roberto Giacomin, di Fiere di Parma,  Brand Manager di Pizza World Show –  conferma la nostra aspirazione a voler fare di Parma una piazza di assoluto riferimento per il mondo del food. Parma organizza fiere agroalimentari dal 1938 e le diverse aziende del comparto food che operano nel territorio hanno contribuito a creare una tradizione consolidata di eccellenza  e di qualità. Dopo Cibus, la fiera alimentare italiana più nota al mondo, ampliamo e integriamo le nostre competenze sul mondo Pizzerie e HO.RE.CA con il Pizza World Show”.

La nuova fiera si caratterizza come l’unica esposizione dedicata interamente ed esclusivamente a tutta la supply chain del mondo della pizza.  Protagoniste indiscusse dell’evento saranno così le aziende appartenenti a tutti i settori dell’intera filiera: materie prime e ingredienti, macchinari, accessori per la presentazione del prodotto, confezionamento, arredamento, formazione professionale, servizi ed altro ancora.

Anche i visitatori saranno estremamente profilati: buyer delle catene all’ingrosso specializzate, buyer delle pizzerie e della ristorazione specializzata, buyer di catene di hotel ristoranti e pizzerie, pubblici esercizi e ristorazione indipendente, grossisti specializzati per il fuori casa, gruppi d’acquisto, responsabili import export e via dicendo.

 

A Pizza World Show, sarà presente anche “Birra Nostra”, un’area dedicata ai microbirrifici artigianali disseminati su tutto il territorio nazionale, un mondo di produzioni di nicchia che in Italia è in continua crescita.

 

PER INFORMAZIONI ALLA STAMPA:

 

Ufficio Stampa Pizza World Show

Antonella Maia

Tel 349 4757783

e- mail: [email protected]

sito internet: www.pizzaworldshow.com

No Comments
Comunicati

ChangeYourFlight, il servizio di rimborso online dei biglietti aerei che non verranno utilizzati.

ChangeYourFlight è la prima piattaforma online che permette ai passeggeri di ottenere gratuitamente un parziale rimborso dei biglietti aerei che non potranno utilizzare, aiutando così le compagnie aeree ad ottimizzare la gestione dei posti e migliorare la propria efficienza. Una soluzione innovativa al problema del no-show aereo, valsa a ChangeYourFlight la selezione fra le sei startup più promettenti di Spagna secondo il Wall Street Journal.

 

ChangeYourFlight è una startup creata nel 2010 da Iñaki Úriz e José Luis Vilar, due ragazzi spagnolicon vasta esperienza in ambito internazionale, all’interno dell’incubatore di imprese di BarcelonaActiva. L’azienda offre ai passeggeri che hanno acquistato un biglietto aereo, ma che a causa di un imprevisto non possono più partire, la possibilità di recuperare gratuitamente parte dei soldi spesi, accedendo fino a tre ore prima della partenza alla piattaforma online www.changeyourflight.it e presentando la propria richiesta di rimborso.

Si tratta di un servizio innovativo, il primo nel suo genere al mondo, che permette ai passeggeri che decidono di non partire di ottenere un rimborso parziale e, allo stesso tempo, alle compagnie aeree di evitare di volare con posti vuoti. Attualmente, infatti, si stima che il 7% dei biglietti venduti dalle compagnie aeree low-cost non venga effettivamente utilizzato. Solo in Europa, questo fenomeno detto “no-show” costa ai passeggeri più di un miliardo di euro l’anno e obbliga i vettori a volare con più di 40.000 posti vuoti ogni giorno.

L’idea di ChangeYourFlight è nata a marzo 2009 in un caffè di Parigi dalla frustrazione di un gruppo di amici per una rimpatriata sfumata, conclusasi per l’ennesima volta con solo due partecipanti e con vari biglietti aerei inutilizzati. Così Iñaki Úriz (35 anni, di Pamplona), ingegnere civile con un Master in Management presso la HEC di Parigi, e José Luis Vilar (31 anni, di Barcellona), ingegnere meccanico con una specializzazione in design, hanno deciso di tornare a Barcellona e lavorare alla creazione di una start up che potesse fornire a tutti i passeggeri nella stessa situazione una soluzione alternativa.

Tutti, prima o poi, rischiamo di trovarci a fare i conti con imprevisti che possono stravolgere i nostri programmi di viaggio − dice José Luis Vilar, co-fondatore e CCO di ChangeYourFlightPer quei passeggeri che, come noi, non sempre acquistano biglietti con tariffe flessibili, l’imprevisto è destinato a trasformarsi in seccatura. Così, stanchi di vedere i nostri biglietti finire nella spazzatura abbiamo pensato di lavorare ad una soluzione, quella che ancora mancava. Attualmente, ChangeYourFlight rappresenta il primo ed unico servizio online in grado di offrire un risarcimento parziale ai passeggeri in possesso di biglietti che non utilizzeranno e che non sono rimborsabili, generando nel contempo nuove risorse e maggiore efficienza per le linee aeree.”

“Al momento – aggiunge Iñaki Uriz,co-fondatore e CEO di ChangeYourFlightsorprendentemente sono le compagnie aeree low-cost le prime a mettere a disposizione dei loro passeggeri questo servizio completamente gratuito.”.

Dal dicembre 2011, il servizio è diventato operativo a tutti gli effetti per i passeggeri di Air One, lo smart carrier del Gruppo Alitalia. Inoltre, son in corso trattative commerciali per poter presto attivare il servizio con altre compagnie aeree europee, in modo da permettere a un numero sempre crescente di passeggeri di usufruire di questa soluzione innovativa.

L’impresa di Barcellona ha suscitato notevole interesse e ricevuto riconoscimenti a livello internazionale prima ancora del lancio ufficiale. Fra gli altri, il Wall Street Journal ha selezionatoChangeYourFlight tra le sei startup più promettenti di Spagna, durante la tappa barcellonese del suo Tech Tour, alla ricerca delle start up web più innovative d’Europa. FlightGlobal, media di riferimento e leader nel settore dell’aviazione a livello mondiale, ha assegnato alla startup il premio per miglior sito web dell’anno, definendola “un’idea innovativa, ben eseguita e con il potenziale per fare la differenza nel settore dell’aviazione”. Inoltre, nell’edizione 2011 di BTO, si è contraddistinto come progetto molto promettente, classificandosi al secondo posto durante il contest dedicato alle startup più innovative in tema di turismo 2.0. Infine, a novembre 2012, ChangeYourFlight si è aggiudicata il prestigioso premio come “IT Innovation of the Year” al CAPA Aviation Award for Excellence a Hong-Kong e il riconoscimento come “Most Innovative Technology” al Airline Mega Event a San Diego.

No Comments
Comunicati

Le vacanze di Pasqua a Rimini

Per le vacanze di Pasqua 2013 a Rimini molti hotel, quasi tutti, stanno proponendo interessantissime offerte; una di queste è quella dell’hotel Vienna Ostenda, situato proprio a Marina Centro di Rimini, il cuore turistico della città.

L’hotel a 4 stelle di Rimini offre ai suoi clienti sia un’offerta per la pensione completa che un’offerta per la mezza pensione, in modo da andare incontro proprio a tutte le esigenze.

Per la pensione completa:

1 notte a soli € 64,00 a persona in camera doppia
2 notti a soli € 128,00 a persona in camera doppia
3 notti a soli € 192,00 a persona in camera doppia

Per la mezza pensione:

1 notte a soli € 59,00 a persona in camera doppia
2 notti a soli € 118,00 a persona in camera doppia
3 notti a soli € 177,00 a persona in camera doppia

I bambini di età inferiore a 8 anni non pagheranno il soggiorno.

Per maggiori informazioni e per richiedere ulteriori informazioni o prenotare visitare il seguente link: http://www.specialehotel.com/offerte-last-minute-riviera-romagnola/offerta-pasqua-a-rimini-2013.html.

No Comments
Comunicati

Insieme con Gusto: l’appuntamento immancabile con sapore, cultura e territorio


Sabato 23 e domenica 24 marzo 2013, l’OrtoMercato di Chioggia (località Brondolo) farà da sfondo a “Insieme con Gusto”, la manifestazione organizzata nell’ambito del progetto “Chioggia Capitale del Radicchio” che punta a far conoscere il territorio e i suoi prodotti tipici al grande pubblico.

Dalle 9.30 alle 22.00 in questi due giorni, produttori agricoli, rivenditori, artigiani e commercianti verranno coinvolti in una manifestazione agroalimentare ed enogastronomica durante la quale non solo sarà possibile partecipare alle degustazioni a base di radicchio, ma ci sarà l’imperdibile opportunità di scoprire Chioggia e dintorni, la sua storia, il suo folklore e le sue peculiarità. Potrete gustare i sapori della nostra tavola grazie agli Stand Gastronomici che durante il weekend proporrano 6 piatti a base di radicchio, per soddisfare anche i palati più delicati ed esigenti.

Fra le varie attività, organizzate per l’occasione, fanno da cornice i laboratori didattici e del gusto (Slow Food), le escursioni in barca, a piedi e in bicicletta, i convegni, la tavola rotonda, ma anche spettacoli, concerti, giochi, il torneo mini volley e la simultanea di scacchi.

Tra gli intrattenimenti spiccano: il volo della mongolfiera, il labirinto magico di siepi e le esibizioni di danza, moda ed acconciatura.

Per conoscere meglio la storia e il territorio di Chioggia, da non perdere, la Mostra sulle fortificazioni di Chioggia dal titolo “Forte San Felice e il campo trincerato di Brondolo” e la proiezione dei due audiovisivi “Terre di Mezzo” (Naturalistico e Promozionale) sul turismo rurale della bassa veneziana.

Due i convegni previsti, organizzati in collaborazione con Veneto Agricoltura e dedicati a temi di grande attualità: sabato 23 alle 10.00 si parlerà del Radicchio di Chioggia e il suo futuro  insieme a Renzo Rossetto (Tecnico Ricercatore di Veneto Agricoltura) e attraverso l’analisi dei dati della ricerca condotta da Corrado Giacomini (Ordinario di Economia Agroalimentare dell’università di Parma) mentre domenica 24 alle 9.30 il focus sarà su I prodotti tipici chioggiotti– dal carciofo violetto all’asparago – e le possibili alternative produttive al radicchio.

Domenica alle ore 11.00 l’appuntamento è con Peppe Zullo – il cosiddetto “cuoco contadino” – che racconterà la storia del suo ‘Ristorante nell’Orto, nella tenuta di Villa Jamele (Orsara di Puglia), una cucina “piantata” al centro di 25mila metri quadrati sui quali ha fatto nascere il “Il Bosco e l’orto dei sapori perduti”.

INFORMAZIONI UTILI:

Web: http://www.chioggialive.it/eventi/insieme-con-gusto
Facebook: Chioggia Ortomercato del Veneto Srl

Tel. 041.5543430
E-mail: [email protected]
Ortomercato di Chioggia – loc. Brondolo (Ve) dalle 9,30 alle 22,00

No Comments
Comunicati

Pubblicato il libro di Caterina Fiore – Alessandro Zatti


Noi siamo persone intelligenti

In sintesi
Un incontro di anime, un incontro di vite. Le vite di Alessandro e Caterina. Tra loro non c’è alcun legame, si sono solo “incontrati”. Come si incontrano ogni giorno milioni di persone. Milioni di incontri casuali, eppure diversi. Alcuni cambiano la vita, come è successo a loro. Oltre gli sguardi, oltre le parole che scorrono a fiumi, mail dopo mail, nel racconto febbrile di una passione mai sopita. Due vite che si stringono l’una all’altra, aggrappate all’idea dell’amore, prima che all’amore stesso, e che si raccontano senza pudori, in una storia fino all’ultimo tormentoso respiro.

I protagonisti:
Alessandro Zatti. Intelligente, volitivo, di straordinaria sensibilità. Un viaggio in India gli ha cambiato la vita. Per sempre. Alessandro ha regalato a Caterina un sogno.
Ha scritto il suo primo libro con Caterina Fiore.

Caterina Fiore. Una donna come tante ma diversa da tutte. La sua passione più grande è l’amore. Per le emozioni, per suo figlio, per la musica e la fotografia. Caterina ha insegnato ad Alessandro il potere salvifico di un abbraccio.
Ha scritto il suo primo libro con Alessandro Zatti.

Non abbiamo pranzato quel giorno, una volta fuori città abbiamo trovato un parco, abbiamo parcheggiato e ci siamo diretti a piedi alla panchina che sola in mezzo agli alberi ci stava aspettando.
Ci siamo trovati abbracciati in men che non si dica, avevo le sue gambe che mi avvolgevano i fianchi e mentre parlavo facevo scorrere le dita dentro le sue ballerine per sentire la pelle liscia dei suoi piedi. Erano lustri che non baciavo appassionatamente una donna seduto su una panchina. Un’emozione indescrivibile che ho ancora viva come salvata su nitidi fotogrammi.
In un attimo di lucidità Caterina mi disse: “Sai che ci sarà da soffrire, vero?” e io risposi “a noi non capiterà, noi siamo persone intelligenti!”.
Tratto dal Libro.

ISBN: 978-88-6096-844-9
Prezzo: € 15,00
Categoria: Narrativa
Anno 2013, Pagine: 290

In uscita su internet (IBS – BOL – Libreria Universitaria) e nelle librerie il libro Noi siamo persone intelligenti

http://www.kimerik.it/SchedaProdotto.asp?Id=1264
Scheda e dettagli sul libro

www.kimerik.it
Casa Editrice Kimerik

No Comments
Comunicati

Pinterest al servizio del web marketing turistico: il caso Jetsetter

Il web marketing turistico negli ultimi anni è diventato una risorsa importante per tutte le aziende, grandi e piccole, interessate ad aumentare, e in alcuni casi, a rafforzare la propria visibilità nel mondo del web.

Tante le possibilità di ottimizzare il traffico al proprio sito, ma non tutti gli imprenditori possiedono gli strumenti adeguati per cogliere le opportunità del 2.0.

Per essere al passo con il mondo della comunicazione che cambia repentinamente, tante le web agency che propongono corsi ad hoc per fornire un Know How specifico alle imprese. Ma quello che più ci interessa sottolineare è l’importanza del social media marketing applicato al settore turistico, in particolare facendo un piccolo focus sull’importanza del social più in voga del momento: Pinterest.

Per tutti quelli che avessero bisogno di una breve ripassata, Pinterest è un social network che focalizza il proprio appeal sulla condivisioni di immagini tra gli utenti attraverso i famigerati “boards” (bacheche), all’interno dei quali per tema o per argomento sono visibili le immagini condivise dagli iscritti. Partito in sordina, soprattutto nel nostro Paese, Pinterest è lentamente diventato uno dei social più frequentati del pianeta, forse perchè in molti hanno intuito le sue potenzialità, neanche tanto nascoste, in materia di brand image.

Ma procediamo con ordine. Una delle maggiori fonte di business per la rete è sicuramente rappresentata dal web marketing turistico, che nel corso del tempo, grazie a portali come TripAdvisor & company, che hanno ben intercettato il desiderio dell’utente di volere tutto a portata di clic, sono diventati un vero e proprio business. Che si tratti di recensioni di strutture alberghiere o di semplici consigli per le mete più cool, il web esaudisce le/i richieste/desideri del viaggiatore anche più esigente. A tal proposito le aziende che operano nel settore turistico sembrano essere tutte interessate a sfruttare al meglio questa carta virtuale. Usare Pinterest permette di poter pianificare diverse strategie di marketing tra cui: link building, viral marketing, ricerche di brand marketing e potenziamento della brand image. Tra le diverse declinazioni più efficaci di viral marketing un posto a parte lo meritano i contest, organizzati con l’unico scopo di migliorare l’engagment dei follower.

Una case history a cui prestare attenzione è quella relativa a Jetsetter, un private travel club. Jetsetter ha lanciato un concorso su Pinterest per aumentare la propria visibilità. Il concorso consisteva nel creare una board pinnando immagini di una futura destinazione possibile, usando i contenuti del sito di Jetsetter e dal web con l’hashtag #JetsetterCurator. Sono state definite 4 categorie possibili (escape, adventure, style e cosmopolitan) e il vincitore di ognuna, scelto da una giuria di prestigio, ha avuto diritto a un soggiorno di 3 notti in una destinazione pertinente con la categoria. Il partecipante con il maggior numero di follower ha vinto 1000 dollari di credito su Jetsetter, un premio che ha incentivato i concorrenti a condividere la propria board e i pin con gli amici. Il contest è stato un successo: il traffico referral al sito ufficiale da Pinterest è aumentato del 100% e i 50.000 pin complessivi hanno consentito al brand Jetsetter di raggiungere un numero molto ampio di persone nel periodo del concorso. Se dopo questa panoramica pensate che il web marketing turistico sia attrattivo quanto basta e in linea con il vostro mood aziendale, allora Pinterest è la soluzione che fa per voi, “armatevi di mouse e creatività ” per iniziare la vostra “social” avventura.

No Comments
Comunicati

“Remake”, personale di Giuseppe Bombaci alla Galleria Quadrifoglio


Siracusa – Giovedì 28 marzo alle ore 18.00 nella Galleria Quadrifoglio (Via SS. Coronati 13 – Ortigia) sarà inaugurata la mostra “Remake” di Giuseppe Bombaci, a cura di Mario Cucè. “Remake” è una sorta di antologia, nella quale l’artista presenta circa venti opere di varia grandezza incentrati sul tema della figura umana.

“Attraverso il proprio racconto – scrive Roberto Milani nel testo critico della mostra – , descrive, indaga, esalta la condizione dell’uomo. Uomo come centro dell’universo ma allo stesso tempo creatura fragile e vulnerabile”.

Quella di Bombaci è una pittura feroce, graffiante ma che sa essere anche dolce e tenera. E sopratutto colta e raffinata: tante le citazioni e le “apparizioni”, da Antonello Da Messina a Jusepe Ribera, da Diego Velasquez a Mimmo Paladino, Gino De Dominicis e altri.

L’apparente disinvoltura delle sue tele è, in realtà, il prodotto di un’intima sofferenza, meditata e vinta, che si traduce in emozioni capaci di rapire e affascinare lo spettatore.

“Il suo fare arte – scrive ancora Milani – è una eterna sfida. Vincere la superficie della tela, addomesticare un colore, gestire la composizione senza mai tralasciare la necessità impellente di trasmettere qualcosa è per lui un’esigenza. Qualcosa che arriva dal profondo, dall’anima. Ogni opera è un atto liberatorio. Ha in sé la condivisione dell’essere”.

Giuseppe Bombaci (Siracusa, 1978), diplomatosi all’Istituto statale d’Arte di Siracusa, si è formato artisticamente tra Firenze e Milano alla scuola di Romano Garutti e Giuseppe Maraniello. Attualmente vive e lavora tra Siracusa e Milano.

La mostra resterà aperta fino al 13 aprile e potrà essere visitata tutti i giorni, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 17.00 alle 20.00.

 

Info e contatti

Quadrifoglio – Galleria d’arte contemporanea

Via SS. Coronati, 13 – Siracusa

Tel. 0931 64443

E-mail: [email protected]

Web: www.galleriaquadrifoglio.it

 

No Comments
Comunicati

Intervenire sulle emissioni maleodoranti: un convegno per l’ambiente


Alla luce delle nuove normative in vigore, il problema dell’impatto odorigeno coinvolge con precisi obblighi tutte le attività che con il loro operare producono emissioni nel recettore aria. Allo scopo di approfondire questa tematica, è stato organizzato il convegno “L’impatto odorigeno”, appuntamento in programma per giovedì 14 marzo e che si terrà nella prestigiosa location di Villa Fenaroli Palace Hotel, nelle immediate vicinanze di Brescia.

Organizzato da Eurovix S.p.a. con il patrocinio di Aprica A2A, Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e Consorzio Italiano Compostatori e supportato da Centro Ricerche Chimiche, il convegno vedrà l’intervento di alcuni fra i massimi esperti del settore, esponenti del mondo accademico e rappresentanti degli enti pubblici preposti.

L’incontro, aperto a tutti, sarà una preziosa occasione perfare il punto sulla tematica della riduzione delle emissioni maleodoranti, un problema sempre più sentito e che coinvolge aziende ed enti pubblici che hanno la necessità di intervenire sulla diffusione di maleodoranze e sulla proliferazione di batteri patogeni. Moltissimi sono infatti i settori interessati da queste problematiche: impianti di depurazione, terreni inquinati, discariche, reti fognarie, strutture civili e industriali (ospedali, case di riposo, scuole, risotranti, impianti industriali, allevamenti zootecnici, macelli, mercati ortofrutticoli), aziende adibite al trattamento dei rifiuti.

I relatori introdurranno le nuove normative,illustreranno le metodiche di campionamento e analisi, richiameranno alcuni aspetti scientifici e tossicologici e verrà approfondito l’impiego di soluzioni tecnologie innovative per la riduzione delle emissioni odorifere.

A conclusione dei lavori verranno presentati casi reali in cui il problema è stato risolto andando a focalizzare l’attenzione sul compostaggio industriale, sul trattamento dei cassonetti per i rifiuti urbani e sul trattamento degli impianti di depurazione.

Per maggiori informazioni consultare il programma allegato e il sito dedicato all’evento www.convegno14marzo.com.

Per confermare la presenza all’incontro è possibile contattare l’ufficio stampa, referente Irene Bonomi ([email protected] )

Seguono contatti.

 

CONTATTI

L’impatto odorigeno – Convegno 14 marzo 2013
Villa Fenaroli Palace Hotel
Via Giuseppe Mazzini, 14 – Rezzato (BS)
Tel. 342.6293305

Ufficio stampa
Borgo Creativo S.r.l.
Via Sant’Orsola, 140
25135 Brescia

Referente:
Irene Bonomi
[email protected]

No Comments
Comunicati

Valoriani Verace, l’unico, inimitabile forno a legna e gas riconosciuto dall’AVPN

Forno Valoriani VeraceIl forno Valoriani Verace ha contribuito a cambiare e migliorare l’attività quotidiana di molti pizzaioli professionisti in tutto il mondo e a 2 anni dal suo lancio ufficiale il bilancio e nettamente positivo, per un forno che ottempera, anche nel suo utilizzo a gas, alle rigide richieste dell’Associazione Verace Pizza Napoletana.

Erano i primi mesi del 2011 quando Refrattari Valoriani, nota azienda toscana leader a livello mondiale nel settore di forni a legna professionali, lanciò Valoriani Verace, un forno frutto di una lunga progettazione e della collaborazione con gli esperti dell’AVPN che consente il duplice utilizzo a legna e a gas.

“Il Forno Valoriani Verace ha sicuramente aperto una nuova strada alla ristorazione di qualità, in cui l’innovazione tecnica del forno permette di promuovere la tradizione del prodotto pizza napoletana. Valoriani Verace è il primo e unico forno a vedersi riconosciuto come strumento idoneo a garantire un rispetto sostanziale della tecnica di cottura della Vera Pizza Napoletana  anche nel suo utilizzo a gas”.

Il forno Valoriani Verace consente di superare facilmente le disposizioni e le normative che limitano l’installazione di un forno  a legna tradizionale non solo in Italia ma anche e soprattutto all’estero dove le disposizioni di legge sono estremamente in materia. In questo modo i pizzaioli di tutto il mondo potranno preparare pizze che rispettano il disciplinare per la realizzazione di una vera e autentica pizza napoletana.

No Comments
Comunicati

La vita del sistemista – Inizia una nuova giornata


06:00 – 07:00 Inizia una nuova giornata…

…senza Kaseya

Driin Driin!

Sono le sei del mattino e suona la sveglia: inizia una nuova giornata. Vorresti colpire la fonte del fastidioso rumore ma al solo pensiero delle tante cose da fare, decidi di tirarti su, tuo malgrado, dal caldo rifugio. Non solo, a complicare il risveglio il suono del BlackBerry sopra il comodino; è uno dei tecnici che si occupa del web server. Si è appena reso conto che la macchina “ha fatto crack” poco dopo la mezzanotte. Fai velocemente il conto a mente: sei ore di fermo e non sai altro. Il team di sviluppo web non sarà felice.

Poiché i problemi non si risolvono restando a letto, decidi di alzarti, avvii la caffettiera e ti fai una doccia. Mentre l’acqua calda ti scorre addosso, la tua mente si affolla di pensieri sugli impegni della giornata: schedulare l’aggiornamento di Windows 7, impostare nuovi utenti, configurare dei sistemi e infine la seccatura del web server… e aspetta, oggi non è il secondo martedì del mese?

Oggi sarà uno di quei giorni…

“Il suono del BalckBerry scandisce la mia vita, mi sveglio la notte e non posso spegnerlo”

…con Kaseya

Driin Driin!

Sono le sei del mattino e suona la sveglia: inizia una nuova giornata. Vorresti colpire la fonte del fastidioso rumore ma prima di farlo controlli il  BlackBerry che suona discretamente sul comodino. Sembra che questa notte il web server sia stato sul punto di arrestarsi ma fortunatamente Kaseya lo ha impedito giusto in tempo e lo ha riavviato. Infatti dopo un breve lampeggiare, l’ambiente web ha ripreso a girare come al solito. Sereno, chiudi gli occhi e assapori altri 15 minuti di sonno.

L’odore di caffè tostato accompagna il tuo risveglio. Proprio come il tuo ambiente IT, la caffettiera si accende automaticamente tutte le mattine. Assapori il primo sorso mentre inizi a prepararti. Fai una doccia e mentre l’acqua calda ti scorre addosso, la tua mente si affolla di pensieri sugli impegni della giornata: schedulare l’aggiornamento di Windows 7, incontrare il CIO per discutere della nuova piattaforma di business intelligence che hai sviluppato per il team commerciale… e aspetta, oggi non è il secondo martedì del mese?

Sarà una gran bella giornata di lavoro.

“Posso dormire sonni tranquilli sapendo che Kaseya monitora attivamente il mio ambiente IT rimediando automaticamente ai problemi minori”

Kaseya è la piattaforma software, distribuita in Italia da Achab, che vi consente di gestire e tenere costantemente sotto controllo i sistemi prevenendo i guasti, garantendo la qualità del servizio erogato e automatizzando le operazioni di routine.

 

 

No Comments
Comunicati

“Il silenzio delle stelle” di Andrea Costantin: un modo nuovo di utilizzare la scrittura


Dopo “La voce della brezza”“La notte degli echi” e “Luna Nera” lo scrittore emergente Andrea Costantin si propone con un libro tutto da scoprire dal titolo “Il silenzio delle stelle”.
L’autore ci pone a contatto con un libro che è suddiviso in tre parti, molto differenti, soprattutto nello stile e nell’approccio.

“Il silenzio delle stelle” si apre con un poliziesco, attraversando poi una seconda parte in cui ci troviamo dinanzi a un dramma psicologico, per concludersi con delle poesie.

Lo scrittore Andrea Costantin utilizza un linguaggio che a tratti è ironico altre drammatico, e questa scelta assieme alla suddivisione in tre parti del romanzo, riesce a stimolare il lettore, sempre a contatto con realtà differenti e da cogliere fino in fondo.

Non manca la parte avvincente in cui un ex commissario sarà chiamato a indagare su un crimine.

Le scelte dell’autore del libro “Il silenzio delle stelle” sono ben studiate e la storia ha un ottimo potenziale, poiché quello che sembra venire a galla nella lettura, è una realtà del tutto simile alla nostra, in cui la società è in declino e le persone deboli devono rassegnarsi al ruolo di svantaggiati.

Lo scrittore Andrea Costantin in questa sua opera è riuscito a mostrare la verità della realtà che ci circonda, ma lo fa con garbo e ironia.

No Comments
Comunicati

“C’era una volta per sempre. Una favola che non dovrebbe mai essere racconta” di Nadia Giannoni


Ci sono storie che sarebbe preferibile dimenticare, vicende che non dovrebbero essere mai vissute, ma che quando si compiono nella loro tragedia poi, non possono essere messe da parte come se nulla fosse accaduto.

La scrittrice emergente Nadia Giannoni nel libro dal titolo “C’era una volta per sempre. Una favola che non dovrebbe mai essere raccontata” narra una storia di coraggio e soprattutto di amore.

Nel 2002 a San Giuliano di Puglia crolla una scuola portandosi via la vita di bambini innocenti. Fa male ricordare quel giorno in cui 27 alunni, furono inghiottiti da quel maledetto crollo. Ma quel 31 ottobre 2002 non può essere dimenticato.

“C’era una volta per sempre. Una favola che non dovrebbe mai essere raccontata” racconta la storia di 27 angeli e di una maestra che portano a termine la loro missione speciale.
Annina, una bambina, chiede alla nonna di raccontare una favola, qualcosa di diverso, di quasi irreale e la nonna inizia a narrare quella dei 27 bambini.

La scrittrice Nadia Giannoni nel libro “C’era una volta per sempre. Una favola che non dovrebbe mai essere raccontata” fa commuovere, riflettere e ricordare quello che ha provocato dolore, rabbia, ma che ha anche mostrato quanto amore possa elevarsi dal cuore delle persone.

No Comments
Comunicati

“My dream – Un cane come bagnino” di Michela Mazzarol: un amore unico…


La scrittrice emergente Michela Mazzarol nel suo libro “My dream – Un cane come bagnino” racconta una vicenda che toccherà il cuore di tutti gli amanti degli animali.

Ciò di cui si parla nel romanzo è del rapporto raro che solitamente si crea tra il cane e il suo padrone.

La protagonista di “My dream – Un cane come bagnino” per cercare di aiutare il suo compagno ad affrontare un momento complicato per la morte del padre, gli regala un cucciolo.

In seguito, per una ragione molto simile, lei stessa decide di regalarsi un cane, Dream. Tra i due nascerà da subito un rapporto particolare e Dream diventa un fedele amico.

Il cuore della storia raccontata in “My dream – Un cane come bagnino” è il legame unico che si viene a creare tra la padrona e il suo cane, dove l’una si prende cura dell’altro senza pretendere nulla in cambio.

Ma nel romanzo “My dream – Un cane come bagnino” Michela Mazzarol tocca anche un altro argomento importante: quello del soccorso nautico attuato grazie agli eroi di cui spesso non si parla, i cani-bagnino.

No Comments
Comunicati

“Felinità” di Consuelo Pasca: l’amore tra un gatto e un bambino


La scrittrice emergente Consuelo Pasca con il suo libro “Felinità” accompagna il lettore alla scoperta del mondo umano visto attraverso lo sguardo di un gatto.

Con una scrittura ammaliante, scorrevole e veloce l’autrice conduce all’interno di una sorta di favola, in cui la realtà si dimostra per quella che è, nonostante sia un felino a parlare.

Il libro “Felinità” è stato apprezzato molto dai lettori di Amazon, che hanno decretato il suo successo portandolo per tre settimane in alto nella classifica degli ebook, facendolo diventare un best seller.

“Felinità” è prima di tutto il racconto dell’amore che nasce in maniera istantanea tra un gatto e un bambino. Il gatto comprende di voler vivere accanto a quel bambino e per questo trova il modo di farsi accogliere nella sua famiglia.

La scrittrice Consuelo Pasca è stata molto capace nel delineare i personaggi della storia, che appaiono persone comuni ma con delle caratteristiche che li contraddistingue.

“Felinità” è un romanzo che si legge tutto di un fiato, adatto agli amanti dei gatti e a tutti coloro che vogliono guardare la vita dalla prospettiva di un felino.

No Comments
Comunicati

“Dalla Terra all’Universo” di Ernesto Giuseppe Ammerata: alla scoperta della realtà


“Dalla Terra all’Universo” dello scrittore emergente Ernesto Giuseppe Ammerata è un libro di grandi qualità che ci offre una visione dell’Universo in maniera semplice e affascinante.

Attraverso informazioni dettagliate, ma di facile comprensione anche per chi non ha praticità con l’astronomia, Ammerata ci conduce nel cuore dell’Universo.

Il libro “Dalla Terra all’Universo” si presenta come un viaggio partendo dalla Terra per allontanarsi, fino a giungere ai confini dell’Universo, passando per pianeti e galassie.
Sarebbe impossibile non lasciarsi incantare dalla Via Lattea e dalla visione da lontano del luogo in cui viviamo.

“Dalla Terra all’Universo” è un libro che coinvolge ed è reso ancora più interessante dalla presenza d’immagini che chiariscono all’occhio ciò che appare distante, quasi irraggiungibile.

Lo scrittore Ernesto Giuseppe Ammerata nella sua opera riesce a far viaggiare il lettore accanto a sé mostrandogli le meraviglie che ci circondano e fornendo le informazioni necessarie per conoscere la realtà.

No Comments
Comunicati

Consulenza ambientale per la tua impresa? Chiedi a Studio Atlas

Per la tua impresa cerchi una società seria e affidabile specializzata in consulenza ambientale? Da oggi puoi affidarti ad Atlas, lo studio di professionisti con sede a Parma con esperti in grado di offrirti aiuto e sostegno in ambito tecnico, gestionale, normativo e legale.

L’attività dello Studio Atlas si articola in tre settori: ambiente, sicurezza e sistemi di gestione. Gli esperti di Studio Atlas elaborano studi di impatto ambientale, eseguono perizie e consulenze tecniche di parte, assistono nell’impostazione, nello sviluppo e nella certificazione di sistemi di gestione ambientale, pianificano e realizzano attività di monitoraggio dell’ambiente.

In materia di sicurezza ambientale, Studio Atlas esegue analisi e valutazioni dei rischi per ogni impresa, oltre a verificare la conformità delle aziende rispetto agli standard di ingegneria nazionali e internazionali.

Per quanto riguarda i sistemi di gestione ambientale, Studio Atlas offre una consulenza precisa e professionale, agevolando i rapporti fra imprese e pubblica amministrazione, nonché l’accesso delle aziende a bandi e gare di appalto.

Atlas è una realtà di riferimento nel settore della consulenza ambientale e della gestione dei rifiuti. La sua divisione Servizi Ecologici consente alle imprese di smaltire un’ampia varietà di rifiuti speciali non pericolosi. Grazie alla sua piattaforma ecologica, Atlas Servizi Ecologici è in grado di recuperare tutto il materiale smaltito, senza passare dalla discarica.

La piattaforma ecologica di Noceto (Parma) consente lo smaltimento di rifiuti liquidi e solidi, di materie plastiche e di cartone, di scarti agro-alimentari, ceneri, fanghi e rifiuti di opere edilizie. Il gruppo Atlas è al fianco di ogni impresa per aiutarle a costruire un mondo più pulito. Visita il sito www.atlasecologia.it per una prima consulenza.

Atlas S.r.l. – Servizi Ecologici
Via Ghisolfi e Guareschi, 4 – 43015 Noceto (Parma)
Tel. 0521 620556
Fax 0521 628156
Web: www.atlasecologia.it
e-Mail: [email protected]

No Comments
Comunicati

AGLI ISTITUTI CLINICI ZUCCHI NEL REPARTO ODONTOIATRIA MARZO E’ IL MESE DI PREVENZIONE DELL’ANZIANO


Il mese di Marzo agli Istituti Clinici Zucchi è dedicato alla salute orale dell’anziano. Il concetto di salute orale correlato con la qualità della vita prende spunto dalla definizione di salute che l’Organizzazione Mondiale della Sanità diede nel 1946: Per salute si intende “uno stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non solo l’assenza di malattia od infermità”.

Salute orale, quindi non vuole dire solamente assenza di malattia cariosa o paradontale, ma è indispensabile considerarne gli effetti su tutti gli aspetti della vita quotidiana:

  • nutrirsi in modo congruo e      soddisfacente;
  • parlare in maniera fluente      e corretta;
  • sorridere;
  • ridere mostrando i denti      senza imbarazzo

La popolazione anziana ha una maggiore prevalenza di problemi orali e dentali, non tanto per l’invecchiamento fisiologico in sé, quanto per la maggiore incidenza di alcune patologie che interessano direttamente il cavo orale. Se da un lato esistono infatti casi di invecchiamento in buona salute in cui è mantenuta una condizione orale soddisfacente, dall’altro sono frequenti la perdita di denti, le lesioni della mucosa di natura neoplastica o infettiva, sanguinamenti.

Per questo gli specialisti del servizio di odontoiatria dell’Istituti Clinici Zucchi di Monza offrono una visita odontoiatrica gratuita, con la valutazione dei manufatti protesici esistenti e consigli per una corretta masticazione ed igiene orale.

Per informazioni chiamare il numero 039.2312521, poi digitare tasto 4.

No Comments
Comunicati

Subwoofer bazooka per auto con WRC omaggio


Quando il valore dell’omaggio supera quello dell’oggetto a cui è abbinato, diventa una notizia da diffondere e far conoscere.

Fino al 30 aprile 2013 e fino ad esaurimento scorte, ad ogni subwoofer bazooka passivo CP1038 acquistato al seguente link: http://www.auricolariecuffie.it/subwoofer-bazooka-cromato 
verrà inviato in omaggio un set di fodere coprisedile WRC ( Wolrd Rally Championship ) del valore di 60,50 euro per far più bella e sportiva la tua auto !!  Il set è completo di fodere posteriori e copri poggiatesta, con scritte WRC.

Un’occasione unica per potenziare i bassi del vostro impianto hi-fi car e far più bella la tua auto. Chiama subito oppure ordina ( fino ad esaurimento scorte ).

No Comments
Comunicati

Rinnovabili.it lancia re-AUTO, il web-magazine sulla seconda vita dell’automobile


Debutta la nuova costola informativa di Rinnovabili.it, creata con la collaborazione di COOU, il Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati, e la partnership di EPR Comunicazione

re-AUTO

Roma 5 marzo 2013 – E’ nata re-AUTO, la nuova sezione d’approfondimento sulla seconda vita dell’automobile di Rinnovabili.it, il quotidiano web della sostenibilità, dell’efficienza energetica e dell’uso delle fonti rinnovabili. Uno spazio di informazione e riflessione, creato con la collaborazione di COOU, il Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati, e la partnership di EPR Comunicazione, per mettere in luce quello che accade una volta che le quattro ruote sono destinate alla rottamazione. “Si tratta di un’esperienza editoriale quotidiana unica al mondo che nasce dalla necessità di accendere i riflettori su un settore a molti ancora sconosciuto, ma dalle grandissime ripercussioni ambientali ed economiche” dice Mauro Spagnolo, direttore responsabile del quotidiano.

Come ogni bene di consumo anche le macchine sono destinate a compiere un ciclo. Ogni anno, i veicoli fuori uso generano soltanto nell’Unione europea tra gli 8 e i 9 milioni di tonnellate di rifiuti che devono essere gestiti correttamente e che possono dar modo di recuperare quasi l’85% dei materiali impiegati per la realizzazione dell’auto stessa. In linea con la mission che Rinnovabili.it ha adottato fin dal 2006, anno della nascita della testata, re-Auto si prefigge di indagare gli ambiti scientifici, tecnologici, ambientali ed economici del settore divenendo il primo web-magazine ad occuparsi della seconda vita dell’automobile.

Mauro Spagnolo_UnoMattina1

Processi di trattamento, normative, novità dal mondo delle associazioni e dei consorzi, eventi e, addirittura, le curiosità e le forme di arte generate da questa realtà sono i temi al centro della sezione che darà voce alle varie sfaccettature del comparto, sempre con un occhio vigile sulla stretta attualità. Oltre ad articoli e interviste re-AUTO offre una serie di servizi pensati e progetti a misura d’utente: dalle informazioni su “COSA RICICLARE DELLA TUA AUTO” alla mappa virtuale per la localizzazione dei centri d raccolta dell’olio esausto, fino allo spazio dedicato alla “FOTO DENUNCIA”, una galleria dedicata e creata dai lettori per portare alla luce gli esempi di cattivo smaltimento.

In questo contesto, Rinnovabili.it lancia attraverso re-Auto anche un grande concorso dedicato alla realizzazione di un’App legata alla filiera del riciclo nel settore automotive. La competizione, sponsorizzata dal COOU e con la collaborazione di Clickutility on Earth, si rivolge a esperti e appassionati informatici chiamati a mettere insieme le proprie idee in un meeting virtuale.

Mauro Spagnolo_UnoMattina2

Dell’attuale problema del riciclo delle auto, ed in particolare della raccolta e la rigenerazione dell’olio lubrificante usato, ha parlato ieri Mauro Spagnolo, direttore di Rinnovabili.it nella trasmissioneUNOMATTINA – RAI1, insieme a Paolo Tomasi, presidente del COOU, il Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati.

Rinnovabili.it – Il quotidiano web della sostenibilità, dell’efficienza energetica e dell’uso delle fonti rinnovabili. Ogni giorno fornisce un attento servizio informativo dalle più autorevoli fonti nazionali ed internazionali, oltre che commenti e inchieste di grandi firme del giornalismo e del mondo scientifico Italiano. Appena rinnovato nella veste grafica, nei contenuti e nella multimedialità, il quotidiano è suddiviso in 9 sezioni tematiche (Ambiente, Energia, GreenBuilding, Mobilità, Ecodesign, Innovazione, Cultura, Econormativa ed Eventi) oltre a 16 Blog monografici, 3 newsletter settimanali e molti servizi interattivi.
Fonte: Rinnovabili.it

logo_rinnovabili_300

Ufficio stampa Rinnovabili.it
[email protected]
0686211947
http://www.rinnovabili.it

socialmediapress_320x70

Social Media Partner
ancillotti press office 2.0

No Comments
Comunicati

UFFICIO STILE MARINA MANSANTA

Ufficio Stile MARINA MANSANTA : l’ultimo successo arriva dal lavoro svolto per l’azienda Pistocchi.

Un’ ennesima conferma per l’Azienda MM che si propone come Ufficio Stile per lo studio dell’immagine di prodotti nuovi o che hanno bisogno di un restyling.

 

La Maison, forte di un’esperienza ventennale nell’Alta Moda, deve il suo successo all’Ufficio Stilistico interno.

La creatività della Sig.ra Mansanta  e la sapienza sartoriale dello staff assicurano il valore dell’intera filiera produttiva.

Dall’idea allo studio, dalla scelta dei materiali al prototipo fino alla realizzazione del capo campione MARINA MANSANTA ALTA MODA  offre servizio di Ufficio Stile a tutte le aziende.

MM offre questa competenza anche per aziende di settori diversi da quello dell’abbigliamento che necessitano di nuove idee, studio dell’immagine per il rinnovo o il lancio di un prodotto, restyling del pack. Il successo ottenuto dalla collaborazione con TortaPistocchi Firenze ne è dimostrazione.

Dall’idea al capo campione MM crea collezioni con marchio terzo o “By Marina Mansanta”.

Un incontro iniziale con la stilista  servirà per conoscere le esigenze e le problematiche dell’azienda che affiderà all’Ufficio Stile MM lo studio dell’immagine di un prodotto nuovo o che necessita di restyling.

Ascoltare, Conoscere, Interpetare, Interagire, Sorprendere: questi i diktat della Maison Marina Mansanta.

No Comments
Comunicati

Borsa italiana: i migliori fondi di investimento a confronto

  • By
  • 11 Marzo 2013

borsaIn un generale contesto di incertezza sui mercati, il nuovo anno si è aperto con un certo fermento dal punto di vista degli investimenti finanziari. Con uno spread in ribasso, quasi tutti i listini azionari sono saliti verso l’alto e quindi è ritornata una diffusa fiducia.

Tra i settori che crescono principalmente nella Borsa Italiana spiccano le banche, i titoli industriali, il settore delle assicurazioni e dei media. Potrebbero inoltre portare segni positivi importanti per i prossimi mesi, anche i titoli legati al settore della tecnologia, sopratutto i titoli dei principali colossi nel settore della telefonia e dei tv. Per quanto riguarda i titoli giudicati come migliori fondi di investimento bisognerà di certo attendere le imminenti elezioni politiche, il risultato delle urne sarà infatti uno dei fattori più importanti per delineare il quadro economico globale in cui si muoveranno i mercati. Incertezza quindi fino al 25 Febbraio.

Nelle ultime settimane i titoli censiti da Morningstar, agenzia leader nel settore delle ricerche indipendenti sui mercati finanziari, hanno fatto registrare una crescita in doppia cifra, un + 14,5% che non si vedeva da tempo. Pertanto si può preventivare che anche dopo la tornata elettorale i migliori fondi di investimento saranno quelli segnalati da Morningstar. I principali fondi che si possono consigliare sono Fidelity Italy, Lemanik High Growt e Ubi Pramerica.

Il fondo Fidelity è un prodotto valido sia per i piccoli che per i grandi risparmiatori. L’investimento viene organizzato in diverse attività e il rischio viene ripartito in maniera tale da creare un portafoglio diversificato senza essere legati al successo di un singolo evento finanziario o titolo. Per quanto riguarda invece Lemanik High Growt, si tratta di un fondo che investe sopratutto sull’area euro, si acquistano per lo più titoli di aziende con un’importante previsione di crescita. Nel mercato italiano si guarda con attenzione ai titoli maggiormente negoziati. Infine per chi ha l’obiettivo di proteggere nel tempo una disponibilità economica, ci sono i solidi fondi Ubi Pramerica, si tratta principalmente di investimenti diversificati che puntano a raggiungere il massimo nel breve periodo. Il mercato di riferimento è in genere quello delle azioni sui mercati emergenti in cui si investe in maniera bilanciata.

No Comments
Comunicati

L’acne nodulo cistica: perché compare e come sconfiggere la peggiore infezione della pelle


Non c’è dubbio che accanto alla comedonica, l’acne nodulo cistica sia tra le più antipatiche forme d’acne da trattare sia a detta degli esperti, sia dei pazienti che spesso affrontano costose e lunghe terapie senza avere i risultati che spererebbero. A cosa è dovuta la comparsa dell’acne nodulo cistica? Chi colpisce? Come intervenire?

Le tre fasi dell’acne nodulo cistica

L’acne nodulo cistica è una vera e propria malattia della pelle che segue un’evoluzione patologica divisa in tre stadi ben definiti:

  1. Quando le ghiandole sebacee iniziano a funzionare in maniera scorretta possono produrre quantità di sebo spropositate che, indurendosi, formerà un tappo e occluderà i canali piliferi.
  2. L’ostruzione dei dotti provoca un’infiammazione della pelle sulla quale compaiono delle papule di colore rossastro.
  3. Nei comedoni, comunemente detti brufoli, la proliferazione dei germi porta all’infezione della cute e alla secrezione di pus, che da il caratteristico aspetto dalla punta giallastra.

Nel caso dell’acne nodulo cistica, la degenerazione dell’infezione provoca la formazione di cisti e noduli di grandezza variabile che deturpano la pelle del viso, del tronco e delle spalle.

Le cause dell’acne nodulo cistica

I fattori determinanti per l’insorgere dell’acne nodulo cistica hanno una duplice natura:

–        fattori endogeni, quali lo stress e la familiarità;

–        fattori esogeni, come farmaci, cosmetici o inquinanti atmosferici.

Nessuna colpa, dunque, a ormoni o alimentazione. Non è l’abuso di determinati cibi o la quantità di ormoni (bensì la “qualità”) a influire sullo stato della malattia.

La migliore terapia per l’acne nodulo cistica

Nonostante sia tra le più difficili da guarire, anche l’acne nodulo cistica può essere curata in maniera decisiva. Tutti quei pazienti che hanno avuto delle esperienze fallimentari con le terapie antibiotiche, possono ancora sperare negli effetti assolutamente benefici dell’isotretinoina.

Si tratta di un farmaco rivoluzionario che però, a causa delle controindicazioni che può avere (soprattutto sulle gestanti), va prescritto solo da un dermatologo professionista che conosce bene il dosaggio da somministrare.

Anche i peeling all’acido glicolico possono essere d’aiuto, rimuovendo le cellule morte della pelle, levigandola. Tra le sostanze dall’azione esfoliante, ottimi anche l’acido tricloracetico, la resorcina e l’acido salicilico.

E contro le cicatrici?

L’ultima fase per una guarigione completa dall’acne nodulo cistica consiste nella rimozione di qualunque segno residuo. Grazie all’intervento indolore con il laser frazionato Palomar 1540 è possibile eliminare anche le cicatrici più ostinate e ottenere una pelle rigenerata.

No Comments
Comunicati

Camaloon alla conquista del mercato B2B in Italia


Barcellona, 7 marzo 2013 – Dopo il grande successo riscosso sul mercato B2C nella vendita di oggetti personalizzati come spille, calamite, specchietti ed adesivi, Camaloon decide di ampliare il suo raggio d’azione alla conquista del mercato B2B in Italia.

L’acquisizione di un nuovo membro italiano nel suo team commerciale, nuovi prezzi dedicati per la produzione di grandi quantitativi ed una comunicazione ed assistenza pensate specificamente per aziende e professionisti, rendono possibile questa espansione, che si prevede possa ripetere il successo ottenuto in Spagna negli ultimi 6 mesi di attività.

Approdare al mercato B2B, dopo essere divenuti leader del mercato B2C, non significa rinunciare ai punti forti che hanno reso Camaloon una delle aziende con più successo del settore: qualità del prodotto, tempi di produzione ridotti, prezzo abbordabile e infinite possibilità in termini di personalizzazione e creatività (numerose forme, dimensioni e finiture disponibili). Le imprese che decidono di affidarsi a Camaloon hanno la sicurezza di ricevere la qualità, assistenza e professionalità che hanno conosciuto come clienti finali; è proprio questo il punto di forza dell’azienda.

Camaloon offre il prodotto e servizio ideali per le aziende alla ricerca di quel plus in grado di dare una spinta al piano promozionale o per i rivenditori che vogliono presentare ai loro clienti un prodotto vantaggioso sotto tutti i punti di vista.

Chi è Camaloon?

Camaloon è una giovane start-up con sede a Barcellona. Nel suo team si trovano coinvolti: esperti della rete, della comunicazione e marketing, nonchè maestri artigiani della manifatture. Il suo sforzo è concentrato in particolare nella realizzazione di prodotti di alta qualità, con tempi di consegna cortissimi, una finitura perfetta, un servizio al cliente eccellente e un prezzo competitivo. I prodotti che tratta sono: spille, adesivi, calamite, calamite per abbigliamento e specchietti, personalizzabili con le immagini dei suoi clienti. La qualità che Camaloon è capace di offrire viene confermata anche da alcuni dei suoi clienti più famosi, quali: Bershka, Nokia, L’Óréal, Zara, Mc Donald’s e Yves Rocher.

Contatti:

Luca Parrella
Responsabile commerciale Italia
e-mail: [email protected]
http://camaloon.com/it

No Comments