Daily Archives

28 Febbraio 2013

Comunicati

Kuala Lumpur ospiterà gli Asia Harley Days durante le celebrazioni internazionali per il 110o anniversario di Harley-Davidson


Kuala Lumpur ospiterà gli Asia Harley Days durante le celebrazioni internazionali per il 110o anniversario di Harley-Davidson

Kuala Lumpur ospiterà gli Asia Harley Days durante le celebrazioni internazionali per il 110o anniversario di Harley-Davidson

 
[2013-02-28]
 

KUALA LUMPUR, Malaysia, 28 febbraio 2013 /PRNewswire/ — Harley-Davidson, Inc, in collaborazione con il Ministero del Turismo della Malaysia e il Malaysia Convention & Exhibition Bureau (MyCEB), ha annunciato che a settembre di quest'anno Kuala Lumpur ospiterà gli Asia Harley Days. L'evento è organizzato per celebrare il 110o anniversario di Harley-Davidson e rappresenterà il fulcro dei festeggiamenti per la regione del Sud-est asiatico.

Gli Asia Harley Days si terranno al culmine di un anno di celebrazioni internazionali in 11 paesi di sei diversi continenti.

Greg Willis, Direttore delle operazioni di marketing per Harley-Davidson Asia Pacific, ha affermato: "Kuala Lumpur è il luogo perfetto per ospitare questo evento, grazie alla sua posizione strategica nel Sud-est asiatico e al forte sostegno del Ministero del Turismo della Malaysia e di MyCEB, che hanno riconosciuto l'enorme potenziale turistico degli Asia Harley Days per la Malaysia".

Con il patrocinio del Ministero del Turismo della Malaysia e di MyCEB, gli Asia Harley Days si terranno nel centro della città di Kuala Lumpur e vedranno la partecipazione dei membri dell'Harley Owners Group (H.O.G.), il motoclub ufficiale della casa motociclistica, alle numerose attività in programma.

È prevista la partecipazione di membri di H.O.G. provenienti da tutto il mondo a queste celebrazioni. L'evento è gratuito e sarà aperto al pubblico dal 14 al 20 settembre 2013. Gli eventi e le attività comprendono una parata con bandiere, promozioni, mostre, esposizioni, giri di prova e un tour motociclistico nell'intera nazione. Per i membri di H.O.G. l'evento prevede una cena di benvenuto, accessi speciali, promozioni e offerte per tutta la settimana degli eventi.

"In effetti, la Malaysia è un paese che favorisce numerosi tipi di eventi; i partecipanti potranno divertirsi anche con le moltissime attività interessanti esclusive di questo paese. Gli Asia Harley Days nel 2013 saranno un evento molto importante per la Malaysia. Si prevede un afflusso di almeno 5.000 partecipanti dai paesi esteri, con un introito economico per il paese di RM50 milioni", ha affermato Zulkefli Sharif, Amministratore delegato di MyCEB.

I fan di Harley-Davidson sono invitati a prendere parte alle celebrazioni online, attraverso la condivisione di video, immagini ed esperienze su Facebook, su Twitter con l'hashtag #HD110 e su www.h-d.com/110.

No Comments
Comunicati

Trave REP® di CSP PREFABBRICATI: NUOVA CONCEZIONE DI SISTEMA COSTRUTTIVO

  • By
  • 28 Febbraio 2013


Da Gennaio 2013 Csp Prefabbricati è concessionaria delle Travi REP®.

Il connubio con la Trave REP® porta CSP Prefabbricati ha rinnovare il concetto di Sistema Costruttivo e ha interpretare con il Sistema REP® SMQ le richieste del mercato riguardanti le strutture miste acciaio-calcestruzzo.

Il Sistema REP® SMQ è costituito dalle Travi REP® e dai pilastri brevettati PCM® e PNU, entrambi completati in cantiere con getti in calcestruzzo in opera.

VANTAGGI DEL SISTEMA REP® SMQ

La soluzione costruttiva è basata sull’integrazione funzionale tra strutture prefabbricate miste in acciaio e calcestruzzo a elevate prestazioni per le realizzazione di edifici alti, parcheggi interrati, infrastrutture e strutture complesse. I vantaggi comprovati negli anni sono:

  • Velocità realizzativa dell’intero complesso;
  • Migliore gestione logistica delle fasi di costruzione in cantiere;
  • Ottima risposta statica in caso di sisma secondo quanto previsto dal progetto.
  • Resistenza al fuoco secondo la normativa vigente.

Travi REP® prodotte da Csp Prefabbricati

Csp Prefabbricati offre la gamma completa di Travi REP®: Travi tralicciate con fondello in acciaio, in calcestruzzo o senza fondello. Autoportanti, nel rispetto della normativa antisismica, con velocità di realizzazione anche per grandi luci. Brevettate con ogni tipo di solaio.

 

  • TRAVE REP® NOR TMQ®
  • TRAVE REP® NOR TLQ®
  • TRAVE REP® TR TMQ®
  • TRAVE REP® TR TLQ®
  • LASTRA REP®TSQ®
  • CONNESSIONI REP® TRC

Vantaggi dell’utilizzo di Travi REP®

Riconosciute dal mercato, la trave REP® costituisce un plus nelle realizzazioni con travi prefabbricate reticolari miste:

  • Autoportanza;
  • Velocità nella posa;
  • Costi certi;
  • Ideali per strutture a grande luce e sovraccarichi.

Per Informazioni: [email protected]

 

 

No Comments
Comunicati

Equens processa un miliardo di transazioni SEPA


Equens processa un miliardo di transazioni SEPA

Equens processa un miliardo di transazioni SEPA

 
[2013-02-28]
 

UTRECHT, Paesi Bassi, February 28, 2013 /PRNewswire/ —

Conseguito un traguardo importante nonostante il ritardo del mercato nei preparativi per l’end date per la migrazione SEPA

La scorsa settimana Equens ha processato la miliardesima transazione SEPA.Dal lancio del sistema per i bonifici SEPA (SEPA Credit Transfer, SCT), avvenuto nel gennaio 2008, e dall’introduzione dell’addebito diretto SEPA (SEPA Direct Debit, SDD), perfezionato nel novembre 2009, il volume delle operazioni ha registrato un progressivo aumento.Sebbene i sistemi di Equens siano stati approntati sin dall’inizio per l’elaborazione di grandi volumi di pagamenti SEPA, è stato necessario un periodo di cinque anni per raggiungere il traguardo di un miliardo di transazioni SEPA, perché molti dei player di mercato non sono ancora pronti alla migrazione.Rimane quindi ancora molto da fare dell’end date del 1° febbraio 2014 per il passaggio alla SEPA.

Nonostante la maggioranza del mercato europeo dei pagamenti debba ancora affrontare la migrazione, Equens ha recentemente processato la miliardesima transazione SEPA. I sistemi di pagamento di Equens sono in grado di elaborare grandi volumi di pagamenti SEPA; tuttavia, a meno di un anno dalla scadenza dall’end date, molti dei player di mercato non sono ancora pronti alla migrazione definitiva. Per questo motivo, nel corso del 2012 i pagamenti SEPA hanno rappresentato solo il 4,3% (446 milioni su un totale di 10,4 miliardi) di tutti i pagamenti elaborati da Equens. Questo dato evidenzia la necessità di una rapida attuazione dei preparativi e la presenza di una crescente pressione sulle banche e sulle società.

Equens ha iniziato a elaborare operazioni di pagamento SEPA a partire dal 28 gennaio 2008, data in cui ha realizzato l’adeguamento dei propri sistemi in conformità ai relativi accordi internazionali conclusi con il Consiglio Europeo per i Pagamenti (European Payments Council, EPC). Equens può a oggi pertanto già vantare cinque anni di esperienza nell’elaborazione di operazioni SCT e SDD. Attualmente Equens gestisce circa 250 specifiche tecniche relative allo standard SEPA ed elabora operazioni SEPA per istituti bancari e tra organismi di compensazione e di regolamento in 16 Paesi, con i maggiori volumi provenienti da Belgio, Finlandia e Germania.

Michael Steinbach, CEO e Presidente del Consiglio di Amministrazione di Equens, ha così commentato: “La nostra miliardesima transazione SEPA è il risultato della nostra tempestiva e intensa preparazione all’introduzione del bonifico e dell’addebito diretto SEPA. Gli investimenti eseguiti nei nostri performanti sistemi di pagamento stanno adesso iniziando a dare i loro frutti. Benché lo standard SEPA comporti la gestione di volumi di dati ampiamente maggiori di quelli gestiti in passato, il nostro sistema è attualmente in grado di processare fino a 10 milioni di pagamenti SEPA al giorno senza alcun problema. Malgrado il conseguimento del traguardo di un miliardo di transazioni SEPA elaborate, constatiamo tuttavia che il mercato europeo dei pagamenti deve ancora affrontare un lungo percorso prima della definitiva migrazione SEPA prevista per il prossimo anno.”

Nel settembre 2012 Equens ha lanciato un blog a livello europeo dedicato alla SEPA (blog.equens.com/eu) con l’obiettivo di evidenziare le urgenze, sostenere lo scambio di idee e aumentare il livello di conoscenza tra i consumatori, gli istituti bancari e le società europee. Gli argomenti trattati comprendono alcune migliori pratiche da implementare, consigli e suggerimenti su come affrontare i preparativi per la SEPA, un excursus storico ed i recenti sviluppi del progetto SEPA.

Nota editoriale

Informazioni su Equens

Equens SE è il primo fornitore di servizi completi per il processing dei pagamenti a livello paneuropeo e tra le più importanti società di servizi di gestione delle transazioni elettroniche in Europa, con una posizione di leadership nel mercato delle soluzioni future-proof per l’elaborazione dei pagamenti effettuati mediante operazioni bancarie e carte di pagamento. Grazie a un portafoglio di servizi vasto e competitivo, la società è in grado di rispondere perfettamente ai requisiti e alle sfide posti dal mercato europeo dei pagamenti.

Equens partecipa allo sviluppo di un mercato europeo dei pagamenti unico e uniforme (area SEPA), impegnandosi al contempo a favore della standardizzazione e dell’armonizzazione delle transazioni di pagamento a livello europeo e mondiale. La società dispone di sedi in cinque paesi (Paesi Bassi, Germania, Italia, Finlandia e Regno Unito) ed è in grado di assicurare, attraverso alleanze e servizi per clienti in vari paesi europei, la completa copertura del mercato paneuropeo. Con un volume di elaborazione annuo pari a 10,4 miliardi di pagamenti e a 4,4 miliardi di transazioni POS e ATM, Equens detiene in Europa una quota di mercato superiore al 12,5%.

Informazioni sulla SEPA

L’area unica dei pagamenti in euro (Single Euro Payments Area, SEPA) è l’iniziativa volta all’integrazione dei pagamenti adottata dall’Unione europea (UE).Sin dall’introduzione delle banconote e delle monete in euro avvenuta nel 2002, i promotori politici dell’iniziativa SEPA – i governi UE, la Commissione europea e la Banca centrale europea (BCE) – hanno posto in primo piano l’integrazione del mercato dei pagamenti in euro.Da parte loro, i promotori politici hanno invitato i soggetti che operano nel settore dei pagamenti a sostenere la moneta unica mediante lo sviluppo di un insieme di schemi e di quadri di riferimento armonizzati per i pagamenti elettronici in euro.

La data finale programmata per la migrazione alla SEPA è sempre più prossima.A partire dal 1degree(s) febbraio 2014, i bonifici SEPA (SEPA Credit Transfer, SCT) e gli addebiti diretti SEPA (SEPA Direct Debit, SDD) diventeranno quindi realtà.Questa scadenza fissa contribuirà a una rapida attuazione della migrazione.Le banche europee beneficeranno in modo ottimale dei vantaggi offerti dalle economie di scala e dai conseguenti risparmi sui costi che saranno originati ad avvenuto completamento della migrazione.

Ulteriori informazioni sugli indicatori di migrazione dell’area euro e dei singoli Paesi sono disponibili al sito presente all’indirizzo  http://www.sepa.eu, ospitato dalla Banca centrale europea (BCE).La BCE mette inoltre a disposizione note sintetiche specifiche per ciascun paese contenenti informazioni su servizi di conversione, deroghe e prodotti di nicchia.

http://www.equens.com

blog.equens.com/eu

No Comments
Comunicati

Itella Logistics ottiene un vantaggio competitivo grazie a Quintiq


Itella Logistics ottiene un vantaggio competitivo grazie a Quintiq

Itella Logistics ottiene un vantaggio competitivo grazie a Quintiq

 
[2013-02-28]
 

‘S-HERTOGENBOSCH, Paesi Bassi, February 28, 2013 /PRNewswire/ —

Itella Logistics, azienda leader operante nella logistica in nord Europa e Russia, ha ottenuto un notevole vantaggio competitivo a seguito dell’implementazione di una soluzione di pianificazione integrata sviluppata da Quintiq. In Finlandia, un’unica piattaforma gestirà la pianificazione di circa 1.500 vettori e 26 milioni di spedizioni all’anno.

Itella Logistics era alla ricerca di una soluzione di pianificazione in grado di gestire la complessità del proprio business migliorando al contempo i livelli di servizio al cliente, ottimizzando l’efficienza e riducendo le emissioni di anidride carbonica e i costi operativi. Quintiq ha fornito a Itella Logistics una piattaforma integrata adatta alla pianificazione di tutte le attività operative, dalla pianificazione del ritiro e della consegna, al calcolo dei costi di trasporto, fino alla programmazione dello smistamento in deposito. Itella prevede che questo nuovo sistema di pianificazione permetterà un rapido ed elevato ritorno dell’investimento grazie al miglioramento dell’efficienza aziendale e a un’ottimizzazione dei tempi di consegna promessi ai clienti.

Allocazione delle risorse e tragitti ottimizzati

Il primo progetto riguarda la pianificazione delle tratte, con un confronto con i turni di lavoro e la successiva identificazione dei mezzi e degli autisti più convenienti a cui affidare la spedizione.

Il funzionamento della soluzione Quintiq si baserà sull’impiego di previsioni del numero di spedizioni, inclusi i picchi legati alla stagionalità, per sviluppare un piano complessivo per la gestione delle risorse che tenga in considerazione i seguenti aspetti: aree di ritiro e consegna delle merci, pianificazione delle consegne presso il centro di smistamento, presenza di grandi quantitativi di posta, colli e altri pacchi trasportati nel deposito. Gli ordini inviati ai centri di smistamento saranno smistati, raggruppati e assegnati ai vettori. Verrà elaborata una tratta ottimale per tutti gli autisti e i vettori affinché gli ordini siano consegnati in tempo e nel modo più efficiente possibile. Nel rispetto dei vincoli e dei regolamenti aziendali di Itella, ad esempio le severe normative in materia di orario di lavoro, la soluzione genererà i turni di lavoro e gli autisti qualificati verranno assegnati ai vettori.

Pianificazione integrata in tempo reale

La soluzione Quintiq sarà integrata con il sistema TMS interno di Itella Logistics e sarà in comunicazione costante con i palmari utilizzati nei vettori. In caso di un’interruzione o di un problema sul tragitto, oppure in presenza di una richiesta di ritiro dell’ultim’ora, la soluzione di Quintiq elaborerà un nuovo piano e le nuove tratte saranno comunicate direttamente agli autisti tramite i palmari.

Mikko Särkkä, Head of Regional IT di Itella Logistics: Eravamo alla ricerca di una soluzione di pianificazione al top della categoria che fosse in grado di risolvere attività operative multiple e complesse tramite ununica piattaforma. Quintiq ha dimostrato di avere le capacità di gestire tale livello di complessità e ci ha permesso di conseguire un miglioramento dellefficienza già dai primi progetti pilota. Insieme a Quintiq, implementeremo il progetto fase per fase a partire dalla Finlandia, per poi applicarlo eventualmente anche negli altri Stati in cui operiamo. Ad oggi, Quintiq ci sta senza dubbio fornendo un incredibile vantaggio competitivo nel nostro mercato logistico di riferimento.

Arjen Heeres, COO di Quintiq: Abbiamo riscontrato che sempre più aziende della logistica si affidano alla soluzione di Quintiq con risultati positivi. La forte collaborazione che abbiamo sviluppato con Itella Logistics è unica e molto promettente. I primi progetti pilota hanno dato buoni risultati e pensiamo che questo sia solo linizio di una partnership di successo.

Informazioni su Itella Logistics

Itella Logistics, di proprietà di Itella Group, supporta e sviluppa le attività dei propri clienti fornendo soluzioni per la logistica tra cui trasporto via strada, mare o aereo, stoccaggio e altri servizi logistici. È possibile che i clienti affidino a Itella Logistics solo una parte del loro processo logistico oppure l’intera supply chain. L’azienda è presente in otto Stati (Finlandia, Svezia, Danimarca, Norvegia, Estonia, Lettonia, Lituania e Russia) e fornisce servizi a livello globale grazie ai propri partner. I ricavi netti di Itella Logistics nel 2011 sono stati MEUR 732 nel 2011 e il numero di dipendenti pari a 7.100. http://www.itella.com/logistics.

Informazioni su Quintiq

La rivoluzionaria piattaforma di pianificazione e ottimizzazione della supply chain (SCP&O) di Quintiq consente alle aziende di incrementare l’efficienza in ogni fase della supply chain; permette la pianificazione e l’ottimizzazione end-to-end del personale, delle risorse e dei processi in un unico ambiente di pianificazione su tutti i livelli di pianificazione. Molte delle aziende più grandi e di maggior successo al mondo si affidano a Quintiq per conseguire i propri obiettivi di business, rafforzare il vantaggio competitivo e generare nuovi flussi di entrate.

Fondata nel 1997 Quintiq ha da subito sperimentato una rapida crescita e oggi vanta una presenza globale con un doppio headquarter nei Paesi Bassi e negli Stati Uniti, un global development center in Malesia ed altri uffici situati in tutto il mondo. Con il suo software Quintiq è presente in 78 paesi con più di 500 installazioni in tutto il mondo.

Ulteriori informazioni sono disponibili all’indirizzo http://www.quintiq.it o tramite l’account Twitter @Quintiq.

Ulteriori informazioni

Quintiq
Charlotte Poh 
Global Marketing Communication Manager 
Tel.:  +31-73-691-07-39
E-mail: [email protected]

No Comments
Comunicati

Il rotore bicomponente SANLUIS Rassini scelto per la nuova 2014 Chevrolet Corvette Stingray


Il rotore bicomponente SANLUIS Rassini scelto per la nuova 2014 Chevrolet Corvette Stingray

Il rotore bicomponente SANLUIS Rassini scelto per la nuova 2014 Chevrolet Corvette Stingray

 
[2013-02-28]
 

Il primo progetto del settore per un rotore in ferro duttile e ghisa grigia in grado di assicurare prestazioni superiori con una riduzione di peso fino al 18%

PLYMOUTH, Michigan, 28 febbraio 2013 /PRNewswire/ — SANLUIS Rassini, importante produttore di componenti per sospensioni e freni per l'industria automobilistica del Nord America, è stato scelto dal team di progettazione di Chevrolet Corvette per il suo esclusivo progetto di rotore bicomponente, in grado di assicurare prestazioni estreme a velocità elevate e caratterizzato da un peso notevolmente inferiore alla media.

Il team della divisione Autoveicoli di Rassini ha realizzato il primo rotore del settore con coperchio in ferro duttile e freni a disco in ghisa grigia per la nuova 2014 Chevrolet Corvette Stingray, che farà il suo debutto la prossima estate. L'esclusiva combinazione di ghisa e ferro duttile consente una riduzione del peso fino al 18% con conseguente miglioramento delle potenzialità di gestione del calore della Corvette, tale da conferire a questa autovettura sportiva una potenza di arresto più affidabile e uniforme.

Uno dei componenti del pacchetto Performance della Corvette Stingray Z51, il sistema frenante in lega di Rassini, garantisce un'affidabile potenza di arresto al motore da 6,2 litri in grado di portare la Stingray da 0 a 100 km/h in meno di quattro secondi.

Il nuovo rotore è caratterizzato da un design a lamine sottili in luogo della consueta forma a lamine piene. Si tratta dell'unico rotore composito del mercato in cui il tamburo è alloggiato nel coperchio, caratterizzato da un design in cui la superficie interna del coperchio funge da tamburo del freno.

"Ottimizzando sia il design sia i materiali usati nel rotore, siamo riusciti a ridurre il peso e a migliorare le prestazioni con risultati finora inediti", ha dichiarato Eugenio Madero, amministratore delegato di SANLUIS Rassini Nord America. "Questa tecnologia è stata sviluppata per i veicoli ad alte prestazioni quali la 2014 Corvette, che necessitano di migliori potenzialità di trasferimento del calore con una contemporanea riduzione del peso".

L'impiego del design a lamine sottili incrementa il flusso dell'aria attraverso le aperture di ventilazione, consentendo un migliore scambio termico. L'uso di ferro duttile più resistente nel coperchio ha permesso ai progettisti di Rassini di utilizzare sezioni di materiale più sottili, garantendo comunque la stessa solidità strutturale. La connessione centrale del coperchio ottimizza il flusso dell'aria attraverso l'intero sistema, dissipando il calore in modo più efficiente e riducendo al minimo lo stress generalmente presente nelle convenzionali strutture monocomponente.

Il processo di produzione del rotore ha luogo interamente all'interno degli impianti produttivi di SANLUIS Rassini, che rimane l'unico fornitore dell'industria americana in grado di realizzare rotori con freni completamente integrati. L'impianto aziendale di Puebla, in Messico, dispone al suo interno di una fonderia e si occupa dei processi di lavorazione, rivestimento, riduzione dello stress e nitrocarburazione ferritica (Ferritic Nitro-Carburizing, FNC).

"Oltre a poter offrire una combinazione esclusiva di competenze per quanto riguarda le materie prime, possiamo fornire ai nostri clienti soluzioni complete", ha dichiarato Madero.

SANLUIS Rassini è un'azienda di portata globale che si occupa della progettazione e della produzione di componenti per sospensioni e freni per il settore automobilistico. In quanto maggior produttore al mondo di componenti per sospensioni per i veicoli commerciali leggeri e primo produttore americano di freni a disco completamente integrati, SANLUIS Rassini conta sette impianti produttivi strategicamente dislocati in Nord America e Brasile. SANLUIS Rassini è una società controllata di SANLUIS Corporación, S.A.B. de C.V. Per maggiori informazioni, visitare il sito www.sanluisrassini.com.

No Comments
Comunicati

Un gruppo di pazienti europei sottolinea la necessità urgente di un approccio terapeutico globale per le persone affette da ipertensione arteriosa polmonare


Un gruppo di pazienti europei sottolinea la necessità urgente di un approccio terapeutico globale per le persone affette da ipertensione arteriosa polmonare

Un gruppo di pazienti europei sottolinea la necessità urgente di un approccio terapeutico globale per le persone affette da ipertensione arteriosa polmonare

 
[2013-02-28]
 

5o SIMPOSIO MONDIALE SULL’IPERTENSIONE POLMONARE, NIZZA, Francia, February 28, 2013 /PRNewswire/ —

I nuovi dati presentati al5[°]Simposio Mondiale sull’ipertensione polmonare rivelano che l’impatto di questa malattia sul benessere dei pazienti, anche se nascosto, è tuttavia molto forte.

I risultati di un sondaggio internazionale sull’Ipertensione Arteriosa Polmonare (IAP) hanno gettato nuova luce su questa malattia il cui impatto, al di là della sofferenza fisica, è sottostimato. In seguito ai dati significativi emersi dal Sondaggio Internazionale sui pazienti affetti da IAP e su coloro che che si prendono cura di loro (gli “assistenti”) – che ha per primo preso in considerazione i problemi e il punto di vista degli assistenti oltre che dei pazienti – le associazioni dei pazienti hanno invocato una maggiore comprensione del forte impatto sociale ed emotivo dell’IAP sugli ammalati e su coloro che si prendono cura di loro, e la necessità di migliori standard assistenziali per le persone colpite da questa patologia debilitante.

Il sondaggio ha mostrato il significativo impatto finanziario che l’IAP può avere a causa della diminuzione delle capacità dei pazienti e dei loro assistenti di lavorare, che ha portato molte famiglie direttamente interessate da questa malattia a vivere con livelli di reddito sotto la media. Quattro pazienti su cinque hanno dichiarato che il loro lavoro è stato negativamente influenzato dalla malattia, e la metà di questi era impossibilitata a lavorare o aveva bisogno di aiuto per poterlo fare; nei pazienti che soffrivano della forma più grave di ipertensione polmonare, la percentuale era di nove su dieci. Anche la capacità lavorativa degli assistenti risultava compromessa, con quasi un assistente su tre costretto a interrompere la propria attività o a cambiare le proprie condizioni lavorative per prendersi cura di un ammalato di IAP, e più di uno su dieci costretto ad abbandonare del tutto il lavoro.

Pisana Ferrari, Vice Presidente dell’Associazione Europea per l’ipertensione polmonare (European Pulmonary Hypertension Patient Association – PHA Europe), ha affermato: “Questi dati sono davvero preziosi, in quanto ci aiutano a comprendere come l’IAP influisca negativamente sulla vita e sulle attività quotidiane dei pazienti e dei loro assistenti. Da essi emerge la necessità urgente e imprescindibile di migliorare gli standard dell’assistenza relativa all’impatto complessivo dell’IAP. Le organizzazioni di pazienti hanno, insieme agli operatori sanitari, un ruolo importante nel richiedere maggiore assistenza e risorse. Il fine ultimo dovrebbe essere quello di ottenere un miglioramento globale della condizione degli ammalati e dei loro assistenti, per permettere loro di avere la migliore qualità di vita possibile.”

Il professor Nazzareno Galiè dell’Università di Bologna, copresidente del quinto Simposio sull’Ipertensione Arteriosa Polmonare, ha commentato: “Per noi è molto importante aver presentato al Simposio i dati di questo studio, che è stato curato da un comitato direttivo che include i rappresentanti delle organizzazioni di pazienti di PHA Europe, PHA UK e PHA US e si avvale anche di altri importanti contributi scientifici, a sottolineare la stretta collaborazione tra la comunità scientifica e le associazioni di pazienti.”

L’indagine ha rivelato che l’IAP influisce pesantemente sul benessere emotivo e sociale dei pazienti, i quali provano un’ampia gamma di sentimenti negativi tra cui paura, frustrazione, rabbia, scarso interesse e piacere verso le attività che una volta apprezzavano. Dal sondaggio è poi emerso che anche l’aspetto relazionale viene sottovalutato nella cura dei pazienti con IAP. Quasi tutti i pazienti hanno ammesso che le loro relazioni intime con il partner erano gravemente compromesse a causa della scarsa autostima e dell’incapacità di impegnarsi fisicamente.

Molti pazienti e assistenti hanno confessato di provare un senso di isolamento, spesso dovuto al fatto che la malattia non è sempre evidente a livello fisico. Attualmente, il 50% dei pazienti e degli assistenti ritiene che la scarsa comprensione della malattia da parte degli altri contribuisca ad accrescere il loro isolamento sociale. Di conseguenza, i pazienti tendono a restringere sempre di più il cerchio dei loro contatti, a ridurre le attività al di fuori dall’ambiente domestico e a trascorrere meno tempo con gli amici. Inoltre, la loro identità sociale diventa sempre più labile e indefinita, poiché non sono più in grado di svolgere le mansioni relative al loro ruolo sociale o professionale. PHA Europe vuole far sì che, nonostante l’invisibilità della malattia, le necessità emotive dei pazienti non vengano ignorate, aiutandoli a diventare “visibili” e a condurre una vita piena e appagante.

Il professore Loic Guillevin, copresidente del Sondaggio Internazionale sui Pazienti affetti da IAP e sui loro Assistenti (International Patient and Carer Survey), ha affermato: “I dati che oggi vengono presentati al Quinto Simposio Mondiale sull’Ipertensione Polmonare (Fifth World Symposium on Pulmonary Hypertension) sono molto importanti. Essi dovrebbero indurci a una riflessione su tutti gli aspetti della malattia, e su come essa precluda la possibilità di vivere pienamente la propria vita. Di questo dovremmo discutere più spesso con i nostri pazienti.”

Il dott. Luke Howard, specialista in malattie dell’apparato respiratorio e membro del comitato direttivo, ha commentato: “Lo studio conferma l’importanza di un approccio multidisciplinare che coinvolga medici, infermieri, operatori sociali, psicologi e organizzazioni dei pazienti nell’assistenza alle persone affette da IAP. Avremo così modo di valutare e monitorare accuratamente il benessere psichico e sociale dei pazienti e degli assistenti, oltre ai sintomi clinici della malattia.”

###

Note per l’editore:

Informazioni sul sondaggio sui pazienti affetti da IAP e sui loro assistenti

L’IAP è una patologia rara che è però fortemente debilitante e mortale. È’ una malattia progressiva, causata dal restringimento delle arterie polmonari che collegano la parte destra del cuore ai polmoni, e provoca sintomi come sensazione d’affanno, spossatezza, vertigini, dolori al petto ed edema, che spesso peggiorano durante l’attività fisica. Al momento attuale non esiste un trattamento risolutivo per questa malattia, ma sono disponibili varie opzioni di cura.

L’indagine ha visto la partecipazione di 326 pazienti con IAP e 129 assistenti in cinque stati europei: Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito. Un comitato direttivo multidisciplinare di medici specialisti, infermieri specializzati e rappresentanti di gruppi di pazienti, si è occupato del sondaggio e dell’analisi dei risultati per garantire la sua pertinenza da un punto di vista medico e pratico.

È possibile scaricare il rapporto completo dal sito web di PHA Europe – http://www.phaeurope.org/projects-activities/pah-patient-and-carer-survey/.

Altri risultati dello studio:

  • La convivenza con una malattia come l’IAP mette a dura prova, dal punto di vista emotivo, sia i pazienti che i loro assistenti. I cambiamenti nella sfera fisica, pratica e sociale causati dall’IAP provocano emozioni negative, tra cui paura, senso di colpa, di perdita e di inutilità.
  • Tre su quattro delle persone che assistono i malati di IAP e sono anche loro partner, hanno rivelato l’esistenza di problemi nella vita di coppia, con una riduzione dei rapporti sessuali dovuta alla paura di causare al partner uno sforzo fisico che possa aggravarne le condizioni di salute.
  • I pazienti IAP e i loro assistenti hanno rilevato notevoli carenze a livello di informazioni sull’IAP, soprattutto riguardo al risvolto emotivo della convivenza con la malattia, e alle implicazioni di carattere economico e gestionale. Le organizzazioni di pazienti svolgono un ruolo importantissimo di informazione e supporto ai pazienti e agli assistenti.

Il rapporto internazionale sui pazienti affetti da IAP e sui loro assistenti (International PAH Patient and Carer report) è stato realizzato grazie all’assistenza e alla guida di specialisti IAP e di organizzazioni di pazienti, e al supporto dell’azienda farmaceutica svizzera Actelion Pharmaceuticals Ltd.

Giornata delle malattie rare

Il 28 febbraio 2013 ricorre la sesta Giornata Internazionale delle Malattie Rare, coordinata da EURORDIS e organizzata dalle associazioni di pazienti di malattie rare in 24 paesi europei, che mira a sensibilizzare l’opinione pubblica in merito a queste patologie, spesso sconosciute ai più.

Per maggiori informazioni si prega di contattare:

PHA Europe
Pisana Ferrari
Vice Presidente
+39-3484023432
[email protected]

Donna Wright
Packer Forbes
+44(0)20-7036-8550
[email protected]

No Comments
Comunicati

Rubicon Project presenta un grafico informativo per l’industria del Mobile Advertising


Rubicon Project presenta un grafico informativo per l’industria del Mobile Advertising

Rubicon Project presenta un grafico informativo per l’industria del Mobile Advertising

 
[2013-02-27]
 

 

–  Al Mobile World Congress del 2013, Rubicon Project lancia un grafico informativo che riporta in dettaglio le opinioni delle agenzie pubblicitarie europee sul sistema di offerte in tempo reale (RTB) per il mondo mobile

BARCELLONA, Spagna, 27 febbraio 2013 /PRNewswire/ — Rubicon Project, la più importante azienda di pubblicità automatizzata del mondo, ha oggi comunicato il lancio di un grafico informativo che offrirà una panoramica del mercato europeo relativamente al sistema di offerte in tempo reale (RTB) per dispositivi mobili.  Il grafico, che riporta i dati e le opinioni delle maggiori agenzie europee di trading desk, è basato sui risultati di un sondaggio svolto nel gennaio 2013, ed è molto importante per capire quale sarà la crescita e lo sviluppo del commercio automatizzato su telefonia mobile nell'anno prossimo.

Ecco alcune delle statistiche più importanti contenute nel grafico informativo di Rubicon Project:

  • Nel 2012, il settore dei dispositivi mobili rappresentava meno del 5% del totale di spesa per l'83% delle agenzie di trading desk, tuttavia il 57% di esse prevedeva che tale percentuale avrebbe raggiunto il 5-10% nel 2013, mentre il 17% riteneva che sarebbe salita al 10%-20%
  • Il 22% delle agenzie ha affermato di accedere ai cataloghi di pubblicità online 'direttamente attraverso gli editori', il 30% attraverso i network pubblicitari online, e la maggior parte di esse (il 49%) attraverso le piattaforme lato domanda (DSP), che rappresentano il punto di accesso per le agenzie che acquistano tramite RTB.
  • Le più note agenzie partner di trading desk stanno attualmente cercando di acquistare delle piattaforme di pubblicità online, tra cui AdMob e Invite Media (entrambe possedute da Google) e StrikeAd
  • Tra le sfide maggiori che le agenzie si trovano ad affrontare quando acquistano cataloghi pubblicitari per il mondo mobile vi sono: l'individuazione degli obiettivi (21%), la qualità del catalogo (20%) e la tecnologia (15%)
  • Il catalogo pubblicitario che le agenzie acquisteranno nel 2013 è così suddiviso: annunci pubblicitari in-app e annunci ottimizzati per dispositivi mobili (32% ciascuno) e annunci pubblicitari per tablet (web standard) (35%)
  • I formati degli annunci pubblicitari  più richiesti per piattaforma mobile sono: 300×250 (35%), 320×50 (24%) e 300×50 (16%)

Jay Stevens, vicepresidente senior e direttore generale di Rubicon Project International, spiega: "Il grafico informativo di Rubicon Project offre preziose informazioni sul sistema di offerte in tempo reale per dispositivi mobili in Europa e sul potenziale di crescita e sviluppo che esso avrà quest'anno dal punto di vista degli acquirenti. Occorre inoltre ricordare l'implementazione del nostro Mobile Project, che mira a fare per la pubblicità su piattaforma mobile ciò che il Rubicon Project ha fatto per il mercato dei desktop: offrire più efficienza e maggiori guadagni agli editori, facilitando agli acquirenti l'accesso su vasta scala ai cataloghi pubblicitari di qualità."

REVV, la piattaforma pubblicitaria automatizzata di Rubicon Project, è utilizzata da oltre 500 tra i più importanti editori del mondo, tra cui Time Inc., the Wall Street Journal, News International e The Tribune Company – per le loro transazioni commerciali con oltre 100.000 inserzionisti all'interno di un mercato di proporzioni enormi, con oltre due trilioni di impression ogni anno. L'offerta di Rubicon Project per il mondo mobile include un ad server proprietario, che consente una perfetta visualizzazione delle impression su dispositivi iOS, Android, Blackberry e Windows, permettendo agli editori di vendere più efficacemente e direttamente il loro catalogo pubblicitario in-app e su web.  In più, gli acquirenti di annunci pubblicitari dispongono di un singolo punto di accesso a comScore 500, il più grande mercato indipendente e la più importante piattaforma  di pubblicità online per computer fissi e portatili. L'accesso di Rubicon Project nel mercato dei dispositivi mobili è avvenuto nel 2012 in seguito all'acquisizione di Mobsmith, un'importante start-up tecnologica operante nel settore della pubblicità su piattaforma mobile.

Josh Wexler, direttore generale di Rubicon Project per il settore dei dispositivi mobili, aggiunge: "Invece dei computer fissi e portatili, i consumatori utilizzano sempre di più gli smartphone e i tablet per accedere ai contenuti web, e il potenziale di guadagno per la pubblicità su dispositivi mobili, specialmente per ciò che riguarda l'asta del mercato pubblicitario online, è in continua crescita."

Informazioni su Rubicon Project

Rubicon Project® è la più importante azienda tecnologica a livello globale per l'acquisto e la vendita di pubblicità tramite sistemi automatizzati. REVV®, la piattaforma tecnologica più importante del settore, è utilizzata da oltre 500 tra i migliori editori del mondo per le loro transazioni con più di 100.000 inserzionisti. Le tecnologie automatizzate e gli algoritmi di ottimizzazione di REVV permettono agli acquirenti e ai venditori di effettuare transazioni commerciali su scala globale in un ambiente protetto per l'immagine del marchio, dove ogni giorno avvengono miliardi di transazioni. Per maggiori informazioni, visitare il sito www.rubiconproject.com.

No Comments