Daily Archives

5 Febbraio 2013

Comunicati

Corso web marketing turistico a Firenze in collaborazione con Confcommercio

Corso di web marketing turistico a Firenze riservato agli operatori del settore il 13 febbraio 2013 presso Confcommercio Firenze.
Nel corso della giornata formativa inerente i temi del web marketing turistico affronteremo gli argomenti più interessati per chi gestisce una struttura turistica di qualunque dimensione.
Il web rappresenta una straordinaria opportunità per le attività turistiche.
Il web marketing non è la “bacchetta magica” per ottenere risultati ma se usato nel modo corretto permette di aumentare il proprio business con budget anche di piccola entità.
Il blog di web marketing e strategia “formark.it” organizza in collaborazione con MX srl, web agency di Firenze, e con Confcommercio Firenze un corso che tratterà tutte le tematiche inerenti al settore del turismo.

Corso di web marketing turistico: dettagli

 

 

 

No Comments
Comunicati

Bonfrisco Onorificenza Caduti: Soave, alla comunità la medaglia del Senato

Soave, si incontrano centinaia di persone tra reduci, politici, militari, bambini, ragazzi, in ricordo dei 120 mila morti della Campagna di Russia. I piccoli della prima elementare della Ippolito Nievo di Soave hanno portato in omaggio dei garofani. Il presidente Schifani ha inviato al sindaco la medaglia del Senato, consegnata dalla Senatrice Bonfrisco.

Bonfrisco Onorificenza ai Caduti

Testo integrale dell’articolo apparso su larena.it del 13 gennaio 2013.

È stato più che un pellegrinaggio, un meeting di centinaia di persone tra reduci, politici, militari, bambini, ragazzi, labari e porta bandiera di gruppi ed associazioni da tutta la provincia, nel ricordo dei 120 mila morti della Campagna di Russia. Tante divise: marinai, carabinieri, avieri, esercito, alpini, soprattutto i cappelli alpini. L’Associazione Marinai d’Italia ha sfilato con uno striscione con su scritto: «Salviamo i marinai della San Marco». Gli alunni di prima elementare della Ippolito Nievo di Soave hanno tenuto un garofano in mano, per poi deporlo sull’ara dei dispersi. Quelli più grandicelli avevano la bandierina tricolore in mano, con su scritto: «W gli alpini». Le penne nere avvolte da un giubbino tricolore dell’Ana e il gagliardetto della sezione in mano.

Ad aprire il corteo che ha sfilato dal monumento a Borgo Covergnino sono stati gli studenti delle quinte superiori dell’Istituto per ragionieri e geometri Luciano Dal Cero di San Bonifacio e gli alunni delle terze della scuola media Benedetto Dal Bene di Soave. Dietro i ragazzi, la banda alpina Città di Caldiero, che ha scandito la cerimonia ufficiale a suon di marce e fanfare. Dietro la banda, il gonfalone della Città di Verona portato da due agenti di polizia locale in alta uniforme e poi i gonfaloni del Comune di Soave, quello della Provincia e il gonfalone del Rotary Club distretto Verona – Soave. Il sindaco Gambaretto ha mostrato la medaglia che il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha inviato al Comune di Soave per il monumento.

La Senatrice Bonfrisco ha consegnato al sindaco la medaglia del Senato inviata dal presidente Renato Schifani. Il sottosegretario Gianluigi Magri ha onorato Soave, consegnando al sindaco l’emblema del ministero della Difesa. A sua volta, il sindaco ha consegnato a Magri una targa ricordo del Comune e il volume con la storia di Soave. Nell’atrio di ingresso dell’auditorium della sede Rocca Sveva della Cantina di Soave, dove si è tenuta la commemorazione, è stata allestita una mostra con i disegni dei ragazzi delle medie Dal Bene, sul tema della pace. «Viva la pace» il grido che ha concluso il quarto pellegrinaggio lanciato dal reduce Desiderio Murari.

FONTE: L’Arena

No Comments
Comunicati

TFA speciale, Mariastella Gelmini contraria

L’on. Mariastella Gelmini si dice contraria all’istituzione del cosiddetto “Tirocinio Formativo Attivo (TFA) speciale”, che «non solo contrasta irreparabilmente con il sistema progettato dal precedente Dicastero, ma vanifica i sacrifici degli abilitati regolari che hanno superato le prove selettive e mortifica la qualità dell’insegnamento oltre a comportare un aggravio organizzativo insostenibile per il sistema universitario».

Roma, 04 feb. – L’ex ministro Mariastella Gelmini, con una dichiarazione, si dice del tutto contraria all’introduzione del cosiddetto “TFA speciale”: «Da ministro dell’istruzione mi sono posta il problema della qualità dell’insegnamento e del riconoscimento del talento. Per questo abbiamo istituito il TFA (tirocinio formativo attivo), percorso abilitante con triplice prova d’ingresso, studiato per essere fortemente selettivo e valorizzare i migliori aspiranti».

«L’istituzione di un cosiddetto “TFA speciale” – continua la deputata del Popolo della Libertà – scollegato da ogni logica programmatoria e da ogni selezione, non solo contrasta irreparabilmente con il sistema progettato dal precedente Dicastero, ma vanifica i sacrifici degli abilitati regolari che hanno superato le prove selettive e mortifica la qualità dell’insegnamento oltre a comportare un aggravio organizzativo insostenibile per il sistema universitario».

«Solo il nuovo governo – conclude – nella pienezza dei suoi poteri, potrà decidere di compiere una tale scelta. Per questi motivi spero che la VII commissione della Camera bocci l’istituzione del percorso riservato più iniquo della storia scolastica italiana, che provocherebbe un nuovo tsunami di illusioni e conflittualità tra i docenti e vanificherebbe ogni possibilità di ritorno a un reclutamento ordinato, civile ed europeo. Mi auguro che il ministro Profumo stralci dal provvedimento questa parte della revisione del 249/2010, lasciando, come logica e correttezza istituzionale vuole, ogni decisione al futuro ministro, tenendo infine conto che, comunque, i percorsi non potrebbero che partire col nuovo anno accademico».

Mariastella Gelmini, è deputato del PdL. Inizia la propria carriera politica nel 1998, quando è prima tra gli eletti al Comune di Desenzano del Garda, per Forza Italia. Dal 2002 diviene Assessore al Territorio della Provincia di Brescia e dal 2004 all’Agricoltura. Nel 2005 è consigliere regionale della Lombardia e coordinatrice regionale di Forza Italia. Deputato nel 2006 e nel 2008 (Lombardia II), è stata Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nel Governo Berlusconi IV (8 maggio 2008-16 novembre 2011).
Nell’attuale legislatura, è componente della X Commissione (Attività produttive, Commercio e Turismo) della Camera dei Deputati.
Alle prossime elezioni politiche, è candidata capolista per il Popolo delle Libertà alla Camera dei Deputati, nel collegio Lombardia 2.

Fonte: AgenParl

No Comments
Comunicati

A Verona un nuovo modo di imparare la musica attraverso un gioco di ruolo

“Voglio suonare in una rock band” è un progetto didattico-creativo in ambito musicale pensato per giovani intenzionati a divertirsi facendo musica insieme.

Il progetto prevede la creazione di gruppi di 5-7 ragazzi, omogenei per età e “alle prime armi con la musica”, che verrano guidati da un “educatore-musicista” attraverso un percorso teorico-pratico alla scoperta della musica, degli strumenti musicali e della teoria musicale di base.

I ragazzi avranno così modo di approcciare vari strumenti (chitarra, basso, tastiere, batteria e percussioni, il canto) e di capire quello per il quale sono realmente portati e interessati.

Nella seconda fase del progetto, come in un classico “gioco di ruolo”, a ogni ragazzo verrà assegnato uno strumento “definitivo” e si creeranno i presupposti per la nascita di una vera e propria “rock band”.

In questa seconda fase verranno impartite delle lezioni individuali (o per gruppi omogenei di strumento) affinchè ogni componente della “rock band” possa acquisire la tecnica minima e dimestichezza con il proprio strumento.

Parallelamente proseguiranno gli incontri “collettivi” dove la band avrà modo di provare il repertorio, il quale verrà scelto sulla base delle competenze acquisite e cercando di tenere conto dei gusti dei ragazzi.

Per maggiori informazioni:

www.vogliosuonareinunarockband.it

 

 

No Comments
Comunicati

Una guida per migliorare la qualità della vita

  • By
  • 5 Febbraio 2013

Ancora un iniziativa dei volontari della sezione romana della Via della Felicità Internazionale

Roma 5 febbraio 2013 – Nel corso di questa settimana i volontari romani de “La Via della Felicità Internazionale si attiverà per una distribuzione gratuita dell’opuscolo “La Via della Felicità” nel XVIII municipio di Roma, donando ai numerosi passanti centinaia di copie della versione opuscolo dell’omonimo libro. La conoscenza dei 21 precetti morali di buon senso rappresenta un primo importante passo per raggiungere concretamente decoro, stima e fiducia reciproci.
Pubblicato per la prima volta nel 1981, il suo scopo è di fermare il declino morale della società e ripristinare l’integrità e la fiducia al mondo. La Via della Felicità è infatti un codice morale interamente basato sul buon senso.
Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, La Via della Felicità colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica. Contiene 21 principi (i precetti di questo libro) che guidano una persona verso una migliore qualità di vita. I valori esposti nel libro possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei pratici principi morali de “La Via della Felicità”.
Ovunque sia stata distribuita La Via della Felicità il risultato è stato un calo nelle statistiche del crimine, nel consumo di sostanze stupefacenti, nell’assenteismo nelle scuole da parte degli studenti, un calo negli episodi di bullismo. “La Via della felicità” è ora anche il nome di un programma scolastico di lezioni basate sui precetti del libro. Milioni sono gli studenti che lo applicano in diverse parti del mondo, avvalendosi anche di un DVD che rappresenta e mette in vita i 21 precetti dell’opuscolo sotto forma di annunci di pubblica utilità che, in poco meno di un minuto, danno maggior comprensione di ogni singolo precetto. I video degli annunci sono disponibili anche on line sul sito
thewaytohappyness.org

Per informazioni:
[email protected]

No Comments
Comunicati

Verso il mio Futuro: Materiale per le Scuole da distribuire durante gli Open Day

Il MIUR lancia Verso il mio futuro, il Portale dedicato all’orientamento degli studenti in entrata e in uscita dalle scuole secondarie di II grado (scuole superiori). Il nuovo Portale è il primo ed il più completo spazio web contenente tutte le informazioni ed i dettagli in merito agli indirizzi scolastici e ai curricula al loro interno attivati. All’interno del Portale è possibile visitare la sezione dedicata alle Iscrizioni Online con tutte le indicazioni utili sulla nuova procedura di iscrizione degli studenti nelle scuole italiane.

In concomitanza con l’apertura delle nuove procedure di iscrizione Online riservate a tutti gli studenti italiani, il MIUR lancia Verso il mio futuro, il Portale dedicato all’orientamento scolastico in entrata e in uscita dalle scuole secondarie di II grado (scuole superiori).

Il nuovo Portale, dedicato all’orientamento per gli studenti che si affacciano o che lasciano le scuole superiori, è il primo strumento innovativo e completo, con al suo interno una pluralità di contenuti dedicati alla descrizione dettagliata dei profili e delle caratteristiche degli indirizzi scolastici e di tutti i curricula al loro interno attivati, previsti dall’ordinamento scolastico nazionale.
In particolare, il Portale presenta le sezioni dedicate a licei, istituti professionali, istituti tecnici e agli istituti di formazione professionale (IEFP).

Nelle pagine interne delle sezioni è possibile consultare i contenuti di presentazione degli indirizzi e le schede specifiche inerenti tutti i curricula attivati nei rispettivi ordinamenti scolastici, con particolare riferimento al profilo di studente al quale il singolo indirizzo scolastico si rivolge, le competenze che lo studente aspira ad acquisire e il link di approfondimento con i quadri orari dei percorsi e la ripartizione settimanale delle materie.

Nello specifico, tra le sezioni del Portale dedicato all’orientamento, è indispensabile visitare la sezione dedicata alle Iscrizioni Online con tutte le indicazioni utili sulla nuova procedura di iscrizione degli studenti nelle scuole italiane (anche superiori) e con tutte le info relative a “scuola in chiaro”, lo strumento presente all’interno del sito MIUR, utile per trovare i codici identificativi delle scuole, necessari al completamento delle domande online di iscrizione.

Consultabile inoltre in homepage la lettera indirizzata agli studenti, del Sottosegretario all’Istruzione, Elena Ugolini, con le parole di esortazione ed i consigli dedicati a tutti coloro che si apprestano a scegliere il loro percorso prima e dopo le scuole superiori.

FONTE: Verso il mio futuro

No Comments
Comunicati

Problemi di memoria?Dormi Male?Prova gli Occhiali Mnemosline da Farmacia Ciato

Lo stress ti fa dormire male? Fatichi a prender sonno? Spesso ti capitano vuoti di memoria? Fermati un attimo e prova a trovare una soluzione.

Prevenire si sa è meglio che curare, e dobbiamo prestare attenzione alla nostra memoria e al nostro sonno tanto quanto prestiamo attenzione al cuore, al fegato, ai reni e a tutto il nostro corpo. Avere un sonno regolare incide sul nostro corpo, oltre che sulla nostra mente e sulla nostra memoria.

Gli occhiali Mnemosline possono essere una soluzione adatta per risolvere tutti questi problemi. Come funzionano? E’ molto semplice: basta applicare gli occhiali, una volta al giorno per 10 minuti a occhi chiusi e grazie alle pulsazioni dei led presenti e alla stimolazione luminosa intermittente.

Farmacia Ciato è uno dei distributori degli occhiali Mnemosline a Padova. In Farmacia potrete provare gli occhiali e già valutare i loro effetti rilassanti. Dottori specializzati saranno a vostra disposizione per illustrare nel dettaglio i benefici che potrete avere già in pochi mesi di trattamento.

Per informazioni: Tel. 049 687 642 Email: [email protected]

No Comments
Comunicati

Telefonia Voip: è uscita la nuova versione di VOIspeed, il Centralino Telefonico VoIP

Giunto alla sesta versione, il centralino telefonico VoIP VOIspeed è la più potente ed innovativa piattaforma di Comunicazione Unificata.

Sarebbe infatti riduttivo definirlo soltanto un centralino VoIP: VOIspeed è un’innovativa soluzione software per la comunicazione.
La novità di VOIspeed è l’intuitiva Interfaccia Grafica (GUI).

Attraverso la più semplice ed intuitiva interfaccia grafica mai creata è possibile attivare tutte le funzionalità di VOIspeed semplicemente con un click.
Attraverso queste funzionalità l’utente semplifica le sue operazioni, risparmia tempo ed è più produttivo.
Gli utenti possono collaborare con i loro colleghi (interni ed esterni l’organizzazione), inviando messaggi di testo istantanei (IM), partecipando ad audio e video conferenze, o facendo una telefonata, attivando tutte le funzionalità sopra descritte con un semplice click del mouse.
VOIspeed è progettato e sviluppato per integrarsi perfettamente con qualsiasi piattaforma CRM o applicativi esterni, senza necessità di sviluppi ad-hoc.

Puoi Utilizzare VOIspeed con il tuo smartphone o tablet.
Bastano un PC (o un qualsiasi dispositivo mobile) e un accesso ad internet, e il telefonodell’utente risulta collegato al centralino telefonico esattamente come un interno aziendale.
E’ possibile condividere la rubrica aziendale con tutti gli operatori.

Grazie alla tecnologia VoIP l’azienda risparmia sul traffico telefonico: le diverse sedi parlano tra loro gratuitamente e i costi per le chiamate esterne sono notevolmente ridotti, soprattutto in caso di chiamate internezionali.
Il vantaggio nell’utilizzo di VOIspeed è l’efficienza nell’operatività di tutti i giorni.
La riduzione dei tempi e il miglioramento dei flussi operativi si traduce nell’ottimizzazione delle risorse dell’azienda.

Riassumendo: lavoro meglio, taglio i costi, sono più efficiente e produttivo.  

Per ulteriori informazioni sulla Telefonia VoIP puoi visitare il sito www.macrosrl.it

No Comments
Comunicati

Convertitore di inversione, boost o buck-boost µModule fornisce fino a 700mA con soli quattro piccoli componenti passivi

  • By
  • 5 Febbraio 2013

Linear Technology Corporation presenta l’ LTM8045, un convertitore DC/DC µModule® (micromodulo) con ingresso da 2,8V-18V e multitopologia con induttore onboard, interruttore di accensione e controller DC/DC che fornisce corrente di uscita fino a 700mA. Con l’aggiunta di due resistenze e due condensatori, l’LTM8045 può essere configurato per regolare sia una tensione di uscita positiva (topologia SEPIC) tra 2,5V e 15V, sia una tensione di uscita negativa (topologia di inversione) compresa tra -2,5V e -15V. L’LTM8045 è progettato per la regolazione del punto di carico nelle applicazioni di comunicazione, imaging e nelle apparecchiature di test portatili.
In configurazione SEPIC, la tensione di ingresso dell’LTM8045 può essere superiore, inferiore o uguale alla tensione di uscita da regolare. Se configurato come inverter di uscita negativo, i pin di controllo del livello logico non richiedono circuiti per la commutazione del livello. Con un carico di -5V, 500mA, l’LTM8045 raggiunge un’efficienza dell’80% da un’alimentazione di ingresso positiva di 12V. Il range di frequenze d’esercizio è compreso tra 200kHz e 2MHz, regolabile tramite una resistenza esterna e può essere sincronizzato su un clock esterno nello stesso range di frequenze.
L’LTM8045 viene offerto in un package BGA di 6,25 x 11,25 x 4,92mm e il funzionamento è garantito nei range di temperature interne tra -40°C e +125°C e tra -55°C e +125°C. I prezzi partono da $6.97/cad. per 1.000 unità. L’LTM8045 è già disponibile a magazzino. Per ulteriori informazioni, visitare la pagina www.linear.com/product/LTM8045

Riepilogo delle caratteristiche: LTM8045

• Funzionamento in modalità di inversione o SEPIC (Single-Ended Primary Inductor Converter)
• Soluzione completa con soli quattro componenti esterni
• Ampio range di tensioni di ingresso: da 2,8V a 18V
• Corrente di uscita fino a 700mA a VIN = 12V, VOUT = 2,5V o –2,5V
• Corrente di uscita fino a 375mA a VIN = 12 V, VOUT = 15V o -15V
• Tensione di uscita da 2,5V a 15V (SEPIC) oppure da –2,5V a –15V (inversione)
• Frequenza di commutazione selezionabile: da 200kHz a 2MHz
• Package BGA compatto da 6,25 x 11,25 x 4,92mm

Linear Technology

Inclusa nell’indice S&P 500, Linear Technology Corporation da oltre trent’anni progetta, produce e commercializza un’ampia gamma di circuiti integrati analogici ad alte prestazioni per le principali aziende di tutto il mondo. I prodotti Linear Technology rappresentano un “ponte” tra il mondo analogico e l’elettronica digitale per le soluzioni del settore industriale, automotive e delle comunicazioni, i dispositivi di rete, i computer, la strumentazione medicale, i prodotti di largo consumo e i sistemi militari e aerospaziali. Linear Technology produce inoltre sistemi di power management, conversione dati e condizionamento dei segnali, circuiti integrati RF e per interfacce, sottosistemi µModule e dispositivi di rete con sensori wireless. Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.linear.com.

LT, LTC, LTM, Linear Technology, il logo Linear e µModule sono marchi registrati di Linear Technology Corp. Tutti gli altri marchi sono di proprietà dei rispettivi titolari.

No Comments
Comunicati

tutelare la nostra lingua

E’ previsto per venerdì 8 febbraio, presso la Camera dei Deputati, nella Sala delle Colonne in Via Poli 18 a Roma, il convegno per cittadini italiani ed europei: “Internazionalizzazione della e nella lingua italiana”. Questo Convegno si pone in continuità con quello organizzato dall’Accademia della  Crusca:”Fuori l’italiano dall’università?”. Ma, al contrario,  non vuole essere solo un dibattito di intellettuali, ma soprattutto un convegno politico. Dare  risposte politiche non facendo l’errore di separare l’inglese dalle nazioni che lo parlano e, quindi, dai crescenti privilegi che esse acquisiscono a danno degli altri popoli, come invece, ritiene di fare il Politecnico di Milano, che non insegnerà più in lingua italiana dal 2014 e di cui si dovrebbero ormai occupare i ministeri degli Interni e della Difesa. A titolo esemplificativo basti ricordare che, mentre l’enclave britannica in Spagna, Gibilterra, ha 27.000 abitanti, il Politecnico di Milano consegnerà ai paesi anglosassoni 40.000 cervelli italiani ogni 5 anni. E’ un convegno legato ad una legge, la C 5683 presentata dai Radicali a prima firma Beltrandi, che dà risposte precise sia alla difesa e valorizzazione della lingua italiana e delle eccellenze italiane (costituzione dei Poli del Bello e del Buono) che alla costruzione del federalismo europeo e mondiale, e che quindi salvaguardi dal monopolio linguistico anglosassone la diversità delle lingue dei popoli del mondo. Diversità linguistica che in Europa è messa a rischio dall’oligopolio anglo-franco-tedesco. Italian language class rome

No Comments
Comunicati

Michele Briamonte: Mps, evitare strumentalizzazioni da campagna elettorale

Mps, dopo sette ore di assemblea viene approvata la delibera del cda e il titolo riprende quota a Piazza Affari. Michele Briamonte, avvocato e consigliere indipendente della banca entrato in consiglio con l’ultimo rinnovo del cda, dichiara: «C’è il Montepaschi di ieri e quello di oggi, chi vuole tutelare i risparmiatori eviti strumentalizzazioni da campagna elettorale».

Michele Briamonte

Fabrizio Viola e Alessandro Profumo rassicurano soci, dipendenti e clienti sulla tenuta di Mps e incassano il via libera all’operazione Monti-bond. Nel giorno di una assemblea piuttosto tesa, durata oltre sette ore, i due manager della banca guardano con sollievo anche alla ripresa del titolo, che è salito dell’11%. Oltre sette ore di assemblea, con il tam-tam di polemiche mediatico-elettorali che è proseguito per tutta la giornata. La delibera, votata da oltre 370 soci (in rappresentanza di 942 aventi diritto, pari al 53,77%), è stata approvata dal 98,75% dei presenti, pari al 52,11% del capitale.

«Il rimbalzo a Piazza Affari – ha commentato l’amministratore delegato Viola – credo che sia una cosa naturale dopo aver fatto un meno 20% in tre giorni. Il mercato si sta rendendo conto che il problema c’è ma è gestibile». «C’è il Montepaschi di ieri e quello di oggi – ha detto invece Michele Briamonte, avvocato e consigliere indipendente della banca entrato in consiglio con l’ultimo rinnovo del cda – chi vuole tutelare i risparmiatori eviti strumentalizzazioni da campagna elettorale».

Intanto, a monitorare la situazione, oltre a inquirenti, Palazzo Koch e Consob, si è aggiunta anche la Commissione europea, che in queste ore ha riallacciato i contatti con le Autorità italiane. Bruxelles nelle scorse settimane aveva approvato gli aiuti di Stato e adesso attende, entro sei mesi, un piano di ristrutturazione «sulla base del quale dare il via libera definitivo al salvataggio», ha fatto sapere un portavoce.

Viola e Profumo, incontrando i giornalisti dopo l’assemblea, citano con soddisfazione le parole del governatore di Bankitalia, Ignazio Visco. Via Nazionale, ha detto il governatore, «non ha nulla da nascondere», ma Mps è una banca «stabile». In attesa di novità dal fronte giudiziario e dalle autorità, il primo azionista, la Fondazione Mps presieduta da Gabriello Mancini, ha aperto alla via dell’azione di responsabilità a tutela degli interessi propri e di tutti i soci. Sia Viola che il presidente Alessandro Profumo hanno ribadito quindi l’impegno a «rimborsare gran parte del debito» entro il 2015 con cassa, allontanato sempre più lo spettro della nazionalizzazione. Quanto ai dividendi, ha detto Viola, «si vedrà di volta in volta». A proposito dei titoli tossici, i due banchieri hanno ribadito che non si tratta di derivati ma di pronti contro termine e pertanto «il livello di rischio è molto più contenuto».

Le analisi «sono ancora in corso, entro la prima metà di febbraio il Cda fornirà al mercato i numeri nel dettaglio». La perdita per il 2012 resta ancora da valutare. Viola ha aggiunto poi di non essere «a conoscenza» di altre cassaforti da aprire e che «per poter dire la parole fine occorre terminare il lavoro. Ancora un po’ di prudenza ci vuole». Il clima preelettorale ha portato dentro l’assemblea una serie di polemiche. Così Michele Boldrin, economista e candidato per Fermare il declino, il movimento di Oscar Giannino, ha proposto la nazionalizzazione di Mps e la successiva cessione. Ma su tutti svetta il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo. Protagonista di un battibecco con Profumo risoltosi in favore del manager, l’ex comico vede il caso Montepaschi «peggio di Parmalat e della tangentopoli di Craxi». Per non parlare poi dello stesso Profumo che a suo avviso «ha un curriculum inadatto per questo ruolo essendo indagato per frode fiscale» nell’ambito della vicenda Brontos risalente agli anni in Unicredit, mentre Mussari «è incapace anche di fare un bonifico».

FONTE: La Stampa

No Comments
Comunicati

Ammirate le grandi produzioni teatrali di Shakespeare nei teatri londinesi

Nessun viaggio nella capitale può considerarsi completo senza una visita al Bankside di Londra (oltre ai monumenti come per esempio il windsor castle, il big ben e tantissimi altri)  per ammirare la ricostruzione dell’edificio originale che ha ospitato le principali produzioni teatrali di Shakespeare e che ha rappresentato una fonte di ispirazione per alcune delle maggiori opere del bardo.

L’edificio attuale è un’accurata ricostruzione dell’originale Globe costruito nel 1599.

Esso rappresentò un enorme cambiamento per quel che riguarda la visione degli spettacoli, in quanto tradizionalmente le compagnie utilizzavano locande, cortili, sale universitarie e case private durante i primi anni del regno di Elisabetta.

Venne quindi costruito un teatro a Shoreditch, il quale fu il primo vero e proprio teatro londinese.

William Shakespeare si unì alla compagnia cittadina intorno al 1580 e continuo a lavorarvi per 20 anni.

Nel 1596 il gruppo fece una breve apparizione in altri teatri, in seguito alla scadenza del contratto di affitto,a causa della quale si spostò nel vicino teatro Curtain.

Tuttavia, nel Natale del 1598 venne adottata una soluzione drastica: il teatro venne demolito e il suo legname trasportato dal fiume.

Vennero vendute delle quote dell’edificio per contribuire all’acquisto di un nuovo teatro e Shakespeare fu uno dei quattro attori che comprarono una quota del Globe.

L’anno successivo il teatro fu pronto e prosperò per 14 anni, ospitando alcuni delle principali opere di Shakespeare.

Ma sfortunatamente quel periodo d’oro non durò a lungo.

Durante una performance di Enrico VIII, il cannone presente sul palco incendiò il tetto in paglia dell’edificio e il teatro venne ridotto in cenere in meno di due ore.

Esso venne ricostruito in breve tempo con un tetto di tegole invece che di paglia e si ritiene che, nonostante sia possibile che Shakespeare abbia continuato ad esibirsi, sia tuttavia improbabile che egli abbia scritto altre opere per il nuovo Globe.

La vecchia compagnia di Shakespeare continuò ad intrattenervi il pubblico fino al 1642, quando venne chiuso a causa dell’amministrazione puritana inglese.

Inutilizzato, venne demolito e sostituito da abitazioni nel 1644.

In seguito alla fondazione del Globe Trust, nel 1996 venne costruita una fedele ricostruzione, contribuendo così ad educare e divertire una nuova generazione di appassionati shakespeariani.

Ai nostri giorni, i visitatori di Londra possono fare un salto indietro nel passato fino alla Londra elisabettiana grazie ai racconti dei narratori del Shakespeare’s Globe Theatre Tour and Exhibition.

Le famiglie possono approfondire le storie delle più famose opere, prima di rilassarsi nel caffè e portarsi a casa dei souvenir in ricordo della splendida giornata appena trascorsa.

Le visite guidate partono ogni mezz’ora, ma è meglio prenotare in anticipo in quanto gli spettacoli possono essere molto popolari e gruppi di grandi dimensioni potrebbero avere difficoltà a restare uniti.

Sono inoltre presenti numerose mostre di immagini relative a Shakespeare e al secolo in cui visse.

Inoltre, i visitatori possono ammirare le opera dei principali fotografi del teatro, tra cui Simon Annand, Marc Brenner, John Haynes, Simon Kane e Ellie Kurttz.

No Comments
Comunicati

Case vacanze a Santa Margherita di Pula: tra mare e storia

Santa Margherita di Pula, nella costa sud-occidentale della Sardegna, è una di quelle località turistiche ideali tanto per le vacanze delle famiglie quanto per quelle dei più giovani.

Situata nel cuore di una regione tra le più antiche dell’isola, questa località rappresenta uno dei fiori all’occhiello del Golfo di Cagliari. Nelle vicinanze si trova l’antica città fenicia di Nora, risalente al IX secolo a.C., che conserva ancora splendide testimonianze di questa civiltà.

Ma sono le sue spiagge ad essere senza dubbio l’attrattiva principale di questo centro turistico: oltre 5 km di costa in gran parte sabbiosa, che segue l’andamento della strada principale che serve la zona. Tra questa e le spiagge si collocano rigogliose pinete, all’interno delle quali trovano spazio alberghi, residence e ville affitto Santa Margherita di Pula. Gli accessi alle spiagge sono tutti a breve distanza tra loro e conducono a vere e proprie oasi incantevoli: Cala Verde, Stella Marina, Cistos, La Pineta, Perla Marina e Riva dei Pini.

Affittare una delle case vacanze Santa Margherita di Pula è sicuramente una delle soluzioni più comode ed economiche per organizzare le vacanze al mare. Spesso dotate di una vista mare mozzafiato ed equipaggiate di tutti i comforts, questi alloggi sono quelli che meglio rispondono alle esigenze del turista medio, che vuole risparmiare ma garantirsi comodità e privacy durante il soggiorno. Alle caratteristiche di questi alloggi devono inoltre aggiungersi le condizioni favorevoli del luogo, che con i fondali bassi e calmi del suo mare e le temperature calde mitigate però dalla brezza marina che si instaura lungo la costa, fanno di questo piccolo borgo una meta ideale per le famiglie con bambini.

Santa Margherita di Pula è, però, anche un centro particolarmente vivace e adatto ai giovani, ospitando numerosi bar, pubs e discoteche esclusive. Inoltre, attorno ad essa, a brevissima distanza, sorgono altri suggetsivi e animati centri quali Pula, Chia e Domus de Maria.

Ultima informazione ma non meno importante è la distanza da porto e aeroporto, i più vicini dei quali si trovano a Cagliari, distante poco più di mezz’ora d’auto.

No Comments
Comunicati

Parliamo di bullismo grazie a educabimbi.it

Alla televisione spesso si parla di problemi che riguardano la società soprattutto quelli che coinvolgono i minori. E quando si parla di minori immediatamente siamo portati a pensare ad una delle piaghe che maggiormente colpiscono il mondo dei ragazzi, dei bambini, della scuola, ma anche degli insegnanti, e dei genitori. Come avrete certo capito stiamo parlando di quella cosa spiacevole chiamata bullismo. Oggi parlare di bullismo sembra una cosa naturale eppure quanti errori vengono commessi, quanti errori vengono espressi da quanti  frequentano i salotti televisivi. La cosa che ci dispiace è che in questi salotti vediamo tutte le figure immaginabili, ma tranne quelle realmente dirette al bullismo. Tutti parlano di bullismo, tutti pensano di sapere, tutti hanno la presunzione di avere la soluzione e le risposte giuste a quel problema del bullismo che tanti problemi crea alle persone che frequentano la scuola come gli alunni, gli insegnanti, i collaboratori, e i genitori, ultimi ma non per importanza. È per questo che troviamo ridicolo quando in questi beneamati salottini per parlare di bullismo troviamo calciatori, attori, giornalisti, critici e soprattutto opinionisti. Oggi questa figura è diventata onnipresente, sembra quasi indispensabile e che senza non se ne possa fare più a meno. Sembra che il problema lo possano risolvere loro. Invece il più delle volte parlano a vanvera. Oltre agli opinionisti abbiamo poi i criminologi che tanto amano parlare di tutto e di tutti, altra categoria che ha la forza e si sopravvaluta che ritiene di poter avere la chiave e la risposta ad ogni quesito. Ma i problemi dei ragazzi sono tanti e vorremmo, o avremmo il piacere di vedere personale specializzato parlare di problemi correlati ai minori. Infine la categoria che più risulta essere spiacevole sono sacerdoti e suore che ultimamente sono in televisione a parlare di tutto. Parlano, danno giudizi, sempre fuori luogo, faziosi, soprattutto condizionati dalla religione cattolica cristiana che spesso non è portatrice di verità ma di una verità voluta, costruita per il bene socio economico della chiesa.  Per questo diventa importante stare attenti quando a scuola sentite parlare di bullismo, di stupidaggini varie. Escono le peggiori falsità quando sentite un attore, un cantante, un giornalista di gossip, un critico di arte, un opinionista senza arte né parte, un prete che urlano, alzano la voce, si azzuffano parlando di un argomento del quale non hanno mai avuto alcuna notizia, del quale non hanno letto nemmeno un libriccino sull’argomento. Sarebbe necessario che in queste trasmissioni l’importante non fosse lo audience, ma il fulcro del problema, affrontare in maniera intelligente, preparata il problema, invitando quelli che da anni si battono per trovare una soluzione al problema, leggendo una miriade di libri, di tesi, studi, informazioni che richiedono anni di studio, e crediamo che nei confronti di chi sta studiando il problema da anni è una vera offesa far parlare di certi problemi a perfetti sconosciuti del problema e non persone che da anni studiano quel problema. È il caso di incominciare a preoccuparsi seriamente del problema prima che sarà troppo tardi.

No Comments
Comunicati

I passi avanti della tecnologia grazie ai seo

La tecnologia fa passi da giganti ed è molto difficile oggi stare al passo con i tempi e con la tecnologia e la elettronica. Oggi come mai essere collegati è la cosa più semplice del mondo, ma non tutti sanno esattamente come funziona internet, non tutti sanno come realmente funziona un collegamento serio che non dia difficoltà maggiori di quando si  incominciati a navigare quando la connessione era lenta, era difettata, che si interrompeva in continuazione. Oggi per fortuna abbiamo tanti modi di navigare, grazie all’adsl e la banda larga. Le risposte del Seo: Ma quanti sanno che cosa è la banda larga? Quanti sanno come funziona una banda larga, quanti sanno qual è la velocità giusta per le nostre esigenze di navigazione nella rete web e tutti i siti internet che propongono serie o inutili informazioni in rete? Per sapere esattamente come funziona il tutto è importante avere quante più informazioni possibili, anche per vedere quanto costa, quanto spenderemmo al mese o a settimana, e perché no ogni giorno per il nostro collegamento che ci permetterà di navigare in rete.  Per usare in linguaggio semplice possiamo dire che la banda larga è il modo più semplice e veloce per avere un collegamento, cioè una connessione a internet continua, cioè permanente a d internet e navigare con molta facilità. Grazie alla banda larga si possono accedere a tantissimi servizi di internet, possiamo collegarci a fare download, ed è velocissima più di qualsiasi altro collegamento.  L’importante è saper scegliere tra le varie tipologie di banda larga, ovvero se scegliere l’adsl che è molto veloce, o quello via cavo, se con il satellite, e la banda larga che con i dispositivi mobili questo in base alle alla zona dove si vive, in base alla disponibilità di mezzi che abbiamo a disposizione e alla capacità di rete della zona in cui vivete.  È molto importante la scelta perché grazie a questa scelta potrete indovinare la scelta giusta e risparmiare tempo, ma soprattutto denaro. Il mondo offre moltissime possibilità e questo mentre potrebbe facilitare la scelta invece tende a diventare più difficile perché tra tante possibilità ci perdiamo nella scelta giusta.

Per questo è importante, stabilire le regole in base ad una serie di convenienze. Tipo confrontare le velocità. Il costo più economico, il limite di download, i servizi mail, i servizi internet. La velocità da scegliere è determinata dalla vostra necessità, se lo utilizzate per lavoro, se lo utilizzate per uso personale, o se per relazioni sociali, se per rendere un servizio. È molto importante quindi prima di recarsi da un provider capire bene l’uso che ne fate. Questo per non pagare un prezzo che non vi è necessario, o pagare per meno servizi, ma ritrovarsi con un handicap di navigazione per la velocità e le necessità che avete. È importante quindi non lasciarsi irretire da offerte pubblicitarie che vi sembrano offrire paradisi di navigazione e poi quando andate a mettere in pratica la vostra navigazione potreste trovarvi in difficoltà e andare più lenti rispetto alle esigenze di navigazione in rete.

No Comments
Comunicati

La storia dei vestiti per le donne

Com’ è avuto luogo l’ utilizzo sociale dei vestiti eleganti bambina? L’ impellenza estetica comporta lo sviluppo e l’ attualizzazione del pensiero personale o collettivo di ciò che è “bello”, attraverso il modo di vestire. Nella moderna società dell’occidente, esclusivamente i ricchi possono permettersi l’alta moda. Il rischio di esilio sociale può anche limitare la scelta degli abiti. Gli studenti spesso indossano l’ uniforme scolastica, mentre gli studenti alle scuole superiori e università possono vestire divise universitarie. In molti casi nello spazio di tutta la storia ci sono stati ordini elaborati di leggi riepilogative per regolamentare chi poteva vestire stabiliti abiti. Che ad oggi ci sembrerebbero assurde vista la notevole libertà che abbiamo nel decidere cosa indossare. Questo nel passato non poteva succedere, le leggi erano molto restrittive e non si trattava solo di leggi scritte, ma anche di quelle tramandate che si trasmettevano da villaggio a villaggio e che spesso influenzava la vita di chi vi abitava. Spesso una voce di villaggio diventava automaticamente la verità e questo poteva ferire molte donne in particolare che per il modo di vestire venivano poi giudicate. Tutto questo si spiega nel ottimizzare, con l’ abbigliamento neonata, le parti più “belle” del nostro fisico, e a perfezionare quelle quantità minore meno apparenti. Le notizie sociali inviati dall’abbigliamento, ausiliari, ornamenti possono spettare e implicare la classe sociale, conquista, convincimenti religiose ed etniche, stato civile ecc. Tuttavia un unico capo di abbigliamento o singolo complementare può svelare il lavoro o mansione della persona che l’indossa; per esempio, l’alto cappello da chef indossato dai capocuochi. Quando si viaggia una delle cose interessanti da fare è cercare di capire e codificare il modo di vestirsi che molto spesso traduce dei messaggi che noi non ci immaginiamo nemmeno e che conoscere e comprendere ci rende più vicini al quel luogo e a quella gente che lo abita.

No Comments
Comunicati

In Ferie a Rivazzurra tra Fiabilandia e il mare

Fiabilandia è una delle grandi attrazioni presenti a Rimini, questo parco divertimento, ideale per trascorrere le giornate estive con i bambini e con tutta la famiglia, attira a Rimini ogni anno un enorme afflusso di turisti.

Grazie a questa sua importanza e alla sua enorme popolarità a livello nazionale, intorno al parco sono sorti negli anni diversi hotel 3 stelle Rimini vicino fiabilandia proprio per rendere più facile ai turisti l’accesso al parco e alle giostre al suo interno.

Gli hotel che esistevano già e che quindi non sono potuti essere stati costruiti nelle sue vicinanze hanno però deciso di stipulare con esso delle convenzioni per i propri clienti in modo da far pagare meno l’ingresso e talvolta fare entrare gratis qualcuno se in gruppi di numero elevato.

Non essendo Fiabilandia l’unica attrazione presente sul territorio altri hotel sono sorti nei pressi dell’Aquafan, dell’Italia in Miniatuara oppure vicino al mare, alcuni addirittura a 2 o 3 metri dalla spiaggia.

Gli hotel di lusso Rimini fronte mare sono diversi e hanno tutti moltissimi comfort, servizi raffinati ed utili nonché camere con balconi che danno proprio sulla spiaggia con in incantevole vista del mare e un panorama mozzafiato.

Parchi divertimento, mare, spiaggia, sole tutto questo da solo dovrebbe bastare ad attirare i turisti a Rimini, ma questo non è tutto quello che è Rimini, perché Rimini, Riccione e le sue molte località sono anche sinonimo di feste, di discoteche e di pub, nella città in cui è festa tutti i giorni si possono trovare decine e decine di discoteche, per tutti i gusti con musica di tutti i generi; e se ancora non bastasse la cucina locale è davvero impareggiabile.

Le motivazioni per scegliere Rimini come meta per le vacanze estive a questo punto dovrebbero essere sufficienti, infatti molte strutture hanno già l’albergo quasi completamente prenotato, quindi a meno che non si voglia optare per un last minute è arrivato il tempo di prenotare la propria vacanza in Riviera Romagnola.

No Comments
Comunicati

Bonfrisco a sostegno delle donne, lettera al Presidente Van Rompuy

Su iniziativa della senatrice Bonfrisco e dei parlamentari Emma Bonino, Paola Concia, Sandro Gozi e Francesca Marinaro, decine e decine di deputati e senatori italiani, francesi, tedeschi e spagnoli, assieme ad eminenti personalità italiane ed europee, hanno inviato una lettera al Presidente del Consiglio europeo Van Rompuy in merito alla nomina di un nuovo membro del Comitato esecutivo della Banca centrale europea.

Anna Cinzia Bonfrisco pari opportunità

Testo integrale della lettera inviata al Presidente del Consiglio Europeo Van Rompuy pubblicata su ilsitodelledonne.it.

Signor Presidente, Roma- Parigi-Berlino-Madrid, 19 novembre 2012
la nomina da parte del Consiglio europeo di un membro del Comitato esecutivo della Banca centrale europea, in base alla procedura prevista dall’articolo 283 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, merita un’attenzione particolare se, attraverso tale nomina, gravi aspetti di legittimità democratica vengono messi a rischio, provocando così un divario sempre più ampio tra istituzioni e cittadini europei.

In primo luogo, si tratta di mettere in atto un elemento essenziale dei valori stabiliti dall’articolo 2 del Trattato sull’Unione europea che fa riferimento ad una società caratterizzata dall’uguaglianza tra uomo e donna, ulteriormente rafforzato dall’impegno dell’Unione nella promozione di questa uguaglianza dall’articolo 3 e dall’attuazione di questo principio dall’articolo 157 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea. Questi valori sono confermati dall’articolo 23 della Carta come legalmente vincolanti per le istituzioni dell’Unione nonché per gli Stati membri nell’attuazione di norme derivanti dal diritto comunitario.

Come Lei sa, oltre alle prescrizioni previste dai Trattati, questo principio è stato alla base di un numero importante di decisioni della Corte di Giustizia che ne ha fatto uno dei perni della società europea e, di tutta evidenza, anche se il Consiglio europeo decidesse di nominare una donna tra i sei membri del Comitato esecutivo, questo principio non sarebbe che marginalmente rispettato.

Ma il conflitto aperto tra i due rami dell’autorità decisionale va ben oltre la questione del principio di uguaglianza tra uomo e donna e assume un significato istituzionale maggiore alla vigilia di dibattiti fondamentali sull’avvenire dell’Europa. Pertanto, sarebbe inaccettabile se questo conflitto venisse chiuso con un atto di arroganza da parte del Consiglio dell’Unione, poi ratificato da una maggioranza dei membri del Consiglio europeo.

Si tratterebbe in questo caso di un atto di grave mancanza di considerazione nei confronti della democrazia rappresentativa e siamo convinti che la Commissione europea, da parte sua, nel suo ruolo di custode dei Trattati e quindi di sorvegliante della corretta applicazione del diritto dell’Unione, ed essendo da sempre molto attenta al rapporto di fiducia con il Parlamento europeo, non farà mancare il proprio sostegno all’azione dei deputati europei.

Per quanto ci riguarda, indirizzeremo una comunicazione urgente ai nostri rispettivi governi per chiedere loro di non associare il proprio voto ad una decisione che va contro il parere del Parlamento europeo concorrendo, ove necessario, a creare una minoranza di blocco.

Le chiediamo dunque di avviare subito un dialogo costruttivo con il Parlamento europeo al fine di trovare un accordo sulla nomina di una personalità femminile con riconosciuta autorità ed esperienza professionale nel settore monetario e bancario.

Distinti saluti

FONTE: Ilsitodelledonne.it

No Comments
Comunicati

Illumina risparmiando con le lampadine a LED di Enel Green Power

Nel corso degli anni, l’attenzione verso l’ambiente in cui viviamo e per i concetti di risparmio ed efficienza energetica sono andati via via aumentando dando origine al cosiddetto “consumo ragionato”.

Nell’ambito del consumo ragionato, e quindi dell’ottimizzazione dei consumi, rientra l’illuminazione efficiente.

In quest’ottica, stiamo assistendo alla progressiva migrazione dalle lampadine ad incandescenza, cioè dalle lampadine che abbiamo usato fino a qualche anno fa, a quelle a basso consumo. Tuttavia, negli ultimi anni, stanno iniziando a farsi largo le lampadine a LED. Queste ultime, grazie all’avanzamento tecnologico e all’abbattimento dei prezzi, stanno diventando di uso comune anche nelle nostre case.

Le lampade a LED (Light Emitting Diode), rappresentano una delle maggiori innovazioni nella storia dell’illuminazione.

Secondo il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti, i LED al alta efficienza energetica sostituiranno il 76% del fabbisogno di illuminazione entro il 2030, inoltre, grazie alla prospettiva del basso costo, tale obiettivo potrebbe essere raggiunto anche prima.

Enel Green Power propone un’ampia gamma di lampade a LED tutte totalmente riciclabili.

I vantaggi derivanti dalla scelta di una lampada a LED sono molteplici: vi è ad esempio la possibilità di generare luce di vari colori e di ridurre considerevolmente i consumi.

Le lampade a LED, grazie ai consumi ridotti, rappresentano un’ottima alternativa a tutte le altre forme di illuminazione esistenti, consumano infatti tra il 50% ed il 75% in meno rispetto alla lampade a incandescenza, inoltre, non contenendo mercurio e non emettendo raggi UV o IR, non  costituiscono un pericolo per la salute. Un’altra interessante caratteristica delle lampadine a LED, è che si accendono istantaneamente e non soffrono continue accensioni e spegnimenti, sono dotate, inoltre, di una buona robustezza fisica e di un design che va dal tradizionale al moderno per adattarsi ad ogni esigenza.

Le lampadine a LED di Enel Green Power hanno una durata di oltre 25.000 ore , operano a basso voltaggio e diffondono virtualmente il calore, a differenza delle lampadine tradizionali, che possono surriscaldarsi e aggiungere calore non desiderato alla propria casa nel periodo estivo.

Infine, un altro vantaggio di primaria importanza, è la possibilità di riciclare le lampadine alla fine del loro ciclo di vita.

No Comments
Comunicati

AVM scommette sull’Italia

  • Logo AVMAmpliamento del team commerciale: più personale per il consolidare e incrementare le quote di mercato
  • Con Esprinet AVM aggiunge alla propria rete commerciale un partner particolarmente forte
  • Apertura a nuovi mercati con dispositivi “consumer”: sviluppo del portafoglio prodotti
  • Nuovo FRITZ!Box 3270 edizione italia
  • Massima prossimità al cliente con l’assistenza tecnica in italiano

Berlino – Lo specialista delle comunicazioni berlinese punta con decisione all’Italia. Con l’ampliamento del team commerciale, l’implementazione del servizio di assistenza tecnica post-vendita in italiano e l’apertura ad un mercato ad alto potenziale quale quello dell’elettronica di consumo con prodotti specifici, AVM si focalizza nel 2013 su una forte espansione sul territorio nazionale. Con Esprinet AVM guadagna al proprio fianco un forte partner commerciale e con il FRITZ!Box 3270 „edizione Italia“, oltre ai numerosi accessori ideali per la perfetta rete multimediale, l’azienda dispone di tutti gli strumenti per affrontare le sfide di questo nuovo anno.

Cresce il team Italia di AVM

A fronte del palese incremento delle quote di mercato di AVM in Italia e dell’innegabile potenziale del mercato nazionale per i produttori di soluzioni per la rete e le comunicazioni innovative ed altamente integrate, lo specialista berlinese scommette nel 2013 sul Bel Paese e amplia il team del Country Manager Gianni Garita per rispondere adeguatamente alle sfide di un mercato particolarmente dinamico.

Nuovo forte partner commerciale

A posteriori delle attività condotte con successo negli scorsi anni da cui è scaturita una solida rete commerciale ad alto profilo (carrier nazionali e provider regionali, VAR e integratori di sistema, eTailer particolarmente rinomati) AVM annuncia oggi una nuova partnership che consentirà all’azienda di potenziare la propria presenza sul mercato e di accedere efficacemente a nuovi canali commerciali: con Esprinet AVM conquista un forte partner per la distribuzione dei propri prodotti. Annoverato tra i top broadliner europei, Esprinet è uno dei distributori leader di mercato nel settore informatico e dell’elettronica di consumo „business to business”. Il distributore dispone di una clientela particolarmente ampia e strutturata che comprende retailer ed e-tailer come rivenditori ed integratori di sistema. L’azienda opera altresì attraverso propri punti Cash&Carry. Con Esprinet, AVM svilupperà nuovi canali per la commercializzazione delle pluripremiate famiglie di prodotti FRITZ!. Nel contempo l’ormai consolidata rete commerciale esistente sarà oggetto di grande attenzione da parte del team, che intende estenderne e rafforzarne la portata.

Pronti per il mercato consumer

A fronte della chiara ottimizzazione infrastrutturale di cui beneficiano sia i professionisti sia le piccole aziende che optano per il FRITZ!Box, la soluzione all-in-one di AVM per la connettività internet, la rete e la telefonia è sempre stata proposta dal canale con successo sul mercato B2B. Tuttavia lo specialista berlinese ha registrato un incremento della domanda delle proprie soluzioni anche nel settore privato, dove un crescente numero di neofiti della tecnologia desidera avvalersi di soluzioni intuitive per realizzare anche a casa una rete multimediale altamente integrata. Con prodotti specifici per questo settore di mercato, tra cui il FRITZ!Box 7330 e il 3370, l’edizione Italia del FRITZ!Box 3270 prevista a breve ed adeguati accessori, una compagine commerciale ottimale per la filiale italiana e le nuove partnership, AVM è pronta per l’ingresso nel mercato consumer.

Il nuovo FRITZ!Box 3270 edizione Italia

Il FRITZ!Box 3270 edizione Italia è un prodotto sviluppato appositamente per il nostro Paese e dotato di un’interfaccia utente e di un packaging completamente in italiano. Il FRITZ!Box 3270 offre connettività a periferiche di rete e ad internet via ADSL o ADSL 2+, anche attraverso la rete wireless con il moderno protocollo WLAN N. La porta USB 2.0 di cui è dotato consente di integrare nella rete domestica dischi rigidi esterni, chiavette USB e stampanti. L’edizione Italia del FRITZ!Box 3270 è già disponibile ad un prezzo estremamente competitivo.

Prossimità al cliente per una „customer experience“ ottimale

La vicinanza alla clientela è una delle colonne portanti del successo di AVM nei Paesi in cui l’azienda dispone di proprie filiali, cui AVM non assimila solo una presenza commerciale locale ma anche la possibilità per l’utente di fruire di un supporto tecnico nella propria lingua madre, oltre alla consapevolezza che il proprio feedback e le proprie aspettative quale utente dei prodotti FRITZ! siano sempre prese in considerazione dal produttore. Con il team italiano per l’assistenza tecnica post-vendita, raggiungibile sia telefonicamente sia per email, e la funzione di feedback integrata nei dispositivi, l’utente FRITZ! può sempre confidare nel fatto che la AVM si farà immediatamente carico delle sue esigenze in modo competente. Di fatto molti dei suggerimenti inerenti alle nuove funzioni ed ai miglioramenti che AVM integra in ogni suo nuovo firmware provengono “dalla base”. Sin dall’apertura della filiale italiana la versatilità e l’intuitività dei dispositivi come la soddisfazione dei clienti determinano il successo dei prodotti FRITZ! nel nostro Paese.

No Comments
Comunicati

Ruolo e caratteristiche principali del broker

  • By
  • 5 Febbraio 2013

Molte persone oggi si stanno affacciando sempre più al mercato degli investimenti. Per via della crisi economica che sta sconvolgendo tutti i paesi industrializzati, gli stipendi stanno rimanendo fermi sempre alle stesse cifre di anni fa. Un buon motivo per portare a casa un altro stipendio. Magari comodamente seduto a casa davanti a una buona piattaforma di trading on line e mediante l’aiuto di un broker.

Il broker, conosciuto per lo più in Italia con il nome di intermediario finanziario, è un professionista della finanza che si occupa di individuare i prodotti e/o i titoli che per la loro qualità e il loro prezzo sono più soggetti a creare un vantaggio economico per chi gli acquista e vende. Il broker grazie alle sue capacità permette al trader di scegliere su quale coppia di valute nel mercato forex fare investimenti, e in questo caso si parla esclusivamente di forex broker, o se il trader sceglie di investire in azioni su quale o quali azioni maggiormente puntare. Quindi il broker è una figura del mercato finanziario che emette semplicemente degli ordini da parte di un cliente in contrapposizione con il dealer che è una figura che ha anche una funzione attiva durante il corso delle varie operazioni finanziarie.

Il broker finanziario grazie alla sua professione è nelle condizioni di capire e prevenire le varie fluttuazioni del mercato, prevenire prima che accadano le oscillazioni dei titoli e delle coppie di valute e riesce a dare un’interpretazione dei fatti politici ed economici dei paesi durante lo svolgimento di una giornata economica.

Al cliente del broker spetta di stabilire quali ordini di acquisto vuole effettuare o spetta il compito di dare delle indicazioni di massima. A quel punto il broker avrà soltanto il dovere di sondare il mercato grazie alla sua esperienza. Ci sono poi casi di trader alle prime armi che visto che hanno una scarsa conoscenza del mercato si affidano totalmente nelle mani del broker dandogli la procura di svolgere operazioni finanziare per loro conto. Il guadagno del broker sta nella sua mediazione.

Purtroppo esistono broker in malafede che truffano i trader scappando con i loro soldi che volevano investire. Per ovviare a questo esistono organi di monitoraggio che assicurano che il broker con il quale si sta trattando sia serio e affidabile. Negli Stati Uniti gli organi di controllo sono la CTF e la NFA, la CTFA per quel che riguarda le materie prime e la NFA per quel che concerne il settore dei broker forex. Queste strutture richiedono che i broker abbiano specifici requisiti di capitale e che abbiano delle strutture finanziarie solide. Dato che non tutti i broker operano conforme alle normative della NFA occorre saper scegliere i broker più trasparenti e affidabili. Nel Regno Unito la struttura che controlla l’affidabilità dei broker è la FSA e in Svizzera è la CFB. In Europa invece ogni singolo Stato controlla detta i requisiti dei propri broker, e non vi è un organo comunitario. Quindi è bene informarsi sui regolamenti dello Stato nel quale si sceglie con che broker forex si voglia intermediare.

Se è il trading on line che vi interessa, sicuramente vi chiedete “Ok, ma quale è il miglior broker?”. I migliori non ce ne sono tanti, uno fra tutti Ava FX che è stato più volte eletto miglior broker forex, che è dal 2006 che esiste, che registra più di 20,000 iscritti e che ha sedi sia in Italia che a New York, Tokyo o Parigi per nominarne qualcuno. Se vi interessa andate a visitare il sito di Ava FX e scegliete la piattaforma di trading che desiderate. Se non avete alcuna esperienza forse è meglio che optiate per il loro conto demo, che è gratuito e vi offre la libertà di fare pratica e sviluppare conoscenze a rischio zero.

Se desiderate avere ancora più informazioni sul broker, il ruolo e le caratteristiche principali che dovrebbe avere, andate a visitare il sito di Linea Trading. Li troverete tutto quello che c’è da sapere sul trading on line broker compreso.

No Comments
Comunicati

PROGETTO E RIFORME DEL SISTEMA SICUREZZA E GIUSTIZIA…………

Domenico Marigliano, Responsabile per le tematiche sociali  e volontario dell’associziaone Piccoli Rambo Bologna

“una sola polizia per garantire la sicurezza”

Una sola polizia per garantire la sicurezza nelle carceri: è la proposta che verrà presentata , nei prossimi mesi al Governo. A proporla Domenico Marigliano, sposato, padre di due figli, e Responsabile per le tematiche sociali  e volontario dell’associziaone Piccoli Rambo Bologna per i diritti dei minori ,nato a Portici 42 anni fa, risiede con la famiglia a Bologna, dove lavora presso l’istituto penitenziario la “Dozza” in qualità di assistente capo della polizia penitenziaria dal 1993.

 

Quando ha aderito e perchè al progetto dell’associazione piccoli rambo? Le motivazioni, le idee, le sensazioni all’inizio di questa nuova avventura….

“Il mio impegno e la mia scesa in campo per  dare il mio umile contributo è avvenuta quando ho conosciuto persone umili che nella loro sofferenza aiutavano e proponevano progetti a favore di chi soffre, il mio contributo e’ basato sopratutto sulle questioni di giustizia e di sicurezza, queste persone mi hanno  fatto partecipe, per somme linee, dei loro  progetti  volti ad aiutare le famiglie, il popolo,i lavoratori,  a difendere chi ha subito delle ingiustizie, in qualunque forma esse siano. Indossando una divisa il mio scopo è quello di rincorrere sempre la verità e la vera Giustizia. Le sensazioni e le idee che mi hanno condotto a far parte di questo progetto , sono la sincerità e sopratutto le persone che fanno parte di questa squadra, gente semplice, gente che giorno…. dopo giorno lottano contro le ingiustizie e le difficoltà che la vita ci mette davanti, gente con mille problemi,ma che hanno sposato la causa della vera libertà di garantire il rispetto delle idee del diritto civile e sociale, valori che ci spettano di diritto e che nessuno ci potrà mai togliere. L’esperienza acquisita nel mio lavoro mi porta ad offrire delle seconde chance a chi sbaglia , a chi ha subito delle ingiustizie, per questo ho fiducia, chi crede nella vera giustizia, chi crede nel vero valore della famiglia che oggi sembra perso, valori per i quali molti hanno perso la propria vita e che restano prioritari per la vita quotidiana. Oggi, invece, i giovani tutto questo l’hanno dimenticato. Oggi conta fare soldi facili, fare carriera in tv , i veri valori sono stati messi da parte anche da i nostri politici che pensano solo al Dio denaro e alla loro poltrona. Il mio contributo e’ quello di cercare di riportare  alla luce il diritto civico e sociale che è stato messo in disparte e che oggi serve a dare forza ed a cementare la nostra società”.

La sicurezza della persona è un diritto irrinunciabile per ogni società civile, ritiene che questo aspetto sia oggi garantito in Italia? Quali sono i suoi programmi e progetti nel settore….?

“Vorrei solo dire che per risolvere questo problema bisogna, prima di tutto, risolvere i problemi della disoccupazione giovanile, del precariato, dell’immigrazione clandestina, perché se si risolvono questi temi, tutto diventa facile. Il problema dei contrasti tra varie razze etniche non avviene solo perché ci sono uomini di colore diverso, di religione diversa ma in realtà, avvengono perché ci sono uomini a quali si riservano diversi trattamenti”.

La sua esperienza di agente penitenziario rappresenta un vademecum fondamentale per il suo nuovo impegno, quali sono gli aspetti e le esperienze che potrebbero servirgli di più in questo difficile compito?

“Per avere sicurezza bisogna anche aiutare chi soffre e chi ha bisogno di essere aiutato, sopratutto i giovani. Nell’ambito del sociale abbiamo molti progetti per le famiglie in difficoltà, nell’ambito della sicurezza, invece, abbiamo elaborato un progetto globale che punta a dare più forza alle persone che ogni giorno si battono per noi sulle strade, mettendo in pericolo la loro vita per pochi euro e per il bene della nostra nazione. Abbiamo in mente di promuovere un’unione effettiva di tutte le polizie, coordinate da un unico ministero, che regoli anche i corpi di polizia privata. I vigilantes, ad esempio, sono agenti sempre messi in disparte e sfruttati che giorno dopo giorno rischiano la vita e che nessuno ha mai considerato, come la polizia penitenziaria, la forestale, i corpi della polizia municipale, i carabinieri, i finanzieri, la polizia di stato. Vorrei sottolineare questo concetto: facendo un unico ministero e unendo tutti, esperienze, professionalità ed attrezzature, sarebbe possibile anche un grande risparmio economico per le casse dello stato ed un conseguente sgravio fiscale per le nostre tasche”.

Ha elaborato un progetto composito per rendere più umani e funzionali gli istituti di pena italiani, può spiegarci per somme linee il suo piano?

” Il compito di un agente penitenziario è cambiato, oggi, infatti, non si fa solo vigilanza ed apertura e chiusura delle celle, oggi le sue funzioni sono molto simile a quello degli psicologi, nel carcere ci sono etnie diverse, e bisogna capire le loro usanze,le loro priorità , le loro difficoltà, e questo conduce ad una grande ed esclusiva conoscenza dell’essere umano. Il nostro impegno è quello di dare una seconda chance a chi ha sbagliato la frase che ci viene insegnata e ripetuta è: “… vigilare e redimere” un impegno per riuscire a riportare il detenuto che ha sbagliato a relazionarsi con la società. Il corpo della polizia penitenziaria è in piena difficoltà, mancano risorse umane, mezzi, strutture e non solo agenti ma anche il personale civile, come ragionieri, medici,psicologi, educatori. Il  progetto che viene portato avanti dall’associazione Piccoli Rambo  e’ una proposta di legge che cambia la situazione della giustizia e delle detenzioni sopratutto per i minori, vuole riformare il carcere partendo da una nuova denominazione: il “carcere industria”, ossia: un istituto di pena visto come un’industria, dove tutti lavorano, dove vengono retribuiti e dove le spese di mantenimento vengono pagate dagli stessi detenuti, mentre oggi è tutto a carico dei contribuenti, per quelli che sono agli ultimi anni di detenzione la possibilita’ di passarli in comunita’ a lavorare e aiutare le persone in difficolta’ portando il loro contributo alla societa’ che hanno derubato, per i minori un progetto di rinserimento con il lavoro, lo studio, la vita in comune con gli altri cercando di insegnarli il vero sognificato di famiglia . Per la realizzazione del progetto basterebbe poco. E’ necessario che il Governo stipuli un accordo di massima con la Confindustria che preveda la realizzazione di una linea produttiva anche all’interno degli istituti, prevedendo aiuti economici a chi condividerà questo progetto. Con questa operazione alle casse dello Stato avranno un notevole sgravio economico…. Allo stato attuale, infatti, ogni detenuto costa all’incirca trecento euro al giorno, in Italia la popolazione carceraria è pari all’incirca a settantamila unità, basta fare due conti e si comprende l’entità del risparmio giornaliero e quello annuo. Soldi che possono essere messi a disposizione per altre attività, creando nuovi posti di lavoro per i giovani e dando risorse alla ricerca, alle scuole, alle famiglie, al sociale, etc.etc e sopratutto ci sarebbe un grandissimo calo delle tasse”.

Domenico Marigliano

Responsabile delle tematiche sociali e

presidente del dipartimento sicurezza

dell’ associazione Piccoli Rambo Bologna.

No Comments
Comunicati

SOS Casa Pronto Intervento presenta on-line servizi e soluzioni per la manutenzione della casa

SOS Casa Pronto Intervento è un’azienda specializzata nell’erogazione di servizi per la manutenzione e la cura della casa. Recentemente l’azienda ha scelto di rafforzare il proprio business e migliorare la propria visibilità realizzando un nuovo sito web. Caratterizzato da un design essenziale e da una struttura di navigazione semplice ed intuitiva, il nuovo sito web di SOS Casa Pronto Intervento consente agli utenti di reperire informazioni dettagliate sull’azienda e sui servizi erogati: dalle riparazioni e sostituzioni di infissi e serrature, ed altri lavori per fabbri, fino alla manutenzione ordinaria e straordinaria di impianti elettrici ed idraulici. Lo staff dell’azienda è infatti composto da tecnici specializzati ed esperti professionisti in grado di risolvere con rapidità ed efficienza ogni piccolo problema domestico. La rapidità con cui SOS Casa Pronto Intervento è in grado di intervenire è dovuta essenzialmente all’efficienza del suo servizio di call center attivo 24 ore su 24. In ogni momento della giornata SOS Casa Pronto Intervento è così in grado di fornire una risposta costante alle richieste dei clienti, inviando tecnici specializzati di zona in poco tempo: dalla provincia di Imola a quella di Ravenna fino a Forlì-Cesena, solo per citare alcune delle principali aree di intervento. All’interno del nuovo sito web è possibile scoprire nel dettaglio tutti i diversi servizi erogati dall’azienda in base alla diversa area geografica. Un modo per farsi conoscere e far conoscere i propri servizi ma soprattutto un’opportunità per  rafforzare il proprio business: il nuovo sito web è per SOS Casa Pronto Intervento un’opportunità concreta per dare visibilità alla propria attività e far conoscere ai nuovi potenziali clienti il proprio portfolio servizi.

No Comments
Comunicati

Saldi alla Enoteca La Compagnia del Cavatappi

Alla Enoteca “La Compagnia del Cavatappi” è tempo di Saldi!

Il periodo di saldi presso la Enoteca “La Compagnia del Cavatappi” continua fino al 14 febbraio.

La febbre da saldi può influenzare anche il più appassionato degli enogastronomi.

Nel solo punto vendita in Piazza San Giacomo 23/27 a Lauria (Potenza), della Enoteca e vendita vini online La Compagnia del Cavatappi, prosegue fino al 14 febbraio, l’operazione svuota magazzino, con saldi su vino, cioccolato, condimenti, pasta e dolci con un prezzo ribassato fino al 20%.

Offerte di grande qualità per prodotti artigianali che non mancheranno di stuzzicare i clienti che ci faranno visita in enoteca – dicono i fratelli Maria Domenica, Giuseppina e Francesco proprietari de La Compagnia del Cavatappi -, che continuano dicendo “l’intento è quello di offrire agli amanti della buona tavola il meglio della produzione vitivinicola e gastronomica italiana“.

Per i veri gastronomi possiamo trovare: pesti siciliani condimenti pronti per la pasta, caratterizzati da un gusto raffinato tramandato nel tempo da antiche tradizioni culinarie; vasetti di tonno selezione dei filetti di tonno rosso, lavorati a mano uno ad uno esclusivamente in olio di oliva; vasetti di Acciughe sfilettate a mano, conservate rigorosamente in olio extravergine di oliva in una selezione delle migliori acciughe del mediterraneo dalle carni corpose abbinate ad una attenta dose di sale regalano soddisfazione, gusto ed armonia alle vostra tavole; per poi continuare con sapori per palati soprafini Filetti di Cernia, Filetti di Sgombro, Filetti di Pesce Spada tutti rigorosamente selezionati da una antica tradizione conserviera artigianale.

Per gli amanti della birra troviamo: Imper Ale Alter Ego, pregiata birra artigianale prodotta dalla azienda Collesi (Marche), Nà Birretta ottenuta da i migliori malti tedeschi e non sottoposta ad alcun processo di pastorizzazione.

Per quelli che non possono fare a meno del cioccolato in ogni sua forma, una vasta scelta di prodotti come barrette, tavolette, creme spalmabili, cioccolato a pezzettoni delizieranno le colazioni e spuntini dei palati più esaltati.

Per quelli che accompagnano ogni pasto con un finale in dolcezza non mancano i prodotti dolciari a lievitazione naturale come i Tronchetti, che con le loro varianti frutta, cioccolato bianco, caffè espresso, liquore renderanno il dessert prelibato.

In questo momento, vi state chiedendo: dopo tutto questo parlare di prodotti dolci e salati, il vino l’avete dimenticato?

Bè! Una enoteca parla principalmente di vino tra le numerose proposte, impossibile citarle tutte, a scaffale troviamo vini come il Falerno del Massico D.O.C e il Fiano di Avellino della cantina Villa Matilde ed il famoso Est! Est!! Est!!! di Montefiascone D.O.P Poggio dei Gelsi della cantina Falesco.

Alcune caratteristiche dei vini proposti:

Il Falerno del Massico D.O.C. (Villa Matilde): Rosso vinificato con uve Aglianico per 80% e Piedirosso per 20% al palato ricco ed armonioso con tannini non molto aggressivi.
La Falanghina I.G.T.  (Villa Matilde): Bianco vinificato con uve da vitigno Falanghina 100%, dai profumi eleganti e fruttati. Piacevolmente fresco al palato richiama sentori di mandorla.
Est! Est!! Est!!! di Montefiascone DOP, POGGIO DEI GELSI (Falesco)
Di colore giallo paglierino, al profumo si presenta con note di frutta matura.
È un vino equilibrato ed elegante con una buona struttura che gli permette di mantenere invariate le sue caratteristiche per un buon periodo. Uvaggio: Roscetto 40%, Trebbiano 30%, Malvasia 30%.

Queste sono le proposte per i saldi 2013, che ricordiamo continuano fino al 14 febbraio, della Enoteca “La Compagnia del Cavatappi”, non ci rimane altro che augurarvi un …. buono shopping presso il nostro punto vendita.

Ufficio Stampa La Compagnia del Cavatappi Vendita Vini online

No Comments
Comunicati

Strategie Comunicazione Elettorale, Umberto Malusà su Formiche

Da molte elezioni si registra un costante abbandono di questi “fondamentali” che hanno lasciato il passo quasi sempre alla mediocre creatività di pubblicitari di basso profilo (quando non è lo stesso candidato a cimentarsi nella scelta dello slogan e dell’immagine) che interpretano il loro ruolo esclusivamente in una chiave emozionale attraverso l’utilizzo di immagini e di frasi ad effetto. Esempi, nomi, cognomi e partiti. Umberto Malusà su Formiche.net.

Le nostre città cominciano a riempirsi dei manifesti elettorali e, fra poco, è presumibile che anche le televisioni private saranno invase dai messaggi elettorali dei candidati, a meno che il clima del Paese non induca a un salutare taglio di questi investimenti.

Chiediamoci da un punto di vista tecnico a cosa servono questi momenti e strumenti di comunicazione: la risposta è a informare e a motivare verso una scelta.

  1. Innanzi tutto informano che Mario Rossi è candidato in una determinata lista
  2. Dovrebbero aiutare a identificare Mario Rossi, al di là della foto: chi è, cosa fa, ma soprattutto quali contenuti propone…
  3. Dovrebbero contenere un messaggio che aiuti l’elettore a scegliere quel candidato facendo riferimento ai suoi valori e al programma cui aderisce.

Da molte elezioni a questa parte dobbiamo registrare un costante abbandono di questi “fondamentali” che hanno lasciato il passo quasi sempre alla mediocre creatività di pubblicitari di basso profilo (quando non è lo stesso candidato a cimentarsi nella scelta dello slogan e dell’immagine) che interpretano il loro ruolo esclusivamente in una chiave emozionale attraverso l’utilizzo di immagini e di frasi ad effetto, ispirate dal mondo pubblicitario, prive di  logica che, il più delle volte, colpiscono essenzialmente per l’effetto ilare che generano.

A quanto abbiamo visto fino ad oggi anche la presente campagna non si discosta dalle precedenti. Abbiamo letto frasi come: “A viso aperto“; “Noi siamo noi“ (?!?); “Cambiamo tutto” e così via, abbinate a foto “artistiche” copiate, come stile, dai rotocalchi generalisti.

Ma anche le campagne dei leader e dei raggruppamenti più importanti non si discostano da questo “stile”: andiamo da “Noi difendiamo i deboli“ dell’Udc a “L’Italia che sale” della lista Monti, al discusso “Italia Giusta” di Bersani, a “Benvenuta sinistra” di Vendola.

Se escludiamo “Sfida il futuro senza paura” della Meloni, che dà un orizzonte temporale abbinato a un contenuto emotivo individuale (e quindi adatto alla percezione dell’elettore) ma che si concretizza nel gruppo di riferimento (Fratelli d’Italia, gruppo politico ma anche identificativo del Paese), le altre frasi appaiono molto piatte e statiche.

Ha ragione Oscar Giannino quando giorni fa lamentava che la campagna elettorale era ritornata alla contrapposizione in trincea. Si sono persi per strada programmi e contenuti, ma soprattutto valori anche ideologici di riferimento che consentirebbero di illustrare per quale società e quale domani dobbiamo lavorare e sacrificarci per consegnarla ai nostri figli e nipoti.

Resta una frase vuota che indica un’azione ed un significato neanche tanto coinvolgente. Merita attenzione, ad esempio, la frase “Italia giusta” abbinata al Partito Democratico. Essa presuppone che al di fuori di quella componente ci sia un Italia ingiusta. Ma si fatica a percepire quali siano le variabili del giusto o dell’ingiusto ed inevitabilmente si identifica l’ingiustizia nell’avversario politico e quindi ancora una volta non si sceglie sulla base di progetti diversi ma sullo scontro fra leader.

Da questo punto di vista, se non intervengono fattori nuovi, il più probabile vincitore è il Cavaliere che, su questo terreno, è imbattibile.

FONTE: Formiche

No Comments
Comunicati

ENTRA NEL VIVO IL TROFEO TOPOLINO SCI ALPINO, SVELATO IL TEMA DEL PREMIO DI PITTURA

52° Trofeo Topolino Sci Alpino a Folgaria (TN) l’8 e il 9 marzo prossimi

“Topolino a Trento” il tema del Premio di Pittura Topolino 2013

Trofeo Topolino è sinonimo di talento e di campioni

Novità 2013: pista unica per slalom e gigante

 

 

Mentre si è nel pieno della stagione sciistica, con gare di Coppa e Campionati, le giovani leve dello sci alpino si stanno da tempo preparando all’appuntamento clou di fine stagione, quello che per loro ormai “tira le somme” dell’anno sportivo sugli sci: il Trofeo Topolino Sci Alpino, in pista a Folgaria (TN) l’8 e 9 marzo prossimi.

E mentre i giovani atleti si lanciano tra pali e cunette, il Trofeo sta già per entrare nel vivo con uno degli eventi collaterali più attesi: il Premio di Pittura Topolino giunto quest’anno alla 45.a edizione. Organizzato dall’Associazione Sportiva “Trofeo Topolino Sci”, il concorso, quest’anno dal tema “Topolino a Trento”, invita i giovani artisti delle scuole primarie a dare sfogo alla propria creatività elaborando disegni e opere inerenti l’argomento proposto. Ogni partecipante potrà utilizzare la tecnica a lui più congeniale usufruendo dei materiali messi a disposizione dall’organizzazione (matite, pennarelli, pastelli a cera, tempere). Per iscriversi basterà recarsi a Trento al Centro Color (in via Paradisi 7) mercoledì 27 e giovedì 28 febbraio e compilare l’apposito modulo. Le iscrizioni saranno aperte fino al raggiungimento dei 600 partecipanti.

Il concorso si svolgerà poi sabato 2 marzo a Trento dalle 14.30 alle 17.00, quando per l’occasione Piazza Duomo (o in caso di maltempo i Portici del Palazzo della Regione) sarà gremita di giovani artisti ispirati dalla magia Disney. Un’apposita commissione poi sceglierà i migliori dieci lavori che saranno premiati il 9 marzo in occasione della cerimonia di chiusura del 52° Trofeo Topolino Sci Alpino.

Insomma, che sia con una racchetta o con una matita colorata in mano, il Trofeo Topolino resta sempre sinonimo di competizione di talenti.

E arte a parte, di talenti sugli sci ne sono passati davvero tanti nel corso delle edizioni del Trofeo, da quel lontano 1958 anno della prima edizione, a conferma di quanto il Trofeo targato Disney – considerato l’Olimpiade bianca aperta alle categorie Ragazzi (under 14) ed Allievi (under 16) e competizione assurta a Criterium Internazionale Giovani FIS – rappresenti la prova con la “P” maiuscola per le giovani leve di questo sport: da Gustav Thöni ad Alberto Tomba, da Ingemar Stenmark a Jure Kosir e Pirmin Zurbriggen, da Piero Gros e Paolo De Chiesa a Manuela e Manfred Moelgg, da Tina Maze a Janica Kostelic a Lindsey Vonn, da Kristian Ghedina alla medaglia d’oro olimpica a Vancouver 2010 Giuliano Razzoli e altri ancora hanno indossato il pettorale con l’immagine del topo più famoso del mondo.

Unica novità rispetto alle scorse edizioni è l’utilizzo di un unico pendio per tutte le competizioni (slalom e slalom gigante), un elemento che garantirà uno spettacolo ancora più impattante con il pubblico assiepato in un unico parterre dove le bandiere, i campanacci e le urla dei tifosi faranno da padroni.

Il countdown è quindi iniziato su tutti e due i fronti, quello artistico con l’elaborazione delle idee per il concorso, e quello sportivo con l’affinamento della tecnica sugli sci, anche se entrambi racchiudono in sé lo stesso comun denominatore che è anche il messaggio che da sempre connota la kermesse Disney, riassumibile in tre parole: talento, divertimento e agonismo.

Info: www.trofeotopolino.net

 

No Comments
Comunicati

GRANFONDO VAL CASIES PUNTA AL RECORD, PROSEGUE IL CONTO ALLA ROVESCIA

Tra quindici giorni scatta la 30.a edizione della granfondo altoatesina

Impennano le iscrizioni e si mira ad un record assoluto

Clara, Di Centa, Zorzi, Reichelt e Duerr già in griglia

Iscrizioni a quota ridotta entro oggi

La quiete prima della granfondo. Regna la tranquillità nel quartier generale della Granfondo Val Casies – Gsiesertal Lauf, pronta in tutto e per tutto a scendere in pista i prossimi 16 e 17 febbraio con la 30.a edizione. “Siamo ottimisti”, ha commentato il patron della gara altoatesina Walter Felderer, “e anche piacevolmente impressionati dall’afflusso costante di iscrizioni che rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso sono letteralmente lievitate. E mancano ancora due settimane alla gara.”

L’obiettivo del team di Felderer è quello di infrangere i circa 2000 concorrenti visti al via nelle due giornate di GF Val Casies 2012 e registrare quindi il record assoluto di partecipazione. Al momento attuale, ci sono atleti provenienti da 33 nazioni sia europee che extra europee, e una nutrita rappresentanza arriva dalla Scandinavia e da alcuni paesi come Polonia, Repubblica Ceca, Russia o Slovacchia. “Ciò che senza dubbio ha contribuito a creare interesse sulla nostra gara”, ha commentato ancora Felderer, “è il fatto che quest’anno ci sia in palio il titolo di campione europeo ski-marathon, per cui abbiamo già 260 iscrizioni”. E tra queste, anche i campioni in carica Thomas Freimuth (GER) e Klara Moravcova (CZE), che sulle nevi altoatesine andranno a caccia di conferme.

La Granfondo Val Casies – Gsiesertal Lauf è tra i maggiori eventi italiani quando si parla di fondo lunghe distanze, meglio può fare solo la Marcialonga di Fiemme e Fassa, che a fine gennaio ha festeggiato le 40 edizioni. E ogni anno in Val Casies, sono tanti i “big” a contendersi le medaglie. Il nazionale Roland Clara si mise in tasca la 42 km in tecnica libera nel 2012 e quest’anno sarà a caccia del bis, anche se dovrà vedersela con vecchie volpi come Giorgio Di Centa e Cristian Zorzi, con quest’ultimo che in passato è salito sul primo gradino (nel 1999). Nei giorni scorsi sono arrivate le conferme in starting list anche del tedesco Tom Reichelt (primo nella 42 km TL negli anni 2008 e 2009) e dell’austriaco atleta di Coppa del Mondo Johannes Duerr, ma, come sempre succede, altri pezzi da novanta del pianeta fondo potrebbero fare capolino in Val Casies, anche in vista dei Campionati del Mondo di Sci Nordico della Val di Fiemme (Trentino), al via solo alcuni giorni più tardi.

Il programma della due giorni di kermesse con gli sci stretti nella vallata altoatesina prevede le gara in tecnica classica al sabato sui tracciati – ad oggi in condizioni ottimali – di 30 km e 42 km, con start e finish a San Martino in Casies. Domenica 17 febbraio si replica, ma il passo obbligatorio è quello pattinato. Per coloro che vorranno vivere l’atmosfera dell’evento, senza tuttavia preoccuparsi eccessivamente di cronometro e classifiche, ecco la “Just for Fun” – da quest’anno in entrambe le giornate – che, come sottolinea ancora Felderer, “sta attirando l’attenzione di tantissimi appassionati della neve”. Da non dimenticare infine la “Mini Val Casies” per i più piccoli in programma sabato pomeriggio.

Per quanto riguarda le iscrizioni alle gare, entro oggi si può ancora approfittare della quota ridotta di 44.50 Euro per la prova in classico, 45 Euro per quella in skating (73 Euro se ci si registra ad entrambe) e 34 Euro per la Just for Fun. Da domani, le tariffe subiranno un leggero rialzo.

Info: www.valcasies.com

No Comments
Comunicati

I gioielli che parlano d’amore

Torna Maestri del Gioiello, l’evento promosso dall’Associazione Culturale ed Artistica Iperbole con il sostegno organizzativo di Eventi Doc di Myriam Vallegra e di un gruppo di orafi, patrocinato da Comune di Milano, Provincia di Milano e Regione Lombardia.L’esposizione di Gioielli d’Arte si svolgerà presso lo Spazio Esposizioni Urban Center in Galleria Vittorio Emanuele II (tra Piazza della Scala e Piazza Duomo) a Milano, dall’8 al 10 febbraio 2013. Le creazioni uniche ed esclusive saranno affiancate dai gioielli realizzati per il concorso “A Milano con grinta verso il Futuro. I Maestri orafi inviano un messaggio positivo contro la crisi” promosso durante la IV edizione di Maestri del Gioiello. Verranno inoltre proposte delle opere dedicate all’amore, vista la vicinanza dell’evento a San Valentino. Gioielli unici in grado di raccontare l’amore e “puntare dritti al cuore”, come sottolinea l’anello presentato da Luigi Sala Gioielli, il cui design ricorda la freccia di Cupido, simbolo dell’amore eterno. Dello stesso artista ricordiamo Ayrin, l’anello realizzato in oro bianco 750‰, con diamanti taglio brillante e tanzaniti taglio ovale sfaccettato vincitore del 1° premio al Kara Jewellery Competition 2010, Paris, Place Vendome, ammirabile oltre che sul sito web ufficiale su facebook.com/luigisalagioiellimilano.
Eventi come questo nascono con la finalità di creare un simposio tra l’eccellenza orafa italiana del passato e quella contemporanea valorizzando il vero artigianato artistico orafo made in Italy, nonché promuovendo collaborazioni con le scuole e i giovani che intendo intraprendere il percorso lavorativo per eccellere nel settore orafo. Le opere presentate sono quindi molto diverse tra loro per stile e materiali usati, ciò che le unisce è la loro unicità e la professionalità con cui sono state realizzate.

No Comments
Comunicati

Rinaldi distribuisce il Morellino di Scansano Le Lupinaie

La Rinaldi di Bologna distribuisce da quest’anno il Morellino di Scansano D.O.C.G. e il Morellino di Scansano Riserva D.O.C.G. dell’Azienda “Le Lupinaie”.

L’Azienda “Le Lupinaie” è immersa nel verde delle colline della Maremma, nel comune di Magliano in Toscana, nelle vicinanze del caratteristico borgo di Montiano, e si estende su una superficie complessiva di 25 ettari.
I terreni sono collocati in esposizione solare a circa 250 metri sul livello del mare, sul versante marino, in maniera che l’aria del Tirreno mantenga le uve asciutte nei mesi autunnali della raccolta. In questo modo si possono raggiungere delle ottime maturità fenoliche, che danno morbidezza e piacevolezza ai vini.
La composizione del terreno è abbastanza variegata, fra l’argilloso e il medio impasto. Il metodo di coltivazione è a cordone speronato e la resa di uva per ettaro è di circa 70 quintali. Il diradamento viene effettuato nel periodo primaverile a livello dei germogli, per mantenere le produzioni sui livelli indicati.
La raccolta avviene normalmente verso la fine di settembre, ed è effettuata rigorosamente a mano.

Morellino di Scansano D.O.C.G.
• Gradazione alcolica: 13% vol.
• Vitigni: Sangiovese 95%, Ciliegiolo 5%.
• Zona di produzione: Comprensorio della D.O.C.G. del Morellino di Scansano.
• Invecchiamento: Dopo l’affinamento in bottiglia per almeno 4 mesi il vino raggiunge la sua completezza olfattivo – gustativa, che mantiene anche dopo 4 – 5 anni dalla vendemmia.
• Esame visivo: Colore rosso rubino intenso con sfumature violacee.
• Esame olfattivo: Profumo fruttato, con note di marasca e frutti rossi, e leggermente speziato.
• Esame gustativo: Al palato è piacevolmente tannico, morbido, caldo, di buona struttura e di lunga persistenza.
• Abbinamenti gastronomici: Servito a 18° – 20°, si accompagna superbamente a primi e a secondi a base di cacciagione, arrosti e carni rosse.

Morellino di Scansano Riserva D.O.C.G.
• Gradazione alcolica: 13,5% vol.
• Vitigni: Sangiovese 90%, Merlot 10%.
• Zona di produzione: Comprensorio della D.O.C.G. del Morellino di Scansano.
• Invecchiamento: In barrique di rovere francese da 225 litri per 12 mesi. L’affinamento in bottiglia è di almeno 10 mesi.
• Esame visivo: Colore rosso rubino intenso, con venature ambrate.
• Esame olfattivo: Profumo elegante e complesso, con note di frutta matura, sottobosco e spezie.
• Esame gustativo: Al palato è morbido, leggermente tannico, rotondo e di buona persistenza gusto – olfattiva.
• Abbinamenti gastronomici: Servito a 18° – 20°, è eccellente con secondi saporiti, brasati, formaggi stagionati ed erborinati.

Per informazioni: Fratelli Rinaldi Importatori S.p.A., tel. 051 4217811, fax 051 242328, e-mail [email protected], www.rinaldi.biz.

No Comments
Comunicati

E tu chi sei veramente?

E’ nata da qualche settimana la nuova piattaforma sociale per scoprire cosa gli altri  pensano veramente di te. Si chiama Nicedoom e ti permette di creare un tuo profilo online professionale e personale da condividere o meno in rete. Invitando amici, parenti e colleghi a compilare un questionario anonimo su di te, entreranno a far parte della tua cerchia permanente di valutatori e potranno ogni volta che vorranno cambiare il loro giudizio su di te. Il questionario sarà anonimo proprio per garantire l’attendibilità del tuo profilo, saprai solo chi è entrato a far parte della tua cerchia di valutatori ma non come ti ha giudicato.

Perchè non è possibile risalire ai giudizi espressi dai valutatori? Il profilo si forma per la prima volta solo dopo che un utente ha ricevuto almeno 7 valutazioni e si aggiorna solo a cadenze variabili che vanno da 3 a 5 giorni, inoltre se l’utente rimuove qualche valutatore dalla propria lista di valutatori, il profilo verrà aggiornato dopo un periodo variabile non inferiore a 10 giorni.

Nicedoom non ti permette di modificare il tuo profilo, solo chi ti ha valutato può modificare i questionari compilati che ti riguardano e, quindi, modificare il tuo profilo. Vuoi saperne di più? Registrati!

No Comments