Daily Archives

1 Febbraio 2013

Comunicati

Gestione tecnologica di Johnson Controls premiata dal Fraunhofer-Institut für Produktionstechnologie (Istituto Frauenhofer per la tecnologia di produzione)

Gestione tecnologica di Johnson Controls premiata dal Fraunhofer-Institut für Produktionstechnologie (Istituto Frauenhofer per la tecnologia di produzione)

Gestione tecnologica di Johnson Controls premiata dal Fraunhofer-Institut für Produktionstechnologie (Istituto Frauenhofer per la tecnologia di produzione)

 
[2013-02-01]
 

BURSCHEID, Germania, February 1, 2013 /PRNewswire/ —

Fornitore di componenti automobilistici ha partecipato al benchmarking consorziale per aziende di tutta Europa

Consona Controls, produttore leader mondiale di sedili e componenti di sedili per veicoli è uno dei cinque vincitori del benchmarking consorziale in gestione tecnologica “Successful Practices in Technology Management 2012” svolto da parte del Fraunhofer Institut für Produktionstechnologie (IPT) di Aquisgrana. Al progetto, al quale le aziende sono state invitate per la quarta volta, hanno partecipato complessivamente 160 imprese di ogni parte d’Europa.

“Il riconoscimento da parte del Frauenhofer IPT ci fa molto piacere. Il fatto di essere annoverate fra le migliori aziende europee nella gestione tecnologica è per noi al contempo una conferma e uno stimolo”, afferma il Dr. Andreas Eppinger, Group Vice President Technology Management di Johnson Controls Automotive Seating. “La partecipazione al benchmarking consorziale comporta per noi numerose preziose conoscenze e impulsi per il nostro lavoro.”

L’IPT ha analizzato con un consorzio di famosi partner, attraverso una procedura a più livelli, la gestione tecnologica di 160 aziende che hanno partecipato al progetto di benchmarking durato nove mesi. Sono state valutate struttura organizzativa della gestione tecnologica, programmazione tecnologica strategica, riconoscimento precoce di nuove tecnologie, innovazioni che spaziano su diversi settori, sfruttamento di sviluppi da altre industrie, nonché principi innovativi “open” che coinvolgono nel processo innovativo sviluppatori esterni.

Johnson Controls ha convinto la giuria grazie al riconoscimento precoce di nuove tecnologie che in confronto alle altre aziende partecipanti è stato valutato come particolarmente progredito. Il consorzio ha inoltre messo in risalto il sostegno della gestione di qualità di Johnson Controls per mezzo di strumenti IT in quanto molto ben riuscito e avanzato. Anche in tutte le altre categorie la gestione tecnologica di Johnson Controls ha ottenuto ottimi risultati.

“Johnson Controls ha dimostrato in modo esemplare che con la necessaria attenzione del management e le relative assegnazioni di risorse una gestione tecnologica si può senz’altro affermare perfettamente anche in breve tempo. Come chiavi per il successo si sono dimostrati processi globali standardizzati ben congegnati con un supporto IT specifico”, ha affermato il Dr.-Ing. Günther Schuh del Fraunhofer IPT alla conferenza finale del benchmarking consorziale di Aquisgrana.

– Cross reference: Picture is available at epa european pressphoto agency (http://www.epa.eu) and http://www.presseportal.de/pm/19526/

Il materiale per le illustrazioni è disponibile in forma digitale sul sito http://www.johnsoncontrols.it/media.

Johnson Controls

Johnson Controls è un’azienda leader nel campo della tecnologia diversificata e dell’industria a livello globale, con clienti in oltre 150 paesi. I nostri 170.000 dipendenti creano prodotti, servizi e soluzioni di qualità per ottimizzare i consumi d’energia e conseguire efficienze operative di edifici, batterie per auto al piombo-acido e batterie all’avanguardia per veicoli ibridi ed elettrici e sistemi di interni per autoveicoli. L’impegno verso la sostenibilità è stato dimostrato sin dalla fondazione dell’Azienda nel 1885, con l’invenzione del primo termostato elettrico per ambienti. Grazie alle nostre strategie di crescita e all’aumento della presenza nel mercato, manteniamo costante il nostro impegno di garantire il valore dell’investimento per gli azionisti e il successo dei clienti.

Johnson Controls Automotive Experience

Johnson Controls Automotive Experience è un’azienda leader a livello globale nella produzione di sedili, sistemi padiglione, pannelli porta, plance ed elettronica per automobili. Forniamo prodotti, tecnologie e soluzioni di advanced manufacturing che aiutano tutte le principali case automobilistiche nella diversificazione delle vetture che producono. Con oltre 240 stabilimenti in tutto il mondo, siamo sempre a fianco dei nostri Clienti che apprezzano il comfort e lo stile dei prodotti, dai singoli componenti alla gamma completa di soluzioni per interni, in oltre 50 milioni di veicoli.

Per maggiori dettagli rivolgersi a
Johnson Controls GmbH
Automotive Seating
Industriestrasse 20-30
51399 Burscheid
Germania
Oliver Herkert
Tel.: +49-2174-65-4348
E-mail: [email protected]
Internet: http://www.johnsoncontrols.it

Seguiteci su Twitter:  @JCseating

Company Codes: NYSE:JCI, Bloomberg:[email protected]UN, Bloomberg:[email protected]

No Comments
Comunicati

la “radiochirurgia” non è una vera e propria tecnica chirurgica

Robotica per il cancro della prostata: la "radiochirurgia" non è una vera e propria tecnica chirurgica

Robotica per il cancro della prostata: la "radiochirurgia" non è una vera e propria tecnica chirurgica

 
[2013-01-31]
 

Il Dr. David Samadi, esperto di cancro della prostata, raccomanda la chirurgia robotica per la prostata rispetto alla radiochirurgia non chirurgica

NEW YORK, 1 febbraio 2013 /PRNewswire/ — Non tutti i robot sono creati uguali, specialmente quando si parla di cancro della prostata, come afferma David Samadi, chirurgo di fama mondiale per il cancro della prostata. Specializzato in chirurgia di prostatectomia robotica da Vinci minimamente invasiva, il Dr. Samadi non è solo Vicepresidente del Dipartimento di Urologia del Mount Sinai Medical Center, ma è anche Capo della Robotica e Chirurgia minimamente invasiva.

Secondo il Dr. Samadi, i robot vengono impiegati per trattare il cancro della prostata in due modi distinti. La prostatectomia robotica è un metodo chirurgico roboticamente assistito impiegato per rimuovere la prostata cancerosa, come la tecnica chirurgica SMART (Samadi Modified Advanced Robotic Technique). La radiochirurgia, o radioterapia per il cancro della prostata, impiega un robot per somministrare elevate dosi di radiazioni alle cellule tumorali prostatiche. Secondo il Dr. Samadi, le differenze fra questi trattamenti sono significative.

La "radiochirurgia" per il cancro della prostata non è una vera e propria tecnica chirurgica.

I tecnici di radiochirurgia utilizzano immagini 3D e regolazioni computerizzate per erogare radiazioni precise e ad alta dose sulla prostata. Il Dr. Samadi sostiene che non vi è una componente chirurgica nella "radiochirurgia" e la prostata cancerosa non viene rimossa, ma semplicemente sottoposta ad irradiazione in base ad immagini secondarie e a dati della biopsia.

La prostatectomia robotica, invece, viene potenziata anche dalla visualizzazione e dalla precisione 3D offerte dal robot, ma con uno scopo molto diverso. Durante la prostatectomia robotica, la prostata e le vescicole seminali cancerose vengono completamente rimosse.

"Alla radiochirurgia mancano quegli aspetti che ritengo siano i più importanti nel trattamento del cancro della prostata: diagnosi precisa e recupero definitivo", ha affermato Samadi. "Grazie alla tecnica chirurgica SMART, prendo decisioni in tempo reale sulla base della visualizzazione diretta informata. Durante l'intervento chirurgico, il mio sguardo è concentrato sulla prostata e, dopo l'intervento, la prostata è in laboratorio. Non vi sono metodi di indagine in grado di sostituire quel livello di analisi del cancro della prostata".

Considerazioni sul post-trattamento del cancro della prostata:

  • A differenza della radiochirurgia, la chirurgia di prostatectomia robotica si occupa dell'analisi post-operatoria del tumore per verificare il tipo e l'estensione del cancro della prostata
  • Il livello del PSA (antigene specifico della prostata) dovrebbe scendere a livelli non rilevabili a seguito dell'intervento di chirurgia di prostatectomia robotica; dopo le radiazioni, il livello del PSA continua a oscillare
  • La radiochirurgia altera il tessuto prostatico in modo da rendere probabilmente inoperabile una recidiva di cancro della prostata
  • La maggior parte dei pazienti, se operata con tecnica chirurgica SMART, riprende una vita sessuale normale in 12-24 mesi e il controllo delle urine dopo 2-3 mesi

"I pazienti sottoposti a prostatectomia robotica e non a radiochirurgia non chirurgica hanno maggiori possibilità di rimuovere completamente il cancro della prostata e di ottenere una guarigione ottimale", afferma Samadi che spinge i pazienti a rimandare radiazioni o radiochirurgia per stadi avanzati di cancro della prostata o trattamenti di recupero.

La decisione di sottoporsi a un intervento chirurgico non deve essere mai presa alla leggera e a quei pazienti che discutono i meriti del trattamento non invasivo rispetto a quello minimamente invasivo del cancro della proposta il Dr. Samadi aggiunge: "Il cancro della prostata è invasivo. La prostatectomia robotica è un metodo minimamente invasivo e di alto successo per rimuovere il cancro e arrestare un'ulteriore invasione".

Collegamenti correlati:

http://www.roboticoncology-it.com
http://www.roboticoncology.com
http://www.smart-surgery.com

Video correlati:

Chirurgia robotica per la prostata SMART: Dr. David Samadi – Fare clic qui

I benefici della chirurgia robotica per il cancro della prostata – Fare clic qui

I costi della chirurgia robotica – Fare clic qui 

No Comments