Home » Comunicati » La Stagione Invernale

La Stagione Invernale

E’ ormai cosa nota che nel 2009 le Dolomiti sono state proclamate dall’UNESCO Patrimonio Naturale dell’Umanità. Forse non tutti sanno invece che, sempre nel 2009, sulle Dolomiti è stato scoperto un nuovo esemplare di fiore, una specie fino a quel momento inedita di genziana blu. La Val d’Ega è come quell’esemplare, protetto e custodito dalle Dolomiti, delle quali è il cuore. Il neonato consorzio che ne prende a prestito il nome riunisce i 4 comuni di Nova Ponente, Nova Levante, Tires e Collepietra e i due comprensori sciistici di Obereggen e Carezza, per un’estensione totale di 112 km2. Il salto è più breve di quanto si possa immaginare: a soli 20 minuti dall’uscita di Bolzano Nord, lo scenario che si apre è quello di un regno governato dalle leggendarie cime del Latemar e del Catinaccio, che offre in un colpo solo tante opportunità quanti sono i desideri che un appassionato di montagna potrebbe elencare in una vita intera. Con una media di 8 ore di sole al giorno nei mesi invernali – la stagione si apre l’1 dicembre e si chiude l’1 aprile – Carezza è l’area sciistica più soleggiata dell’Alto Adige e gode di una facilità di accesso unica ai 40 km di piste in perfette condizioni, dalle pendenze più dolci a quelle vertiginose. Sciatori, carver, telemarker e snowboarder, che qui trovano il famoso snowpark Christomannos, fanno a gara per dichiarare Carezza la capitale della propria disciplina. A questi, si aggiungono i fondisti, le famiglie e in particolare i bambini, che possono  fare i primi tentativi sugli sci al nuovo Kinderland di Re Laurino, lanciarsi nel fiabesco Parco Giochi sulla neve, slittare, pattinare e rincorrere i miti e le leggende dello Skitour Re Laurino. Il comprensorio è inoltre noto per l’impegno nell’ecosostenibilità: a partire da quest’anno, sono in programma progetti come impianti ad energia solare, tappeti energetici ed altre iniziative per ridurre l’impatto ambientale di preparazione e innevamento delle piste.

“L’emozione della perfezione” è invece il motto che rappresenta il comprensorio Obereggen. Parliamo di 48 km di piste, dai 1500 a 2500 metri, che sono una garanzia di neve per tutta la stagione, dall’1 dicembre al 14 aprile, inserite in un contesto futuristico e allo stesso tempo tradizionale, capace di coniugare armadietti hi-tech riscaldati ad un patrimonio paesaggistico immutabile che si scalda grazie alle  specialità culinarie offerte dai rifugi. Obereggen è tanto per i grandi quanto per i piccoli, che qui trovano un’area gestita niente meno che dall’Orso Bruno e un Asilo sulla Neve. Per quanto riguarda gli snowboarder, dal 26 dicembre, l’unico rischio è quello di rimanere a bocca aperta davanti alle oltre 30 strutture dell’Obereggen Snowpark, che si arricchisce quest’anno di nuove sorprese.

Sia Carezza che Obereggen uniscono infine al bianco delle piste i colori scuri della notte, con diverse opportunità di sciare e slittare in notturna. Come dire che in questa favola, anche il tempo ha un altro corso.

Info Newsroom

 

Ella Studio

About the author

Il servizio gratuito di pubblicazione dei comunicati stampa è offerto dall'Associazione link UP Europe! di Roma