Home » Comunicati » Trasloca la Porta del Paradiso del Battistero di Firenze

Trasloca la Porta del Paradiso del Battistero di Firenze

Effettuare un trasloco non è uno dei lavori più semplici. A maggior ragione se si tratta di un’opera d’arte del calibro della Porta del Paradiso del Battistero di Firenze, maestosa e raffinata realizzazione di Lorenzo Ghiberti, l’artista che vi lavorò per quasi un trentennio, tra il 1425 e il 1452. La Porta infatti è stata trasferita di notte l’Opificio delle Pietre dure al museo di Santa Maria del Fiore. All’interno dell’Opificio l’opera è stata sottoposta ad un lungo e complesso restauro che ha interessato in particolare le parti in oro ed argento che sono state rovinate dalla lunga esposizione all’aperto – luce ed agenti atmosferici ne avevano minato la bellezza.

La Porta sarà esposta a partire dal prossimo mese di settembre nel Museo in una particolare teca dove potranno essere ammirati i risultati del restauro condotto da un personale esperto e preparato che è riuscito a riportare l’opera al suo splendore iniziale. Le operazioni di trasloco sono state affidate alla ditta Arteria con il coordinamento dell’ufficio tecnico dell’Opera di Santa Maria del Fiore ed il trasporto della prima anta è iniziato poco dopo le 21:30.

Ogni parte della Porta del Paradiso è stata ingabbiata in una struttura protettiva in metallo per ripararla alla perfezione ma queste utili precauzioni hanno rallentato le operazioni che sono durate diverse ore. Ricordiamo infine che la Porta, completamente ricoperta d’oro, rappresenta una delle opere più importanti del Rinascimento Italiano e che il soprannome “del Paradiso” le fu attribuito da Michelangelo Buonarroti per la sua bellezza.

About the author

Il servizio gratuito di pubblicazione dei comunicati stampa è offerto dall'Associazione link UP Europe! di Roma