Home » Comunicati » Acqua: da tenere in considerazione nei centri urbani

Acqua: da tenere in considerazione nei centri urbani

Realizzare restyling di vie cittadine, in particolar modo quando si tratta di zone a rischio idrogeologico abbastanza alto, richiede anche un necessario rifacimento di tutti quelli che sono indicati come canali di scolo cittadini e che imitano i rischi di alluvione e allagamenti di varia entità.

Non a caso quando si procede alla realizzazione di lavori di portata pubblica sempre di vasto raggio a livello di competenze devono essere le valutazioni che devono integrare con le valutazioni teoriche anche considerazioni derivate da sopralluoghi tecnici e da un’accurata analisi della rete idrica e fognaria di ogni settore. Ovviamente molto diverse sono le valutazioni che si devono e che si possono fare in base a dove ci si trova. In alcuni casi, infatti, per esempio se si guarda al sud dell’Italia o della Spagna. L’acqua piovana incarna un bene prezioso che mai come ora deve essere recuperato e riutilizzato per altri servizi come l’irrigazione o per uso domestico (ovviamente dopo il filtraggio e l’adeguato trattamento). In ogni caso comunque quando si tratta di centri storici che rappresentano un vero e proprio patrimonio per la cultura, come succede nella maggior parte dei centri e dei paesi europei, la prima fase da prendere in considerazione è quella di procedere al drenaggio dell’acqua. Questo deve avvenire sia nel caso in cui l’acqua vada a confluire in fiumi e canali sia nel caso debba entrare all’interno della rete idrica. La soluzione più indicata in molti casi è quella di prevedere l’installazione di apposite griglie in abs ramato che preservino gli edifici e i marciapiedi dall’allagamento prevedendo lo scarico entro apposite canalizzazioni sotterranee.

Inevitabili in contesti cittadini sono di certo le griglie in plastica che sempre più vengono utilizzate come alternative anche all’interno di edifici industriali. Attraverso questi accessori dell’arredo urbano limitando l’investimento visto il materiale si possono rendere più facili alla manutenzione pozzetti e altri spazi dedicati alla raccolta e allo scolo dell’acqua. Soluzione destinata ad essere definitiva e che si rende quella ideale nel caso si parli di scoli destinati ad essere applicati vicino ad ingressi o in lievi pendenze sono le Griglie in alluminio che filtrano il flusso delle acque e le drenano affinchè non vi siano reflussi che potrebbero danneggiare edifici in particolare la parte relativa alle fondamenta. E’ inutile elencare in questa sede quali possono essere i danni causati da alluvioni, a spiegare tali catastrofi sono sufficienti le recenti immagini di calamità che recentemente hanno colpito anche il nostro paese.

In caso di recupero dell’acqua piovana oltre alle varie griglie di ventilazione che si rendono necessarie per il filtraggio e il drenaggio delle acque deve essere costruita un’intera rete dedicata, che non necessariamente deve essere frutto di pesanti interventi edilizi ma che in alcuni casi può semplicemente far confluire i liquidi all’interno di cisterne posizionate in maniera strategica. Ovviamente per realizzare anche semplici impianti è necessaria se non indispensabile la consulenza di uno specialista che di certo saprà indicare quelle che sono le collocazioni ideali. In caso di vicinanza di canali o scoli d’acqua infatti indispensabili sono le installazioni di idrovore che mitighino l’effetto di eventuali piene e permettano uno scorrimento veloce al surplus di acqua piovana.

A cura di Martina Celegato
Prima Posizione srl
marketing adv

About the author

Il servizio gratuito di pubblicazione dei comunicati stampa è offerto dall'Associazione link UP Europe! di Roma