Home » Comunicati » Il CFA sta preparando due spettacoli teatrali e un cortometraggio

Il CFA sta preparando due spettacoli teatrali e un cortometraggio

Dopo il grandissimo successo ottenuto l’anno scorso con il “cortometraggio Applauso!”, allestimento realizzato con gli allievi del Terzo Anno del Centro Formazione Attori e contraddistinto da una qualità tecnica e artistica decisamente lontana da un tradizionale “saggio di fine anno”, per questa stagione, Igor Grcko, propone nuovamente il tema della Televisione mettendo questa volta in risalto il discusso aspetto della “spettacolarizzazione” con il cortometraggio dal titolo “Scoop”.

Quest’anno Igor Grcko, fondatore e direttore didattico del CFA, ha indirizzato il proprio lavoro, il percorso degli allievi e dei partecipanti ai laboratori, verso un concetto di metateatro, di una o più sue rappresentazioni, promuovendo così una sorta di rassegna, interna alla scuola, di produzioni che spaziano nell’ambito di tale argomento.

Spectaculum, lo spettacolo con gli allievi del Terzo Anno, attraverso una ricerca ed un interessante sperimentazione (dalle scene al linguaggio, dai personaggi alle ambientazioni scenografiche e musicali) consente di approfondire concetti intrinsechi al teatro ed alla recitazione, troppo spesso affrontati in lunghi e inconcludenti dibattiti critici e sempre meno trattati proprio con il linguaggio oggetto della questione: il linguaggio teatrale.

Uno spettacolo tutto da gustare e affascinante dai diversi punti di vista dei vari piani di linguaggio. Un appuntamento con un teatro giovane, fresco e nuovo oltre gli schemi della tradizione rappresentativa contemporanea. Con “prima della prima“, inoltre, il CFA presenta una messa in scena frutto dell’impegno e del lavoro dei ragazzi che hanno frequentato uno dei laboratori proposti dalla scuola.

Un esilarante allestimento che trascinerà lo spettatore negli ultimi momenti “prima della prima”, fra ironia, sarcasmo e forte cinismo, senza trascurare gli aspetti tecnici peraltro fortemente presenti. Una piece di una certa complessità che incontriamo di solito nelle compagnie teatrali nell’est europeo. Ingressi ed uscite, alternarsi di personaggi, ritmi serrati ed una eleganza registica che valorizza il lavoro di un cast in piena formazione sono gli ingredienti per uno spettacolo che interpreta il teatro come azione e non parola senza spingere quest’ultima in secondo piano.

Per informazioni visita www.formazioneattori.it

About the author

Fin da piccolo frequenta l’ambiente artistico di Grisgnana (Croazia), dove ogni estate si incontrano musicisti e artisti di rilievo di tutta Europa. Nel 1987 si trasferisce a Zagabria, presentandosi agli esami di ammissione all’Accademia d’Arte Drammatica (sezione montaggio cinematografico) e all’Università Grafica. Viene accettato in entrambe le Scuole che successivamente, nel 1991, sarà costretto a lasciare, senza riuscire a portare a termine i propri studi, a causa di eventi bellici. Arrivato in Italia trova i suoi primi alloggi in Friuli e si fa portavoce per i diritti dei profughi, dando vita a una lunga battaglia attraverso articoli sui giornali, confronti mediatici e incontri con figure di alto rilievo politico. Avvia e organizza i corsi scolastici per i ragazzi sfollati della ex Iugoslavia e inizia la sua attività didattica nel campo della recitazione mettendo in scena le sue prime opere da regista. Nel 1994 si trasferisce a Roma dove prosegue il proprio percorso nella ricerca dell'arte attoriale approfondendo gli studi sui grandi maestri della recitazione come Ersov, Mejerchol'd, Grotowski, Stanislavskij e Lee Strasberg. Contemporaneamente, consapevole di una ancora troppo teorica conoscenza del metodo Stanislavskij/Strasberg, si iscrive all’Acting Training Studio, scuola per attori e registi condotta da Beatrice Bracco, che frequenta dal 1995 al 1997. Nel 2007 fonda il Centro Formazione Attori a Roma http://www.formazioneattori.it/.

Il servizio gratuito di pubblicazione dei comunicati stampa è offerto dall'Associazione link UP Europe! di Roma