Vacanze in Calabria: tutto alla nostra portata

La regione calabrese è ricca di risorse di ogni genere: la sua conformazione geografica le dà una particolare ricchezza ittica, e allo stesso tempo la sua zona montana accoglie tre parchi nazionali.

La natura in Calabria è molto viva: i parchi nazionali dell’Aspromonte, del Pollino e della Sila sono tra le sue montagne; inoltre, il territorio calabrese non ha città particolarmente grandi, quindi il mare è rimasto più incontaminato rispetto ad altre zone marittime sulle quali si affacciano grandi città, e quindi le zone costiere hanno una ricchissima varietà ittica. Numerose sono le specie di pesci che si possono vedere lungo il litorale oltre ai meravigliosi panorami dal mare cristallino esplorabili anche attraverso gite in barca e per gli appassionati anche con immersioni tra gli scogli.

Passare le ferie estive in villaggi residence Calabria quindi dà l’opportunità di vivere qualche giorno in un’area particolarmente fortunata dal punto di vista naturalistico, che soddisfa gli interessi degli amanti del mare e della montagna: l’Appennino calabro fa da spina dorsale all’intera regione, circondata dalle acque cristalline del Mar Tirreno e del Mar Ionio, nelle quali si gettano spiagge bianche e scogliere a picco. Insomma, un paesaggio completo, per tutti i gusti e accompagnato da un’organizzazione di eventi viva e variegata: festival del cinema, della musica, premi letterari, sportivi. Un litorale talmente bello e rinomato che lo stesso poeta Gabriele D’Annunzio lo definì “il più bel kilometro d’Italia”.

Inoltre, la Calabria è ricchissima di storia, da un villaggio Calabria si possono facilmente visitare monumenti risalenti all’età della Magna Grecia, come ad esempio il Tempio di era Lacinia a Crotone, fino ad arrivare all’epoca barocca con la Cappella del SS Sacramento di Reggio Calabria … e oltre ai segni tangibili della sua storia antica, ci sono anche dei segni linguistici ben evidenti: in alcune zone del reggino si parla ancora una lingua denominata greco di Calabria, che discende dal greco antico e rimane tuttora a ricordare il legame della regione con la Magna Grecia. Un legame ancora forte che si può vedere grazie alle numerose fondazioni che si occupano di tutelare i resti archeologici e renderli visibili ai turisti.

Insomma, tutto il necessario per passare delle vacanze estive in Calabria ricche e stimolanti. In più, non bisogna dimenticare l’aspetto culinario: la cucina calabrese, rinomata per il peperoncino, è ricca di piatti gustosi. In Calabria in qualsiasi villaggio ristorante infatti si possono gustare dei piatti veramente indimenticabili come la “nduja” particolare salsiccia estremamente piccante e saporita ma anche le cipolle di Tropea, prodotto rinomato in tutto il mondo per il suo infondibile sapore e freschezza. Ma non sono solo i prodotti a rendere unica la visita in Calabria, le tradizioni alimentari sono uniche e ricche di storia come la tradizione di mettere in tavola ben 13 portate durante le feste natalizie e l’Epifania nonché quella di mangiare polpette, maccheroni e carne di maiale durante il periodo di Carnevale. Per non parlare degli inconfondibili vini come il Cirò, il Pollino e lo Scilla per citarne alcuni.

A cura di Martina Celegato

Prima Posizione srl

Ufficio stampa

I commenti sono chiusi