Daily Archives

24 Settembre 2010

Comunicati

Nuovo sito su la caccia in riserva nel cuore della Toscana


La Casa e il Corniolo è fra le aziende faunistico venatorie in Toscana dove si può praticare la caccia in riserva. Situata nella splendida area del Mugello, a pochi chilometri da Firenze, si estende per oltre 450 ettari ed è caratterizzata da terreni fra il pianeggiante e il collinare, tutti agilmente percorribili, che la rendono una delle più belle riserve di caccia in Toscana.

Essendo attraversata dal fiume Ensa, la permanenza della selvaggina è garantita nei periodi di estrema siccità. Grazie ad una gestione attenta ed estremamente rispettosa sia dell’ambiente che degli animali, è diventata un punto di riferimento per chi pratica la caccia al capriolo in Toscana, la caccia al colombaccio in Toscana e la caccia al fagiano in Toscana.

Per poter comunicare con gli amanti della caccia in Toscana, è stato realizzato il sito internet dell’azienda faunistico venatoria LaCasaeilcorniolo.it, principalmente incentrato sulle attività della riserva di caccia. Un sito internet con tante notizie, che ha l’obiettivo di presentare in maniera completa ed esaustiva tutte le caratteristiche di quella che oggi può essere considerata una delle più belle e suggestive riserve di caccia in Italia.

Fra le notizie di interesse, vi sono fra l’altro i periodi in cui è possibile praticare la caccia alla migratoria in Toscana e la caccia di selezione in Toscana. Siamo certi che troverete il sito internet estremamente interessante e che vorrete essere presto protagonisti di una giornata, o di un weekend di caccia in una riserva così suggestiva, anche dal punto di vista naturalistico.

No Comments
Comunicati

Lavoratori autonomi, protestati e non: si possono ottenere dei finanziamenti?


I lavoratori autonomi, intesi come artigiani, commercianti o liberi professionisti, in quanto privi di busta paga, hanno notoriamente più difficoltà dei lavoratori dipendenti nell’ottenere un prestito, proprio perché non hanno un reddito fisso a garanzia di rimborso. La maggiore garanzia reale richiesta ai lavoratori autonomi è l’ultima dichiarazione dei redditi, ma potrebbe non bastare; infatti ogni finanziaria propone le proprie soluzioni e, per questo, è utile quanto necessario valutare diverse offerte. Visitando i siti dedicati nel web, sarà inoltre possibile reperire dei preventivi on line, gratuiti, affidabili e senza impegno, che rendono facile il confronto.

Per i lavoratori autonomi protestati, ovvero coloro che non hanno pagato alcune rate, che hanno subito pignoramenti o sono stati messi in mora, la questione è appena più complicata. A loro garanzia non solo serve una buona posizione creditizia, ma possono essere chieste polizze vita, ipoteche immobiliari o fideiussioni, oppure bisogna essere titolari di una pensione di anzianità o di reversibilità.

Tuttavia può essere data a garanzia anche la pensione di un famigliare.
Le società finanziarie offrono ai lavoratori autonomi protestati soluzioni abbastanza flessibili e convenienti; in linea di massima i prestiti, erogati a tasso fisso, arrivano fino a 50 000 euro rimborsabili fino a 10 anni. I tempi per la pratica si accorciano e i costi si abbassano nel momento in cui, pagati i debiti in sospeso, si fa richiesta al CRIF di cancellazione dal registro dei cattivi pagatori (per maggiori informazioni si veda Prestiti Cattivi Pagatori. E’ possibile scaricare on line il modulo per la domanda, così come è possibile e più vantaggioso fare richiesta on line del finanziamento stesso.

No Comments
Comunicati

Chiedere un preventivo per un prestito online


Indubbiamente la tecnologia ha notevolmente migliorato e semplificato la nostra vita, e indubbiamente il computer e internet hanno semplificato alcune procedure, reso possibile lavorare da casa e fare ricerche in ogni campo in tempi immediati e con risparmio di tempo. Un valido aiuto è offerto da internet anche nel caso si voglia richiedere un prestito personale e ci si voglia rendere conto di quanto offerto dalle varie finanziarie. Nel web, nei siti dedicati si trova ogni genere di informazione sulle forme di finanziamento, dalle garanzie richieste ai prestiti senza garanzie, dai prestiti convenzionati a quelli modificabili.

La migliore strategia, per fare la scelta più conveniente o più adatta a noi, è quella di avere dinanzi a se diversi preventivi da confrontare con calma, e questa è la più grande opportunità offerta da internet. Infatti si possono chiedere dei preventivi prestiti on line a risposta immediata. L’operazione è davvero semplice e veloce, per qualsiasi tipo di prestito (anche, per esempio, i prestiti cambializzati). Ecco come fare: si sceglie il nome di una finanziaria e si accede al sito relativo; verrà visualizzata una schermata con delle finestre su cui “cliccare”. Spesso si troverà una finestra con scritto “Calcola la rata e chiedi il prestito” o “Chiedi un preventivo on line”: cliccando su una di queste opzioni apparirà una scheda virtuale da compilare con alcuni dati: le proprie generalità, il proprio impiego, l’importo richiesto, l’importo massimo della rata che si vuole pagare mensilmente.

Il preventivo sulla rata precisa e sulla durata esatta del finanziamento è immediato, così come la risposta sulla accettazione della pratica; a questo punto, se il finanziamento, così come proposto dalla finanziaria, soddisfa le nostre esigenze, si stampa il contratto, che va firmato e rispedito ( e questa è la soluzione più veloce ), o si chiede che il contratto cartaceo venga spedito al proprio domicilio, poi va firmato e rispedito ( ma così si allungano i tempi ).
I questionari per il preventivo on line vanno compilati senza alcun impegno. Una volta accettato il finanziamento, invece, si può sceglier se ricevere la somma con bonifico sul proprio conto corrente o con assegno circolare spedito direttamente a casa, così come si può sceglier se rimborsare le rate con RID bancario o con bollettini postali.

No Comments
Comunicati

Cosa c’è da sapere per chiedere un prestito in convenzione INPDAP


I lavoratori ed i pensionati, sia pubblici, sia statali che privati, qualora si trovassero nella necessità di chiedere un prestito personale possono fare affidamento sulle convenzioni con l’INPDAP, istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica e con l’INPS, istituto nazionale per la previdenza sociale, che insieme rappresentano il sistema pensionistico italiano.

Entrambi gli istituti non si occupano solo di pensioni, ma anche di erogare prestiti agevolati (per maggiori informazioni si veda Prestiti INPDAP). La richiesta di un preventivo o per l’apertura di una pratica può essere fatta on line; infatti, internet offre diversi siti dedicati.

I dipendenti dell’amministrazione pubblica possono rivolgersi all’Inpdap sia per piccoli prestiti che per somme più importanti,ad esempio per l’acquisto di una casa.

L’importo del prestito (sia per prestiti on line che non) erogato dipenderà dall’ammontare dello stipendio, o della pensione, e dal tempo in cui si desidera restituire la somma: più è alto lo stipendio,più è lungo il periodo di ammortamento e più alta sarà la somma erogata.

In genere la durata massima è di quattro anni e il tasso applicato è fisso. Si possono avere dei preventivi veloci on line. L’istituto annulla il recupero del debito in caso di morte del richiedente o invalidità permanente, dovuta al lavoro. In linea di massima, per prestiti di somme più importanti, l’Inpdap recupera la somma attraverso la cessione del quinto dello stipendio o della pensione.

Nel caso dell’Inps, invece, occorre rivolgersi alla propria banca o ad una finanziaria di fiducia attraverso le quali vengono erogati prestiti convenzionati. Maggiori informazioni sul web, anche se la cosa migliore è chiedere direttamente agli istituti di credito.

No Comments
Comunicati

Trovare corsi professionali in ogni città

  • By
  • 24 Settembre 2010


Percorsi adattati alla formazione professionale, per il riconoscimento dei crediti formativi universitari o per completare il proprio percorso di apprendimento: scegliere di facilitare il proprio percorso scolastico attraverso dei Corsi di formazione professionali permette a chiunque di raggiungere con ottimi risultati il pieno successo formativo, in base alle proprie esigenze di tempo e di disciplina.
A seconda del proprio percorso ed alle proprie necessità, i corsi professionali attivati sono di varie tipologie, proprio per dare vasta scelta: dall'ambito sociale a quello elettronico, dal percorso di tecnico per economo dietista al settore meccanico o a quello informatico, senza escludere i licei, scientifico, linguistico o classico.
La partecipazione ai corsi serali professionali garantisce lo stesso valore al diploma come quelli che si ottengono nei corsi tradizionali mattutini, allo stesso modo iscriversi è altrettanto semplice: possono iscriversi ai corsi serali i possessori del diploma di scuola media inferiore; per chi possiede già il diploma di scuola superiore, la facoltà di ripartire dall'anno in cui ha fermato gli studi, presentando le pagelle passate per una valutazione dei crediti già maturati, renderà il raggiungimento dell'obiettivo più celere, verso l'inizio di una attività lavorativa in linea con il proprio percorso scolastico, grazie agli attestati di formazione professionale.

No Comments
Comunicati

Scelta degli Infissi: per risparmiare in bolletta

  • By
  • 24 Settembre 2010


La scelta degli infissi è un “hot spot” quando parliamo di energia. Spieghiamo perché. L’edilizia usa circa il 40% dell’energia consumata nel Paese, tra settore residenziale e terziario. La maggior parte della stessa viene spesa per riscaldamento e condizionamento e addirittura il 20% di questa energia letteralmente “buttata”, cioè dispersa, dalla finestra. Quando vecchi o non correttamente posati gli infissi sono colpevoli di gran parte delle dispersioni di calore.

Se, viceversa, sono posizionati propriamente e hanno le giuste dimensioni, possono consentire di beneficiare delle radiazioni gratuite del sole e , di conseguenza, di risparmiare tanta energia. Un buon progetto delle chiusure trasparenti e dei serramenti dal punto di vista delle prestazioni termiche può quindi garantire il benessere igrotermico in casa e assicurare il contenimento energetico rispondendo al quadro legislativo vigente in materia di risparmio energetico in edilizia. Adottare sistemi schermanti o vetri selettivi, tra l’altro, consente di diminuire gli apporti solari. Per fare centro da questi punti di vista si possono predisporre, a seconda delle esigenze, vetri selettivi, vetri basso-emissivi, vetri ibridi, vetri fotocromatici, vetri termocromici, vetri elettrocromici.

Quando è un ente certificatore esterno ad accertare la qualità degli infissi la manutenzione in carico all’utente è minima o perfino vicina allo zero. Oltre alle prestazioni acustiche e termiche, caratteristiche quali la permeabilità all’aria, la tenuta all’acqua e la resistenza al carico del vento assicurano la durata nel tempo e permettono di minimizzare per quanto possibile gli interventi di messa a posto ordinari .E' Importante quindi non risparmiare troppo nella scelta: serramenti e finestre prezzi

No Comments
Comunicati

Scopri le offerte sui migliori voli low cost

  • By
  • 24 Settembre 2010


Per trovare un volo economico oggi non è più necessario visitare ogni sito del settore, c'è un nuovo sito: voliameno.com, specializzato in voli low cost. Un potente motore di ricerca che trova il volo più economico disponibile da e per un aeroporto: consulta, filtra e ordina tutte le offerte disponibili, con prezzi tutto compreso e offre in un'unica ricerca ogni risultato ordinandoli a partire dal più economico, avendo poi la possibilità di acquistare i biglietti direttamente sul sito.

Per i voli all'interno dell'Italia, fornisce risultati riguardanti sia i collegamenti con i principali aeroporti, quali Milano Malpensa o Roma Fiumicino, sia inerenti collegamenti con gli aeroporti secondari, usati dalle compagnie aeree low cost e per le offerte last minute, come ad esempio: Lamezia, Alghero, Orio al Serio e Ciampino. Oltre a ricercare il volo più economico, su voliameno.com è possibile avere tantissime altre informazioni: dai limiti di carico dei bagagli agli sconti stagionali oppure, per le principali destinazioni, come bisogna comportarsi, quali sono i luoghi da vedere e gli avvenimenti da non perdere in giro per il mondo.

Su voliameno.com, oltre a ricercare i voli economici disponibili sul mercato, possiamo inoltre confrontare gratuitamente le offerte di più di 30 portali turistici, per trovare la migliore offerta per gli alloggi, e provvedere quindi alla prenotazione. Possiamo ancora ottenere le offerte riguardanti le auto a noleggio o direttamente su pacchetti vacanze o crociere: un unico sito che permette di programmare un viaggio completo cogliendo per ogni aspetto l'offerta più conveniente: volo, alloggio, spostamenti…

No Comments
Comunicati

Scuole serali a Milano per il diploma

  • By
  • 24 Settembre 2010


Un percorso scolastico sospeso o un nuovo ambito lavorativo: le scuole serali sono rivolte a tutte le persone che intendono completare la propria formazione scolastica, andando quindi ad acquisire le competenze specifiche per l’inserimento nel mondo del lavoro. Ideati per chi ha bisogno di disporre di orari flessibili, per chi già ha un impiego ma vuole completare gli studi, le scuole serali Milano danno a tutti l’opportunità di ricominciare gli studi con corsi di formazione professionale in diversi ambiti, caratterizzati da programmi didattici aggiornati e che permettono di fornire una formazione completa.

Sono già migliaia le persone che hanno usufruito dei benefici dei corsi serali, sopratutto in grandi città come Milano, arrivando a raggiungere i propri obiettivi grazie ad un personale docente preparato nel settore specifico, alla adattabilità degli orari e grazie all’ampia scelta dei corsi disponibili. Inoltre i corsi serali professionali possono essere anche utilizzati per riconvertire la propria formazione professionale: un percorso di studi interrotto può essere riconosciuto come credito formativo, così come possono essere riconosciuti i crediti legati alle proprie esperienze lavorative già acquisite, rendendo così variato l’accesso al percorso scolastico serale, potendo scegliere un ramo di studi piuttosto che un altro ,anche differente da quello già iniziato e riuscendo quindi ad acquisire il diploma in tempi brevi.

No Comments
Comunicati

Corsi di Lingua inglese e scuole di lingua inglese: come scegliere?

  • By
  • 24 Settembre 2010


La Lingua Inglese è inevitabilmente divenuta la lingua universale per eccellenza. Non vi è luogo infatti, in cui qualcuno non ponga la fatidica domanda: Do You Speak English?.

In ogni parte del mondo, oltre chiaramente alla lingua locale, c’è l’inglese. Idioma diventato in qualche modo la lingua dei turisti, l’esperanto delle persone, il mezzo attraverso farsi capire nella babele della multiculturalità.

Proprio per questo è necessario abituarsi a ragionare e ad esprimersi in inglese nel miglior modo possibile, sin da piccoli. La scuola può chiaramente essere per i più piccini un buon viatico per l’apprendimento, ma sappiamo come soprattutto in Italia, si investa molto poco sulle lingue straniere a scuola. Ecco allora che molte persone si trovano a dover fare i conti con la lingua inglese in età adulta e la ricerca dei corsi di lingua inglese diventa molto spesso una caccia al tesoro. Quale scuola di lingua inglese farà al mio caso? Meglio corsi di americano o inglesi? Le domande diventano affollate e molto spesso si opta sempre per la cosa più sbagliata.

Come scegliere un corso di lingua inglese però, non è forse semplice da suggerire. Ognuno ha infatti le proprie caratteristiche e metodiche di apprendimento. Sicuramente avrete l’imbarazzo della scelta. In ogni città, anche nella più piccola, i corsi di lingua inglese costituiscono uno zoccolo duro dell’insegnamento. Il consiglio è sempre lo stesso però: prendete molte informazioni e non fermatevi alla prima scuola!

No Comments
Comunicati

III convegno “Aree protette tra diritto e scienza” sabato 16 ottobre 2010 a Grado.


Si terrà nella giornata di sabato 16 ottobre 2010, a partire dalle ore 9.00 presso il Grand Hotel Astoria di Grado (GO), il III convegno sul tema “Aree Protette tra Diritto e Scienza”, organizzato dal Dipartimento di Diritto per l’Economia dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, in collaborazione e con il patrocinio di Comune di Grado, Provincia di Gorizia e Università degli Studi di Trieste.

Il convegno “Aree Protette tra Diritto e Scienza”, in programma sabato 16 ottobre 2010 con inizio alle ore 9.00, presso la sala “Lido” del Grand Hotel Astoria a Grado (GO), è il terzo di una serie di appuntamenti di rilevanza per la comunità scientifica e locale, voluti dall’Amministrazione Comunale di Grado. Il convegno si incentra sul tema della conservazione e tutela di aree protette, parchi e aree transfrontaliere, aspetti essenziali per lo sviluppo di intere aree regionali, proprio nell’Anno Internazionale della Biodiversità, dopo che nelle due edizioni precedenti erano state trattate rispettivamente “Valorizzazione dei beni culturali” nel 2008 e le “Politiche del turismo” nel 2009.

L’organizzazione è affidata al Dipartimento di Diritto per l’Economia dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, di cui compongono la Direzione scientifica del convegno il prof. Giovanni Cocco, la prof.ssa Lidianna Degrassi, il prof. Paolo Giangaspero e la prof.ssa Anna Marzanati, in collaborazione e con il patrocinio di Comune di Grado, Provincia di Gorizia e Università degli Studi di Trieste e anche con il patrocinio di Regione FVG e Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.

Il convegno offrirà un’occasione di confronto fra giuristi e scienziati naturalisti di diverse università italiane, con l’apporto di tecnici responsabili delle istituzioni locali dell’ambiente. I lavori saranno inaugurati dal saluto delle autorità alle ore 9.00 e proseguiranno per l’intera giornata articolandosi in una sessione mattutina con interventi di docenti e giuristi che forniranno un inquadramento generale al diritto in materia e in una sessione pomeridiana in cui le relazioni si focalizzeranno sulla realtà del Friuli Venezia Giulia e di Grado.

Il convegno è accreditato per la formazione continua degli avvocati, per la quale dà diritto a 6 crediti. La partecipazione è gratuita ed è possibile completare la prescrizione ondine sul sito: http://www.direcon.unimib.it/.

Informazioni per il PUBBLICO

Comune di Grado

Ufficio Turismo e Relazioni esterne

Tel +39_0431_898239-898224

Fax +39_0431_898205

[email protected] [email protected]

www.grado.info

Informazioni per la STAMPA

BLU WOM – www.bluwom.com

33100 Udine_Via Marco Volpe, 43

Tel. 0432 886638 Fax. 0432 886644

Responsabile Ufficio Stampa: Laura Elia [email protected]

No Comments
Comunicati

Prevenire gli incidenti del sabato sera con l’alcool test


Durante l’estate nella provincia di Viterbo si è svolto un progetto con il preciso scopo di mettere fine agli incidenti, molto spesso, purtroppo, gravissimi dovuti all’eccesso di alcool dei guidatori.

L’operazione Nasorosso, questo il nome del progetto che consiste della presenza di operatori nelle vicinanze delle discoteche o dei luoghi più frequentati in postazioni dedicate in cui misurare il proprio livello alcolemico con l’alcool test e prevenire di mettersi alla guida se il livello supera i limiti consentiti.

L’iniziativa ha avuto grande successo, molti ragazzi ormai sono abituati a recarsi alla postazione Nasorosso per fare l’alcool test e far guidare colui (o colei) che ha bevuto di meno, chi sta sotto la soglia consentita insomma. Un modo, questo, per prevenire le stragi del sabato sera responsabilizzando i diretti interessati. Se c’è la possibilità di fare lo screen alcool test i frequentatori di discoteche saranno portati, loro o chi sta con loro a farlo, la prima volta magari per curiosità ma se ben accompagnati da operatori professionisti potrebbe diventare un’abitudine, potrebbe essere pensata come una cosa da fare prima di mettersi alla guida dopo una serata o dopo una sagra.

Un modo per prevenire senza vietare, il messaggio che passa dall’operazione Nasorosso è: nessuno ti vieta di bere, non metterti però alla guida, se non sei in grado fai guidare chi sta meglio di te.

Lo slogan dell’iniziativa del Ministero della Gioventù patrocinato dal Comune e dalla Provincia di Viterbo è Vediamo chi guida stanotte, insieme ai volontari nelle postazioni Nasorosso ci sono due infermieri professionisti del centro alcologico dell’Istituto Santa Rosa pronti a prestare soccorso a chi esagera con l’alcool.

Divertirsi è fondamentale per tutti i giovani, fare l’alcool test può salvare la vita.

No Comments
Comunicati

Spaghetti alle vongole, con o senza pomodoro?


Gli spaghetti con le vongole sono un piatto prelibato in tutte le località marittime della penisola. Sono uno di quei piatti per i quali è difficile trovare qualcuno che non ne vada pazzo. Anche molti non amanti del pesce amano o quantomeno mangiano volentieri un piatto di spaghetti alle vongole.

Un posto dove esiste una vera e propria disputa e Napoli, dove gli spaghetti alle vongole vengono cucinati in diversi modi. Addirittura, a volte, se il pasto è tra un gran numero di persone, bisogna fare tutte le varianti per accontentare i commensali.

L’ingrediente che divide è il pomodoro. Nella maggior parte d’Italia gli spaghetti con le vongole famosi sono quelli in bianco, con solo vongole e prezzemolo. Uno dei piatti forti della cucina italiana.

C’è però anche chi li adora con il pomodoro. Ebbene sì, a Napoli, per esempio esistono due varianti di spaghetti con le vongole al pomodoro: la prima con il pomodoro a pezzi e la seconda con la classica passata.

Vediamo, nel dettaglio la preparazione di una ricetta con il pomodoro, alla fine vedremo la preparazione di quella classica.

La preparazione degli spaghetti alle vongole con pomodoro a pezzi parte da un classico soffritto con un paio di spicchi d’aglio e olio extravergine di oliva. Si aggiungono poi le vongole ben scolate e si fanno cuocere 2-3 minuti a fuoco alto finché non si aprono tutte completamente. Si sgusciano poi la metà delle vongole, le altre verranno usate per la decorazione quindi andranno tolte dalla padella, mentre quelle sgusciate resteranno nella padella con l’olio a soffriggere ancora, a questo punto si aggiungono i pomodorini a pezzi, meglio se pachino (quelli napoletani sono ottimi) e si lascia cuocere tutto a fuoco vivo per 2/3 minuti. Si conclude mescolando gli spaghetti cotti al dente e decorando con le vongole non sgusciate e prezzemolo tagliato finemente.

Gli spaghetti alle vongole classici, quelli senza pomodoro, vengono preparati alla stessa maniera descritta sopra tralasciando l’inserimento dei pomodorini.

Se adorate gli spaghetti alle vongole ma non avete a disposizione i crostacei freschi perché non siete vicino al mare potete rimediare con le vongole sgusciate, ce ne sono di ottima qualità per degli spaghetti che vi faranno ricordare l’estate ed i pasti in riva al mare.

No Comments
Comunicati

Notorietà politica online e reputazione politica online, la nuova campagna elettorale si fa in rete


Gli uomini politici purtroppo non godono spesso di buone reputazioni. Da alcune statistiche infatti emerge che la maggior parte della popolazione elettorale attiva da il suo voto non per premiare una persona, perché ne condivide ideali politici e valori, quanto per difendersi da altri, viene spesso applicata insomma la strategia del male minore.
Ci sono però delle eccezioni, si è notato infatti che le personalità politiche che hanno scelto la rete per la propria campagna elettorale sono considerati i veri uomini nuovi, portatori di valori, uomini della provvidenza, si pensi per esempio al famosissimo caso del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che da perfetto sconosciuto è diventato famoso e amato proprio grazie ai social media.

Per questo motivo l’agenzia di search marketing Irregular ha sviluppato la formula Reputazione Politica e con l’aiuto di svariati strumenti all’avanguardia e strategie mirate si preoccupa di comunicare i valori e gli ideali dei politici che scelgono di affidarsi ai suoi esperti. Monitorando ed intervenendo sulla reputazione online politica infatti, sarà in grado di arrivare alla realizzazione degli obiettivi prefissati.
Irregular è un’agenzia di search marketing che si occupa di posizionamento nei motori di ricerca unica nel suo genere, il suo team di esperti infatti è coadiuvato da ricercatori e docenti nei campi della finanza, dell’economia, della statistica, della finanza e del marketing che contribuiscono con il loro sapere arricchendo ogni strategia.

No Comments
Comunicati

75 anni e non li dimostra


Il Centro Sperimentale ha festeggiato i suoi 75 anni con numerose personalità del mondo del cinema, della cultura e della politica
Il Centro Sperimentale di Cinematografia ha festeggiato giovedì 23 settembre i suoi 75 anni alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, del Ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi e del Ministro delle Politiche giovanili Giorgia Meloni.
Durante la cerimonia il Presidente del CSC Francesco Alberoni ha ricordato che oggi il Centro Sperimentale rappresenta l’unica istituzione di alta formazione cinematografica in Italia e una delle più prestigiose del mondo.
Oggi sono orgoglioso di affermare – dice Alberoni – che il processo di trasformazione del Centro Sperimentale può considerarsi sostanzialmente realizzato e che gli obiettivi qualificanti indicati dalla legge di riforma del CSC risultano tutti largamente attuati. Abbiamo dato una connotazione realmente nazionale, con una significativa presenza sul territorio istituendo, accanto a quella di Roma, tre sedi regionali, ciascuna con una propria specializzazione cinematografica; in Piemonte per l’animazione, in Lombardia per la Fiction, il documentario e la pubblicità ed in Sicilia per la docu-fiction storico artistica. Il nuovo piano didattico ha coinvolto tutti i docenti della scuola favorendo una con-divisione del “sapere cinematografico” capace di stimolare e assecondare un fecondo scambio culturale e professionale tra gli allievi e di promuovere la formazione di un “laboratorio permanente” di tutte le componenti tecniche e artistiche che concorrono alla creazione dell’opera cinematografica. E quindi anche un clima di dibattito e cooperazione, da cui sorgano idee e progetti comuni. I docenti che si avvicendano nell’insegnamento sono per lo più illustri professionisti del cinema italiano e mondiale. La cinematografia – dice Alberoni nel suo discorso introduttivo – si apprende soprattutto lavorando a fianco di un Maestro, esattamente come si faceva nelle botteghe artigiane del Rinascimento, senza trascurare l’utilizzo di tecnologie modernissime. Nel complesso, la Scuola è passata dai circa 50 allievi in corso nel 2002 ai circa 350 attuali.
Alberoni ha ricordato anche i numerosi allievi che sono poi divenuti illustri professionisti del cinema italiano.
Il Ministro Bondi e il Ministro Meloni hanno assicurato il loro impegno a sostenere lo sviluppo della cultura liberandola da condizionamenti politici e statali. Bondi ha annunciato che presenterà la prossima settimana un ddl con nuove norme per la concessione dei contributi agli enti, il Capo dello Stato Giorgio Napolitano si è dichiarato pronto a firmare i progetti di legge di sostegno al cinema italiano.
La cerimonia è proseguita con la consegna dei diplomi honoris causa a Virna Lisi, splendida protagonista del cinema italiano e internazionale che ha arricchito la sua straordinaria bellezza con impegno e sensibilità, dando prova, nella sua lunga carriera, di una duttilità non comune nel panorama del cinema italiano, a Giuseppe Tornatore che ci regala un cinema fatto per il grande schermo, ricco di risate, pianti, volti d’attore, finezza artigianale, con il coraggio dei sentimenti forti, narrati da una messa in scena al tempo stesso popolare, diretta, capace di parlare a tutto il pubblico, ma sorretta da raffinate citazioni che spaziano nell’intera storia del cinema, a Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo che con la loro passione e il loro lavoro, sanno dare corpo visibile ai sogni di cui è fatto il cinema. L’amore per il dettaglio delle botteghe artigiane della tradizione italiana e il sapiente impiego delle nuove tecnologie dell’immagine si integrano a dar forza a una sensibilità artistica che li rende veri.
Durante la serata gli ospiti hanno poi visitato la mostra fotografica Dive. Donne del cinema italiano curata da Antonio Azzalini e Fabio di Gioia con la supervisione accademica di Gianni Canova che sarà aperta al pubblico tutti i giorni dal lunedì al venerdì (dalle ore 10:00 alle ore 16:00) fino al 3 novembre presso la sede del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma in via Tuscolana, 1524.

No Comments
Comunicati

Farmacie Siena: da oggi sono disponibili online informazioni su prodotti e farmacie della tua città


E’ stato pubblicato online IN Farmacia, il primo sito web che consente ai propri utenti di scoprire in quale farmacie della loro città è disponibile il prodotto che stanno cercando.

Un servizio innovativo, gratuito e fruibile attraverso un’interfaccia semplice ed intuitiva. Sono questi i segreti del successo di IN Farmacia, il primo sito web che facilita i propri navigatori nella ricerca di prodotti farmaceutici, parafarmaceutici e dispositivi medici. Grazie ad un motore di ricerca interno connesso ai database delle farmacie iscritte al portale, IN Farmacia consente agli utenti di conoscere la farmacia a loro più vicina nella quale poter trovare il prodotto che cercano, verificandone anche la disponibilità nel punto vendita. Per attivare la ricerca è sufficiente accedere al portale e completare i campi di ricerca con il nome del prodotto e della città di interesse. In breve tempo il motore di ricerca di IN Farmacia, operando all’interno di database, fornirà come risultato un elenco completo di nomi ed indirizzi di tutte le farmacie che in una determinata città avranno disponibile il prodotto ricercato. Tante informazioni di contatto ma non solo: dalla pagina contenente i risultati della ricerca gli utenti possono accedere alla scheda del farmaco ricercato. Per esempio per farmaci come Plaquenil o Moduretic gli utenti possono conoscerne principio attivo, forma farmaceutici, e modalità di conservazione. Una grande utilità per i cittadini ma non solo: IN Farmacia rappresenta per le farmacie aderenti un’ottima occasione per accrescere la propria notorietà dentro e fuori la rete. Esse potranno infatti essere presenti all’interno del portale con una propria pagina web contente una descrizione dei servizi offerti nonché informazioni utili ai propri clienti come indirizzo, recapito telefonico, orari e turni di apertura. Per le Farmacie Siena ne rappresenta un esempio la scheda della Farmacia Pacini.

No Comments
Comunicati

Workshop “DEN – Dynamic Etic Network”


5 ottobre 2010
Ca’Sagredo, Venezia

Un nuovo Workshop promosso dalla Venezia.net srl dal titolo  “DEN – Dynamic Etic Network”: Social Media Marketing, Revenue Management e Hotel Pricing per il settore alberghiero.

La Venezia.net srl, da sempre attiva nel settore della formazione e attenta alle novità nel campo del webmarketing alberghiero, propone per il 5 ottobre 2010, un nuovo Workshop di approfondimento dedicato a Direttori e Titolari di Hotel. In questa occasione l’attenzione si concentra su Social Network, Hotel pricing e Revenue Management.

La giornata formativa si terrà in una location d’eccezione: Riccardo Zamara, Manuel Cuman, Ugo Brusegan spiegheranno come sfruttare i Social Network per aumentare il profitto e come gestire le tariffe del proprio Hotel grazie al Revenue Management, presso la sala convegni del Ca’Sagredo, uno dei più prestigiosi Hotel di Venezia che si affaccia sul Canal Grande.

Milioni di utenti, e possibili clienti, in tutto il mondo utilizzano ormai da tempo i Social Network come Facebook e Twitter, ma non tutti gli albergatori hanno ancora capito quanto possa rendere la promozione tramite Social Media Marketing.
Ed è su questo argomento che verterà la mattinata del Workshop: come aumentare il profitto, quali strategie mettere in atto aprendo una pagina Facebook o Twitter del proprio Hotel. Si cercherà di capire bene insieme come sfruttare lo strumento, come creare un piano d’azione, come promuoverlo e non aver timore di interagire con i propri contatti. Quindi non solo comunicando offerte dedicate a una fetta di mercato ma utilizzando un tono informale e pubblicando notizie interessanti che fidelizzino la clientela.
Per questo tipo di webmarketing della struttura aberghiera, che prevede una gestione dinamica e flessibile del sito aziendale o della pagina facebook e twitter, basata su regole di trasparenza e correttezza nei confronti del cliente, la Venezia.net srl ha creato il termine ad hoc, DEN Dynamic Etic Network, che non a caso è proprio il titolo del workshop del 6 ottobre.

Per aumentare il profitto dell’Hotel ora come ora è indispensabile mantenere un un atteggiamento dinamico e non passivo nella modalità di vendita. Un comportamento attivo e flessibile permette di governare e gestire la domanda della clientela a seconda del periodo così da ottenere il massimo rendimento nelle fasi di picco (alta stagionalità) e trarre un relativo vantaggio anche nei momenti di minore afflusso. Per questo, nel pomeriggio, l’attenzione,  si focalizzerà proprio sul Revenue Management e Hotel pricing.
Per Revenue Management si intende una filosofia gestionale focalizzata sulla massimizzazione dei profitti aziendali tramite flessibilità delle tariffe, della disponibilità e delle offerte proposte alla clientela in modo da avere sempre il maggior numero possibile di camere occupate.
Per far ciò è indispensabile prima di tutto raccogliere dati sui vari segmenti di clientela per poter formulare delle previsioni di vendita. Poi bisognerà elaborare questi dati differenziandoli per segmento, periodo dell’anno, giorno della settimana, eventi particolari, situazione meteorologica, tipologie di camere e di soggiorno, offerte speciali e pacchetti. Solo grazie a questi dati si potrà fare effettuare una previsione relativa all’anno successivo sulla domanda prevista, giorno per giorno, e quindi portare avanti una strategia per elaborare le tariffe, le offerte speciali e i pacchetti in modo assolutamente dinamico.

Il Revenue Management deve cominciare ad essere considerato, dagli albergatori, non solo un insieme di formule matematiche  ma, e soprattutto, una filosofia aziendale, che deve coinvolgere gran parte del personale dell’hotel con l’obiettivo di massimizzare i risultati economici aziendali. Chi meglio della Venezia.net srl può far diventare il Revenue Management la filosofia aziendale di punta degli albergatori veneziani?

Il Workshop si aprirà il giorno 5 ottobre 2010 alle 9.30 e la chiusura dei lavori è prevista per le 17.30.
Il costo del workshop è di soli € 49 + iva e comprende il materiale didattico, il pranzo e due coffee break.
Sono disponibili gli ultimi posti; per informazioni telefonare allo 041 5384485 o inviare una mail a: [email protected]

No Comments
Comunicati

Nasce la nuova linea produttiva di Pasta Antonio Amato: sviluppo ed innovazione per l’antico pastificio salernitano


Salerno, 22 settembre 2010 – Antonio Amato inaugura la nuova linea di produzione, unica al mondo per capacità produttiva, dimensioni e tecnologia costruttiva utilizzata.

La nuova linea “San Giuseppe” – chiamata, come tradizione vuole, in onore di un componente della famiglia Amato – è interamente dedicata alla produzione di pasta lunga e in grado di produrre formati classici come gli Spaghetti e gli sfiziosi formati Speciali, come i tipici Ziti campani.

Progettata internamente grazie all’utilizzo di soluzioni tecniche e know how tecnologico di paternità Antonio Amato, l’innovativa linea “San Giuseppe” ha dimensioni uniche al mondo per il suo genere, vantando una lunghezza complessiva di 73 metri, un’altezza di ben 9 metri ed una capacità produttiva che può raggiungere i 3700 chili di spaghetti l’ora ed i 1000 chili di formati speciali l’ora.

La gamma completa dei formati realizzati con la nuova linea comprende Spaghetti, Ziti e Zitoni, Mafaldine, Maccaroncelli, Mazzani, Bucatini, Fresine e Laganelle: per i formati definiti “Speciali”, il metodo di lavorazione è quello della trafilatura al bronzo, particolare tecnologia in grado di realizzare prodotti che presentano una superficie ruvida e porosa, di grande attrattiva sia dal punto di vista estetico che organolettico; per quelli standard, invece, viene utilizzata la classica trafilatura liscia, tipicamente usata per la lavorazione della pasta di semola di grano duro.

“La pasta è simbolo del vivere italiano, della nostra più antica tradizione gastronomica e vogliamo preservarne l’unicità con impegno, garantendone la qualità e rispettando il consumatore” – afferma Giuseppe Amato Jr., Direttore Generale della Antonio Amato & C. Pastifici e Molini S.p.A. “Anche per la realizzazione di questa nuova linea abbiamo impiegato tecnologia e professionalità tutte italiane, con l’obiettivo di mantenere inalterate tradizione, qualità dei processi produttivi e del prodotto finale.”

In occasione dell’inaugurazione, il Pastificio salernitano sceglie, quindi, di condividere il proprio successo aprendo le porte dello stabilimento produttivo agli appassionati della cucina italiana per il “varo” della linea “San Giuseppe”: testimonianza della trasparenza e grande attenzione alla qualità, danno corpo al forte legame che lega l’azienda ai suoi consumatori, legame sancito dall’opportunità di visitare lo storico pastificio, conoscerne i rappresentanti e gustare in compagnia un appetitoso piatto di spaghetti al pomodoro appena “sfornati”.

La produzione d’eccellenza Antonio Amato, riconosciuta a livello nazionale ed internazionale, assume grazie all’eccezionalità di questa nuova linea dei livelli qualitativi ancora superiori, distinguendosi nel mercato di riferimento sia per le caratteristiche intrinseche dei suoi prodotti – come aspetto, gusto, odore e sapore – che per le peculiarità dell’attività imprenditoriale.

Controllo puntuale e costante dell’intera filiera produttiva, estrema attenzione alla qualità del prodotto e alla salute del consumatore, produzione a “km zero” (dalla molitura del grano fino al confezionamento della pasta), grande attaccamento al territorio e alla comunità in cui opera: queste le tipicità che permettono, giorno dopo giorno, il grande successo dell’antica azienda salernitana.

Grazie alla sua continua evoluzione e ai traguardi raggiunti, l’azienda Antonio Amato & C. e Pastifici e Molini S.p.a. rappresenta un marchio simbolo dello stile italiano. Costituita a Salerno nel 1958, la società gestisce ancora oggi con grinta ed entusiasmo il pastificio, diventato uno tra i più importanti ed innovativi d’Italia; un’industria evoluta, che brilla per la qualità pregiata e la completezza della sua linea produttiva – dalle farine alla pasta, dalla passata di pomodoro ai sughi pronti – presente con successo in tutto il mondo.

Ufficio stampa:

IMAGINE Communication, Via G. Barzellotti 9b – 00136 Roma – Italia

Tel. 06.39750290 – [email protected]

www.imaginecommunication.eu | italianconnections.net

No Comments
Comunicati

Farmacia Lapucci: entra IN Farmacia e scopri se nella tua farmacia di fiducia è disponibile il prodotto che stai cercando.


Cresce in rete il successo di IN Farmacia, il primo sito web italiano dedicato alla ricerca online di prodotti farmaceutici, parafarmaceutici e dispositivi medici.

Un servizio innovativo, semplice ed immediato: IN Farmacia è un progetto che nasce unicamente con l’obiettivo di agevolare gli utenti nel reperimento di prodotti faramaceutici, parafarmaceutici e dispositivi medici, sfruttando tutte le potenzialità del web. Grazie ad IN Farmacia la ricerca di un prodotto, infatti, non sarà più un’ attività onerosa in termini di tempo: adesso è sufficiente accedere al portale, inseirire all’interno dei rispettivi campi di ricerca il nome del prodotto e della città di interesse per scoprire l’elenco di tutte le farmacie che in una determinata località hanno disponibile il prodotto ricercato. Punto di forza di questo nuovo servizio è il motore di ricerca del portale che connesso ai database delle farmacie aderenti all’iniziativa è in grado di fornire non solo il nominativo delle farmacie che hanno disponibile un prodotto, ma anche informazioni utili sul prodotto stesso. Scegliendo per esempio un farmaco e digitando il nome della città di interesse, l’utente otterrà come risultato non solo l’elenco delle farmacie in cui tale prodotto può essere acquistato, ma anche la forma faramceutica in cui è disponibile. Cliccando sul nome del farmaco l’utente ha inoltre la possibilità di accedere alla scheda del farmaco contenente informazioni utili quali principio attivo, il fornitore e le modalità di conservazione. Una grande utilità per i cittadini ma non solo: IN Farmacia rappresenta per le farmacie aderenti un’ottima occasione per farsi conoscere in rete, una vetrina per presentare i propri prodotti e servizi. Tutte le farmacie adereni all’iniziativa potranno infatti essere presenti all’interno del portale con una propria scheda contenente una descrizione dei servizi offerti nonché informazioni utili ai propri clienti come indirizzo, recapito telefonico, orari e turni di apertura. Ecco un esempio di scheda della Farmacia Lapucci.

No Comments
Comunicati

20 MILIONI DI TELESPETTATORI PER IL CURLING. A CORTINA ECCEZIONALE BILANCIO “MONDIALE”

Chiuso in positivo il bilancio del Campionato Mondiale Maschile di Curling
La risposta mediatica è stata di altissimo livello, i dati lo confermano
Due Mondiali in due anni, complimenti anche dalla Federazione internazionale
Non c’è dubbio, il 2010 è stato per Cortina l’anno del curling. La cittadina ampezzana all’ombra delle Tofane ha ospitato dal 3 all’11 aprile scorsi il Campionato Mondiale Maschile di Curling – Capital One World Men’s Curling Championship, e il mondo intero è rimasto “incollato” a seguire gli eventi disputati allo stadio del ghiaccio cortinese per oltre una settimana. Gli entusiasmi non si sono ancora spenti, soprattutto ora che sono stati tirati i bilanci definitivi, tutti molto positivi.
Per tutta la durata del torneo, in aggiunta agli oltre 8000 ospiti della cittadina bellunese che hanno affollato gli spalti dello stadio del ghiaccio, ad accompagnare le stones mondiali in presa diretta c’erano le telecamere di Eurosport e il canale web di Eurosport Player, che ogni giorno hanno proposto una o più partite, prima della fase di “round robin” – gironi eliminatori – e poi delle fasi finali. La “curling mania” ha coinvolto nel complesso oltre 20 milioni di spettatori, che hanno potuto seguire da vicino le gesta dei signori mondiali di “sweeps & stones”.
Ma il canale europeo non è stato il solo a trasmettere i colpi millimetrici dei migliori curlers del mondo, da quell’Olimpico che nel 1956 ospitò le Olimpiadi Invernali e che nel 2009 è stato anche sede del Campionato Mondiale di Curling in Doppio Misto – World Mixed Doubles Curling Championship.
L’americana NBC – Universal Sports e la canadese TSN hanno trasmesso alcune partite sia degli Stati Uniti che del Canada durante i round robin, e tutta la fase finale – play-off, semifinali e finali – che ha visto sia la compagine a stelle e strisce che la squadra della foglia d’acero giocare un ruolo da assoluti protagonisti. Gli Stati Uniti dello skip Pete Fenson, infatti, hanno chiuso quarti, mentre il Canada di Kevin Koe si è aggiudicato il titolo mondiale 2010, battendo in finale la Norvegia con un sonoro 9-3. Con il risultato di Cortina, il Canada è diventata la prima squadra nella storia del curling ad aver vinto oro olimpico e mondiale nello stesso anno, e con due formazioni diverse, per di più. Più che dovute quindi le oltre 20 ore di diretta in terra canadese con un totale di circa 80.000 spettatori.
Le immagini salienti del torneo cortinese sono giunte anche in Norvegia, Svezia, Svizzera, Danimarca, Brasile e Cina, grazie a NRK, SVT, SRG, TV2, Globo Sport TV e CCTV5, rispettivamente, con quest’ultima che ha complessivamente trasmesso oltre 30 ore di broadcast. Anche la britannica BBC ha seguito l’evento, sia sul canale televisivo sia sulle frequenze radio e web.
Per quanto riguarda l’Italia, gli “occhi” di RAI Sport e di diverse emittenti locali hanno seguito le fasi finali del mondiale cortinese, che ha visto calcare il ghiaccio oltre 50 giornalisti accreditati, sia italiani che stranieri. Tra gli altri, presenti a bordo “rink” c’erano anche Gazzetta dello Sport, Il Mattino di Padova e lo svedese Dagbladet, oltre a fotografi delle maggiori agenzie internazionali – Reuters, AP, France Press, Ansa, La Presse, Canadian Press, Kyodo News e Norwegian Press, solo per citarne alcune – che hanno immortalato l’intera manifestazione, a cominciare dalla spettacolare cerimonia di apertura andata in scena allo stadio olimpico venerdì 3 aprile davanti a quasi 2.500 persone sedute sugli spalti del palaghiaccio.
“Notizie da Cortina” sono apparse anche sulle maggiori testate europee e mondiali, tra cui il canadese Toronto Sun, i tedeschi Bild, Frankfurter Allgemeine e Suddeutsche Zeitung, lo svedese Aftonbladet, il norvegese Aftenposten e il britannico Daily Telegraph.
Cliccatissimo anche il sito ufficiale dei Capital One World Men’s Curling Championship, www.wmcc2010.it con circa 250.000 visite tra gennaio e maggio e oltre un milione e mezzo di pagine visualizzate da utenti di tutto il pianeta, con l’attenzione prevalente in Italia, Stati Uniti, Canada e Svizzera.
Gli apprezzamenti e i complimenti al lavoro svolto dal comitato organizzatore, con in testa il presidente Massimo Antonelli, sono giunti da istituzioni, pubblico e personalità sportive nel mondo degli sport su ghiaccio. Come Kate Caithness, la presidente della Federazione Internazionale Curling – WCF – che ha seguito stone dopo stone l’evento sulle Dolomiti, dispensando infine parole di forte stima per la località veneta e i “suoi” Mondiali. “È stato un Campionato Mondiale fantastico – ha detto la Caithness – in una località che amo moltissimo. Il merito va innanzitutto al comitato organizzatore e ai volontari che hanno svolto un lavoro di prima categoria. Cortina è un posto meraviglioso che ha dimostrato al mondo di essere grande anche nello sport e nel curling in particolare”. E per essere stato il primo Campionato Mondiale Assoluto di curling organizzato in Italia, quello di Cortina è stato semplicemente un successo, che i cortinesi sperano di ripetere con i Mondiali di Sci Alpino del 2017, evento per il quale la cittadina ampezzana intende proporre la propria candidatura.

Chiuso in positivo il bilancio del Campionato Mondiale Maschile di CurlingLa risposta mediatica è stata di altissimo livello, i dati lo confermanoDue Mondiali in due anni, complimenti anche dalla Federazione internazionale

Non c’è dubbio, il 2010 è stato per Cortina l’anno del curling. La cittadina ampezzana all’ombra delle Tofane ha ospitato dal 3 all’11 aprile scorsi il Campionato Mondiale Maschile di Curling – Capital One World Men’s Curling Championship, e il mondo intero è rimasto “incollato” a seguire gli eventi disputati allo stadio del ghiaccio cortinese per oltre una settimana. Gli entusiasmi non si sono ancora spenti, soprattutto ora che sono stati tirati i bilanci definitivi, tutti molto positivi.Per tutta la durata del torneo, in aggiunta agli oltre 8000 ospiti della cittadina bellunese che hanno affollato gli spalti dello stadio del ghiaccio, ad accompagnare le stones mondiali in presa diretta c’erano le telecamere di Eurosport e il canale web di Eurosport Player, che ogni giorno hanno proposto una o più partite, prima della fase di “round robin” – gironi eliminatori – e poi delle fasi finali. La “curling mania” ha coinvolto nel complesso oltre 20 milioni di spettatori, che hanno potuto seguire da vicino le gesta dei signori mondiali di “sweeps & stones”.Ma il canale europeo non è stato il solo a trasmettere i colpi millimetrici dei migliori curlers del mondo, da quell’Olimpico che nel 1956 ospitò le Olimpiadi Invernali e che nel 2009 è stato anche sede del Campionato Mondiale di Curling in Doppio Misto – World Mixed Doubles Curling Championship. L’americana NBC – Universal Sports e la canadese TSN hanno trasmesso alcune partite sia degli Stati Uniti che del Canada durante i round robin, e tutta la fase finale – play-off, semifinali e finali – che ha visto sia la compagine a stelle e strisce che la squadra della foglia d’acero giocare un ruolo da assoluti protagonisti. Gli Stati Uniti dello skip Pete Fenson, infatti, hanno chiuso quarti, mentre il Canada di Kevin Koe si è aggiudicato il titolo mondiale 2010, battendo in finale la Norvegia con un sonoro 9-3. Con il risultato di Cortina, il Canada è diventata la prima squadra nella storia del curling ad aver vinto oro olimpico e mondiale nello stesso anno, e con due formazioni diverse, per di più. Più che dovute quindi le oltre 20 ore di diretta in terra canadese con un totale di circa 80.000 spettatori.Le immagini salienti del torneo cortinese sono giunte anche in Norvegia, Svezia, Svizzera, Danimarca, Brasile e Cina, grazie a NRK, SVT, SRG, TV2, Globo Sport TV e CCTV5, rispettivamente, con quest’ultima che ha complessivamente trasmesso oltre 30 ore di broadcast. Anche la britannica BBC ha seguito l’evento, sia sul canale televisivo sia sulle frequenze radio e web.Per quanto riguarda l’Italia, gli “occhi” di RAI Sport e di diverse emittenti locali hanno seguito le fasi finali del mondiale cortinese, che ha visto calcare il ghiaccio oltre 50 giornalisti accreditati, sia italiani che stranieri. Tra gli altri, presenti a bordo “rink” c’erano anche Gazzetta dello Sport, Il Mattino di Padova e lo svedese Dagbladet, oltre a fotografi delle maggiori agenzie internazionali – Reuters, AP, France Press, Ansa, La Presse, Canadian Press, Kyodo News e Norwegian Press, solo per citarne alcune – che hanno immortalato l’intera manifestazione, a cominciare dalla spettacolare cerimonia di apertura andata in scena allo stadio olimpico venerdì 3 aprile davanti a quasi 2.500 persone sedute sugli spalti del palaghiaccio.“Notizie da Cortina” sono apparse anche sulle maggiori testate europee e mondiali, tra cui il canadese Toronto Sun, i tedeschi Bild, Frankfurter Allgemeine e Suddeutsche Zeitung, lo svedese Aftonbladet, il norvegese Aftenposten e il britannico Daily Telegraph.   Cliccatissimo anche il sito ufficiale dei Capital One World Men’s Curling Championship, www.wmcc2010.it con circa 250.000 visite tra gennaio e maggio e oltre un milione e mezzo di pagine visualizzate da utenti di tutto il pianeta, con l’attenzione prevalente in Italia, Stati Uniti, Canada e Svizzera.Gli apprezzamenti e i complimenti al lavoro svolto dal comitato organizzatore, con in testa il presidente Massimo Antonelli, sono giunti da istituzioni, pubblico e personalità sportive nel mondo degli sport su ghiaccio. Come Kate Caithness, la presidente della Federazione Internazionale Curling – WCF – che ha seguito stone dopo stone l’evento sulle Dolomiti, dispensando infine parole di forte stima per la località veneta e i “suoi” Mondiali. “È stato un Campionato Mondiale fantastico – ha detto la Caithness – in una località che amo moltissimo. Il merito va innanzitutto al comitato organizzatore e ai volontari che hanno svolto un lavoro di prima categoria. Cortina è un posto meraviglioso che ha dimostrato al mondo di essere grande anche nello sport e nel curling in particolare”. E per essere stato il primo Campionato Mondiale Assoluto di curling organizzato in Italia, quello di Cortina è stato semplicemente un successo, che i cortinesi sperano di ripetere con i Mondiali di Sci Alpino del 2017, evento per il quale la cittadina ampezzana intende proporre la propria candidatura.

No Comments
Comunicati

Arte, tradizione e forza nel ferro battuto


Come è capitato per molti altri materiali, anche la scoperta del ferro battuto pare sia dovuta ad un caso: ma dal caso è nato un metodo di lavorazione artistica del ferro resistente e molto adatta ad essere forgiata ottenendo le forme più disparate.

Probabilmente la possibilità di avere soprammobili e complementi ferro battuto nelle nostre case è dovuta, infatti, ad un caso: la prima produzione di ferro battuto potrebbe essere stata ottenuta casualmente durante la produzione del rame.

Grazie al caso che ha portato alla scoperta di questo tipo di acciaio a basso contenuto di carbonio, quindi, ora possiamo imbandire un tavolo da pranzo o sederci su una sedia ferro battuto, scegliendo la forgia che più ci piace tra le tantissime presenti nel mercato: l’offerta è molto ampia, e viene da una tradizione antica.

La lavorazione del ferro battuto interessa una varietà di oggetti enorme, che va dai letti singoli o matrimoniali alle pareti attrezzate, passando per soprammobili e oggetti di varia forma e dimensione: essendo molto duttile, il ferro battuto ha molta facilità a piegarsi, durante la sua lavorazione, e l’abilità degli artigiani esperti riesce a dare forme che mai si penserebbe di poter associare al ferro. Petali di rosa, piante, fiori: forme fini e delicate a cui normalmente un elemento duro e forte come il ferro non viene avvicinato. Il ferro battuto però è diverso: si lascia modellare, prendendo la forma che gli si vuole dare e mantenendola con la fermezza tipica del ferro.

Tra gli utilizzi più comuni del ferro battuto, comunque, ci sono i cancelli e le testiere dei letti: il ferro battuto infatti è duttile durante la lavorazione, ma una volta finito diventa molto resistente e durevole, tanto che è facile trovare anche inferriate in ferro battuto, che vengono utilizzate soprattutto al piano terra degli edifici come protezione.

In Italia, una regione in cui la lavorazione del ferro battuto è particolarmente sentita è quella delle Marche: molti edifici in quella zona infatti presentano lavorazioni fatte con questo materiale, e i paesi marchigiani che maggiormente si distinguono nella lavorazione del ferro battuto sono Force e Comunanza, verso il sud della regione, nella provincia di Ascoli Piceno.

La lavorazione del ferro battuto naturalmente è rimasta artigianale: i mastri ferrari uniscono, con la loro arte, forza, delicatezza e precisione. Il ferro battuto infatti coniuga in un modo particolare la forza e la durezza del ferro con la delicatezza di una scultura.

Gli oggetti in ferro battuto, quindi, sono pari a dei veri e propri oggetti d’arte, con lavorazioni complicate e forme ricercate, per ottenere le quali è necessaria la mano di un maestro. Tradizione ed esperienza sono gli ingredienti principali, accompagnati da materiali di qualità: il risultato sono gli oggetti forti e belli con i quali possiamo ornare le nostre case, che possono avere funzioni semplicemente estetiche, si pensi, ad esempio, ad un candelabro o un soprammobile, come anche svolgere delle effettive funzioni all’interno della casa, come nel caso dei letti, dei portabottiglie o dei cancelli esterni.

A cura di Lia Contesso
Prima Posizione srl – motori di ricerca internet

No Comments
Comunicati

Farmacia Salvioni: è onlineIN Farmacia, il primo portale italiano per la ricerca online di prodotti farmaceutici


Sviluppato da Sintra Consulting, IN Farmacia è il primo portale che consente a tutti i cittadini di scoprire in quale farmacia della loro città è disponibile il prodotto che stanno cercando.

Un progetto innovativo, un servizio semplice ed immediato: IN Farmacia nasce unicamente con lo scopo di agevolare i cittadini nel reperimento di prodotti farmaceutici e parafarmaceutici, sfruttando le potenzialità del web. Indirizzi, informazioni di contatto ma non solo: IN Farmacia consente agli utenti di scoprire la farmacia a loro più vicina nella quale reperire il prodotto che stanno cercando. Il valore del portale risiede quindi nella creazione di un servizio gratuito per l’utente che con un semplice click potrà quindi verificare la disponibilità di un prodotto farmaceutico senza recarsi o contattare la farmacia, con un ovvi risparmi di tempo. Provvisto di un motore di ricerca interno connesso con i database delle farmacie aderenti all’iniziativa, il portale consente di attivare una ricerca semplicemente inserendo il nome del prodotto e della città di interesse nei rispettivi campi di ricerca. Gli utenti hanno inoltre la possibilità di visualizzare l’elenco completo di tutte le farmacie di una determinata provincia selezionando il rispettivo nome sulla home page del portale. Una grande utilità per i cittadini ma non solo: IN Farmacia rappresenta per le farmacie aderenti un’ottima occasione per farsi conoscere in rete, una vetrina per presentare i propri prodotti e servizi. Tutte le farmacie adereni all’iniziativa potranno infatti essere presenti all’interno del portale con una propria scheda contenente una descrizione dei servizi offerti nonché informazioni utili ai propri clienti come indirizzo, recapito telefonico, orari e turni di apertura. Eccone un esempio: Farmacia Salvioni

No Comments
Comunicati

HOTEL MILANO: MOOM l’ultima frontiera


Hotel Milano MOOM in poco più di un mese fa subito il boom nelle richieste di soggiorno e pernottamento. Il MOOM è il primo hotel ecosostenibile in Lombardia ed è inevitabile il grande interesse per questa struttura da parte di tecnici, amanti dell’ambiente e perché no anche dei semplici turisti in cerca di un ambiente confortevole per le loro vacanze.

Il progetto ambientale è fondamentale per l’hotel Milano MOOM ideato da Beppe Riboli in collaborazione con l’architetto Mario Grosso, specialista in progettazione bioclimatica e tecnologie ambientali. La costruzione del complesso ha previsto: isolamento rinforzato delle pareti esterne e serramenti ad alta prestazione termica; integrazione dell’impianto di ventilazione meccanica (aria primaria) delle ali a Motel con ventilazione naturale controllata – tramite apertura automatica dei serramenti su comando di sensori di temperatura dell’aria esterna – per ridurre i carichi di condizionamento; scelta di tecniche costruttive “a secco”, per i tamponamenti esterni dell’edificio Hotel, in modo da ridurre gli scarti in fase di cantiere e consentire il disassemblaggio degli elementi a fine vita; installazione, in ogni locale servizi igeinici, di satelliti per la disinfezione dal batterio “Legionella pneumophila.

I materiali scelti per le chiusure e le partizioni interne sono eco-friendly, privi, cioè, di emissioni tossico-nocive e provenienti per lo più da processi di riciclaggio. Alberi sempreverdi, collocati sul lato nord, verso autostrada, fungono da barriera visiva e acustica; piante rampicanti sono utilizzate per il controllo solare e visivo delle singole unità nella sezione motel, mentre nella sezione hotel lucernari a cupola, apribili in modo automatico – su comando di sensori di temperatura dell’aria (interna e esterna) – controllano la ventilazione naturale dell’atrio e si chiudono in caso d’incendio; la maglia della schermatura della facciata sud permette alla radiazione solare di penetrare negli ambienti interni in inverno e di schermare i raggi solari in estate.

Un habitat completamente ecocompatibile sia nei materiali che nelle tecnologie ad impatto zero sull’ambiente che unite al design ricercato, rendono l’MOOM l’hotel più all’avanguardia della regione Lombarda.

L’hotel Milano è in grado di dedicare un soggiorno all’insegna del relax e del benessere.

Immerso nel verde e nelle immediate vicinanze di Idea Verde Village, un esteso spazio verde, la struttura offre numerosi servizi per soddisfare qualsiasi esigenza del cliente: ristorante, SPA, il bar lounge, la palestra solo per citarne alcuni. Un’ulteriore caratteristica è la posizione strategica: situato nelle vicinanze dell’Aereoporto Malpensa, il MOOM permette di raggiungere facilmente Milano e Varese o le località turistiche principali come il Lago di Como, il Parco del Ticino o il Lago Maggiore.

MOOM si impone al panorama della realtà alberghiera e del turismo per la grande attenzione data al progetto ambientale con cui è stato realizzato ma in realtà è molto altro. Sarebbe riduttivo considerarlo solo un simbolo eco-friendly: l’hotel Milano MOOM è creatività, fascino, sorpresa, benessere e relax per regalare al cliente un soggiorno indimenticabile ed unico.

No Comments
Comunicati

ReservIT hotel : optate per uno dei leader del settore !

  • By
  • 24 Settembre 2010


ReservIT hotel è un sistema di prenotazione in linea (booking engine) pensato appositamente per gli alberghi, leader nel mercato europeo, attualmente disponibile in 6 lingue fra cui l’italiano.

ReservIT hotel permette al grande pubblico di prenotare in linea dal sito Internet dell’hotel e ai clienti abituali di prenotare a condizioni preferenziali (di prezzo e disponibilità). Creato da Interface Technologies, questo sistema è il punto di forza di una gamma di soluzioni complementari sviluppate per la commercializzazione elettronica degli hotel: ReservIT hotel è uno dei rari Booking Engine a beneficiare simultaneamente di soluzioni di collegamento tra distributori e software di gestione degli hotel (PMS).
ReservIT hotel permette di controllare, dalla stessa interfaccia di gestione, la prenotazione in linea fatta sul sito Internet dell’hotel e su un massimo di canali di distribuzione.

Tutte le interfacce sono ascendenti e discendenti: gli stock sono coordinati, nessun rischio di overbooking , il planning dell’hotel è costantemente aggiornato. Lo staff d’Interface Technoligies lavora costantemente allo sviluppo di nuove interfacce e alla creazione e al miglioramento della funzionalità dei suoi prodotti. La soluzione è alloggiata sui server IT e gli sviluppi sono continui: gli utenti beneficiano costantemente dei miglioramenti e de progressi di questo strumento di prenotazione.

Interface Technologies è solo il fornitore tecnologico, non guadagna sulle prestazioni degli hotel praticando tassi sulle prenotazioni: indipendentemente dai risultati quindi la spesa richiesta per ReservIT hotel resta la stessa. In altre parole: sulla parte Booking Engine c’è un costo d’istallazione unico e una sottoscrizione fissa annuale, associata a un costo fisso alla prenotazione sulle interfacce dei distributori.
ReservIT hotel offre un sistema di prenotazione efficace e all’avanguardia ad un costo contenuto.
Le catene alberghiere Charme& Relax, Relais du Silencede e Logis d’Italia si affidano già da tempo ad Interface Technologies : fate lo stesso anche voi!

A proposito di Interface Technologies (IT) :
IT offre una gamma completa di soluzioni di prenotazioni in linea destinate all’industria alberghiera e specialmente la soluzione ReservIT. Forte di un’esperienza nel settore delle interfacce di comunicazione, IT permette una comunicazione integrale, dai numerosi PMS it-compatibili fino ai principali attori della distribuzione elettronica, passando per il sito Internet dell’hôtel. ReservIT permette a più di 12.000 alberghi in 13 paesi di essere disponibili in linea ed è diventata la soluzione di riferimento in Francia.
Le it-soluzioni sono già utilizzate da numerosi clienti e catene alberghiere sia in Francia che all’estero come la Fédération Internationale des Logis, Châteaux et Hôtels Collection, Inter Hotel, Relais du Silence, Citotel o ancora Autriche ProFrance in Austria e l’Hôtellerie Champêtre in Canada.

No Comments
Comunicati

Traveller chic a Marrakech

  • By
  • 24 Settembre 2010


Scoprite il lato trendy di Marrakech, la city break del momento dove le ultime tendenze, le avanguardie, il mix di culture e tradizioni fanno di questa città una metropoli internazionale.

RedM By Marrakech propone di riscoprire con occhi diversi Marrakech, città custode di tradizioni e di un patrimonio culturale e architettonico che la rendono una delle mete turistiche più affascinanti a livello internazionale; un luogo dal sapore cosmopolita, come le più grandi metropoli del mondo.

Nelle vene di Marrakech scorre il cosmopolitismo e l’avanguardia. Sempre più creativi di tutte le nazionalità ne fanno la loro terra d’elezione per dare libero sfogo all’ispirazione.

Design, architettura, arredamento d’interni, moda e accessori, artigianato, gastronomia, eventi… Si viene a Marrakech per evadere e ricaricarsi tanto quanto per divertirsi e scoprire le nuove tendenze internazionali.

Spirito anni ’70 o retro-chic, glamour o new age, è difficile resistere al richiamo di queste tendenze sempre alla moda!

Marrakech non è solo la medina, il suo cuore storico, ma è anche una città coloniale – come per esempio i quartieri Guéliz e Hivernage – in prima linea nella progettazione urbanistica dal 1920.

Un’oasi urbana che grazie ai palazzi di architettura contemporanea acquisisce il fascino di una piccola California. E, infine, nella “zona industriale” trendy e all’ultima moda di nome Sidi Ghanem si trovano, senza dubbio, gli showroom più audaci…

La passione per l’arte sotto ogni sua forma si manifesta a Marrakech attraverso l’apertura di numerose gallerie, residenze per artisti, case private dedicate all’arte o ancora attraverso l’inaugurazione per il prossimo ottobre della prima biennale di arte contemporanea “Marrakech Art Fair”.

Marrakech Art Fair, la prima biennale di arte contemporanea del Marocco.

 

Marrakech, come Parigi e altre capitali del mondo, è stata scelta da ArtParis per ospitare la sua prima fiera di arte moderna e contemporanea. Marrakech Art Fair si svolgerà nella città Rossa dall’8 all’11 ottobre 2010 presso il palazzo Es Saadi.

Marrakech Art Fair riunirà circa quaranta gallerie europee e marocchine per un incontro di tre giorni tra collezionisti e appassionati d’arte. Nell’incantevole cornice del Palazzo Es Saadi, luogo mitico degli anni ’50 custode di bellissimi pezzi d’arte, saranno esposte opere  contemporanee.

In parallelo alla mostra, un programma di eventi culturali e artistici organizzato nella città Rossa accompagnerà il lancio di Marrakech Art Fair: mostre nei centri culturali, visite agli atelier degli artisti, scoperta di collezioni private…

 

La città Rossa, al passo coi tempi, vi invita a scoprire il suo artigianato, i suoi designer e artisti attraverso una selezione di luoghi del 2010.

L’artigianato:

AKKAL

Punto di riferimento per la ceramica smaltata di alta qualità, è stato uno dei pionieri a insediarsi nella zona industriale con una collezione di vasellame rosso, ai tempi molto innovativo, e oggetti d’arredamento da far arrossire le boutique parigine.

 

AMIRA BOUGIES

Esporta atmosfere di luce in tutto il mondo.

 

SABLISSIME

Sablissime è un incontro tra tecnologia e artigianato per la realizzazione di oggetti d’arredamento unici, pensati secondo i gusti e le esigenze dei clienti. Ci permettiamo di citare una frase di Gaston Bachelard che riassume perfettamente il nostro concetto: “L’immaginazione materiale è uno straordinario “bisogno di penetrazione” che non si arresta alle forme che seducono, pensa, sogna la materia e per questo materializza l’immaginario”.

 

 

Designer:

 

ART LIGHT GALLERY

Dalla fine del dicembre 2006, la scena artistica di Marrakesh si è arricchita di un nuovo spazio luminoso dedicato interamente alla promozione di un’arte contemporanea policulturale. Come un UFO atterrato sulla Qasba, Art Light Gallery rappresenta un ponte tra le culture, un viaggio nel tempo e nello spazio. La creazione artistica contemporanea è messa a confronto con uno dei più antichi quartieri di questa magica città, Marrakech.

 

Spazio espositivo di arte contemporanea e concept store, Art Light Gallery fa da ponte artistico tra Oriente e Occidente per offrire agli artisti di tutto il mondo una finestra sulla cultura araba e permettere ai marocchini di scoprire opere d’arte provenienti da orizzonti lontani. Questa ambizione si traduce attraverso una programmazione tecnica e allo stesso tempo stravagante.

 

BELAFFARI CREATION

Residente in Francia, celebre architetto d’interni, Toufik Belaffari effettua numerosi viaggi a Marrakech, dove è responsabile dello sviluppo di prestigiosi riad. Il desiderio di ritornare nel proprio paese natale diventa sempre più forte e nel 2001 inaugura un fantastico showroom, aggiungendo così un’altra freccia al suo arco: creazione di mobili, oggetti d’arredamento e illuminazione. Tutte le creazioni firmate Belaffari sono un mix di diverse influenze dal mondo, di una creatività straordinaria, ma frutto di un lavoro meticoloso e preciso, eseguito da artigiani eccezionali. Molte creazioni si trovano ancora oggi nelle più belle residenze di Marrakech, ma anche in numerosi alberghi di tutto il mondo.

 

 

YAHYA CREATION

Designer autodidatta, appassionato del suo lavoro, Yahya è un artista con uno stile personale, un visionario libero da qualsiasi influenza, un innovatore sempre alla ricerca di un ideale artistico. Il suo stile è un mix senza tempo di modernità e tradizione, dove l’Occidente incontra l’Oriente in cima alla raffinatezza e l’eleganza dell’arte. Famoso per il suo lavoro sui metalli (nichel), Yahya immagina e crea collezioni di stili e materiali diversi come vetro, legno, pietra e tessuto.

 

 

 

YOUNES DESIGN

Questo studio di ricerca e di consulenza creato a Marrakech vi immergerà in un mondo di design innovativo, dove l’estetica è inscindibile dall’aspetto tecnico.

 

Gallerie e showroom:

DAR D’ART

Situata nella medina, in una strada chiusa, un tempo ingresso del Palazzo Bahia, questa galleria è carica di storia, un vero show-room permanente che ospita le opere di Edith Taione, sua proprietaria, artista francese stabilitasi in Marocco da tre anni.

 

DECORIENTE

In questo showroom si ritrova tutta la magia orientale, tutti i dettagli e la raffinatezza del savoir-faire marocchino rivisitato con un design innovativo; mobili, rubinetteria e lampadari dalle forme contemporanee decorate da eleganti tocchi orientali che fondono passato e presente. Dal 2005, i proprietari di questa galleria, Gianni e Robin, hanno trovato il loro spazio nella decorazione e creazione di interni, riad, hotel, ristoranti… in Marocco e all’estero. Legno nobile, cuoio, rame, alpacca e tessuti sono lavorati con un’attenzione costante nei dettagli. Tutto è stato concepito nel loro studio e realizzato nel loro atelier.

 

EL JOULI

Questo decoratore espone, nel cuore della medina, in particolare mobili e lampadari e lavora principalmente l’alpacca.

 

 

GALERIE MATISSE

Concepito come la risposta alla devastazione del mercato dell’arte a Marrakech alla fine degli anni ’90, questa galleria è nata dalla volontà dei suoi due fondatori appassionati d’arte, Nabil El Mellouki e Youssef Falaki. Vetrina di arte contemporanea marocchina a Marrakech, le sue collezioni comprendono le varie correnti e tendenze intraprese dagli artisti del paese; unico requisito principe, la qualità.

 

Residenze per artisti :

ARSAT FONDATION

La fondazione Arsat offre agli artisti impegnati in tutti i campi della creatività – pittura, scultura, grafica, fotografia, arti visive, architettura, letteratura e musica – le condizioni e gli strumenti per sviluppare la loro arte al centro di un parco di cinque ettari nei dintorni di Marrakech.

 

INSTITUT FRANÇAIS DE MARRAKECH – RIAD DENISE MASSON

Un’oasi verde preservata vicino alla moschea di Bab Doukkala… spingete il portone di legno chiodato al n. 49 di Derb Zemrane e immergetevi in un vasto giardino tradizionale. Scoprite un originale riad che non vorrete più abbandonare, sedotti dall’autenticità e la serenità del luogo. Ma, sulla base di una legittima preoccupazione per la conservazione, il luogo divenuto residenza per artisti, non è aperto a tutti. Potrete accedervi esclusivamente in occasione degli eventi culturali che l’Istituto Francese di Marrakech vi organizza, come Les Arts au Riad, un incontro mensile dedicato all’arte in tutte le sue forme, marocchine e non.

 

RESIDENCE D’ARTISTES AL MAQAM – TAHANNAOUT

Terra di bellezza, argilla, coraggio, creatività e amore, la regione di Tahannaout non prova nostalgia che attraverso la sua memoria collettiva, una memoria culturale ricca e autentica, il luogo ideale per fondarci una residenza per artisti. Tra i più noti: Mahi Binebine, Abderrahim Yamou, Mohamed Mourabiti e Aziz Lkhataf.

Stilisti:

FREDERIQUE BIRKMEIYER

Questo artista marocchino avrà il piacere di mostrarvi le sue opere con un’attenzione alla tradizione del Marocco.

 

SALIMA ABDEL WAHAB

A Marrakech si crea divertendosi e ci si diverte a sfidare il déjà-vu. La stilista Salima Abdel Wahab non si è sbagliata a lanciare il suo Experimental Art Project: una linea di abbigliamento aperta a tutte le culture fondata su un’ispirazione senza limiti.

 

Contatti stampa:

Ente Nazionale per il Turismo del Marocco

Elena Foggini – Responsabile Ufficio Stampa

[email protected] – tel. 02.58303633

Via Larga, 23 – Milano

www.visitmorocco.com – www.marrakech.travel

 

 

A proposito di RedM By Marrakech 

RedM By Marrakech propone di scoprire Marrakech sotto un nuovo aspetto, attraverso gradazioni del rosso che rivelano una città custode delle tradizioni e del patrimonio culturale ed architettonico che ne fanno uno dei luoghi più alti del turismo internazionale. Una città cosmopolita e all’ultima moda come le più grandi metropoli.

RedM By Marrakech propone una selezione tra il meglio della città Rossa, senza tralasciare la Marrakech contemporanea, che per le caratteristiche di lusso e originalità esprimono al meglio la magia della città.

No Comments
Comunicati

Pregi e utilizzi delle lavorazioni della plastica


La plastica è un materiale resistente ed economico, e può essere lavorata in modo da essere utilizzata in moltissimi ambiti.

La lavorazione delle materie plastiche porta a prodotti finali che possono essere utilizzati in ambiti che vanno dalla produzioni di oggetti per la casa agli impianti irrigazione, dall’edilizia all’idraulica: una varietà di utilizzi che fa di quella che comunemente viene chiamata “plastica” un materiale tanto economico quanto prezioso.

Per esempio, per le fognature e per l’idraulica in generale si utilizzano le vasche in pvc, mentre in campo edile, agricolo e altri ancora si possono utilizzare, tra le altre cose, raccordi pvc. Le costruzioni e gli impianti, quindi, sono in parte costruiti in materiale plastico di vario tipo, consapevoli del fatto che è un materiale molto resistente, le cui qualità lo rendono adatto a determinati scopi.

Anche in alcune parti del campo fognario la plastica ha assunto un ruolo fondamentale: i moderni pozzetti in polietilene sono molto utilizzati, mentre negli impianti discarica l’utilizzo della plastica è necessario per impermeabilizzare l’area, in modo da evitare l’inquinamento delle acque circostanti, e anche per riuscire a captare il biogas e recuperarne l’energia.

Insomma, gli utilizzi del materiale plastico hanno anche uno sfondo ecologico, grazie alle loro nota proprietà di impermeabilità: riescono infatti a racchiudere elementi inquinanti di vario genere evitando che si disperdano per il territorio. Questo, naturalmente, accade su grande scala nelle discariche, ma se pensiamo ai sacchetti di plastica che utilizziamo ogni giorno per gettare la spazzatura in modo che questa non si disperda liberamente, il ragionamento rimane lo stesso anche su scala molto ridotta.

Inoltre, il riutilizzo della plastica evita sprechi inutili: i sacchetti della spesa possono essere riutilizzati come sacchetti dell’immondizia, evitando sia un utilizzo inutile della plastica gettandoli senza riutilizzarli, sia un risparmio economico, visto che riutilizzandoli si evita l’acquisto dei sacchetti appositi.

La plastica, insomma, ha centinaia di utilizzi nella nostra vita quotidiana, alcuni dei quali sono evidenti, altri invece rimangono più nascosti, in piccoli oggetti o grandi impianti. Se pensiamo a tutti gli oggetti in plastica che utilizziamo in casa l’elenco potrebbe risultare molto lungo: elettrodomestici, alcuni utensili da cucina, penne, bottiglie, telefoni e tanto altro ancora, ma se andiamo a fondo alla ricerca di ciò che non si vede, allora vedremo anche una rete di tubature in plastica e coperture di vario genere in pvc e materiali simili.

La lavorazione della plastica, quindi, porta alla produzione di una varietà pressoché infinita di oggetti grazie al fatto che è perfettamente deformabile a caldo, e una volta raffreddata mantiene saldamente la forma raggiunta. Inoltre, è economica, colorabile, è un isolante elettrico, termico, acustico e meccanico, resistente alla corrosione e inattaccabile dalle muffe.

A seconda del ruolo che andranno a ricoprire, gli oggetti in plastica saranno fatti con materie termoplastiche, che sono malleabili quando si riscaldano e possono essere riportate ad una consistenza malleabile semplicemente riscaldandole quando serve, oppure termoindurenti, che hanno una sola possibilità di essere deformate, dopodiché il calore invece di renderle deformabili le carbonizzerà.

A cura di Lia Contesso
Prima Posizione srl – iscrizione motori di ricerca

No Comments
Comunicati

Italia e mare: binomio inscindibile


Il mare è un elemento caratterizzante dell’Italia, un elemento che ha sempre giocato un ruolo importante nella storia del paese, decretando la fortuna di molte città di mare e dei loro porti.

Molte sono le modalità per esplorare le coste dell’Italia che negli ultimi anni sono meta di vacanze di molti vip ma anche persone normali che nelle meravigliose località isolate e con il mare cristallino riescono a staccare completamente dal lavoro di tutti i giorni e rilassarsi completamente. Le località più gettonate sono negli ultimi anni Sicilia, Sardegna ma da sempre le mete più ambiente per i giovani e il divertimento in generale sono la costa adriatica, dove il mare non è meraviglioso come in altri luoghi ma recupera con le strutture turistiche, come Rimini, Riccione e la costa toscana con Forte dei Marmi in primis. Il mare è comunque un elemento fondamentale per l’Italia, basta soffermarsi sui vari piatti della tradizione culinaria, dal caciucco toscano al cous cous di pesce siciliano, che contano tra i loro ingredienti numerosi elementi marittimi.

Visto il legame che lega l’Italia al mare, perché non decidere di viaggiare lungo lo stivale proprio via acqua, passando per i suoi porti principali, da nord a sud, da Genova a Napoli, da Venezia a Palermo, lontani dalle vie trafficate su terra? Una crociera è un’ottima idea per visitare le coste e le città italiane in modo diverso, alternando giorni in mare a pause sulla terraferma. Inoltre al suo interno la crociera è in grado di offrire tutti i comfort di un albergo, se non maggiori, dando inoltre la potenzialità di poter visitare i grandi luoghi della storia magari utilizzando un noleggio macchine.

Un inconveniente delle crociere potrebbe però essere che, una volta approdati in un porto, si ha poco tempo per raggiungere le vicine città d’arte, rischiando di non godere appieno delle meraviglie delle città in questione. Spesso le compagnie di crociera organizzano dei tour di gruppo per i propri passeggeri, avvalendosi di autobus. Muoversi in gruppo, però, può comportare dei problemi, dai rallentamenti negli spostamenti e nelle entrate ai musei ad un programma di visite che, inevitabilmente, non può lasciare tutti soddisfatti. Per ovviare a tali problemi ci si può rivolgere alle compagnie che organizzano “shore excursion”: si tratta di un servizio di noleggio auto conducente privato che accompagnano i turisti dal porto al centro delle città. Se sbarcate a Livorno, per esempio, il vostro autista vi può portare a Firenze e a Pisa; se attraccate a Civitavecchia, in poco tempo potete raggiungere Roma; il porto di Napoli è il punto di partenza ideale per visitare non solo la città partenopea ma anche le vicine Pompei, Sorrento e Positano. Il vantaggio di avere un utilizzare un noleggio auto privati sta nel fatto che potete decidere voi gli orari di arrivo del vostro chauffeur, e quando vi deve riportare al porto, senza dover sottostare alle esigenze di altri passeggeri, e soprattutto potete decidere voi che luoghi, musei e monumenti visitare, evitando le visite di gruppo che magari non si concentrano sui posti che vi interessano maggiormente e che rischiano, a causa della velocità con cui spesso si svolgono, di non farvi godere appieno di ciò che visitate.

A cura di Martina Celegato
Prima Posizione srl
Ufficio stampa

No Comments
Comunicati

Scopri la cultura nelle Terre di Siena e trascorri un week-end a Borgo al Cerro


Degustazioni ad arte
Casole d’Elsa (Siena)
Chiostro della Collegiata di Santa Maria Assunta
Sabato 25 settembre 2010 ore 18,30

Degustazioni ad Arte è l’originale e gustoso evento in programma nell’antica cittadina di Casole d’Elsa (in provincia di Siena) questo Sabato 25 Settembre 2010, un incontro tra arte, natura e gusto per immergersi nei Laboratori Sensoriali.

I Laboratori dei sensi sono stati ideati per entrare in contatto con i prodotti tipici provenienti dalle Terre di Siena, un connubio tra gusto, arte e cultura, da vivere ed assaporare nella cornice del verde paesaggio toscano.

Venite a scoprire dunque i veri capolavori delle Terre di Siena: grazie a questo evento infatti, realizzato dalla Provincia di Siena, APT Siena, il Comune di Casole d’Elsa in collaborazione con la Fondazione Musei Senesi e il Museo Civico e Archeologico e della Collegiata, potrete degustare i vini e i prodotti agroalimentari tipici della zona, ammirando magnifiche opere d’arte, scoprendo testi poetici e contemplandoli assaggiando i prodotti delle Terre di Siena.

Un approccio sinestetico per entrare in contatto con la bellezza che ci circonda ma anche con il buono, il gusto per i prodotti tipici e per riscoprire gli antichi sapori toscani.

Durante ciascun laboratorio saranno prese in considerazione le massime espressioni del buono e del bello provenienti dal territorio senese: vini, opere d’arte, testi poetici, prodotti agroalimentari. Tramite esperienze guidate verrà offerta ai partecipanti la possibilità di “degustare ammirando” e “contemplare assaggiando” i capolavori delle Terre di Siena.

Per partecipare al laboratorio è necessaria la prenotazione:
Museo Civico e Archeologico e della Collegiata, tutti i giorni dalle 11,00 alle 19,00.
Tel. 0577 948705 – [email protected] – www.casole.it.

L’antica cittadina medievale di Casole d’Elsa sorge su di un colle che domina la parte sud-ovest della Val d’Elsa. Un’antica emozione che unisce all’interno delle sue mura uomo e natura, luogo nel quale si custodisce la preziosa gemma della fusione tra antico e contemporaneo.

Nella zona si possono trovare molti ristoranti ed osterie dove poter assaporare la cucina tipica tradizionale, e soprattutto una calda ospitalità nei residence, agriturismi e case vacanze, ideali per trascorrere piacevoli momenti di relax o week-end all’insegna del gusto e della natura.

Il Residence Borgo al Cerro è un’ottima alternativa se si vuole trascorrere una vacanza in Toscana: questo bellissimo residence, situato nel bel mezzo della campagna e circondato dalle dolci colline toscane, offre ai suoi clienti una vasta gamma di appartamenti vacanze dotati di tutti i comfort e servizi pensati per soddisfare la voglia di benessere e di relax. Qui troverete ogni sorta di servizi e comfort a vostra disposizione, come l’area benessere, la piscina, il solarium, l’area fitness e molto altro ancora.

Un ottimo residence vicino Siena adatto anche per le famiglie (con aree giochi per bambini), vale davvero la pena provare, visto anche le ottime recensioni ricevute dai suoi clienti (date un’occhiata su Tripadvisor e Trivago!).

Per chi volesse trascorrere delle vacanze in Toscana, maggiori informazioni sul Residence vicino Siena Borgo al Cerro e sugli appartamenti vacanze in Toscana sono disponibili ai seguenti indirizzi:

www.borgoalcerro.com
[email protected]
tel. +39.0577.949004

No Comments
Comunicati

Enea annuncia la disponibilità di un ambiente di configurazione e sviluppo Linux

  • By
  • 24 Settembre 2010


Configurazione e software OS integrati studiati per i processori multicore di NetLogic Microsystems

Enea (NASDAQ OMX Nordic:ENEA) annuncia la disponibilità del suo innovativo ambiente di configurazione e sviluppo Linux. L’offerta di Enea comprende tool avanzati di configurazione grafica, sviluppo e debug integrati nel kit di sviluppo software (SDK) Linux di NetLogic Microsystems. La combinazione tra gli innovativi processori multicore di NetLogic Microsystems e lo straordinario ambiente di sviluppo Linux supportato da Enea, offre una piattaforma flessibile che consente ai progettisti di creare una vasta gamma di sistemi a elevate prestazioni. L’intera suite è disponibile gratuitamente per i processori multicore di NetLogic Microsystems.

Il cuore dell’offerta Enea è costituito da un tool di configurazione e sviluppo Linux che è stato perfettamente integrato e testato con l’SDK di NetLogic Microsystems con altri pacchetti selezionati; l’obiettivo è offrire ai clienti di NetLogic Microsystems un’installazione “jump start kit” Linux intuitiva e flessibile. Associata a un IDE standard basato su Eclipse con editor, funzioni di navigazione e progetto e source-level debugger, questo tool e piattaforma OS integrata offre ai clienti un ambiente Linux flessibile di facile utilizzo e contribuisce ad accelerare il time-to-market. La piattaforma integrata viene messa a disposizione gratuitamente sia da Enea che da NetLogic Microsystems. Enea offrirà contratti di assistenza annuali facoltativi ai clienti che necessitano dell’assistenza commerciale su Linux degli esperti Enea, oltre a ulteriori opzioni di runtime e tool multicore e servizi di valore aggiunto inclusi nella sua vasta gamma di software e servizi.

L’obiettivo della collaborazione esistente tra Enea e NetLogic Microsystems, entrambi membri fondatori della eNsemble Multi-Core Alliance, è quello di offrire soluzioni hardware e software innovative ai loro clienti comuni che si occupano dello sviluppo di apparecchiature di networking e telecomunicazione di nuova generazione. Oltre ad assistere i clienti di NetLogic che cercano una soluzione Linux, Enea sta ottimizzando il suo pluripremiato Enea OSE Multicore Edition, un sistema operativo in tempo reale (RTOS), e i tool Enea Optima per gli ottimi processori multicore di NetLogic Microsystems.

“Siamo entusiasti dell’idea di ampliare la collaborazione con Enea per fornire ai nostri clienti potenti tool di sviluppo e assistenza per la nostra piattaforma SDK Linux NetLogic Microsystems”, ha dichiarato Chris O’Reilly, Vice Presidente del marketing di NetLogic Microsystems. “La fornitura di piattaforme software multicore all’avanguardia è un aspetto centrale della nostra strategia attraverso la quale vogliamo consentire ai principali OEM di sviluppare soluzioni molto concorrenziali e differenziate per il mercato”. 

“Siamo onorati di collaborare con NetLogic Microsystems, leader di fama mondiale nel settore dei processori multicore, al fine di garantire un accesso immediato e senza precedenti a un ambiente di configurazione e sviluppo Linux integrato e completo, destinato ai progettisti delle piattaforme basate su processori multicore di NetLogic Microsystems”, ha dichiarato Mathias Båth, Vice Presidente Senior del marketing di Enea. “Il modello di business che prevede un accesso illimitato con un valore aggiunto reale in componenti di runtime avanzati, assistenza e servizi rappresenta il modo in cui i progettisti si aspettano di lavorare oggi con un software open-source. E il metodo del ‘costruttore di piattaforme’ personalizzato al centro di questo PDK è sicuramente quello che i progettisti preferiscono utilizzare per creare nuovi sistemi basati su Linux”.

Per maggiori informazioni visitare www.enea.com

Informazioni su NetLogic Microsystems

NetLogic Microsystems, Inc. (NASDAQ: NETL) è leader mondiale nel settore delle soluzioni a semiconduttori intelligenti ad alte prestazioni, ideate per le reti Internet di nuova generazione. Gli ottimi prodotti di NetLogic Microsystems eseguono task molto differenziati, mirati ad accelerare il traffico di rete complesso per migliorare nettamente le prestazioni e le funzionalità di infrastrutture wireless mobile 3G/4G avanzate, centri di elaborazione dati, reti aziendali, reti metro Ethernet, reti infrastrutturali perimetrali e centrali. La gamma di prodotti all’avanguardia di NetLogic Microsystems include processori multicore ad alte prestazioni, processori “knowledge-based”, processori di contenuti, motori di ricerca di rete, processori embedded a bassissimo consumo e soluzioni PHY Ethernet a 10/40/100 Gigabit. Questi prodotti sono destinati a sistemi ad alte prestazioni quali switch, router, stazioni base wireless, dispositivi di sicurezza, dispositivi di storage in rete, gateway di servizio e dispositivi multimediali connessi offerti dai principali OEM. NetLogic Microsystems ha sede a Santa Clara, California, e uffici e centri di progettazione nel Nord America, in Asia ed Europa.  Per maggiori informazioni sui prodotti di NetLogic Microsystems, telefonare al numero +1-408-454-3000 oppure visitare il sito http://www.netlogicmicro.com.

Informazioni su Enea

Enea è una società internazionale che offre software e servizi, specializzata in prodotti basati sulla comunicazione. Con i suoi 40 anni di esperienza è leader mondiale nello sviluppo di piattaforme software con notevoli esigenze in termini di disponibilità e prestazioni. L’esperienza di Enea nel settore dei sistemi operativi in tempo reale e del middleware a elevata disponibilità consente di ridurre i cicli di sviluppo, contenere i costi dei prodotti e migliorare l’affidabilità del sistema. Le soluzioni verticali di Enea includono dispositivi e infrastrutture di telecomunicazione, settori medtech, automotive e militare/aeronautico. Enea ha uffici in Europa, Nord America e Asia. Enea è quotata al Nasdaq OMX Nordic Exchange Stockholm AB. Per maggiori informazioni, visitare www.enea.com o scrivere a [email protected]

No Comments
Comunicati

La Federazione degli Ordini degli Ingegneri chiede alla Regione maggiore ascolto sui dispositivi normativi di rilevanza tecnica


La Federazione degli Ordini degli Ingegneri della Regione Friuli Venezia Giulia, organismo che riunisce i vertici dei quattro Ordini Provinciali e deputato a gestire i rapporti proprio con la Regione, si è riunito ieri per affrontare alcune delle questioni più urgenti che stanno coinvolgendo la categoria e per dare voce ad un forte segnale corale in merito alle ultime decisioni al vaglio della Giunta regionale in tema di edilizia.

La recente approvazione da parte della Giunta regionale del Regolamento relativo ai soggetti abilitati alla certificazione VEA, di sostenibilità energetico ambientale degli edifici, è stata emanata senza alcun preventivo coinvolgimento delle categorie di settore, che si troveranno nella quotidianità ad interpretare e attuare quanto il legislatore ha prescritto. Ciò costringe una volta di più a constatare come provvedimenti che coinvolgono pesantemente i professionisti dell’area tecnica, sia liberi professionisti che dipendenti pubblici e privati, vengono presi senza intraprendere la via del colloquio e del coinvolgimento preventivo con le categorie stesse.

Nel caso della VEA, poi, la Regione, con l’istituzione dell’obbligo di frequentazione di corsi e di iscrizione ad un albo regionale, ha creato di fatto una nuova professione, nonostante spetti unicamente alla legislazione statale creare nuovi profili professionali, individuandone requisiti e titoli abilitanti e istituendo un registro regionale ad hoc. Le norme regionali potrebbero, pertanto, prefigurare l’ipotesi di incostituzionalità, come accaduto in Puglia, ove il TAR di Bari ha accolto il ricorso degli ingegneri pugliesi contro l’obbligo dei corsi per Certificatori Energetici. Tutto questo quando è stato invece recentemente abolito, in nome della concorrenza e del libero mercato, l’albo dei collaudatori che notoriamente rivestono un ruolo di rilevante importanza, pari se non addirittura superiore a quello dei certificatori VEA.

Per altro, anche quando viene dato corso alle audizioni in Consiglio regionale, le convocazioni avvengono in tempi così a ridosso dell’approvazione del dispositivo da rendere remota la possibilità di incidere sui testi già predisposti. Nella prassi operativa tale modo di procedere si traduce in difficoltà interpretative che potrebbero essere significativamente ridotte, se fosse consentito a chi opera concretamente nell’ambito specifico, di dare il proprio contributo preventivamente, senza con questo voler fare invasioni di campo, ma nel rispetto delle competenze e dei ruoli.

E’ per questo che vogliamo richiamare l’attenzione del legislatore regionale sulla necessità di ripristinare uno stabile e continuativo coinvolgimento delle categorie professionali – dichiara l’Ing. Natalucci, Presidente Federazione Ordini Regionenell’ambito del dibattito riguardante la discussione, il confronto e la messa a punto di qualsiasi dispositivo normativo che presenti ricadute significative, dirette e indirette, per la “comunità” degli ingegneri, in un’ottica di tutela del più generale interesse collettivo, cui anche gli Ordini sono istituzionalmente preposti.”

L’esercizio della professione prevede competenze in grado di sostenere l’assunzione di responsabilità non limitatamente di ordine tecnico ma anche e non secondariamente di ordine sociale ed economico, nonché di responsabilità nel caso specifico dell’ingegneria, correlate alla sicurezza, all’incolumità pubblica e privata, alla tutela delle risorse naturali.

Mentre poco si sa del Piano di Tutela della Acque, in questo momento i regolamenti attuativi sia della nuova legge relativa alle costruzioni in zona sismica che del codice dell’edilizia sono in fase di avanzata stesura: si auspica che in questo specifico contesto sia possibile giungere ad un proficuo confronto con le categorie professionali e imprenditoriali che operano sul territorio, dal quale raccogliere ogni possibile indicazione per limitare appesantimenti procedurali in netto contrasto con l’invocata tendenza allo snellimento del quadro normativo tecnico, alla semplificazione e velocizzazione degli iter burocratici.

Siamo tutti chiamati a dare risposte al cittadino, per il quale è incomprensibile come qualsiasi realizzazione, anche modesta, richieda un impegno temporale, eccessivo e penalizzante, con evidenti riflessi anche di tipo economico conclude l’Ing. Nataluccifino all’assurdo che vede talvolta il tempo per il completamento materiale dell’opera addirittura inferiore a quello trascorso per l’acquisizione dell’autorizzazione a procedere.

Blu Wom

www.bluwom.com

33100 Udine – Via Marco Volpe, 43 tel 0432-886638

Resp. Ufficio stampa: Laura Elia [email protected]

No Comments
Comunicati

Plastica ed ecologia: un binomio possibile

  • By
  • 24 Settembre 2010


La plastica è senza dubbio uno dei materiali più utilizzati al giorno d’oggi. Ci stupiremmo nel renderci conto che il 90% degli oggetti che usiamo è fatti di plastica o con parti in plastica.

La plastica è infatti divenuta fondamentale per l’attuale sistema industriale, di plastiche ne esistono di moltissimi tipi e adatte a molteplici usi, ma pensare di rimpiazzarla in toto sembra davvero inverosimile. La produzione di polietilene in fogli, una delle materie plastiche più economiche, per esempio, permette di creare isolanti per cavi elettrici, film per l’agricoltura, borse e buste di plastica, contenitori di vario tipo, tubazioni, strato interno di contenitori asettici per liquidi alimentari (“Tetra Brik Aseptic”) e molti altri.

Inoltre, al contrario di ciò che si può pensare, l’uso della plastica in molti settori permette di raggiungere buoni risultati sotto il profilo ambientale. Nel campo dell’edilizia, utilizzando isolamenti in materiale plastico, per ogni chilo di plastica si ha un risparmio annuo di 75 chili di combustibile per riscaldamento. Nel settore dei trasporti, invece, la plastica migliora l’aerodinamicità di un’auto, ne diminuisce il CX (coefficiente di penetrazione nell’aria), ne riduce il peso: ne consegue un minor consumo di carburante (in media oggi il 4% in meno rispetto ad un’auto tutta in metallo) e la riduzione delle emissioni inquinanti. L’auto è il settore dove si riscontra il più alto livello di utilizzo di materiale riciclato.

Un altro settore molto importante è quello degli imballaggi, uno studio recente condotto in Germania ha dimostrato che senza packaging in plastica il peso del prodotto più l’imballo aumenterebbe del 291%, l’energia usata per la produzione dello stesso del 108% ed il volume dei rifiuti del 158%. Nel campo alimentare, l’uso di imballaggi alimenti in plastica e di film plastici permette di contenere al 2% il volume di beni non utilizzabili che altrimenti raggiungerebbe il 50%. In termini di riciclaggio meccanico, la plastica utilizzata in questo settore è di solito pulita e uniforme, e permette di ottenere mediante una lavorazione a ciclo chiuso un materiale d’alta qualità che ha un ampio mercato.

La plastica è quindi ora considerata come un must della nuova ecologia, soprattutto se riciclata. La strada per le materie eco-compatibili è ormai obbligata ed è anche considerata la principale direttrice di sviluppo per questo mercato. Le materie plastiche sono estremamente duttili e inoltre sono perfette per sbizzarrire la creatività, come avvenne negli anni ’70 con lo sviluppo del design. Si sta quindi affermando il binomio plastica-benessere, soprattutto nei materiali da imbottiture. Altro discorso molto importante è quello economico. Nel mercato dell’arredamento, dominato da un’industria-artigianato, la plastica consente una vera produzione industriale. E i grandi numeri comportano l’abbattimento dei prezzi, senza nulla togliere alla qualità.

La plastica è considerato un materiale “puro”, pratico, flessibile come i film imballo estensibili e tecnologicamente all’avanguardia. Molte aziende hanno realizzato oggetti tutti-in-plastica senza alcun tentativo di imitare materiali naturali, rivendicando la propria natura “plasticosa” legata a valenze giovani di leggerezza, di gioco, di colore e di freschezza.

A cura di Martina Meneghetti
Prima Posizione Srl – keywords advertising

No Comments