Daily Archives

6 Settembre 2010

Comunicati

Lighea, Giuseppe Tornatore legge il nuovo audiolibro di Full Color Sound

  • By
  • 6 Settembre 2010


edizioni Full Color Sound

presenta

LIGHEA

Le voci calde di Giuseppe Tornatore e Jasmine Trinca, la musica originale di Andrea Morricone, la penna indimenticabile di Giuseppe Tomasi di Lampedusa sono gli ingredienti del nuovo audiolibro di edizioni Full Color Sound, Lighea.

In uscita in questi giorni, in libreria e on-line su iTunes, il narratore e MondadoriShop., Lighea è una storia in cui l’ardore della gioventù si confronta con la saggezza della maturità. Protagonista è l’anziano e burbero professor Rosario La Ciura, che si confida con il giovane giornalista Paolo Corbera snocciolando le sue aspre opinioni sulla vita e svelando il suo più remoto e incredibile segreto.

Dall’autore del “Gattopardo” un racconto intenso e commovente, per un audiolibro nato dalla collaborazione del regista Giuseppe Tornatore – Oscar nel 1988 per “Nuovo cinema paradiso”, e candidato nel 2009 per “Baaria” – e Andrea Morricone, figlio e collaboratore di Ennio, autore di molte colonne sonore, tra cui proprio quella di “Nuovo cinema paradiso”.

Assieme a loro la voce profonda e misteriosa di Jasmine Trinca, perfetta nei panni di una creatura dal fascino ingestibile come Lighea.

Inoltre edizioni Full Color Sound pubblica l’unica registrazione originale di Lighea narrata dalla voce stessa dell’autore Giuseppe Tomasi di Lampedusa; disponibile esclusivamente on-line su www.ilnarratore.com, è l’affascinante documento sonoro che ha spinto i grandi del cinema a rendere omaggio con questa opera alla letteratura.

Lighea

di Giuseppe Tomasi di Lampedusa

letto da Giuseppe Tornatore, con Jasmine Trinca, e con alcuni frammenti della voce dell’autore, sulle musiche di Andrea Morricone

durata: 70,48 minuti

In tutte le librerie


CENNI BIOGRAFICI

L’autore

Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Nato a Palermo il 23 dicembre 1896, il nobile Tomasi di Lampedusa, fu amico di Eugenio Montale. Il suo capolavoro, Il gattopardo, rifiutato da diversi editori prima della pubblicazione, gli creò molte amarezze. Elio Vittorini, per conto della casa editrice Einaudi, fu tra quanti non capirono la profondità e la lungimiranza del testo. Fu invece Giorgio Bassani a credere per primo in questo assoluto capolavoro della letteratura italiana, e Feltrinelli lo pubblicò nel 1958, un anno dopo la morte dell’autore.

I lettori

Giuseppe Tornatore

Nato a Bagheria (Palermo) nel 1956, ha iniziato giovanissimo la sua carriera in teatro, continuando poi con la TV e trovando il successo mondiale al cinema come regista. Nel 1989 il suo “Nuovo Cinema Paradiso” ha vinto l’Oscar come Miglior Film Straniero. Tra i suoi molti successi ricordiamo anche “L’Uomo delle Stelle”, “La leggenda del pianista sull’oceano” e il recente e acclamato “Baarìa”.

Jasmine Trinca

Giovane attrice romana, è approdata al cinema nel 2001 scelta da Nanni Moretti per il suo film “La stanza del figlio”, Palma d’Oro a Cannes. Da lì la sua carriera è folgorante. Nel 2004 si aggiudica il Nastro d’Argento come Migliore Attrice Protagonista per il film “La meglio gioventù”, di Marco Tullio Giordana. Tra i film da lei interpretati ricordiamo “Romanzo Criminale”, “Il caimano”, “Il grande sogno”. Per quest’ultimo viene premiata come interprete emergente alla 66° Mostra del cinema di Venezia.

L’autore delle musiche

Andrea Morricone

Figlio d’arte, si è diplomato in Composizione e Direzione d’orchestra al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma. Ha lavorato con le maggiori orchestre in tutto il mondo, muovendosi costantemente tra Roma e Los Angeles. Ha scritto numerose colonne sonore, tra le quali ricordiamo quella per il film “Raul” di Andrea Bolognini, che ha vinto il Globo d’Oro dell’Associazione Internazionale dei Giornalisti per la Migliore Colonna Sonora, e il Tema d’Amore di “Nuovo Cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore. con cui ha vinto un premio Bafta.

Foto della copertina in alta definizione e foto ufficiali di lettori e musicista disponibili su richiesta.

Giuseppe Tornatore, Jasmine Trinca e Andrea Morricone sono disponibili per interviste.

www.fullcolorsound.it

per info:

Annalisa Marocchi

edizioni Full Color Sound

Lungotevere Flaminio, 74

00163 Roma

[email protected]

No Comments
Comunicati

Il nuovo blog sull’iPad è online! Il suo nome è iPaddisti.it


E’ ormai da qualche mese che l’iPad è presente sul mercato, ma giornalmente vengono presentate nuove applicazioni, nuovi accessori, per non parlare delle innumerevoli notizie da casa Apple e non solo!

iPaddisti.it nasce con l’intento di diventare un punto di riferimento per tutti gli amanti del mondo Apple, di iPad in particolare, proponendo ai propri utenti contenuti sempre aggiornati, notizie fresche ed argomenti utili a possessori del tablet e non.

Il blog è strutturato in modo tale che tutti gli articoli siano sempre al proprio posto e facili da trovare:

  • Nella categoria “Applicazioni” sono raccolte tutte le recensioni relative ad applicazioni per iPad
  • Nella categoria “Accessori” vengono classificati gli articoli che recensiscono accessori per iPad, come custodie, supporti ecc…
  • Nella categoria “Guide” risiedono tutorial che spiegano come ottenere qualcosa dal proprio iPad
  • “Tip & tricks” propone una serie di trucchetti e modalità d’uso per personalizzare il proprio tablet ed avere il meglio da esso
  • “Notizie” contiene tutte le novità provenienti dal mondo Apple (come rumors, firmware) e anche dalla concorrenza
  • “Jailbreak” descrive passaggi e funzionalità dell’iPad sbloccato

E’ possibile seguire iPaddisti anche mediante il proprio social network preferito, in quanto è presente anche su Facebook, Twitter e Buzz: anche qui vengono linkati gli articoli appena scritti!

No Comments
Comunicati

Domenica 12 settembre “Grado in festa” saluta la stagione estiva con spettacolo pirotecnico sul mare.


Domenica 12 settembre 2010, grande conclusione della stagione estiva di Grado con la manifestazione “Grado in Festa”, che prevede per tutto il pomeriggio esibizioni musicali e appuntamenti gastronomici nell’Arena del Parco delle Rose, seguiti da spettacolari fuochi d’artificio sul mare.

Per salutare la stagione estiva, domenica 12 settembre 2010 Grado riserva ai propri ospiti e a tutti i lavoratori e operatori del Turismo la manifestazione “Grado in Festa”, una giornata di appuntamenti musicali affiancati da degustazioni gastronomiche dei propri prodotti d’elezione, che si chiuderà con un suggestivo spettacolo pirotecnico sul mare.

A ospitare l’evento sarà l’Arena del Parco delle Rose di Grado, dove dalle ore 16.30 inizierà l’intrattenimento musicale e saranno aperti i chioschi. Spetterà alla Banda Civica di Grado il compito di inaugurare la serata con una sfilata e il concerto dalle ore 16.45, anticipando così il saluto ufficiale delle autorità, previsto alle ore 17.40.

Dalle ore 18.00 gli ospiti dell’isola potranno degustare le specialità gastronomiche del territorio a base di pesce grazie a “Gli assaggi di Grado in festa”, proposti da tutte le associazioni locali con sede nel centro storico di Grado (Associazione Donatori Volontari di Sangue Grado, Associazione Nazionale Marinai d’Italia “L.Rizzo”, Associazione Piterpan di Fossalon, Cooperativa Pescatori di Grado, Croce Rossa Italiana, Associazione Graisani de Palù, Portatori della Madonna di Barbana, Protezione Civile di Grado e SOGIT Grado). Il menù di degustazione prevede antipasto rustico, sardelle in savór, calamari fritti, pasta fredda, sardelle alla griglia, dessert e acqua minerale.

Gli appuntamenti musicali nel Parco delle Rose proseguiranno con il concerto dell’Orchestra Filarmonica di Mossa alle ore 18.15, seguito alle ore 19.40 dai ”Canti e Folclore dell’Isola”, un momento dedicato alle più belle canzoni e storie ispirate e dedicate a Grado, offerto dal Circolo del Jazz Grado, che avrà come protagonisti d’eccezione anche i bagnini che solitamente partecipano al Festival della Canzone Gradese. Inoltre, alle ore 21.00 NIA Dance by Giorgio Rivari intratterrà il pubblico di Grado prima del tanto atteso spettacolo pirotecnico sul mare alle ore 21.30: una pioggia di colori e luci riflesse dalle onde marine, che si potranno ammirare dalla Diga Nazario Sauro.

Infine, alle ore 22.00 l’Associazione dei Maîtres (A.M.I.R.A.) di Gorizia e Trieste e la Coldiretti di Fossalon e Boscat offriranno le “Pesche flambè”, mentre musica e danze proseguiranno fino alla mezzanotte.

“Grado in Festa” è una manifestazione organizzata da G.I.T. – Grado Impianti Turistici in collaborazione con il Comune di Grado, Associazione Donatori Volontari di Sangue Grado, Associazione Nazionale Marinai d’Italia “L.Rizzo”, Associazione Piterpan di Fossalon, Cooperativa Pescatori di Grado, Croce Rossa Italiana, Associazione Graisani de Palù, Portatori della Madonna di Barbana, Protezione Civile di Grado, SOGIT Grado e TurismoFVG.

Informazioni per il PUBBLICO

Comune di Grado

Ufficio Turismo e Relazioni esterne

Tel +39_0431_898239-898224

Fax +39_0431_898205

[email protected] [email protected]

www.grado.info

Informazioni per la STAMPA

BLU WOM – www.bluwom.com

33100 Udine_Via Marco Volpe, 43

Tel. 0432 886638 Fax. 0432 886644

Responsabile Ufficio Stampa: Laura Elia [email protected]

No Comments
Comunicati

Arredamento casa – On line il nuovo sito di Spar Arreda

Arredamento per la casa, cucine, soggiorni, camere e camerette

Un sorprendente itinerario nel mondo dell’arredamento per la casa fra soluzioni moderne e classiche è quello proposto nel nuovo sito di Spar Arreda, vetrina per una vasta gamma di soluzioni d’arredo. Prodotti che comunicano eleganza, raffinatezza, ritorno alla tradizione e solidità.

Nuovo look, nuova tecnologia, revisione della navigazione e delle modalità comunicative del sito di Spar Arreda per rendere i contenuti più fruibili e gradevoli.
Specializzata nell’arredamento casa di qualità e di design ad un prezzo accessibile, Spar ti propone numerose soluzioni di arredo: dalle cucine ai soggiorni, dalle camere da letto alle camerette per bambini e quanto altro ancora per la tua casa!

L’arredamento per la casa progettato e realizzato dall’azienda assicura al più vasto pubblico, soluzioni personalizzate e facilmente accessibili, forti di un design sempre innovativo e di un’ottima qualità dei materiali utilizzati.

Attenta ad ogni minimo dettaglio, al gusto e alle esigenze del vivere quotidiano, Spar regala l’emozione di una casa come l’avete sempre sognata e ora potete assaporarla visitando il sito internet http://www.spar.it/ arricchito di immagini dedicate agli arredamenti per le diverse zone della casa – mobili per soggiorno, mobili per cucine, arredamento camera e camerette -.

Lo stile e il design dell’arredamento di una casa è molto importante perché comunica qualcosa di chi l’ha scelto e ci vive ogni giorno. L’arredamento di una casa nasce dalla zona giorno: in stile classico o moderno, country o di design. Per questo Spar ha realizzato una vastissima gamma di soluzioni d’ arredamento soggiorno da cui iniziare a progettare lo stile dellapropria casa.

Visita il sito, fatti un’idea della soluzione più adatta alle tue esigenze e corri dal tuo rivenditore per avere l’arredamento casa di Spar.

No Comments
Comunicati

Migliorare la classe energetica di un immobile con le pompe di calore GAHP

  • By
  • 6 Settembre 2010


La certificazione energetica degli edifici è utile agli acquirenti e ai locatari degli immobili per avere un’informazione trasparente delle caratteristiche e delle spese energetiche dell’immobile. Chiaramente, più alta è la classe energetica dell’edificio, più aumenta il valore finale dell’immobile.

Un’ottima soluzione per far guadagnare classi energetiche a un edificio è tramite l’installazione di pompe di calore ad assorbimento alimentate a gas. Questi impianti per il riscaldamento e la climatizzazione degli ambienti sono alimentati per il 40% da energia rinnovabile (aria, terreno, acqua). Le pompe di calore GAHP (dall’inglese Gas Absorption Heat Pump) sono infatti riconosciute dalla Direttiva RES – Renewable Energy Source.

Le GAHP sono dunque l’investimento più conveniente per aumentare il valore di un immobile perché intervenendo solo su parte dell’impianto termico e con pochi euro al m2, è possibile migliorare di una o più la classe energetica dell’edificio.

L’azienda Robur, specializzata nella produzione di sistemi di riscaldamento ad alta efficienza e basso impatto ambientale, propone diversi tipi di pompe di calore GAHP per il riscaldamento e il condizionamento: pompe di calore aerotermiche, che fanno uso di energia rinnovabile prelevata dall’aria esterna, pompe di calore geotermiche, che prelevano energia dal terreno, e pompe di calore idrotermiche, che sfruttano l’energia immagazzinata nell’acqua presente in natura (fiumi, laghi, falde acquifere, etc.).

Le pompe di calore GAHP sono inoltre un metodo di riscaldamento ecologico: riscaldando con una GAHP, si evita ogni anno l’emissione di 4,2 tonnellate di anidride carbonica e si risparmiano 1,6 Tonnellate Equivalenti Petrolio.

La tecnologia GAHP è nella massima categoria ( A+++) nella classificazione energetica dei prodotti per riscaldamento del Regolamento Europeo di prossima approvazione. L’installazione di una pompa di calore GAHP è dunque un ottimo investimento per migliorare la classe energetica di un immobile e un’ottima soluzione al problema dell’inquinamento e dei gas climalteranti.

No Comments
Comunicati

Punti in entrambe le manche nella sofferta trasferta di Nurburgring


Un po’ di tensione e qualche problema di ciclistica nel week-end del rientro, ma Luca Scassa e il Supersonic Racing Team sono tornati e decisi a presentarsi a Imola al massimo delle loro potenzialità

Dopo due brutte cadute nelle gare di Brno e Silverstone e una moto andata completamente distrutta, rimontare in sella non è semplice, ma Luca Scassa in Germania ha ottenuto due risultati positivi. In gara 1 si è classificato decimo, vincendo il confronto con Lorenzo Lanzi e in gara 2 ha concluso in 14esima posizione a causa di alcuni problemi con la ciclistica e un paio di perdite di aderenza che hanno portato il pilota a scegliere una strategia più prudente.

Forse non è stato un week-end perfetto, ma sicuramente produttivo sia per il campione toscano, che ha ripreso contatto con il clima della gara, che per i tecnici del Supersonic Racing Team, che con i dati alla mano possono già pensare a Imola, proprio come “Skaluca”:
“Devo essere sincero, questo non è stato un week end facile in quanto provenivo da due gare decisamente molto difficili. Non siamo riusciti a mettere a punto al meglio la mia Ducati in quanto nel tratto veloce abbiamo sempre pagato decimi preziosi per una ciclistica poco equilibrata. La moto non aveva direzionalità ed ero costretto a percorrere traiettorie molto larghe pagando troppo tempo ai miei avversari. Al di là del risultato sono più contento di gara 2 dove ho girato meglio (1’56”676 ndr.) ed ho tenuto globalmente un passo più veloce ma, inutile negarlo, le aspettative erano decisamente migliori. Abbiamo portato a casa un piccolo bottino di punti prezioso per la classifica di campionato, ora siamo già con la mente ad Imola dove dobbiamo tornare alle posizioni che ci competono. Grazie davvero ai ragazzi del team, sono stati fantastici, spero di ripagarli con la prossima gara.”

Anche il team manager Danilo Soncini è fiducioso:”Abbiamo sofferto, la realtà è questa, ma dobbiamo essere positivi e guardare al futuro con fiducia. Luca sicuramente aveva bisogno di girare e tornare mentalmente nell’atmosfera delle gare dopo gli infortuni patiti, un po’ di tensione ci sta ed è ampiamente capibile. Abbiamo analizzato i dati nel dopo gara per presentarci ad Imola al massimo delle nostre reali potenzialità.”
Per maggiori informazioni sulla prossima gara del team di moto e la performance di Luca Scassa in sella alla Ducati 1198 in Superbike, vi aspettiamo al sito http://www.supersonicracingteam.com e sul gruppo di Facebook.

Contatti:
Layoutweb, Layout Advertising Group
Public Relation Department
Simona Bonati
E-mail: [email protected]
http://www.layoutweb.it

No Comments
Comunicati

Corso di formazione sulle strategie per lo sviluppo dell’attività commerciale


Pensato per coloro che desiderano pianificare le attività di marketing e la gestione della rete di vendita della propria attività commerciale

Nel programma per la formazione 2010, la Camera di Commercio di Pisa, attraverso la sua azienda speciale A.S.SE.FI., organizza un corso di formazione pensato per chi vuole conoscere i sistemi e i metodi idonei a sviluppare al meglio la propria attività commerciale.

Il corso si svolgerà il 22 e 23 settembre 2010, dalle presso la Sede CCIAA di Santa Croce sull’Arno, in provincia di Pisa.

Il programma toccherà diversi punti di fondamentale importanza, con l’obiettivo principale di fornire strumenti teorici e pratici ai partecipanti, e permettere loro di progettare ed avviare con successo la strategia di marketing più adatta alla propria attività.
Eccolo in sintesi:

  1. Evoluzione degli scenari competitivi
  2. Ambiente, mercato, strategia: gli obiettivi, le risorse, i fattori critici di successo
  3. Analisi esterna: il marketing conoscitivo
  4. Lo sviluppo delle strategie e del marketing operativo: dagli obiettivi alla definizione del piano di marketing

Grazie al contributo della Camera di Commercio di Pisa che sostiene il 50% del costo totale, la quota d’iscrizione a questo corso è ridotta a € 200,00 (Iva esclusa).

Per informazioni o iscrizioni visitare il sito – inviare una e-mail a [email protected] -oppure tel 050 503275 – fax 050 512365.

Fonte: Comunicati stampa Assefi

No Comments
Comunicati

Aumento del seno: la mastoplastica additiva in parole semplici.

  • By
  • 6 Settembre 2010


La mastoplastica additiva (aumento del seno) è l’intervento che mira a ridonare volume e una bella forma al seno.Questo tipo di intervento prevede un posizionamento di protesi. Grazie alle tecniche sempre più sofisticate e alle protesi mammarie più evolute, è possibile soddisfare le richieste  di un maggior numero di donne.

E’ una procedura richiesta da donne che hanno il seno poco sviluppato (detta ipotrofia mammaria) e da donne che, dopo l’allattamento o un dimagrimento, hanno il seno svuotato o leggermente cadente.

Sul mercato esistono due tipi diprotesi: le protesi a profilo anatomico e le protesi a profilo tondo: laqualità protesica è la medesima, mentre cambia la forma che va scelta a seconda del gusto della paziente e dei consigli del chirurgo.
L’intervento di mastoplastica additiva si esegue solitamente in anestesia generale e le protesi sono posizionate sotto il muscolo pettorale in quello che viene chiamato tecnicamente un dual plane. Per posizionare le protesi è necessario creare una via di accesso che consiste in un taglietto di 4 centimetri che può essere eseguito a livello del solco sottomammario, a livello periareolare o in alcuni casi a livello ascellare.

Questo tio di intervento richiede normalmente un ricovero di 24 ore: al termine dell’intervento la paziente indossa un reggiseno elasticizzato che va portato per circa 7-10 giorni, anche la notte. Per i primi 7-10 giorni è bene evitare sforzi con le braccia, ma a distanza di un mese il risultato si può considerare assestato e definitivo. La ripresa dell’attività sportiva è solitamente consigliata dopo circa 2 mesi dall’esecuzione dell’intervento di mastoplastica.

Dott. Alessandro Gennai
chirurgo plastico ed estetico
via delle Lame 98 – Bologna
tel. 051.649.4945
[email protected]
www.gennaichirurgia.it

No Comments
Comunicati

Il sesto censimento dell’agricoltura si terrà nel 2010


Il 2010 è l’anno del censimento generale dell’agricoltura.
Il censimento generale dell’agricoltura è essenzialmente un censimento di natura economica che consiste nel conteggio preciso delle azienda agricole presenti in Italia e operative a tutt’oggi. Nei dati che emergono dal censimento devono essere riportate in maniera peculiare le varie caratteristiche proprie di ciascuna azienda, gli operai impiegati e gli attrezzi agricoli in possesso del proprietario dell’azienda agricola stessa.
Il censimento avviene attraverso l’Unità di rilevazione che è l’azienda agricola, zootecnica e forestale. Il censimento serve anche a dare le definizioni chiave per il mondo agricolo infatti è proprio all’interno dello scorso report di censimento che si può recuperare la definizione precisa dell’azienda agricola cioè “un’unità tecnico-economica costituita da terreni, anche in appezzamenti non contigui, in cui si attua la produzione agraria, forestale zootecnica ad opera di un conduttore, persona fisica, società od ente, che ne sopporta il rischio sia da solo, sia in forma associata.” Tuttavia questa definizione risulta essere ancora vaga per comprendere tutte le realtà che esistono all’interno del mondo agricolo. Infatti molte volte a livello internazionale si è sottolineato come ci sia la necessità di distinguere tra le varie realtà in base alla superficie agricola coltivata, alle tecnologie quali trivelle agricole, trattori o altri macchinari agricoli di alta tecnologia utilizzati, dal numero di operai e dal fatturato annuo.
Il censimento dell’agricoltura ha avuto la sua prima attuazione nel 1961 e si tiene ogni dieci anni. Quella prevista nell’autunno del 2010 quindi risulta essere la VI edizione. La raccolta dei dati avviene tramite la somministrazione di questionari, dai più semplici ai più complessi, ai gestori delle aziende da parte di incaricati che hanno superato il bando di Regione indetto dagli enti stessi in maniera autonoma. Questi funzionari devono avere delle caratteristiche da rispettare sia per l’ammissione al concorso sia per la buona portata a termine dell’incarico. Devono infatti essere esperti in materia di agricoltura, allevamento zootecnia nonché aver maturato competenze all’interno delle tecnologie applicate al settore primario in generale. E’ quindi obbligatorio essere in possesso del diploma di scuola media secondaria ma in molti casi è auspicabile una laurea in agraria o affini.
I questionari da somministrare sono volti a conoscere a fondo la realtà che si va ad esplorare mediante delle domande generali che vanno via via sempre più nel particolare mirano alla comprensione delle caratteristiche generali dell’azienda (quindi il tipo di attività, coltivazione allevamento e altre caratteristiche in linea generale) che sono utili per le statistiche a livello di produzione e suddivisione delle attività. Un altro punto focale su cui vertono le domande è quello che riguarda l’organizzazione e la suddivisione del lavoro all’interno dell’azienda stessa che è utile per sapere quanti macchinari agricoli, come frese agricole, trattori e molti altri, vengono impiegati e quanti operai sono necessari per badare ad un determinato numero di coltivazioni o di capi a bestiame.
E’ indiscusso a livello sia nazionale che europeo non solo l’utilità ma anzi l’indispensabilità di tale censimento per avere chiara la situazione dell’intero settore primario che molte volte, viste le normative vaghe e meno monitorate che quelle riguardanti il mondo industriale, rischia di non essere preso in considerazione come invece dovrebbe.
A cura di Martina Celegato
Prima Posizione srl
Posizionamento su yandex

No Comments
Comunicati

Gate-08 a Friuli Doc 2010


Gate08 presenta “La Tavola di Alice” a Friuli Doc 2010 dal 16 al19 settembre presso la Chiesa di San Francesco a Udine .

Gate-08 nasce a Milano a fine 2008 dalla spontanea iniziativa di un gruppo di giovani designers internazionali uniti in un progetto finalizzato ad approfondire il legame con l’artigianato italiano e presentato sotto forma di Galleria Temporanea. Nei successivi due anni ha subito una naturale evoluzione che lo ha fatto diventare un progetto itinerante. La curiosità che da sempre caratterizza lo spirito dei designers non ha frenato la loro voglia di conoscere nuovi laboratori, pregni della conoscenza dei maestri artigiani che li abitano quotidianamente. Col patrocinio di Confartigianato Udine, in occasione di Friuli Doc 2010, Gate-08 presenta “La Tavola di Alice” la seconda collezione di oggetti per la casa, realizzata con alcuni dei più rinomati artigiani friulani. Dal vassoio alla lampada, dal tavolo al portafrutta, ogni prodotto racchiude in se le caratteristiche che hanno reso celebre il Made in Italy in tutto il mondo: bellezza formale ed altissima qualità della lavorazione, materiali di pregio e cura dei dettagli. “La tavola di Alice” ha già riscosso grande successo durante lo scorso Salone del Mobile di Milano confermato anche dalle successive pubblicazioni su riviste specializzate nazionali ed internazionali. Friuli Doc sarà una nuova e diversa opportunità di visibilità e diventerà un’occasione per testimoniare come Gate08 sia un esempio positivo di aggregazione spontanea dove il valore delle persone, dato dal sapere che portano e che sanno trasmettere, prevale sulla competizione, e si concretizza nella voglia di confrontarsi e di realizzare nuove idee.

I designers di Gate-08 e i loro progetti:
Maddalena Casadei – Centro
Cristina Cher – Ninfea
Emmanuel Gallina – Alzata e Vassoio
Kyoko Inoda – Tweety Family
Kensaku Oshiro – Horizon
Nils Sveje – Crys
Sonja Shaub – Home stay trays e Tart Plate
Rumiko Takeda – Cip

Gli artigiani:
Altacucina
De Stalis
Indaf
Maiero Ivano
Marmi della Mora
Metal design

No Comments
Comunicati

Tecniche di Memoria – Nuovo video-corso pratico per potenziare la tua Memoria

Come memorizzare velocemente e potenziare la mente con le tecniche di memorizzazione piu’ efficaci e tanti esercizi interattivi.

Se desideri memorizzare e apprendere piu’ velocemente e in meno tempo, allora voglio presentarti questo inedito corso di Tecniche di Memoria interattivo e pratico al 100%.

Da pochi giorni e’ online Tecniche di Memoria, il nuovo video-corso professionale sulle tecniche di memorizzazione e di apprendimento veloce, che ti offrira’ "qualcosa" di UNICO in Italia.

Seguendo questo video-corso professionale imparerai le 4 Tecniche di Memorizzazione piu’ efficaci (PAV, SCHEDARIO MENTALE, LOCI CICERONIANI, le STANZE di GIORDANO BRUNO), che ti permetteranno fin da subito di memorizzare in poco tempo numeri, vocaboli, codici, immagini e tutto cio’ che desideri. Apprenderai anche il Metodo di Studio Avanzato di Tony Buzan e come si crea una Mappa Mentale corretta, come allenare costantemente la tua memoria secondo la Tecnica dei Ripassi Programmati e… molto altro ancora.

Inoltre solo per chi acquista il video-corso in questi giorni sono riservati 5 BONUS esclusivi.

Maggiori informazioni sul programma del corso di Tecniche di Memoria sono disponibili in http://www.madri.com/acm/memoria.php oppure chiamando il Numero Verde 800.090.546.

Questo corso e’ realizzato da Madri Internet Marketing leader nella formazione di Web Marketing e attiva nella realizzazione di videocorsi di Marketing, Public Speaking, Corso di PNL, Telemarketing

Pubblicazione comunicati stampa internet
Comunicati-Stampa.com / Pivari.com
fabrizio (at) pivari.com

No Comments
Comunicati

Lavorare nel campo dell’arte, della moda e del design: il talento non basta

  • By
  • 6 Settembre 2010


Molti sono i ragazzi a sognare un futuro nel campo dell’arte e della creatività, ma per cercare di realizzare i propri sogni la passione non basta, bisogna investire nella propria formazione.

Molti ragazzi coltivano la passione dell’arte, della musica, dello spettacolo e della moda, e spesso sognano di poter trasformare la propria passione non solo in un hobby, ma in un vero e proprio lavoro. Per fare questo, però, sognare non basta: è bensì necessario indirizzarsi verso un diploma interior design, un diploma interior design, un’accademia d’arte o un istituto specializzato per poter concretizzare il proprio sogno. Molto spesso i ragazzi pensano che la passione e un certo talento naturale siano sufficienti per realizzarsi in campo artistico, ma nella maggior parte dei casi senza un’adeguata preparazione non si va da nessuna parte. Anche il ragazzo più dotato può perdersi per strada se non viene indirizzato e guidato adeguatamente da una scuola e da dei buoni insegnanti, e frequentare un buon corso o istituto è requisito necessario anche per venire presi in considerazione dalle aziende specializzare nel settore, che spesso sono in contatto con le scuole per reclutare per stage e tirocini studenti aspiranti designer.

L’offerta formativa, d’altra parte, è ampia e variegata. Dagli istituti d’arte ai corsi post-diploma, che spaziano dai corsi formazione professionale in gestione degli eventi culturali al diploma in grafica e web design, i giovani che escono dalle scuole medie o dalle superiori, ma anche i più grandicelli che decidono si specializzarsi ulteriormente in un ambito che li appassioni, hanno davvero l’imbarazzo della scelta. Naturalmente bisogna saper scegliere con un po’ di oculatezza, stando attenti a iscriversi a corsi riconosciuti, che rilascino degli attestati spendibili nel mondo del lavoro, e che magari diano la possibilità di seguire uno stage in azienda. Certo di questi tempi anche frequentando un buon corso non si può avere la certezza assoluta di trovare subito il posto fisso, ma avere un attestato o un diploma nel cassetto non solo “fa curriculum”, ma fornisce anche una preparazione che di sicuro non si può acquisire solamente sul campo. Una carriera in campo artistico presuppone infatti anche una serie di competenze tecniche che di sicuro non sono innate, e che devono essere apprese. Frequentare un istituto di design, un’accademia d’arte o un corso specifico è quindi necessario, non solo utile.

Ma quando un ragazzo capisce che vuole lavorare in un qualche ambito artistico, come indirizzarlo nella scelta della scuola giusta? Come detto, non è facile orientarsi nel mare magnum dell’offerta formativa, ma anche facendo una veloce ricerca in internet si possono trovare varie aziende e istituti che offrono ottimi corsi. Un liceo artistico o un istituto d’arte possono essere la scelta giusta per un ragazzo che esce dalla scuola media e che ha già le idee chiare sul proprio futuro, mentre chi ha già completato un diverso corso di studi ma vuole specializzarsi nell’ambito dell’arte, del design o della moda può indirizzarsi verso un corso di laurea o un master universitario. Esistono però anche dei corsi di durata minore, offerti dalle stesse aziende che offrono anche la possibilità di ottenere un diploma di gestione aziendale o un diploma manager del turismo, che danno un’ottima preparazione, dando a tutti la possibilità di programmare il proprio futuro in ambito artistico.

Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – marketing mix

No Comments
Comunicati

UMBRIA SPOSI 2010: FIORI D’ARANCIO AL RÒSEO HOTEL ASSISI


Con la presenza ad Umbria Sposi (12-14 novembre 2010 presso il Centro Fiere Maschiella di Bastia Umbra, www.umbriasposi.it) il Ròseo Hotel Assisi s’impone tra i protagonisti della kermesse principe del settore per il Centro Italia . L’occasione è perfetta per riproporre sulla scena una location di charme già nota da tempo nella Regione, radicalmente rinnovata nell’arredamento della sala banchetti e nelle varie proposte menù. Dall’esperienza dei nostri Chef nasce la perfetta alchimia tra l’autentica tradizione umbra ed il talento più creativo, punto di forza e di eccellenza della struttura. Nello spazio dedicato in fiera si potranno ammirare i particolari di un evento unico al Ròseo Hotel Assisi: immagini dell’aperitivo al tramonto sul roof garden panoramico, mise en place, ogni sfumatura che prende forma grazie all’organizzazione di uno staff preparato ed attento al più piccolo dettaglio. Il Ròseo Hotel Assisi regala fascino ad una giornata che deve essere indimenticabile: nell’ampia sala del ristorante Giotto i grandi affreschi rendono omaggio alla Basilica di San Francesco, il cuore della città, donando all’evento tinte d’altri tempi. Uscendo sul patio ci si immerge nella quiete del giardino, avvolti dal fresco profumo del gelsominoe del glicine, per passeggiare tra i vellutati colori del roseto.

Per maggiori informazioni consultare il sito web www.roseohotelassisi.com.

No Comments
Comunicati

Malaga – scoprire il paese più amato dell’ Andalusia


L’offerta speciale di questa settimana di autonoleggio-online.it porta i suoi clienti a Malaga. Chi prenota questa settimana con Record riceve il primo autista aggiuntivo gratis oltre alla possibilità di noleggiare un veicolo senza franchigia senza ulteriori spese.
Non stupisce che Malaga sia una delle mete più ambite per la Spagna continentale e certamente, in considerazione di tutto ciò che questo paese dell’Andalusia è in grado di offrire, vale la pena visitarla con la comodità di un veicolo a propria disposizione. La sua posizione strategica di città che affaccia sul Meditteraneo basta a farne la meta ideale delle proprie vacanze. Con un’auto a disposizione si potrebbe, per esempio, andare in una delle spiaggette da sogno o partire con un tour alla scoperta dei paesaggi nelle vicinanze.
Malaga ha molto da offrire anche dal lato culturale, così noleggiando un veicolo si avrà modo di visitare siti ricchi di storia, e attrazioni turistiche di diverse epoche. Per esempio le rovine romane, la città moresca o l’antica cattedrale del sedicesimo secolo. Un tuor davvero impagabile.

Un’occasione da non perdere, insomma,: prenotareun veicolo su autonoleggio-online.it tramite “Record” e scoprire le bellezze di Malaga e dintorni. Con questa offerta non ci si dovrà preoccupare di nulla, ne stare dietro ai costi aggiuntivi: il primo conducente in più è gratis. Così ci si potrà rilassare e godere del paesaggio in qualità di passeggiero lasciando guidare un’altra persona.

No Comments
Comunicati

La sicurezza di bambini e animali domestici nel piscine private esterne: prevenire è meglio che curare


Possedere una piscina esterna è sicuramente un gran piacere ma purtroppo comporta anche delle grandi responsabilità in quanto implica una manutenzione periodica ed una pulizia che devono essere eseguiti con metodo e rigore per evitare uninvecchiamento prematuro degli elementi che la compongono. Oltre a questo fattore già di per sé estremamente oneroso si deve pensare anche ai possibili incidenti che potrebbero verificarsi ai nostri figli, nipoti o vicini di casa di giovane età che, durante il gioco, potrebbero accidentalmente cadere all’interno della vasca con conseguenze disastrose. L’annegamento nelle piscine private esterne è un fattore estremamente diffuso che accade con una frequenza assai maggiore rispetto a quello che potreste pensare.

Lo strumento principale per prevenire l’annegamento da parte dei bambini è sicuramente la vigilanza ma dobbiamo tenere in considerazione il fatto che un bambino può annegare in un tempo brevissimo pari ad esempio al tempo necessario per rispondere ad una telefonata inaspettata oppure al suono del campanello da parte del postino. Vietare l’accesso alle zone limitrofe della piscina è sicuramente un buon inizio ma si sa che i bambini sono spesso imprevedibili e raramente ascoltano i genitori specie quando si tratta di giocare. Alternativamente per seguire l’attività dei bambini ci si può dotare di un sistema di video sorveglianza ma vorrebbe dire dover fissare costantemente un monitor per essere certi che bambini non cadano accidentalmente all’interno della vasca.

Il modo migliore per ridurre i fattori di stress connessi alla gestione della propria piscina esterna è quello di dotarsi di coperture telescopiche per piscine ovvero di una struttura attraverso la quale proteggere la propria piscina esterna dall’accesso abusivo o accidentale da parte dei bambini più piccoli e/o animali domestici.

Le coperture telescopiche sono infatti delle strutture prefabbricate che vengono montate sopra la piscina esterna e che possono essere spostate al lato della propria piscina nei periodi estivi o nei momenti in cui desideriamo lasciare aperta la nostra piscina che assicurano i più elevati standard di sicurezza. L’estetica del giardino non viene minimamente intaccata dall’introduzione di questo complemento di arredo in quanto i materiali impiegati per la costruzione del coperture per piscine sono altamente estetici e si integrano perfettamente con l’ambiente esterno. Le coperture per piscine sono di norma realizzate con acciaio e policarbonato (alveolare o trasparente) in funzione delle esigenze del cliente e su varie colorazioni disponibili: bianco, verde oppure colore finto legno e oltre agli aspetti della sicurezza nei confronti dei bambini permettono di estendere notevolmente il periodo di utilizzo della vasca in quanto evitano il disperdersi del calore accumulato durante la giornata mantenendo l’acqua ad una temperatura notevolmente più calda rispetto ad una piscina non coperta.

Circa gli accorgimenti che possono essere adottati nei confronti dei bambini nell’attesa di dotarsi di una copertura telescopica per piscine possiamo per esempio ricordare di non permettere ai bambini di nuotare soli senza la supervisione di un soggetto adulto e tenere sempre a mente che bastano pochi secondi perché un bambino cada nel piscina. Nelle condizioni migliori si dovrebbe interporre un ostacolo al giardino e la piscina presente attraverso una recinzione amovibile dovrà essere saldamente ancorata al terreno. Onde evitare di dover lasciare bambini incustoditi per esempio nel caso di una telefonata sul telefono di casa si potrebbe pensare di dotarsi di un apparecchio senza fili così da poter rispondere al telefono anche in prossimità della vasca e poter sempre tenere sott’occhio l’attività dei piccoli. Il nuoto è inoltre un’attività sportiva estremamente importante e sarebbe opportuno pensare di iscriverli ad un corso così da essere certi che possono essere in grado di nuotare in caso di cadute accidentali.

No Comments
Comunicati

Caricatori programmabili per supercondensatori buck-boost a due celle da 1 A

  • By
  • 6 Settembre 2010


 Dispositivo con package compatto da 12 mm2 e bilanciamento automatico delle celle

                                                                                                                                                 Linear Technology Corporation presenta l’LTC3625 e l’LTC3625-1, due nuovi prodotti della famiglia di caricatori per supercondensatori a due celle in grado di supportare elevati picchi di potenza, il backup dei dati e i dying gasp tipici delle applicazioni portatili e di archiviazione.  La topologia in modalità di commutazione ad alta efficienza dei dispositivi LTC3625/LTC3625-1 include un convertitore buck interno tra VIN e VMID del condensatore in serie per regolare la tensione sul condensatore inferiore, nonché un convertitore boost interno tra VMID e VOUT per regolare la tensione sul condensatore superiore. I dispositivi consentono di caricare due supercondensatori in serie da un’alimentazione a corrente limitata con tensione di 2,7 V/5,5 V a una tensione di uscita selezionabile tramite pin (4,8 V/5,3 V per l’LTC3625 o 4 V/4,5 V per l’LTC3625-1). Questi circuiti integrati sono ottimizzati per fornire tempi rapidi di carica dei condensatori ed elevata efficienza. Con la combinazione di alta efficienza ed elevata corrente di carica con bassa corrente di riposo e un numero minimo di componenti esterni, i dispositivi LTC3625/-1 sono particolarmente adatti per sistemi di backup SFF compatti o a picchi di potenza, apparecchiature alimentate tramite USB, PDA industriali, strumenti portatili e apparecchi di monitoraggio, misuratori, circuiti di backup per supercondensatori, schede PC e modem USB.

La corrente di uscita del convertitore buck dei dispositivi LTC3625/-1 è programmabile dall’utente tramite il pin PROG, mentre la corrente di ingresso del convertitore boost è impostata su 2 A (tipica). La corrente di carica massima risultante è di 1 A (continua) con due induttori e di 500 mA con configurazione a singolo induttore. Ogni condensatore è protetto dalla sovratensione da derivatori interni (tensione selezionabile tra 2,4 V e 2,65 V per l’LTC3625 e tra 2,0 V e 2,25 V per l’LTC3625-1). Grazie al bilanciamento automatico delle celle, i dispositivi LTC3625/-1 mantengono la stessa tensione su entrambe le celle, eliminando così la necessità di resistori specifici, proteggendo ogni supercondensatore da eventuali danni causati dalla sovratensione e riducendo al minimo il loro consumo di corrente.

Quando la tensione di uscita è in regolazione, l’LTC3625 e l’LTC3625-1 funzionano con una corrente di riposo molto bassa (50 µA). Se l’alimentazione in ingresso viene tolta oppure il pin EN è basso, entrambi i dispositivi entrano in uno stato a bassa corrente, consumando meno di 1 µA dai supercondensatori. Il circuito di carica di base, che richiede sono tre componenti esterni (un induttore, un condensatore di bypass su VIN e un resistore di programmazione) ed è estremamente compatto, è disponibile in un package da 12 mm2 di dimensioni ridotte. Tra le altre funzionalità e caratteristiche offerte vi sono la protezione dalla sovratemperatura in condizioni di sovraccarico momentanee, la limitazione della sovracorrente e la protezione contro flussi di corrente inversi, che consentono al dispositivo di continuare a regolarsi alla corrente programmata anche in un’uscita con messa a terra.

L’LTC3625 e LTC3625-1 sono forniti in un package DFN compatto a 12 pin da 3 x 4 mm e 12 pin e basso profilo (0,75 mm) con funzionalità termiche avanzate. I dispositivi supportano temperature di giunzione comprese tra -40°C a 125°C e sono disponibili a magazzino con prezzi a partire da $3,00 per la versione di grado E e da $3,45 per il grado I. I prezzi si riferiscono a 1.000 pezzi. Per maggiori informazioni, visitare la pagina http://www.linear.com/3625.

 

Riepilogo delle caratteristiche: LTC3625 e LTC3625-1

  • Carica step-up/step-down ad alta efficienza di due supercondensatori in serie
  • Bilanciamento automatico delle celle per impedire sovratensioni in fase di carica
  • Corrente di carica programmabile fino a 500 mA (un induttore) e 1 A (due induttori)
  • VIN = da 2,7 V a 5,5 V
  • Regolazione selezionabile da 2,4 V/2,65 V per cella (LTC3625) con tensione di uscita finale compresa tra 4,8 V e 5,3 V
  • Regolazione selezionabile da 2 V/2,25 V per cella (LTC3625-1) con tensione di uscita finale compresa tra 4 V e 4,5 V
  • Corrente di riposo in assenza di carico di soli 50 µA
  • IVOUT, IVIN < 1 µA in modalità shutdown
  • Package DFN a 12 pin da 3 × 4 mm con basso profilo

 

Linear Technology

Linear Technology Corporation, produttore di circuiti integrati lineari ad alte prestazioni, è stata fondata nel 1981, è diventata una società pubblica nel 1986 ed è entrata nell’indice S&P delle 500 principali aziende pubbliche nel 2000. I suoi prodotti includono: amplificatori high-end, comparatori, riferimenti di tensione, filtri monolitici, regolatori lineari, convertitori CC-CC, caricabatteria, convertitori di dati, circuiti di interfaccia per comunicazioni, circuiti di condizionamento di segnale RF, soluzioni µModule e numerose altre funzioni analogiche. I circuiti Linear Technology vengono utilizzati in numerosissime applicazioni: telecomunicazioni, telefoni cellulari, prodotti di rete quali commutatori ottici, notebook e computer desktop, periferiche per PC, video/multimedia, strumentazione industriale, dispositivi per il monitoraggio di sicurezza, prodotti di largo consumo di fascia alta quali fotocamere digitali e lettori MP3, dispositivi medicali complessi, componenti elettronici per il settore automotive, automazione industriale, controllo di processo, sistemi militari e spaziali.

No Comments
Comunicati

LA MARCIALONGA RUNNING È DEI MEDICI. DEBERTOLIS E MAZZEL I PIÚ “COMBINATI”

– Sono tante le sfide all’interno della Marcialonga Running, disputata domenica
– Da sei anni è anche Campionato del Mondo lunga distanza per laureati in medicina
– Bella anche la sfida nella “Combinata Punto3 Craft” dominata da Debertolis e Mazzel
– Prossimo appuntamento “Marcialonga” il 30 gennaio con gli sci da fondo
L’altra Marcialonga Running, una faccia diversa ma ugualmente seguita e “sentita”.
Domenica gli stimoli per la terza delle gare targate “Marcialonga” erano diversi, oltre a quello fondamentale di trascorrere una bella giornata di sport nelle due vallate che da 37 anni ospitano la maratona sugli sci da fondo più amata d’Italia e una delle più apprezzate al mondo.
Ci sono molteplici sfide all’interno della “Running” che non passano certo in secondo piano, come la gara riservata ai laureati in medicina e odontoiatria. È dal 2005 che la Marcialonga Running assegna il titolo mondiale di corsa lunga distanza per i medici. E ogni anno sono molti i dottori-atleti che si sfidano sulla pista Marcialonga che si sviluppa lungo l’Avisio, un tracciato piacevole e scorrevole nella prima parte, severo e selettivo nel finale.
Ieri a Cavalese il medico trentino Donato Donati, classe 1959, bissando i precedenti successi del 2007, 2008 e 2009 ha fermato i cronometri con un significativo 1.35.31, che gli è valso la 30.a posizione assoluta. Ma col cronometro non scherza neppure il secondo classificato, il milanese Marco Frattini con un bel 1.38.26.
Tra le donne, assente la mattatrice degli anni scorsi Anna Boniolo che ha dato un inaspettato forfait, si è imposta la bresciana Bianca Maria Bombagi davanti a Laura Rigotti ed Erika Camperidis. Miglior straniero in gara lo svedese Pär Nordin, 20°.
Un’altra bella sfida all’interno della Marcialonga è la “Combinata Punto3 Craft”. È una speciale classifica stilata sommando i tempi dei singoli atleti che hanno partecipato a tutte e tre le gare, quella con gli sci da fondo, quella con la bici e la gara podistica. Non si tratta certo di ironmen o ironwomen, ma portare a termine 231 chilometri di fatica (70 km con gli sci da fondo, 135 con la bici e per di più quest’anno sotto una pioggia fredda e battente, e infine i 26 km di corsa) non è da tutti.
E ci sono state delle piacevoli sorprese, come quella di Bruno Debertolis il quale, dopo aver “stupito” nel suo sport con un eccezionale sesto posto nella maratona invernale (lui che è definito uno sprinter), ha centrato un importante decimo posto nella Cycling e domenica un altro 10° posto nella corsa podistica.
La sua poliedricità ha sorpreso pure lui. Nella corsa a piedi per oltre metà gara è rimasto nel gruppetto dei migliori, gente che è abituata a tempi di rilievo nella mezza e nella maratona. Nella speciale classifica il finanziere del GS Fiamme Gialle ha inflitto oltre un’ora al secondo, il ceco Tomas Jakoubek che ha vinto la scorsa edizione della combinata. Terzo è Alessandro De Gasperi.
Tra le donne è brillata la stella di Arianna Mazzel, che si è riscoperta atleta dopo un timido approccio, poco tempo fa, allo sport agonistico. La Marcialonga con gli sci, per lei che abita in Val di Fassa, è stata semplice, ma alle sfide ci ha preso gusto e così ha iniziato anche a pedalare e a correre, ed ecco il suo successo nella combinata femminile, con un tempo di 12h53’39”. Ha impiegato invece 14h23’18” Fiorenza Piantoni piazzandosi seconda. Arianna Mazzel nell’albo d’oro della combinata succede a Marcellina Dossi.
Il regolamento della combinata prevede anche la partecipazione per Team composti da tre atleti, uno per ogni disciplina. Quest’anno ha vinto la squadra composta da Luca Giovanelli, Giuliano Prearo e Angelo Bonelli con un tempo totale di 10h45’51”.
Ma quel che più conta è l’atmosfera che la Marcialonga sa infondere ai propri eventi. Ora con la “Running” agli archivi, l’attenzione si sposta al 2011, domenica 30 gennaio tocca alla mitica Marcialonga con gli sci.
Info: www.marcialonga.it
Combinata Punto3 Craft:
Maschile:
1) Bruno Debertolis (tempo totale) 9.16.34; 2) Tomas Jakoubek 10.22.07; 3) Alessandro De Gasperi 10.58.55; 4) Petr Lukosz 11.25.02; 5) Roberto Miselli 11.50.24; 6) Andrea Dellagiacoma 12.01.55; 7) Paolo Sembenini 12.13.18; 8) Ennio Giongo 12.17.53; 9) Denis Salati 12.19.41; 10) Luigi Casabona 12.22.13
Femminile:
1) Arianna Mazzel 12.53.39; 2) Fiorenza Piantoni 14.23.18; 3) Maria Cristina Dalmonego 14.52.21; 4) Angela Vallarino 16.34.36
Teams:
1) Luca Giovanelli – Giuliano Prearo – Angelo Bonelli  (tempo totale) 10.45.51; 2) Bartolomeo Tiscione – Jozef Michalec – Stefano Carpani  11.27.41; 3) Marcello Svaldi – Giorgio Baceda – Lorenzo Toniolli  12.40.16
Campionato Mondiale corsa lunga distanza laureati in medicina e odontoiatria:
Maschile:
1) Donati Donato S.A. Valchiese 1:35.31,2; 2) Frattini Marco Road Runners Club Milano 1:38.26,7; 3) Novel Fabrizio G.S. San Giacomo 1:41.51,7; 4) Crucitti Antonino Azzano Runners 1:41.53,0; 5) Carpenito Giacomo Pol. San Donnino 1:42.25,1; 6) Piccinini Luca Modena Atletica 1:44.15,6; 7) Zuccardi Merli Gianluigi Pro Patria Milano 1:45.25,3; 8) Dal Pont Federico G.P.Avis Taglio Di Po 1:46.18,9; 9) Mastracco Angelo Atl. Alatri 2001 I Ciclopi 1:46.58,0; 10) Sembenini Paolo Traguardo Volante Racing 1:48.42,5
Femminile:
1) Bombagi Bianca-Maria Sport And Fitness Srl 2:03.48,9; 2) Rigotti Laura Atletica Team Loppio 2:05.57,0; 3) Camperidis Erika S.C. Veronesi 2:08.32,4; 4) Caumo Francesca Latin Marathon Lovers 2:12.56,5; 5) Saether Kjersti Oddvarsdatter Norvegia 2:16.53,3; 6) Marzatico Margherita Us Cermis Masi 2:23.11,1; 7) Bottoli Maria Caterina S.S. Marcialonga 2:27.33,3; 8) Torcoli Donata U. Atl. Valtrompia 2:30.14,4; 9) Begliomini Cinzia Podistica Pratese 3:07.11,4

– Sono tante le sfide all’interno della Marcialonga Running, disputata domenica- Da sei anni è anche Campionato del Mondo lunga distanza per laureati in medicina- Bella anche la sfida nella “Combinata Punto3 Craft” dominata da Debertolis e Mazzel- Prossimo appuntamento “Marcialonga” il 30 gennaio con gli sci da fondo

L’altra Marcialonga Running, una faccia diversa ma ugualmente seguita e “sentita”.Domenica gli stimoli per la terza delle gare targate “Marcialonga” erano diversi, oltre a quello fondamentale di trascorrere una bella giornata di sport nelle due vallate che da 37 anni ospitano la maratona sugli sci da fondo più amata d’Italia e una delle più apprezzate al mondo.Ci sono molteplici sfide all’interno della “Running” che non passano certo in secondo piano, come la gara riservata ai laureati in medicina e odontoiatria. È dal 2005 che la Marcialonga Running assegna il titolo mondiale di corsa lunga distanza per i medici. E ogni anno sono molti i dottori-atleti che si sfidano sulla pista Marcialonga che si sviluppa lungo l’Avisio, un tracciato piacevole e scorrevole nella prima parte, severo e selettivo nel finale.Ieri a Cavalese il medico trentino Donato Donati, classe 1959, bissando i precedenti successi del 2007, 2008 e 2009 ha fermato i cronometri con un significativo 1.35.31, che gli è valso la 30.a posizione assoluta. Ma col cronometro non scherza neppure il secondo classificato, il milanese Marco Frattini con un bel 1.38.26.Tra le donne, assente la mattatrice degli anni scorsi Anna Boniolo che ha dato un inaspettato forfait, si è imposta la bresciana Bianca Maria Bombagi davanti a Laura Rigotti ed Erika Camperidis. Miglior straniero in gara lo svedese Pär Nordin, 20°.Un’altra bella sfida all’interno della Marcialonga è la “Combinata Punto3 Craft”. È una speciale classifica stilata sommando i tempi dei singoli atleti che hanno partecipato a tutte e tre le gare, quella con gli sci da fondo, quella con la bici e la gara podistica. Non si tratta certo di ironmen o ironwomen, ma portare a termine 231 chilometri di fatica (70 km con gli sci da fondo, 135 con la bici e per di più quest’anno sotto una pioggia fredda e battente, e infine i 26 km di corsa) non è da tutti.E ci sono state delle piacevoli sorprese, come quella di Bruno Debertolis il quale, dopo aver “stupito” nel suo sport con un eccezionale sesto posto nella maratona invernale (lui che è definito uno sprinter), ha centrato un importante decimo posto nella Cycling e domenica un altro 10° posto nella corsa podistica. La sua poliedricità ha sorpreso pure lui. Nella corsa a piedi per oltre metà gara è rimasto nel gruppetto dei migliori, gente che è abituata a tempi di rilievo nella mezza e nella maratona. Nella speciale classifica il finanziere del GS Fiamme Gialle ha inflitto oltre un’ora al secondo, il ceco Tomas Jakoubek che ha vinto la scorsa edizione della combinata. Terzo è Alessandro De Gasperi.Tra le donne è brillata la stella di Arianna Mazzel, che si è riscoperta atleta dopo un timido approccio, poco tempo fa, allo sport agonistico. La Marcialonga con gli sci, per lei che abita in Val di Fassa, è stata semplice, ma alle sfide ci ha preso gusto e così ha iniziato anche a pedalare e a correre, ed ecco il suo successo nella combinata femminile, con un tempo di 12h53’39”. Ha impiegato invece 14h23’18” Fiorenza Piantoni piazzandosi seconda. Arianna Mazzel nell’albo d’oro della combinata succede a Marcellina Dossi.Il regolamento della combinata prevede anche la partecipazione per Team composti da tre atleti, uno per ogni disciplina. Quest’anno ha vinto la squadra composta da Luca Giovanelli, Giuliano Prearo e Angelo Bonelli con un tempo totale di 10h45’51”.Ma quel che più conta è l’atmosfera che la Marcialonga sa infondere ai propri eventi. Ora con la “Running” agli archivi, l’attenzione si sposta al 2011, domenica 30 gennaio tocca alla mitica Marcialonga con gli sci.Info: www.marcialonga.it
Combinata Punto3 Craft:
Maschile:1) Bruno Debertolis (tempo totale) 9.16.34; 2) Tomas Jakoubek 10.22.07; 3) Alessandro De Gasperi 10.58.55; 4) Petr Lukosz 11.25.02; 5) Roberto Miselli 11.50.24; 6) Andrea Dellagiacoma 12.01.55; 7) Paolo Sembenini 12.13.18; 8) Ennio Giongo 12.17.53; 9) Denis Salati 12.19.41; 10) Luigi Casabona 12.22.13
Femminile:1) Arianna Mazzel 12.53.39; 2) Fiorenza Piantoni 14.23.18; 3) Maria Cristina Dalmonego 14.52.21; 4) Angela Vallarino 16.34.36
Teams:1) Luca Giovanelli – Giuliano Prearo – Angelo Bonelli  (tempo totale) 10.45.51; 2) Bartolomeo Tiscione – Jozef Michalec – Stefano Carpani  11.27.41; 3) Marcello Svaldi – Giorgio Baceda – Lorenzo Toniolli  12.40.16

Campionato Mondiale corsa lunga distanza laureati in medicina e odontoiatria:
Maschile:1) Donati Donato S.A. Valchiese 1:35.31,2; 2) Frattini Marco Road Runners Club Milano 1:38.26,7; 3) Novel Fabrizio G.S. San Giacomo 1:41.51,7; 4) Crucitti Antonino Azzano Runners 1:41.53,0; 5) Carpenito Giacomo Pol. San Donnino 1:42.25,1; 6) Piccinini Luca Modena Atletica 1:44.15,6; 7) Zuccardi Merli Gianluigi Pro Patria Milano 1:45.25,3; 8) Dal Pont Federico G.P.Avis Taglio Di Po 1:46.18,9; 9) Mastracco Angelo Atl. Alatri 2001 I Ciclopi 1:46.58,0; 10) Sembenini Paolo Traguardo Volante Racing 1:48.42,5
Femminile:1) Bombagi Bianca-Maria Sport And Fitness Srl 2:03.48,9; 2) Rigotti Laura Atletica Team Loppio 2:05.57,0; 3) Camperidis Erika S.C. Veronesi 2:08.32,4; 4) Caumo Francesca Latin Marathon Lovers 2:12.56,5; 5) Saether Kjersti Oddvarsdatter Norvegia 2:16.53,3; 6) Marzatico Margherita Us Cermis Masi 2:23.11,1; 7) Bottoli Maria Caterina S.S. Marcialonga 2:27.33,3; 8) Torcoli Donata U. Atl. Valtrompia 2:30.14,4; 9) Begliomini Cinzia Podistica Pratese 3:07.11,4

No Comments
Comunicati

MARCIALONGA RUNNING IN SALSA MAROCCHINA.VITTORIE DI ELBAROUKI E DELLA TRENTINA BALLARINI

Gara affollata e vivace fin dalle prime battute, da Moena a Cavalese
Hicham Elbarouki in gran giornata straccia gli avversari
Grande terzo posto di Francesco Bazzanella, a Debertolis la combinata
Tra le donne Francesca Ballarini “finalmente” prima, “Punto3 Craft” alla Mazzel
Riscossa marocchina all’ottava edizione della Marcialonga Running, con Hicham Elbarouki che ha riscattato il terzo posto dello scorso anno mettendosi dietro il connazionale Bouazza Lahbabi, mentre tra le donne l’arcense Federica Ballarini, anche lei già a podio con due secondi posti negli anni passati, ha siglato una vittoria con un netto margine sulla friulana Paola Mariotti e sulla bellunese Sonia Lorenzi.
E con l’occasione si è conclusa anche la combinata “Punto3 Craft” che ha sommato i tempi della Marcialonga invernale, di quella di ciclismo e appunto della “Running”. Hanno vinto la speciale graduatoria Bruno Debertolis e Arianna Mazzel, col primierotto eccezionale sesto nella gara invernale e oggi addirittura decimo in una disciplina certo non sua.
Gran bella gara, con un’affollata partenza che ha visto un lungo serpentone composto da quasi 1.600 runners in movimento da Moena, in Val di Fassa, a Cavalese, in Val di Fiemme, salutata da un cielo grigio al via ma baciata dal sole all’arrivo.
La cronaca si è fatta vivace fin dai primi metri. I due marocchini sono schizzati via come due schegge e solo il fiemmese Francesco Bazzanella è riuscito ad agganciarli, ma già al primo chilometro i due africani avevano messo alcuni metri di vantaggio sull’emergente dell’Atletica Trento, poi dietro ad una manciata di secondi l’attesissimo Ottavio Andriani con incollato alle costole Fabio Bernardi. Li seguiva con un bel po’ di distacco il gruppo con tutti gli altri “migliori”, costretti ad inseguire subito con un ritmo sostenuto. Spiccava fra loro il numero 1 del vincitore 2009, Massimo Leonardi, il 25 del fondista azzurro della FFGG Bruno Debertolis, quindi Christian Conati, Matteo Pigoni, Mario Prandi, David Daris e Alessandro Vuerich.
Che Hicham Elbarouki fosse in gran giornata lo si è capito subito, si è trasformato in lepre e già a Forno di Moena, dopo appena pochi chilometri, Bouazza Lahbabi sembrava in affanno. Era sciolta invece la corsa di Bazzanella, terzo, applauditissimo dai suoi “valligiani”, il quale ha cercato di controllare a vista il secondo marocchino, dopo che Elbarouki ha tentato di prendere il volo entrando in Predazzo. Da quel momento in poi la progressione di Hicham Elbarouki è stata possente, incessante, quasi disarmante per i suoi rivali.
A Ziano, Lahbabi era già in debito di oltre 1’, Bazzanella ne pagava un altro, la coppia Andriani – Bernardi era ad una ventina di secondi e così la Marcialonga Running sembrava già decisa, almeno per quel che riguarda i piani alti della classifica. Dietro il gruppetto dei sette si spaccava in due, ed il ritmo era in continuo aumento, scandito soprattutto dal distacco del primo.
A Lago di Tesero Elbarouki era in continua progressione ed evidentemente aveva informazioni che dietro il suo connazionale stava perdendo terreno e ne guadagnava ai suoi danni invece Bazzanella, ma dal leader il distacco rimaneva immutato. Chi sembrava invece guadagnare alle spalle di Bazzanella era Andriani, con Bernardi costretto ad insistere con un ritmo forse troppo elevato. Ma per Andriani la giornata si tingeva di nero, perché in una discesina prendeva una “insaccata” ed era costretto a moderare l’andatura ed in quel momento Bazzanella iniziava a “sperare” nel suo secondo podio, come era successo nel 2008, quando si piazzò alle spalle del keniano Justus Kipchirchir Kiprono e del tunisino Rached Amor.
Dopo Masi di Cavalese, e dopo un bel tempone al passaggio della mezza maratona con 1h02’55, Hicham Elbarouki allentava la presa ed affrontava la salita verso Cavalese con oltre 1’30” su Bouazza Lahbabi, che sembrava davvero soffrire molto. Bazzanella andava ad aggredire con grinta lo sterrato in salita, evidentemente il cedimento del secondo atleta africano (si saprà poi che è rimasto vittima di uno stiramento alla coscia) lo aveva ringalluzzito, ma il traguardo era a poco più di tre chilometri.
E quel tratto era una autentica passerella tra un’ala di pubblico per Hicham Elbarouki, che entrava a razzo nella retta finale di Viale Mendini. Pochi metri e la “Soreghina” insieme a Giacomo Leone, vincitore della Maratona di New York nel 1996, gli infilava la corona al collo e per il marocchino era il successo, col tempo di 1.20’02”, che è il nuovo riferimento della gara sui 26 chilometri.
Dietro la situazione, in quanto a posizioni, non mutava. Lahbabi, pur con un distacco aumentato a 2’4”, si piazzava secondo, ma la sua falcata si vedeva chiaramente che era rallentata dal dolore, tanto che finiva di corsa dai sanitari per farsi medicare. Dopo 15” piombava sul traguardo Francesco Bazzanella che annunciava il suo terzo posto con un grido liberatorio. Andriani finiva quarto a quasi 1’, e dietro in successione giungevano Bernardi, Pigoni, Daris, Prandi, Conati e, decimo, il fondista Bruno Debertolis, davvero bravo e col successo in mano della “combinata”. Massimo Leonardi, bloccato per quattro mesi da un problema fisico, da metà gara in poi doveva rallentare e finiva 51°. Per la cronaca, Orlando Pizzolato chiudeva con 1.41.03 che gli valeva il 71° posto.
La gara delle donne, dopo un avvicendamento al comando tra Paola Mariotti e Federica Ballarini, non aveva più scossoni, con l’arcense rimasta in testa da Predazzo in poi mischiata tra i maschi, con un ritmo niente male che le è poi valso il 32° posto assoluto. Paola Mariotti saggiamente si è limitata a consolidare il suo secondo posto difendendolo da Sonia Lorenzi. Monica Carlin, in recupero dopo la frattura al metatarso,  ovviamente è in debito di allenamento e si è dovuta accontentare del 5° posto.
La Marcialonga Running assegnava anche i titoli mondiali di lunga distanza per i laureati in medicina e odontoiatria. Nuova vittoria per Donato Donati con un significativo 1.35’31” e tra le donne successo invece della bresciana Bianca Maria Bombagi.
Solita grande atmosfera per la Marcialonga Running, con tantissima gente lungo il percorso e soprattutto nell’attraversamento dei paesi. Un successo che tra qualche giorno si completerà con la chiusura, con grande anticipo, delle iscrizioni alla Marcialonga invernale del 30 gennaio per “sold out” in fatto di numeri.
Info: www.marcialonga.it
Classifica Marcialonga Running:
Maschile:
1) Elbarouki Hicham Hyppodrom 99 Pontoglio 1:20.02,1; 2) Lahbabi Bouazza Atl. Casone Noceto 1:22.06,0; 3) Bazzanella Francesco Atl. Trento Cmb 1:22.19,1; 4) Andriani Ottavio G.S. Fiamme Oro Padova 1:23.08,5; 5) Bernardi Fabio Bobadilla Soc.Sport.Dil. S.R.L 1:24.55,7; 6) Pigoni Matteo M.D.S. Sassuolo 1:25.15,0; 7) Daris David A.S.D. Sportiamo 1:26.10,8; 8) Prandi Mario Cambiaso Risso Running Team Genova 1:28.06,3; 9) Conati Christian G.S. Hartmann 1:28.41,1; 10) Debertolis Bruno G.S. Fiamme Gialle 1:28.59,7
Femminile:
1) Ballarini Federica S.A. Valchiese 1:35.53,6; 2) Mariotti Paola Atletica Brugnera 1:37.49,4; 3) Lorenzi Sonia A.Atl.Dolomiti Belluno 1:40.34,7; 4) Vinci Donatella Road Runners Club Milano 1:42.08,3; 5) Carlin Monica Brema Running Team 1:46.53,7; 6) Tenaglia Cristina Atl. Trento Cmb 1:47.34,2; 7) Zanoner Rosalia Atl. Trento Cmb 1:49.27,8; 8) Pili Simona C.U.S. Sassari 1:49.52,8; 9) Mazzel Arianna S.S. Marcialonga 1:50.32,3; 10) Marsura Mariangela Atl. Sernaglia Mob. Villanova 1:50.51,4
Campionato mondiale laureati medicina e odontoiatria:
Maschile: 1) Donati Donato S.A. Valchiese 1:35.31,2; 2) Frattini Marco Road Runners Club Milano 1:38.26,7; 3) Novel Fabrizio G.S. San Giacomo 1:41.51,7
Femminile: 1) Bombagi Bianca-Maria Sport And Fitness Srl 2:03.48,9; 2) Rigotti Laura Atletica Team Loppio 2:05.57,0; 3) Camperidis Erika S.C. Veronesi 2:08.32,4
Classifica Combinata Punto3 Craft:
Maschile: 1) Debertolis Bruno (tempo totale 9.16.34); 2) Jokoubek Thomas (10.16.33); 3) De Gasperi Alessandro (10.58.55)
Femminile: 1) Mazzel Arianna (12.53.39); 2) Piantoni Fiorenza (14.23.18); 3) Dalmonego Maria Cristina (14.52.21)

Gara affollata e vivace fin dalle prime battute, da Moena a CavaleseHicham Elbarouki in gran giornata straccia gli avversariGrande terzo posto di Francesco Bazzanella, a Debertolis la combinataTra le donne Francesca Ballarini “finalmente” prima, “Punto3 Craft” alla Mazzel

Riscossa marocchina all’ottava edizione della Marcialonga Running, con Hicham Elbarouki che ha riscattato il terzo posto dello scorso anno mettendosi dietro il connazionale Bouazza Lahbabi, mentre tra le donne l’arcense Federica Ballarini, anche lei già a podio con due secondi posti negli anni passati, ha siglato una vittoria con un netto margine sulla friulana Paola Mariotti e sulla bellunese Sonia Lorenzi. E con l’occasione si è conclusa anche la combinata “Punto3 Craft” che ha sommato i tempi della Marcialonga invernale, di quella di ciclismo e appunto della “Running”. Hanno vinto la speciale graduatoria Bruno Debertolis e Arianna Mazzel, col primierotto eccezionale sesto nella gara invernale e oggi addirittura decimo in una disciplina certo non sua.Gran bella gara, con un’affollata partenza che ha visto un lungo serpentone composto da quasi 1.600 runners in movimento da Moena, in Val di Fassa, a Cavalese, in Val di Fiemme, salutata da un cielo grigio al via ma baciata dal sole all’arrivo.La cronaca si è fatta vivace fin dai primi metri. I due marocchini sono schizzati via come due schegge e solo il fiemmese Francesco Bazzanella è riuscito ad agganciarli, ma già al primo chilometro i due africani avevano messo alcuni metri di vantaggio sull’emergente dell’Atletica Trento, poi dietro ad una manciata di secondi l’attesissimo Ottavio Andriani con incollato alle costole Fabio Bernardi. Li seguiva con un bel po’ di distacco il gruppo con tutti gli altri “migliori”, costretti ad inseguire subito con un ritmo sostenuto. Spiccava fra loro il numero 1 del vincitore 2009, Massimo Leonardi, il 25 del fondista azzurro della FFGG Bruno Debertolis, quindi Christian Conati, Matteo Pigoni, Mario Prandi, David Daris e Alessandro Vuerich.Che Hicham Elbarouki fosse in gran giornata lo si è capito subito, si è trasformato in lepre e già a Forno di Moena, dopo appena pochi chilometri, Bouazza Lahbabi sembrava in affanno. Era sciolta invece la corsa di Bazzanella, terzo, applauditissimo dai suoi “valligiani”, il quale ha cercato di controllare a vista il secondo marocchino, dopo che Elbarouki ha tentato di prendere il volo entrando in Predazzo. Da quel momento in poi la progressione di Hicham Elbarouki è stata possente, incessante, quasi disarmante per i suoi rivali. A Ziano, Lahbabi era già in debito di oltre 1’, Bazzanella ne pagava un altro, la coppia Andriani – Bernardi era ad una ventina di secondi e così la Marcialonga Running sembrava già decisa, almeno per quel che riguarda i piani alti della classifica. Dietro il gruppetto dei sette si spaccava in due, ed il ritmo era in continuo aumento, scandito soprattutto dal distacco del primo.A Lago di Tesero Elbarouki era in continua progressione ed evidentemente aveva informazioni che dietro il suo connazionale stava perdendo terreno e ne guadagnava ai suoi danni invece Bazzanella, ma dal leader il distacco rimaneva immutato. Chi sembrava invece guadagnare alle spalle di Bazzanella era Andriani, con Bernardi costretto ad insistere con un ritmo forse troppo elevato. Ma per Andriani la giornata si tingeva di nero, perché in una discesina prendeva una “insaccata” ed era costretto a moderare l’andatura ed in quel momento Bazzanella iniziava a “sperare” nel suo secondo podio, come era successo nel 2008, quando si piazzò alle spalle del keniano Justus Kipchirchir Kiprono e del tunisino Rached Amor.Dopo Masi di Cavalese, e dopo un bel tempone al passaggio della mezza maratona con 1h02’55, Hicham Elbarouki allentava la presa ed affrontava la salita verso Cavalese con oltre 1’30” su Bouazza Lahbabi, che sembrava davvero soffrire molto. Bazzanella andava ad aggredire con grinta lo sterrato in salita, evidentemente il cedimento del secondo atleta africano (si saprà poi che è rimasto vittima di uno stiramento alla coscia) lo aveva ringalluzzito, ma il traguardo era a poco più di tre chilometri. E quel tratto era una autentica passerella tra un’ala di pubblico per Hicham Elbarouki, che entrava a razzo nella retta finale di Viale Mendini. Pochi metri e la “Soreghina” insieme a Giacomo Leone, vincitore della Maratona di New York nel 1996, gli infilava la corona al collo e per il marocchino era il successo, col tempo di 1.20’02”, che è il nuovo riferimento della gara sui 26 chilometri. Dietro la situazione, in quanto a posizioni, non mutava. Lahbabi, pur con un distacco aumentato a 2’4”, si piazzava secondo, ma la sua falcata si vedeva chiaramente che era rallentata dal dolore, tanto che finiva di corsa dai sanitari per farsi medicare. Dopo 15” piombava sul traguardo Francesco Bazzanella che annunciava il suo terzo posto con un grido liberatorio. Andriani finiva quarto a quasi 1’, e dietro in successione giungevano Bernardi, Pigoni, Daris, Prandi, Conati e, decimo, il fondista Bruno Debertolis, davvero bravo e col successo in mano della “combinata”. Massimo Leonardi, bloccato per quattro mesi da un problema fisico, da metà gara in poi doveva rallentare e finiva 51°. Per la cronaca, Orlando Pizzolato chiudeva con 1.41.03 che gli valeva il 71° posto.La gara delle donne, dopo un avvicendamento al comando tra Paola Mariotti e Federica Ballarini, non aveva più scossoni, con l’arcense rimasta in testa da Predazzo in poi mischiata tra i maschi, con un ritmo niente male che le è poi valso il 32° posto assoluto. Paola Mariotti saggiamente si è limitata a consolidare il suo secondo posto difendendolo da Sonia Lorenzi. Monica Carlin, in recupero dopo la frattura al metatarso,  ovviamente è in debito di allenamento e si è dovuta accontentare del 5° posto.La Marcialonga Running assegnava anche i titoli mondiali di lunga distanza per i laureati in medicina e odontoiatria. Nuova vittoria per Donato Donati con un significativo 1.35’31” e tra le donne successo invece della bresciana Bianca Maria Bombagi.Solita grande atmosfera per la Marcialonga Running, con tantissima gente lungo il percorso e soprattutto nell’attraversamento dei paesi. Un successo che tra qualche giorno si completerà con la chiusura, con grande anticipo, delle iscrizioni alla Marcialonga invernale del 30 gennaio per “sold out” in fatto di numeri.Info: www.marcialonga.it
Classifica Marcialonga Running:
Maschile:1) Elbarouki Hicham Hyppodrom 99 Pontoglio 1:20.02,1; 2) Lahbabi Bouazza Atl. Casone Noceto 1:22.06,0; 3) Bazzanella Francesco Atl. Trento Cmb 1:22.19,1; 4) Andriani Ottavio G.S. Fiamme Oro Padova 1:23.08,5; 5) Bernardi Fabio Bobadilla Soc.Sport.Dil. S.R.L 1:24.55,7; 6) Pigoni Matteo M.D.S. Sassuolo 1:25.15,0; 7) Daris David A.S.D. Sportiamo 1:26.10,8; 8) Prandi Mario Cambiaso Risso Running Team Genova 1:28.06,3; 9) Conati Christian G.S. Hartmann 1:28.41,1; 10) Debertolis Bruno G.S. Fiamme Gialle 1:28.59,7
Femminile:1) Ballarini Federica S.A. Valchiese 1:35.53,6; 2) Mariotti Paola Atletica Brugnera 1:37.49,4; 3) Lorenzi Sonia A.Atl.Dolomiti Belluno 1:40.34,7; 4) Vinci Donatella Road Runners Club Milano 1:42.08,3; 5) Carlin Monica Brema Running Team 1:46.53,7; 6) Tenaglia Cristina Atl. Trento Cmb 1:47.34,2; 7) Zanoner Rosalia Atl. Trento Cmb 1:49.27,8; 8) Pili Simona C.U.S. Sassari 1:49.52,8; 9) Mazzel Arianna S.S. Marcialonga 1:50.32,3; 10) Marsura Mariangela Atl. Sernaglia Mob. Villanova 1:50.51,4
Campionato mondiale laureati medicina e odontoiatria:Maschile: 1) Donati Donato S.A. Valchiese 1:35.31,2; 2) Frattini Marco Road Runners Club Milano 1:38.26,7; 3) Novel Fabrizio G.S. San Giacomo 1:41.51,7Femminile: 1) Bombagi Bianca-Maria Sport And Fitness Srl 2:03.48,9; 2) Rigotti Laura Atletica Team Loppio 2:05.57,0; 3) Camperidis Erika S.C. Veronesi 2:08.32,4
Classifica Combinata Punto3 Craft:Maschile: 1) Debertolis Bruno (tempo totale 9.16.34); 2) Jokoubek Thomas (10.16.33); 3) De Gasperi Alessandro (10.58.55)Femminile: 1) Mazzel Arianna (12.53.39); 2) Piantoni Fiorenza (14.23.18); 3) Dalmonego Maria Cristina (14.52.21)

No Comments
Comunicati

Nasce Idealshop tutta la cancelleria per ufficio e scuola con consegna gratuita


Idealshop è il nuovo sito di e-commerce dedicato alla cancelleria per ufficio, scuola, casa e bambini. Propone un vasto catalogo con oltre 30000 articoli suddivisi in categorie merceologiche delle più famose marche e ad un ottima qualità prezzo. Ogni giorno su Idealshop sono presenti offerte speciali che potrete comodamente ricevere sulla vostra casella email, semplicemente registrandosi gratuitamente alla newsletter.

Idealshop è l’ideale per i professionisti, e per i priovati che vogliono risparmiare tempo e denaro acquistando online cancelleria, carta e tutto ciò che serve per la scuola e per l’ufficio.
Idealshop inoltre offre numerossisimi prodotti di cancelleria per bambini adatti per imparare divertendosi e in totale sicurezza e moltissimi prodotti per la scuola, penne, matite, album da disegno, agende, quaderni scolastici, quaderni ad anelli tempere, e moltissimi altri prodotti.

Punto forte di Idealshop è la logistica: il centro di smistamento, è in grado di processare gli ordini ed effettuare le spedizioni in brevissimo tempo, e le consegne cono gratuite su tutto il territorio Italiano.

Idealshop oltre alla cancelleria, propone numerosissimi prodotti dalle macchine per ufficio, come stampanti o distruggi documenti, a periferiche pc, cavi networking a batterie, prodotti per la pulizia, prodotti audio e video, e prodotti per il catering, e prodotti per il disegno professionale.

Per maggiori dettagli visitare il sito www.idealshop.it

No Comments
Comunicati

SFIORATI I 1600 ALLA MARCIALONGA RUNNING. DOMANI CORSA D’AUTORE TRA MOENA E CAVALESE

É già un successo l’ottava edizione della corsa “sorella” della famosa maratona invernale
In 1590 hanno staccato un biglietto per la corsa… Moena – Cavalese
Il via domattina alle ore 9.30 da Moena, e alle 10 lo start della Mini Running a Cavalese
Il traguardo della mezza maratona sarà a Masi di Cavalese
Vigilia animata oggi a Moena per la Marcialonga Running, pronta a scattare domattina alle 9.30 con l’ottava edizione, decisamente affollata, avendo sfiorato i 1.600 iscritti.
È la gara che da Moena scorre lungo la Val di Fassa per innestarsi poi in Val di Fiemme e concludersi a Cavalese, in quel Viale Mendini che nell’ultima domenica di gennaio consacra i campioni della Marcialonga invernale.
Una gara di massa anche quella podistica, che domani vede allo start tra i tantissimi amatori e appassionati della corsa anche alcuni quotati runners che puntano al podio, e pure gli atleti polivalenti in lizza per la combinata sci di fondo – ciclismo –  running.
Sono 26 i chilometri da affrontare, gran parte lungo la pista “Marcialonga”, la ciclopedonale che collega le due vallate, ma per chi ama i riferimenti personali nella mezza maratona c’è pure il rilevamento della “mezza”: il traguardo del km 21,097 sarà posto all’ingresso del paese di Masi.
E ci sarà festa nei centri abitati che la Marcialonga attraversa, come nelle altre due gare gemelle. Da Moena, la corsa raggiunge poi Predazzo, Ziano, Panchià, Lago di Tesero, Masi e quindi Cavalese, dove a partire dalle 10 il parterre d’arrivo sarà animato dai giovanissimi ai quali, anche in passato, non è certo mancato l’entusiasmo. La “Mini Running” accetta l’adesione dei giovani podisti anche poco prima del via, dunque una vera festa dello sport.
Nel frattempo la Marcialonga Running accenderà la miccia e nel gruppo di testa ci si aspetta di vedere Ottavio Andriani, Marco Mazza, Matteo Pigoni, Massimo Leonardi, Francesco Bazzanella e i due marocchini Bouazza Lahbabi e Hicham El Barouki. Difficile pensare, sulla carta, che ci possa essere una fuga nei primissimi chilometri, la gara con tutta probabilità vivrà sugli scatti nell’ultima parte del percorso e soprattutto, come succede d’inverno, sulla ripida salita finale che porta al traguardo. È un fondo sterrato ed anche questo potrebbe cambiare le carte in tavola tra i favoriti, ma soprattutto si tratta di una salita che non lascia spazio all’improvvisazione.
Tra le donne c’è un terzetto che punta al podio e che davvero potrebbe condividere i tre metalli, ovvero Monica Carlin, che ha già posto due sigilli d’oro alla Marcialonga Running, Federica Ballarini e Paola Mariotti.
Dunque in 1590 al via da Piaz De Sotegrava a Moena, con l’imperativo di tagliare il traguardo di Cavalese. La nuova distanza di 26 km, 500 metri in più del passato, sarà anche l’occasione per stabilire il nuovo tempo record ed aprire una nuova pagina di sport.
La gara è valida anche quest’anno come campionato mondiale per i laureati in medicina e odontoiatria.
Info: www.marcialonga.it

É già un successo l’ottava edizione della corsa “sorella” della famosa maratona invernaleIn 1590 hanno staccato un biglietto per la corsa… Moena – CavaleseIl via domattina alle ore 9.30 da Moena, e alle 10 lo start della Mini Running a CavaleseIl traguardo della mezza maratona sarà a Masi di Cavalese

Vigilia animata oggi a Moena per la Marcialonga Running, pronta a scattare domattina alle 9.30 con l’ottava edizione, decisamente affollata, avendo sfiorato i 1.600 iscritti.È la gara che da Moena scorre lungo la Val di Fassa per innestarsi poi in Val di Fiemme e concludersi a Cavalese, in quel Viale Mendini che nell’ultima domenica di gennaio consacra i campioni della Marcialonga invernale.Una gara di massa anche quella podistica, che domani vede allo start tra i tantissimi amatori e appassionati della corsa anche alcuni quotati runners che puntano al podio, e pure gli atleti polivalenti in lizza per la combinata sci di fondo – ciclismo –  running.Sono 26 i chilometri da affrontare, gran parte lungo la pista “Marcialonga”, la ciclopedonale che collega le due vallate, ma per chi ama i riferimenti personali nella mezza maratona c’è pure il rilevamento della “mezza”: il traguardo del km 21,097 sarà posto all’ingresso del paese di Masi.E ci sarà festa nei centri abitati che la Marcialonga attraversa, come nelle altre due gare gemelle. Da Moena, la corsa raggiunge poi Predazzo, Ziano, Panchià, Lago di Tesero, Masi e quindi Cavalese, dove a partire dalle 10 il parterre d’arrivo sarà animato dai giovanissimi ai quali, anche in passato, non è certo mancato l’entusiasmo. La “Mini Running” accetta l’adesione dei giovani podisti anche poco prima del via, dunque una vera festa dello sport.Nel frattempo la Marcialonga Running accenderà la miccia e nel gruppo di testa ci si aspetta di vedere Ottavio Andriani, Marco Mazza, Matteo Pigoni, Massimo Leonardi, Francesco Bazzanella e i due marocchini Bouazza Lahbabi e Hicham El Barouki. Difficile pensare, sulla carta, che ci possa essere una fuga nei primissimi chilometri, la gara con tutta probabilità vivrà sugli scatti nell’ultima parte del percorso e soprattutto, come succede d’inverno, sulla ripida salita finale che porta al traguardo. È un fondo sterrato ed anche questo potrebbe cambiare le carte in tavola tra i favoriti, ma soprattutto si tratta di una salita che non lascia spazio all’improvvisazione.Tra le donne c’è un terzetto che punta al podio e che davvero potrebbe condividere i tre metalli, ovvero Monica Carlin, che ha già posto due sigilli d’oro alla Marcialonga Running, Federica Ballarini e Paola Mariotti.Dunque in 1590 al via da Piaz De Sotegrava a Moena, con l’imperativo di tagliare il traguardo di Cavalese. La nuova distanza di 26 km, 500 metri in più del passato, sarà anche l’occasione per stabilire il nuovo tempo record ed aprire una nuova pagina di sport.La gara è valida anche quest’anno come campionato mondiale per i laureati in medicina e odontoiatria.Info: www.marcialonga.it

No Comments
Comunicati

Offerta Giveaway: vinci un soggiorno in Toscana con TFH


Toscana Family Holidays gestisce strutture ricettive pensate soprattutto per famiglie con bambini piccoli e neonati. Le strutture TFH sono dotate di tutti gli accessori di comune utilizzo per bambini e neonati, così non dovrete portare niente da casa e potrete finalmente..partire leggeri!
Tra i tanti servizi disponibili ne ricordiamo alcuni: baby sitter, spesa su richiesta, pediatra, noleggio auto con seggiolini per bambini, etc..

Per chi non lo sapesse il Giveaway è un regalo, una offerta speciale; Toscana Family Holidays lancia il suo GiveAway 2010:

Per partecipare dovrete inviare una foto vostra e della vostra famiglia a questo indirizzo email [email protected] mentre esponete il logo TFH! Semplice no!?

Potrete prelevare il logo da utilizzare per le vostre foto qui http://blog.toscanafamilyholidays.com/speciale-tfh/

Il concorso partirà il 1 Settembre 2010 e terminerà il 31 Ottobre 2010, e nei primi giorni di Novembre verrà effettuata l’estrazione della foto che ci avrete inviato. I vincitori potranno utilizzare il Giveaway secondo la loro disponibilità entro il 1 Aprile 2011.

Il vincitore avrà diritto ad un soggiorno di un settimana nelle bellissima strutture il Poggio alla Pieve, a Pieve di Santa Luce (PI) nel cuore della Toscana. Sono compresi nel prezzo pulizie e vari servizi dedicati ai bambini e alle famiglie, mentre non è compreso il vitto.

Per essere sempre aggiornati sulle novità TFH vi invitiamo a visitare anche il nostro blog e il nostro profilo su Facebook!

No Comments
Comunicati

Corso di formazione web marketing


Quando si parla di web marketing s’intende subito posizionamento. In realtà, questa interpretazione è molto limitativa di una materia assai più ampia e complessa. Ristringere il campo vuol dire diminuire gli strumenti per migliorare la propria presenza online, e non è questo ciò che vogliamo, giusto?

Nel prossimo Corso di Formazione di web marketing organizzato da Marketing Informatico per il 30 settembre e il primo ottobre si toccheranno diversi punti, partendo dalla costruzione di un sito fino alla promozione. In questo iter sono comprese altre azioni come il posizionamento nei motori di ricerca, la scelta delle parole chiave, il direct marketing, il pay per click, l’uso dei csm, l’utilizzo dei social network. Tutto questo per rendere appetibile a Google il proprio sito e far si che risulti primo nelle risposte dei motori di ricerca.

Inoltre all’interno del corso sarà possibile avere nozioni sulle tecniche di comunicazione e su alcuni aspetti psicologici molto importanti nella relazione tra azienda e cliente. A differenza di altri corsi noi offriamo un consulenza a 360à che non comprende solo l’ormai noto posizionamento ma include una serie di strategie volte all’effettivo sviluppo del proprio sito. D’ora in poi affidati a Marketing Informatico.

Per saperne di più e ricevere maggiori informazioni visita
http://www.marketinginformatico.it/programma-corso-formazione-privati.php

No Comments
Comunicati

Un settembre tutto da pedalare con le escursioni cicloturistiche proposte da Nolo Bike Parma


Dopo la prima escursione nell’oasi Parma Morta, sabato 11 si parte da Roccabianca per un itinerario di 35 chilometri nei luoghi amati dal creatore di Don Camillo e Peppone. Il 19 invece un’escursione all’insegna della storia e dell’arte, tra i castelli della bassa parmense.

Il settembre di Nolo Bike Parma è iniziato domenica 5, per scoprire l’oasi naturale Parma Morta e conoscere da vicino le specie di animali e piante che vivono in questo ramo fluviale abbandonato. Qui crescono olmi, salici, pioppi e trovano rifugio piccoli mammiferi come il toporagno d’acqua e uccelli rari come il Tarabuso.
Il calendario di settembre propone altre due interessanti escursioni per gli amanti del cicloturismo e della vita all’aria aperta.

Dal paesaggio naturale della Parma Morta si passa a quello descritto da Guareschi nei suoi racconti: sabato 11 settembre si parte alle 14,30 dal punto noleggio di Nolo Bike Parma di Roccabianca per ritrovare un angolo del Mondo Piccolo. Insieme alla guida ambientale ed escursionistica Marcello Cantarelli, il gruppo si dirigerà verso Fontanelle, paese natale del giornalista e scrittore, dove è in programma la visita al museo a lui dedicato.

Le aule della scuola dove Giovannino ha imparato a leggere e scrivere sono state restaurate e raccolgono documenti visivi, sonori e materiali provenienti dall’archivio degli eredi. Visitando le sale, si ripercorrono le tappe della vita dell’autore e della Bassa stessa, la vera protagonista dei suoi scritti che lui definisce come quella “piatta striscia di terra grassa, distesa lungo la riva destra del Po”.

Gli argini, i filari di pioppi e viti, i campi a perdita d’occhio, i casolari e le chiesette immersi nella campagna sfilano accanto agli amanti del cicloturismo, che possono gustare questo angolo d’Emilia pedalando senza fretta lungo percorsi ciclabili e strade a bassa percorrenza.

Da non perdere il 19 settembre il tour che Nolo Bike Parma propone tra storia, arte e leggende nei castelli delle antiche famiglie parmensi. L’itinerario, di 35 km circa, condurrà i partecipanti nella magica atmosfera dei borghi che hanno visto nascere e prosperare le corti della bassa padana. Dalla Rocca Meli Lupi di Soragna, per poi ammirare la Rocca di San Secondo e infine giungere a Fontanellato. Il gruppo passerà lungo l’alveo del fiume Taro, per ammirare l’antica pieve romanica di San Genesio, per poi tornare verso Soragna.

Per prenotazioni e maggiori informazioni su itinerari in bicicletta, week-end in bici e il noleggio bici a Parma, vi invitiamo a visitare il sito www.nolobikeparma.it

Contatti:
Layoutweb, Layout Advertising Group
Public Relation Department
Simona Bonati
E-mail: [email protected]
www.layoutweb.it

No Comments
Comunicati

Trova in Rete la barca dei tuoi sogni

  • By
  • 6 Settembre 2010

L’acquisto di una barca è sempre impegnativo, poichè si tratta di una spesa “importante” che, quindi, deve essere fatta con cautela e lungimiranza così da non pentirsi dell’acquisto.
Un tempo per trovare la barca adatta alle proprie esigenze e alle proprie tasche era necessario girare per i saloni nautici, oppure “vagare” di porto in porto alla ricerca di una buona occasione.
L’evoluzione della Rete e soprattutto il grande sviluppo della vendita on-line è riuscita a sdoganare anche molti settori, un tempo strettamente ancorati ai vecchi metodi di vendita e acquisto.
Tra questi c’è senza dubbio quello della vendita barche che negli ultimi anni ha cominciato a proliferare in Rete grazie al “fiorire” di molti siti che operano proprio in questo settore.
Si tratta, chiaramente, di siti altamente specializzati dove, tanto gli intenditori quanto i “neofiti”, possono trovare assistenza, una guida qualificata, oltre ad occasioni e ad offerte irripetibili.
E cosa c’è di più sicuro che affidarsi a dei professionisti che sapranno guidarvi in ogni fase dell’acquisto, rendendovi così sicuri del vostro investimento.
Quindi se state pensando di inaugurare l’autunno regalandovi una barca nuova di zecca, vi consigliamo prima di navigare sul Web!
Solo in questo modo sarete sicuri di poter usufruire delle migliori offerte e di occasioni irripetibili, senza il timore di compromettere la qualità e la sicurezza del vostro acquisto!
No Comments
Comunicati

Promuovi il tuo hotel anche in autunno!

  • By
  • 6 Settembre 2010


L’estate è alle porte ma con la fine della bella stagione non si è di certo placata la “smania” dei viaggiatori che, in ogni periodo dell’anno, decidono di concedersi o una breve vacanza o un semplice week-end per staccare dal tram-tram quotidiano.
Quindi anche in autunno e in inverno è importante per gli albergatori cercare di promuovere al meglio le proprie strutture.
E cosa c’è di meglio per farsi conoscere e raggiungere un numero sempre più elevato di clienti se non la Rete?
Come noto, oggi, la maggior parte delle prenotazioni alberghiere avviene tramite Internet, non solo perchè gli utenti hanno la possibilità di visionare la struttura e di conoscerne nello specifico le caratteristiche e i prezzi, ma anche perchè la prenotazione via Web è semplice, veloce ed immediata.
Indispensabile, quindi, per gli hotel, i B&B e le pensioni è avere uno spazio in Rete, una vetrina grazie alla quale farsi conoscere.
Su Internet esistono numerosi siti che offrono un servizio di questo tipo, sebbene non siano tutti uguali. Già perchè nello scegliere il portale alberghiero attraverso il quale pubblicizzare la propria attività, gli albergatori devono fare attenzione a numerosi aspetti di importanza non trascurabile.
Tra le caratteristiche più rilevanti c’è senza dubbio quella di poter godere di uno spazio proprio dove pubblicizzare la propria struttura attraverso foto, descrizioni, tabelle relative alle tariffe e alle offerte, recensioni e “occasioni” con le quali attirare un numero sempre più crescente di clienti.
Altro aspetto importante è che il portale in questione sia curato e offra ai propri visitatori anche una serie di informazioni aggiuntive, relative ad esempio alla località dove la struttura è ubicata, al modo più semplice per raggiungerla e chi più ne ha più ne metta!
Tanti elementi che fanno di un semplice “sito turistico” un portale di prenotazione alberghiera vincente!

No Comments
Comunicati

Da Italia Affitti arriva l’opportunità franchising con bassi costi d’investimento e alti profitti.


Negli ultimi anni la crisi economica ha colpito duramente diversi settori del mercato. Fortunatamente il settore immobiliare ha risentito meno delle conseguenze della recessione globale, rimanendo sempre stabile e in tornando a crescere nell’ultimo anno. Per questo motivo aprire un’agenzia immobiliare in questo momento rappresenta un’opportunità interessante per costruire il proprio futuro.

Italia Affitti è il franchising immobiliare che da anni opera nel settore degli affitti riuscendo grazie alla professionalità e alla competenza del personale a trovare sempre la soluzione adatta alle esigenze del cliente. Italia Affitti, nel progetto di ampliare la sua rete in tutta Italia, da oggi offre l’opportunità franchising di aprire un’agenzia immobiliare nella propria città. L’opportunità franchising è davvero vantaggiosa in quanto consente di avviare l’attività con bassi costi iniziali e margini di guadagno importanti. E poi affidarsi ad un’azienda esperta nel settore consentirebbe di usufruire di tutti i vantaggi di un marchio noto e del supporto costante di Italia Affitti.

Per saperne di più su come sfruttare l’opportunità franchising offerta da Italia Affitti basta collegarsi sul sito Italiaaffitti.it e scoprire tutte le informazioni necessarie visitando la sezione dedicata all’apertura di nuove agenzie.

Pompeo Pipoli
Area Web Marketing
[email protected]

Italia Affitti s.a.s
Corso Umberto I, n.18
65100 Pescara PE
Tel: 0854219081
www.italiaaffitti.it

No Comments
Comunicati

Spagna: Telefonica va a scuola con Aula365!




Telefonica sta per dare inizio alla nuova esperienza spagnola di Aula365, il portale educativo leader mondiale nell’apprendimento 2.0.

Telefonica ha infatti deciso di entrare nel mercato educativo spagnolo per offrire un innovativo e valido strumento fidelizzante ai suoi 5,6 milioni di clienti ADSL.

L’obiettivo è arricchire l’esperienza del cliente ADSL con applicazioni che migliorino la percezione del servizio. Incrementare il dialogo con il segmento consumer più pregiato, ovvero le famiglie, riduce la percentuale di rischio che queste ultime cambino operatore.

Sebbene Aula365, nella sua versione base, sarà un portale aperto all’intera utenza web spagnola, solo i clienti di una linea ADSL Movistar potranno accedere ai contenuti Premium del sito, tra i quali, il servizio reso dai professori virtuali che rispondono alle varie curiosità e domande poste dalla comunità.

Aula365 si propone come un sistema completo di aiuto agli studenti, a partire dall’asilo per finire alla maturità. Il portale include, tra gli altri servizi, un social network che permetterà agli utenti di interagire e di scambiarsi informazioni, lezioni e corsi di studio. Aula 365, che offre i suoi contenuti in castigliano e che è stato messo a punto sui programmi di studio del ministero dell’educazione, è strutturato in sei differenti livelli a seconda dell’età scolare

Il lancio del portale avverrà nelle prossime settimane anche a mezzo di una massiva ed efficace campagna media.

No Comments
Comunicati

Gorenje esplora nuovi mercati con l’acquisizione del Gruppo svedese Asko Appliances


Gorenje, multinazionale slovena leader nel settore degli elettrodomestici, annuncia di aver completato l’acquisizione di Asko Appliances Group, importante azienda svedese produttrice di elettrodomestici di fascia alta, di proprietà del Gruppo italiano Antonio Merloni.

Questa acquisizione fa parte di una precisa strategia del Gruppo sloveno che mira ad una rapida crescita e affermazione a livello pan-europeo, anche grazie alle importanti nuove sinergie che si verranno a creare tra le due aziende.

Asko è un Gruppo che produce e commercializza grandi elettrodomestici principalmente per il segmento di mercato di fascia alta. La produzione si trova, per quanto riguarda lavastoviglie, lavatrici e asciugatrici, a Vara, in Svezia, per quanto riguarda piani cottura, forni e rulli da stiro a Lahti, in Finlandia. I brand di proprietà del Gruppo sono Asko, posizionato nel segmento di fascia alta, e Upo, posizionato nella fascia media. Il brand Asko comprende anche una gamma di prodotti professionali che rappresentano una nicchia di mercato in crescita e dalle grandi potenzialità.

“L’acquisizione di Asko”, dichiara Matjaz Geratic, Amministratore Delegato di Gorenje Korting Italia “è per noi un altro importante passo avanti verso l’affermazione di Gorenje sui mercati nei quali l’azienda svedese è più forte, ovvero Nord Europa, Nord America e Australia. Un altro prestigioso brand entra a far parte del nostro Gruppo apportando un contributo altamente strategico. Grazie ad Asko infatti, Gorenje entra nel mercato del lavaggio professionale, ampliando e diversificando ulteriormente la propria offerta verso una sempre maggiore capacità competitiva a livello internazionale”.

Per approfondimenti riguardanti i dettagli economici dell’acquisizione consultare la pagina web di Gorenje (http://www.gorenjegroup.com/en/news?aid=2450)

No Comments
Comunicati

Cepu Engineering offre ogni tipologia di moduli fotovoltaici


Cepu Engineering si occupa di progettazione e installazione di impianti fotovoltaici e mette a disposizione dei clienti un team di esperti dell’Ingegneria fotovoltaica per offrire il miglior servizio possibile.
All’interno dell’iter di installazione di pannelli solari per la produzione di energia elettrica, i moduli fotovoltaici rappresentano l’elemento principale per il funzionamento dell’impianto perché è proprio la loro esposizione ai raggi del sole che determina la successiva produzione di energia elettrica.
Vi sono diverse tipologie di moduli fotovoltaici, in base al trattamento subito dalle fette di silicio che sono all’interno delle celle fotovoltaiche inserite nel modulo: Amorfi, Monocristallini e Policristallini.
Cepu Engineering sceglie per i suoi clienti le migliori marche e tipologie a livello mondiale di moduli fotovoltaici, soprattutto a livello di durata ed efficienza nel corso del tempo.

Infatti se la qualità del modulo fotovoltaico è elevata in termini di prestazione, c’è un maggiore ricavo che deriva dall’incentivo del Conto Energia poiché esso è erogato in maniera proporzionale ai Kwh che l’impianto produce.
Cepu Engineering è un marchio del Gruppo Cepu, il quale ha maturato nel tempo l’interesse e l’attenzione verso  la tutela dell’ambiente con la convinzione che le energie rinnovabili siano delle risorse necessarie per la garanzia di un futuro migliore.

No Comments
Comunicati

Cani da appartamento, come scegliere il cane ideale


Abbiamo deciso di adottare una cane, un generoso amico che ci ripagherà con la sua lealtà per tutta la vita, ma viviamo in appartamento e non abbiamo un piccolo giardino. Non facciamoci scoraggiare, ci sono molte razze di cane che si adattano bene alla vita da appartamento. Ci sono alcune caratteristiche di base che devono soddisfare per poter vivere serenamente in una casa di città; eccone alcune. Il nostro nuovo amico a quattro zampe deve essere di taglia piccola, avere un carattere docile e facile da gestire, e avere un fabbisogno giornaliero di esercizio fisico relativamente basso. Non sempre abbiamo a disposizione uno spazio adatto a far correre il nostro cane libero senza guinzaglio, pertanto un cane che soddisfi queste caratteristiche sarà felice anche con delle piccole passeggiate urbane. Ma quali sono, secondo gli esperti, le razze di cane più adatte alla vita da appartamento? Eccole qui elencate:
Il Bichon frisé ama stare con i bambini, è di indole tranquilla, apprende facilmente se addestrato e non abbaia molto.
Il Boston Terrier, dolce ed affettuoso con il padrone, abbaia poco ma è scontroso con gli altri cani. Obbediente e fedele, il Boston è anche un buon cane da guardia.
Il Boxer è una delle razze di cani che ha dimostrato particolare adattamento alla vita d’appartamento. Brevi passeggiate ogni giorno sono sufficienti per mantenerlo felice e sano.
Il Cairn Terrier si adatta ad ogni ambiente di vita, l’essenziale è che gli si offra costantemente compagnia e che ci si prenda cura di lui in ogni momento.
Il Chihuahua, viste le sue dimensioni, è adatto anche al più piccolo degli appartamenti.
Cocker Spaniel, ha solo bisogno di esercizio di base e di solito trascorre le sue giornate ciondolando per casa pacificamente, in attesa del ritorno del suo proprietario.
I cani Bassotto, gambe corte, apprezzano una bella camminata o corsa nel parco, ma preferiscono di gran lunga sonnecchiare in un bel letto caldo.
Il Maltese, cane di piccole dimensioni, è molto docile e mansueto.
Il Carlino non ha bisogno di cure particolari e ama dormire tutto il resto della giornata dopo aver fatto esercizio.
Altre razze di <A href=”http://www.cani.com/pet-news/pet-news-cani-da-appartamento.asp”>cani da appartamento</A>  sono; il Barboncino, il piccolo Levriero Italiano, lo Schnauzer medio e nano, lo Scottish Terrier, lo Yorkshire Terrier, il Welsh Corgi Pembroke. In alternativa possiamo anche decidere di fare un giro presso un canile per trovare il nostro fedele amico; spesso si trovano cani desiderosi di affetto che assomigliano alle razze di cani da noi preferite, e saranno davvero felici di donarci il loro amore. Per avere un’idea quale cane possa soddisfare le nostro aspettative e sufficiente visionare le numerose foto di cani presenti in alcuni siti specializzati; ogni cane è diverso e anche il suo aspetto può trasmettere istintivamente affetto. Condividere la propria vita con un cane è un’esperienza unica per tutti, ma diversa per ognuno. Avere un cane è una grande responsabilità e non bisogna sottovalutare l’impegno che richiederà ogni giorno per i prossimi 10-15 anni. Il cane è un essere vivente dotato di estrema sensibilità, intelligenza, voglia di cooperare e di appartenere ad un gruppo. Se siete davvero pronti ad assumervi questo impegno, se avete valutato attentamente tutti i pro e i contro, se siete disposti a cambiare la vostra vita con l’arrivo del cane, allora siete pronti per fare una delle esperienze più appaganti della vita.

No Comments