I diritti dei bambini si proteggono anche attraverso l’aiuto alle famiglie

Il 20 novembre 2009 la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia compie 20 anni. Le Nazioni Unite hanno compilato questa convenzione nel 1989, per tentare di diffondere delle linee guida per proteggere i bambini e i loro bisogni. Tuttavia non dobbiamo dimenticare che la salvezza dei più piccoli passa prima di tutto dal benessere e dalle capacità dei loro genitori.

L’ associazione Onlus SOS Villaggi dei Bambini da 60 anni si occupa di accogliere i bambini rimasti senza una famiglia e a sostenere i genitori delle famiglie disagiate per evitare l’abbandono o lo sfruttamento dei loro figli. Lavorare con i bambini ed i loro parenti è il miglior modo per assicurare un infanzia nel rispetto dei loro diritti fondamentali.

Uno dei metodi di sostegno più favorevoli nei paesi in via di sviluppo è quello del micro-prestito, il primo passo verso l’indipendenza economica di una famiglia. Carolina ed il marito Martin vivono in Nicaragua e sono fra i beneficiari dei programmi di Prevenzione all’Abbandono e Rafforzamento Familiare SOS. I loro figli, Davide e Lisette, erano a rischio di vivere in mezzo alla strada a causa del disagio economico dei genitori, ma oggi possono crescere tranquilli.

Dopo il parto di David, Carolina è rimasta senza lavoro per alcuni mesi e la famiglia non aveva più abbastanza denaro per andare avanti. La pressione economica ha colpito sulla giovane coppia e presto Carolina e Martin hanno finito per indebitarsi. Proprio quando la situazione stava degenerando, la famiglia è stata accolta nel programma di Prevenzione all’Abbandono SOS. Il loro bambino è stato accolto nel Centro Diurno SOS, dove era accudito e sfamato gratuitamente mentre i genitori potevano andare a lavorare.

Un micro-prestito di 50 dollari al mese è stato fornito a Carolina e Martin, per fare in modo che potessero superare la difficile situazione ed ottenere maggiore indipendenza. Dopo sei mesi la famiglia è stata in grado di rimborsare il prestito ed oggi hanno anche una seconda figlia, Lisette. Il programma di SOS Villaggi dei Bambini ha permesso di proteggere Dave e Lisette, che altrimenti sarebbero vissuti in povertà o peggio abbandonati.

SOS Villaggi dei Bambini sta anche portando avanti la campagna internazionale “SOS Childhood” – SOS Infanzia, mirata a diffondere l’importanza di un infanzia felice per tutti i bambini. Con la campagna “SOS Infanzia” l’associazione ed i sostenitori si impegnano a promuovere il diritto di ogni bambino di vivere un’infanzia serena, lontano da pericoli ed abusi.

Dal sito www.soschildhood.org/it è possibile condividere con il mondo i ricordi felici della propria infanzia, con la consapevolezza che molti bambini non hanno avuto la nostra stessa fortuna.

Per maggiori informazioni sui programmi di sostegno di SOS Villaggi dei Bambini Onlus e sull’adozione bambini a distanza è possibile consultare il sito dell’associazione italiana: www.sositalia.it

———————————————–

SOS Villaggi dei Bambini Onlus è un’organizzazione a respiro internazionale. In Italia accoglie e lavora con i bambini temporaneamente allontanati dalle famiglie d’origine e nei programmi di prevenzione all’abbandono. Nei paesi in via di sviluppo promuove entrambi gli ambiti di intervento, ovvero accoglienza e prevenzione. Da sessant’anni la famiglia SOS è presente in 132 paesi del mondo, aiuta ogni anno circa un milione di persone attraverso programmi integrati di sostegno ai bambini e al loro contesto familiare e accoglie ogni anno circa 70.000 bambini. Dal sito di SOS Villaggi dei Bambini Onlus è possibile adottare un bambino a distanza o fare donazioni per sostenere le famiglie disagiate: www.sositalia.it

I commenti sono chiusi