8 Marzo: la festa della donna, la libertà di essere indipendente

L’8 marzo è la Festa della Donna, una giornata speciale per ricordare alcune delle protagoniste delle tante storie vissute con SOS Villaggi dei Bambini, l’associazione impegnata nell’accoglienza infantile e nella prevenzione all’abbandono, che quest’anno celebra il suo 60° compleanno. 60 anni con SOS significano 60 anni di progetti, speranze ed emozioni, per raccontare tutto il coraggio e la forza che una donna in difficoltà può ritrovare grazie ad un piccolo aiuto.

Nirmal Devi vive in India, si è spostata a 17 anni e poco dopo ha dato luce ad una splendida bambina. Suo marito lavorava per mantenere la famiglia, ma la donna stava in casa per occuparsi delle faccende domestiche. Dopo la nascita del loro secondo figlio, il marito di Nirmal è morto in un incidente stradale. La donna era rimasta sola, con due bambini da sfamare. Nel suo paese sono gli uomini che lavorano ed una donna sola ha poche speranze di trovare un impiego, soprattutto con due figli da curare quotidianamente.

Nirmal ha fortunatamente conosciuto i programmi di rafforzamento familiare che SOS Villaggi dei Bambini organizza in India ed in altri 132 paesi del mondo. Con il sostegno del Villaggio SOS di Jammu, Nirmal ha seguito un corso per diventare estetista e con le sue capacità di taglio e cucito, tanto impegno e speranza, alla fine la donna è riuscita ad aprire un piccolo negozietto di parrucchiera e sartoria. Oggi Nirmal è una donna indipendente e forte, che riesce a mantenere i suoi due figli e mandarli a scuola. Ci vuole poco per dare una mano a queste donne rimaste sole e attraverso SOS Villaggi dei Bambini è possibile sostenerle con la propria generosità, per ridare una nuova vita a queste amiche lontane.

Per maggiori informazioni sui programmi di sostegno SOS Italia e l’adozione a distanza di SOS Villaggi dei Bambini in India, è possibile consultare il sito dell’associazione: www.sositalia.it

SOS Italia Villaggi dei Bambini Onlus è un’organizzazione a respiro internazionale, impegnata sia nell’assistenza ai bambini in difficoltà che nella prevenzione all’abbandono. Nasce nel 1949 in Austria, grazie ai forti ideali del fondatore Hermann Gmeiner. In Italia lavora prevalentemente con l’affido familiare nei 7 Villaggi SOS Italia, rispettivamente a Trento, Vicenza, Saronno, Morosolo (VA), Roma, Ostuni e Mantova. Nei paesi in via di sviluppo promuove entrambi gli ambiti di intervento, ovvero assistenza e prevenzione. Da sessant’anni la famiglia SOS è impegnata in 132 paesi del mondo e aiuta ogni anno circa 70.000 bambini orfani o abbandonati. Un milione di persone rientrano nei programmi integrati di sostegno ai bambini e al loro contesto familiare. www.sositalia.it

I commenti sono chiusi