Andare in vacanza in Bulgaria? 3 cose da sapere sulla moneta bulgara

L’europa ha tante destinazione in passare un fine settimana e grazie alle compagnie low cost è possibile raggiungere anche delle mete più lontane, come le città dell’Est Europa. Ogni anno molti turisti prendono un aereo per visitare Sofia, Skopje, Bucarest e altre città della penisola balcanica. Infatti, sono attratti da molteplici vantaggi che si possono trovare in questa parte dell’Europa, soprattutto il costo della vita più basso. In molti ristoranti è possibile mangiare alla metà del prezzo rispetto ai classici paesi occidentali e ci sono anche molti nostro connazionali che hanno deciso di trasferirsi in queste città per migliorare i loro affari.

Quanto vale il cambio euro e lev?

Una di queste città in cui il costo della vita è più basso è proprio Sofia, la capitale della Bulgaria diventa ogni anno sempre più famosa grazie all’accessibilità economica e alla sua quiete, nonostante sia una città con più di un milione di abitanti.

Allora, ma cos’è che rende appetitosa la città di Sofia ai turisti? Ci sono vari motivi, ma soprattutto quello legato al prezzo dei servizi, specialmente al ristorante, Infatti, la moneta bulgara è chiamata Lev ed ha un cambio favorevole per noi che usiamo l’euro: un euro equivale a 1,98 lev e per fare un esempio pratico noi possiamo pagare un caffè 0,80 centesimo in un bar a Sofia. Ebbene sì, il costo della vita è più basso ed è possibile mangiare nei migliori ristoranti di sofia spendendo circa 15 euro. Non è male, vero?

Quanto costa vivere in Bulgaria?

Allora, com’è vivere in Bulgaria? Il costo della vita è sicuramente più basso rispetto all’Italia e molti connazionali si trasferiscono per vivere e aprire delle aziende. Infatti, questo stato dell’Est Europa propone dei regimi fiscali più tolleranti rispetto ai principali paesi Europei e tanti imprenditori si trasferiscono qui per avere dei vantaggi dal punto di fiscale. Inoltre, il made in italy è rinomato all’estero e ci sono molti lavoratori italiani che si sono trasferiti in questa città per promuovere i loro marchi e lavorare nel settore import/export.

Per vivere in questo paese è importante sapere l’inglese perché la lingua bulgara è composta dall’alfabeto cirillico e, per noi, risulta più difficile. Imparare la lingua bulgara potrebbe essere un buon obiettivo, ma dipende dalle varie necessità

Infine, grazie ai vari programmi di mobilità europea, come quello Erasmus, è facile trovare l’opportunità per trasferirsi in questa città e vivere un’esperienza all’estero. Inoltre, l’entrata recente nell’Unione Europea sta già portando i suoi effetti positivi come l’ammodernamento delle infrastrutture nel centro storica di questa capitale europea.

I commenti sono chiusi