//5° tappa mondiale della Presidential Peacebuilding Conference a Taranto: al centro la salute della madre e del minore migrante

5° tappa mondiale della Presidential Peacebuilding Conference a Taranto: al centro la salute della madre e del minore migrante

Dopo Vancouver, Beirut, Coventry e Sidney, fa tappa in Italia, a Taranto, la Presidential Peacebuilding Conference 2018. Un evento voluto da Rotary International che attraversa 6 Paesi, coinvolgendo la stessa Europa, e che riunisce scienziati, governanti, uomini delle Istituzioni, esponenti religiosi, leader delle comunità e giovani da tutto il mondo. L’appuntamento è a Taranto dal 27 al 28 aprile 2018 con la 5° tappa della Conferenza con focus su «Salute materna e infantile e Pace» e in particolare su «La tutela della madre e del minore migrante»

LA CONFERENZA MONDIALE– La Conferenza, è un’occasione unica di riflessione e azione sulla Pace, la prevenzione e la risoluzione dei conflitti, una delle principali aree di intervento del Rotary International, che si impegna a perseguire questi obiettivi attraverso progetti di servizio, circoli professionali e campagne per addestrare leader adulti e giovani a prevenire e mediare i conflitti e assistere i profughi, i migranti, i rifugiati e i minori non accompagnati. Nel mondo 65 milioni di persone scappano dal loro Paese a causa di conflitti armati o di persecuzione, e il 90% dei decessi dovuti ai conflitti armati è costituito da civili, metà dei quali sono bambini. Quello Mediterraneo è oggi il fronte più caldo di questo doloroso e immane processo planetario. Da qui la scelta di Taranto, culla della Magna Grecia e da sempre al centro del Mediterraneo come testa di ponte lanciato dall’Europa all’Oriente.

L’OBIETTIVO DELLA CONFERENZA:I lavori della Conferenza, attraverso interventi singoli e tavole rotonde, mireranno da un lato a una conoscenza multidisciplinare e esatta dei vari aspetti che definiscono il fenomeno, dall’altro a individuare gli spazi possibili e comunitariamente praticabili, nel rispetto delle diverse competenze ma in una prospettiva sinergica e aperta, per intervenire dentro e oltre l’emergenza.

I NUMERI DELL’EMERGENZA– Secondo le stime dell’Unicef (http://www.unicef.it/doc/8020/2018-anno-decisivo-per-bambini-migranti.htm) in riferimento alla pericolosa rotta del Mediterraneo Centrale (dalla Libia all’Italia), nell’ultimo anno circa 15.000 bambini non accompagnati sono arrivati in Italia affidandosi a trafficanti di esseri umani,400 sono morti, mentre migliaia sono stati vittime di abusi, sfruttamento, schiavitù e detenzione durante la permanenza in Libia.

Un’emergenza che già vede Rotary International impegnata con progetti di servizio, borse di studio e campagne dedicate addestrando adulti e giovani a prevenire e mediare i conflitti e ad assistere profughi, migranti, rifugiati e minori non accompagnati, ma che, per le sue stesse dimensioni epocali, esige per il movimento rotariano da un lato la ricerca di ulteriori progetti concreti rivolti alla soluzione delle cause strutturali alla base dei conflitti come povertà, disuguaglianza, tensioni etniche, e, dall’altro, un ruolo di interlocuzione e stimolo con i tanti soggetti pubblici e privati coinvolti. Il tutto con la consapevolezza che solo la Pace può portare libertà, sicurezza, felicità.

I RELATORI– I lavori, sotto la presidenza di Gérard Allonneau, Rotary International Director 2016-2018, si articoleranno in quattro sessioni (due per ogni giornata), nel corso delle quali si alterneranno, come relatori, le massime Autorità rotariane (a cominciare dal Presidente internazionale Ian Riseley, che aprirà la seconda giornata e concluderà i lavori della Conferenza, per proseguire con il Presidente della Rotary Foundation 2017-18, Paul Netzel; il CEO Rotarian Action Group for Population & Development,  PDG Robert Zinser; il Past R.I. Director, PDG Elio Cerini; il Presidente Rotarian Action Group Healthy Pregnancies/Healthy Children, PDG Ian Lucas Ket), autorevoli rappresentanti delle Istituzioni civili (dr Frans Timmermans, Vice Presidente del Parlamento Europeo; on. Laura Boldrini,Presidente della Camera dei Deputati Parlamento Italiano; sen. Marco Minniti,Ministro dell’Interno Repubblica Italiana), il Presidente della Commissione CEI per le Migrazioni, mons. Guerino Di Tora, studiosi e docenti universitari, responsabili di organizzazioni umanitarie e alcuni Governatori rotariani in veste di testimoni privilegiati.

La Conferenza è organizzata da un Comitato formato dai Governatori 2017-18 di tutti i Distretti italiani di Rotary ed è presieduto da Gianni Lanzilotti, Direttore Generale del Distretto 2120, che ospita l’evento.

Per iscrizioni e ulteriori informazioni http://www.rotaryitalia.it/presidentialconference/