Assicurazioni auto telefoniche

Quando agli inizi degli anni ’90 apparvero le prime assicurazioni telefoniche, gli automobilisti italiani che erano soliti stipulare la polizza Rc auto presso un’agenzia tradizionale, le accolsero con molto scetticismo.
Dopo vent’anni di presenza sul mercato italiano le assicurazioni che operano a distanza hanno conquistato un numero sempre maggiore di proprietari di auto; le ragioni che stanno alla base di questo fenomeno sono dovute anche alla diffusione di internet che sta progressivamente sostituendo il telefono quale mezzo di comunicazione tra la compagnia e il cliente.

Ma esiste una reale convenienza nel richiedere un preventivo assicurazione auto con una delle compagnie assicurative che operano a distanza? La risposta è affermativa, del resto è sufficiente utilizzare uno strumento come il “Preventivatore Unico” dell’Isvap per rendersi conto che si può arrivare a risparmiare fino al 40 per cento rispetto al prezzo praticato da un’agenzia tradizionale.
Tuttavia è bene sapere che stipulare una polizza con una compagnia telefonica/online diventa conveniente solo per gli automobilisti virtuosi che si trovano nelle prime classi bonus/malus e che risiedono in aree a bassa sinistrosità.
La politica delle assicurazioni telefoniche/online è da sempre quella di scegliere clienti virtuosi, pertanto una buona fascia di proprietari di automobile non troverà alcun vantaggio ad assicurarsi con una compagnia che opera a distanza.
Tra gli esclusi più penalizzati dalle compagnie assicurative a distanza vi sono gli utenti che hanno un’età anagrafica inferiore ai 26 anni a prescindere dalla classe di merito in cui si trovano.
Tutte le assicurazioni telefoniche/online applicano poi una tariffa differenziata nei confronti di coloro che usufruiscono della portabilità prevista dalla cosiddetta “Legge Bersani” e nei confronti degli automobilisti che acquistano un’autovettura nuova partendo dall’ultima classe di merito.

Tirando le somme è possibile delineare il profilo dell’automobilista ideale che può trarre un consistente risparmio assicurandosi con una compagnia telefonica/online: deve avere un’età anagrafica superiore ai 26 anni, deve percorrere non più di 10 mila chilometri all’anno, deve essere almeno nella terza classe di merito e non deve risiedere in regioni dove si verificano un alto numero di sinistri. Se un utente rientra nel profilo delineato è sicuro che potrà avere un risparmio annuo a tre cifre, in caso contrario non rimane che fare il giro delle agenzie assicurative della propria città.

I commenti sono chiusi